web analytics
ubuntu touch ota 12

Ubuntu Touch OTA-12 con Unity8: la release più importante sino ad ora

Ubuntu Touch OTA-12 è ufficialmente disponibile. Si tratta di un nuovo importantissimo aggiornamento per il sistema operativo mobile sviluppato dai ragazzi di UBports. Questa release arriva oltre sei mesi dopo l’OTA-11, con grosse migliorie.

Innanzitutto, la novità clou di questa nuova versione è un’esperienza Unity8 completa. Questa nuova versione di Unity, ribattezzata Lomiri, viene ritenuta il successore di Unity7 anche se tra le due release c’è un’enorme differenza e poco in comune. Niente global menu, niente hud, niente launcher con progress bar o numero di notifiche, niente lenses. Si basano anche  su pacchetti differenti (uno compiz e gtk l’altro su mir e qt/qml). Le uniche cose in comune sono i colori del tema, la posizione del launcher e la funzionalità di alcuni elementi nella barra superiore. Unity8 nella versione mobile dovrebbe garantire un’esperienza più affidabile in futuro. La home è stata rimpiazzata da uno sfondo bianco con il Drawer che funge da app list.

ubuntu touch ota 12 unity8

ubuntu touch ota 12 bottoni

I nuovi colori contrastano meglio tra lo sfondo e il testo, rendendo Ubuntu Touch conforme alle linee guida sull’accessibilità dei contenuti del W3. In poche parole, tutto è più facile da vedere ora. Le finestre di dialogo sono più chiare per l’utente. Presenti anche migliorie per quanto riguarda la tastiera con una nuova gesture per passare dalla tastiera all’overlay di editing.

Ubuntu Touch OTA-12: Morph e Mir

Un grosso lavoro è stato fatto sul browser Morph che ha ricevuto un importante numero di fix. Anche l’esperienza di navigazione è stata perfezionata: a partire da questa versione la modalità privata funziona come previsto ed elimina solo la sessione di navigazione alla chiusura, non tutti i dati come accadeva in passato. Inoltre, agli utenti viene fornita un’opzione per eliminare i cookie, nonché una serie di altri piccoli miglioramenti qua e là.

Anche la luce di notifica a LED è stata attivata, quindi noterete la luce lampeggiare in arancione quando la batteria è scarica e rimarrà bianca fissa durante la ricarica.

Importanti novità anche per quanto riguarda la versione di Mir che passa dalla versione 0.24 alla 1.2 (rilasciata nel 2019) con il supporto per i client Wayland. Questo supporto non è attualmente disponibile per i dispositivi basati su Android a causa di un’implementazione mancante, ma altri device come PinePhone e Raspberry Pi stanno già utilizzando Wayland. Inoltre, l’aggiornamento da Mir 1.2 a Mir 1.8 (rilasciato nel corso del 2020) dovrebbe essere più semplice rispetto all’enorme lavoro fatto per passare da Mir 0.24 a Mir 1.2.

Chiaramente, questa è una delle release più importanti da quando UBports lavora su Ubuntu Touch con oltre 25o pull requests. L’aggiornamento alla nuova versione è possibile dalla schermata Aggiornamenti. Se avete un device compatibile e volete installare UT8 potete scaricare l’immagine da qui. Nel caso in cui vogliate segnalare un bug potete farlo attraverso questa pagina.

sharing-caring-1Seguiteci sul nostro canale Telegram, sulla nostra pagina Facebook e su Google News. Nel campo qui sotto è possibile commentare e creare spunti di discussione inerenti le tematiche trattate sul blog.

Altre storie
debian 10.5 buster secure boot boothole
Debian 10.5 Buster è ufficiale: include le patch per BootHole