Vi presentiamo Ardis e Flamin due nuovi e moderni set d’icone per desktop environment KDE / Kubuntu Linux

Flamini in KDE
I developer KDE, con il nuovo Plasma Next stanno cerca di modernizzare l’ambiente desktop “K” non solo migrando in KDE Frameworks e Plasma 5 ma introducendo anche un nuovo tema e set d’icone. Per chi utilizza l’attuale versione stabile di KDE sono disponibili molti progetti di terze parti creati per “mordernizzare” l’ambiente desktop come ad esempio i set d’icone Ardis e Flamini. Creati dal designer / developer KotusWorks, le icone Ardis e Flamini ci consentono di portare nell’ambiente desktop KDE icone piatte specifiche dal look molto simile alle famose Numix e Moka.

I due set d’icone Ardis e Flamini sono progetti ancora in fase di sviluppo che comunque includono già molte icone dedicate alle principali applicazioni KDE e Gnome, da notare inoltre che Flamini è disponibile anche con due varianti: Colorful e White che si differenziano principalmente dalle icone delle toolbar e pannello di colore bianco oppure colorato (della versione di default sono nere) in maniera tale da migliorare l’integrazione con i più diffusi temi per KDE.

Ardis in KDE

Ardis e Flamini in KDE

– Installare Ardis e Flamini

Ardis e Flamini vengono rilasciati in file tar.gz non supportati dall’insteller di KDE, per installare correttamente i due set d’icone basta scaricarli dalla home, estrarre il file tar.gz e copiarne la cartella nella directory .kde4/share/icons presente sulla nostra home, per visualizzare le cartelle nascoste in Dolphin basta cliccare il tasto F8.

Una volta copiate / spostate le cartelle delle icone in .kde4/share/icons basta accedere alle impostazioni di sistema e andare in Aspetto delle Applicazioni e dalla sezione Icone scegliamo il set preferito e clicchiamo su Applica.

Home Ardis | Flamini

  • Caterpillar

    ancora niente suite Adobe con Wine? Mah

  • Non sopporto WINE…l’ho detto!! Senza nessuna offesa per chi lo sviluppa che hanno tutta la mia stima..pero’ io chiuderei il progetto adesso..

    • Er Chiappetta

      E perchè scusa? A me personalmente ha risolto alcune situazioni disperate dove l’eseguibile .exe non aveva alternative (purtroppo)

      • Capisco che se non puoi fare di meno devi andare la’…io sinceramente sono riuscito nel bene o nel male a sostituire tutto!…l’unico è Band in a box che non uso piu’ finche’ non uscira’ per Linux…

      • Ermy_sti

        penso che il motivo sia perchè alla fine rimane sempre un accrocchio e non sarà mai con un programma nativo

    • anch’io la penso come te
      avevo aperto anche una campagna per farlo rimuovere dai repo ufficiali delle varie distribuzioni linux ma alla fine è stata una proposta mai accetta (quelli di canonical nemmeno mi hanno risposto)

  • ziltoid

    Tutta sta gente che si lamenta…ok non farà funzionare tutto, però se non fosse per wine molti giochi non avrei potuto farli andare su linux. Adobe, si è un punto debole cmq photoshop funziona…

  • Roberto Mirto

    Sono riuscito a far girare Photoshop CS6 portable su linux mint con wine e playonlinux. Il software gira, ma crasha su alcune funzioni. Inoltre il camera raw da un po di problemi, ed il bridge neanchè funziona, anzi se provo ad installarlo mi chiude il photoshop segnalando un errore. Secondo me wine è ancora lontana nel supportare pienamente i programmi Adobe.
    Considerando che lavoro nel settore fotografico, poter usare i prodotti Adobe su linux in maniera decente mi consentirebbe di piallare definitivamente Win7. La pazienza è la virtù dei forti, vediamo se almeno il CS5 gira meglio^^.

    • Pero’ se a te piace Photo usa windows no?!?!..altrimenti cerchi di trovare un compromesso con il gimp!…Lo so che dirai non è uguale io sono un professionista ecc.ecc.ecc. pero’ usare wine cmq risolve solo in parte…quindi ci vuole una scelta…saggia… che io farei verso Linux ovviamente!…

      • Roberto Mirto

        No, no tranquillo uso ancora windows in dual bot. Per certe cose purtroppo è inevitabile. Uso da tempo gimp, ed ultimamente ho scoperto darktable che per certe cose è anche migliore di lightroom. Il problema è che in quest’ambito su linux non c’è un compromesso completo come le alternative per windows, sopratutto i plugin di photoshop tipo silver efex pro. Mi piacerebbe che in linux ci fossero realtà e non alternative migliori dei prodotti adobe, ma la vedo dura, motivo per il quale sto collaudando photoshop in wine. Se alcuni lavori non riesco a farli con le alternative open almeno ho un software proprietario che mi aiuta, sempre che funzioni bene. Certo potrei sempre loggare con windows, ma il seven vorrei proprio eliminarlo^^.

  • nakki

    Qualcuno di voi conosce LinuxLive USB Creator (LiLi)? http://www.linuxliveusb.com/
    È una comoda applicazione, purtroppo solo per windows, che permette di mettere le ISO di numerose distro linux in una pendrive, senza perderne il contenuto. Un po’ come accade con usb-creator di ubuntu ma con qualche possibilità in più.

    Ho provato tempo fa ad installarla tramite wine ma non riuscivo a vedere le trasparenze e non riconosceva le usb…qualcuno riesce a darmi qualche dritta?
    grazie

    • zago84

      Usa UNETBOOTIN per linux è nativo, su ubuntu lo trovi nel Software Center. C’è anche la versione per Windows e MAC.

      • nakki

        Si lo conosco e l’ho usato parecchie volte. Solo che con alcune distro si presentano problemi all’avvio, non da tutte le voci o non le fa partire correttamente; mentre LiLi è veramente ottimo, con tutte le distro che ho provato.

No more articles