lffl consiglia

Articoli Recenti

11 settembre 2013

Linus Torvalds VS i produttori di SoC ARM

-
In una recente Mailing List, Linus Torvalds si è scagliato contro i produttori di SoC ARM a causa dei tanti problemi da risolvere durante lo sviluppo della nuova versione 3.12.

mailing list Linus Torvalds vs produttori SoC ARM
Il fondatore del Kernel Linux è persona dal carattere molto forte (molto spesso anche maleducato) che non guarda in faccia nessuno. Le "arrabbiature" hanno comunque portato in molti casi delle migliorie nello sviluppo del Kernel, ne è l'esempio di Nvidia azienda che dopo il dito medio di Torvalds ha iniziato a rimboccarsi le maniche e migliorare lo sviluppo dei driver open source e proprietari. L'arrivo di molte nuove SoC ARM sta portando non pochi problemi nello sviluppo del Kernel Linux portando con se bug anche critici rischiando cosi di rallentare lo sviluppo di altri progetti. Per questo motivo in una recente mailing list Linus Tovalds ha mandato al qual paese tutti i produttori di SoC ARM.

"I still really despise the absolute incredible sh*t that is non-discoverable buses, and I hope that ARM SoC hardware designers all die in some incredibly painful accident."

A quanto pare gli sviluppatori / produttori di SoC ARM hanno superato il limite, con questa "strigliata" è possibile che inizino a migliorare il supporto includendo molto più codice verificato senza bug o altri problemi il tutto a vantaggio sia dello sviluppo del Kernel che degli utenti che si ritroveranno device Android o Linux più stabili e funzionali.

Da notare come le SoC ARM abbiamo ormai ottenuto performance ormai simili o superiori a CPU X86, l'architettura ARM sarà molto presto utilizzata in molti nuovi server e pc desktop e portatili, migliorare il supporto è quindi vitale per il futuro di tanti nuovi progetti.
Staremo a vedere se sviluppatori / aziende come Qualcomm,  Mediatek, Samsung, Nvidia, Texas Instruments ecc miglioreranno il supporto nel Kernel Linux grazie anche all'ultima tirata d'orecchie da parte di Torvalds.

via - theregister