web analytics
linux tablet pinetab

[VIDEO] Linux Tablet: il PineTab di Pine64 compare con Ubuntu Touch

L’arrivo dell’attesissimo Linux tablet PineTab è ormai prossimo e si tratterà di uno dei primi tablet completamente Linux based al mondo. Un Linux tablet, per poter essere definito tale, necessita di un sistema operativo Linux e infatti a bordo troveremo Ubuntu Touch (a proposito, è da poco uscita l’OTA-12) come sul PinePhone. Dal punto di vista hardware a bordo sarà presente un processore Quad-Core ARM Cortex A53 a 64-Bit che viene usato anche nel SBC PINE A64. Le altre specifiche sono riassunte di seguito:

  1. 2GB LPDDR3 RAM
  2. 10″ MiPi 720p Capacitive LCD
  3. Bootable Micro SD Slot
  4. 64GB of eMMC
  5. HD Digital Video Out
  6. USB 2.0 A host
  7. Micro USB 2.0 OTG
  8. 2Mpx front-facing camera
  9. 5Mpx rear camera
  10. Optional M.2 slot
  11. Speakers and Microphone
  12. Volume rocker and ‘home’ button
  13. Magnetically attached keyboard (optional)
  14. 6000mAh battery
  15. 3.5″ Barrel Power (5V 3A) Port
  16. Multiple expansion boards for LTE, LoRa and SATA SSD

pinetab pine64 linux tablet ubuntu touch

La tastiera e il trackpad opzionali consentono di trasformare il PineTab in un laptop portatile con funzionalità touchscreen. Oltre a Ubuntu Touch sarà possibile utilizzare numerose distribuzioni Linux principali, nonché BSD e Android. Il dispositivo non è ancora in vendita dal Pine Store ma lo sarà presto e il prezzo dovrebbe essere concorrenziale.

Linux tablet: nuovo video mostra il PineTab con Ubuntu Touch

Marius Gripsgard, a capo di UBports, ha condiviso un nuovo video in cui mostra Ubuntu Touch all’opera sul PineTab, il risultato è decisamente buono.

Unity8 sembra operare bene, l’interfaccia ha qualche lag e rallentamento ma sicuramente è un ottimo punto di partenza. Il resize delle finestre viene gestito correttamente e non manca il side stage sulla sinistra. Linux su un tablet è un qualcosa di nuovo e sicuramente interessante. I tablet Android non stanno avendo un gran successo al contrario degli iPad e gran parte di ciò dipende dalla qualità del software.

Quale sarebbe l’obiettivo di UBports con Ubuntu Touch? Garantire l’accesso con pochi click a una vasta suite di app open source (GIMP, LibreOffice, …) su un prodotto concepito per essere interamente open e che potrebbe affiancarsi al vostro laptop (con Ubuntu?) in modo da creare un’esperienza utente continuativa. Questa visione può avere successo solo nel momento in cui l’integrazione tra i device e il sistema operativo sarà di alto livello: gli utenti sono abituati a prodotti veloci, affidabili e semplici da utilizzare. Visto che i principali ostacoli sembrano essere superati il team di UBports deve ora concentrarsi sul miglioramento della user experience.

sharing-caring-1Seguiteci sul nostro canale Telegram, sulla nostra pagina Facebook e su Google News. Nel campo qui sotto è possibile commentare e creare spunti di discussione inerenti le tematiche trattate sul blog.

Altre storie
linux kernel live patching
Linux Kernel Live Patching: i migliori tool per evitare il reboot del sistema