Linus Torvalds ha recentemente attaccato gli sviluppatori Fedora chiedendo di ricreare le immagini d’installazione di Fedora 19 aggiornando il Kernel Linux all’attuale versione 3.11 stabile.

Il fondatore del Kernel Linux in questi anni ha avuto modo di attaccare molti sviluppatori e progetti portando successivamente dei reali benefici all’intero ecosistema Linux. Dopo le varie discussioni con i produttori di SoC ARM, la sviluppatrice Sarah Sharp, Nvidia e openSUSE di recente ha attaccato anche con i developer Fedora richiedendo di rigenerare le immagini d’installazione di Fedora 19.
Con un recente post su Google Plus, Linus Torvalds chiede agli sviluppatori Fedora di rigenerare le immagini ISO di Fedora 19 dato che la distribuzione si basa sul Kernel 3.9 versione nella quale manca il supporto Wireless per nuovo pc portatili portando diversi problemi ad alcuni utenti.

Aggiornando Fedora 19 potremo ricevere il nuovo Kernel 3.11 risolvendo cosi i problemi di supporto con nuovi moduli Wireless presenti in alcuni nuovi pc portatili, il problema è che se non funziona il WiFi l’utente deve aggiornare la distribuzione collegandosi via Lan operazione che potrebbe essere evitata proprio aggiornando le ISO dell’installer di Fedora 19.
I developer Fedora hanno risposto a Linus Torvalds indicando che aggiornare le immagini ISO di Fedora 19 vorrebbe dire fermare alcuni sviluppatori (attualmente impegnati nello sviluppo di Fedora 20) per un lavoro che potrebbero richiedere diverso tempo visto che potrebbero esserci dei bug da risolvere ecc.
Da notare inoltre che tutto questo lavoro servirebbe solo per alcuni mesi visto che a dicembre dovrebbe arrivare Fedora 20 distribuzione che include proprio il nuovo Kernel aggiornato.
La risposta del team Fedora non sembra piacere al fondatore del Kernel Linux il quale (come il solito) le ha mandate a dire con anche diversi insulti.

Personalmente do ragione agli sviluppatori Fedora, gli utenti che possono riscontrare questo problema sono davvero molto pochi, non è corretto rischiare di ritardare lo sviluppo di Fedora 20 solo per dover risolvere alcune pretese del fondatore del Kernel Linux. Da notare inoltre che già ci sono le live-respings aggiornate sviluppate dalla community Fedora, voler per forza le ISO ufficiali aggiornate mi sembra davvero una richiesta fatta da un bambino viziato..

No more articles