web analytics

GIMP 3.0, ci siamo quasi: ecco tutte le nuove funzionalità in arrivo

gimp 3.0

GIMP è uno dei migliori editor di immagini free & open source disponibili per Linux. Non si rivolge solo agli utenti che desiderano un’alternativa gratuita alla suite Adobe, ma anche a molti professionisti che sfruttano GIMP per grafica, design e fotoritocco. Per chi non fosse a conoscenza della storia, vi basti sapere che GIMP 3.0 è forse la release più attesa di sempre da parte della community, perché sarà la prima versione dell’app basata sul toolkit GTK3… anche se ormai è già stato rilasciato il toolkit GTK 4.0.

GIMP 3.0: new features😃

Da una ventina di giorni è disponibile GIMP 2.99.8 dunque a breve la v3.0 sarà pronta: per questo ho deciso di preparare una rassegna di tutte le novità in arrivo in GIMP 3.0. Ad oggi, non è ancora stata ufficializzata una data di rilascio definitiva per GIMP 3.0 ma dovrebbe essere pronto entro l’estate 2022.

UI basata su GTK3

Ad oggi, uno strumento di questo tipo non deve solo funzionare bene ma deve anche essere visivamente appagante e al passo con i tempi. GIMP 3.0 darà una bella rinfrescata al suo aspetto grazie all’interfaccia utente basata su GTK3. Inoltre, arriverà anche il supporto per i display HDPi (high density pixel). La prima cosa che dovremo fare una volta installata l’app sarà impostare la risoluzione corretta.

Supporto per Wayland

Il passaggio a GTK3, tra le altre cose, garantirà anche un migliore supporto a Wayland. Quindi, se state iniziando ad utilizzare le sessioni desktop Wayland, GIMP 3.0 dovrebbe permettervi di continuare su questa strada senza problemi.

Multiple Layer Selection

Gli sviluppatori hanno introdotto il supporto multiple layer per i tool Clone, Heal e PerspectiveClone. Potete quindi selezionare e gestire diversi layer in un colpo solo. Ciò permette di ampliare le possibilità creative di chi usa questo editor.gimp-3.0-multi-layer-selection

La funzionalità è già disponibile nell’ultima dev release e funziona molto bene. Date Shift+click per selezionare un insieme di layer seguito da Ctrl+click per selezionare o deselezionare layer non contigui. Le operazioni ora funzionano su tutti i layer selezionati, potete quindi spostare, riordinare, eliminare, duplicare, unire, utilizzare lo strumento di selezione del colore, etc, su tutti i livelli selezionati, contemporaneamente. Ciò aumenta tantissimo la produttività.

Plugin

La nuova API per i plugin mantiene tutte le funzionalità essenziali e introduce anche diversi miglioramenti. Non dovrebbe quindi creare problemi ai creator, anzi, dovrebbe consentire loro di trasferire facilmente i propri plug-in sull’app GIMP 3.0.

Ecco alcuni miglioramenti menzionati nelle versioni di sviluppo:

  • GimpImage, GimpItem, GimpDrawable, GimpLayer, GimpVectors, GimpChannel e GimpPDB non sono più ID, ma veri e propri oggetti;
  • I path sono ora gestiti come GFile, il che implica l’utilizzo dell’API GLib/GIO;
  • L’API dovrebbe essere completamente compatibile con un buon numero di linguaggi tra cui figurano Python 3, JavaScript, Lua, Vala, etc.

Paint Select Tool

gimp 2.99.4 Paint select tool
Paint Select tool

Lo strumento di selezione non verrà rimpiazzato ma è in fase di lavorazione un nuovo strumento sperimentale, chiamato Paint Select, che consente di selezionare e dipingere progressivamente la regione in cui si utilizza il pennello.

Questo nuovo tool è pensato per superare i limiti dello strumento  attualmente esistente, soprattutto quando si lavora con immagini di grandi dimensioni e per risolvere problemi di memoria/stabilità.

Supporto per Windows Ink

windows ink gimp 3.0
Impostazioni per Windows INK

Per attirare più utenti, è buona cosa massimizzare il supporto hardware per gli strumenti utilizzati da professionisti o designer. Grazie al supporto di Windows Ink in GTK3, GIMP ora supporta un maggior numero di tavolette grafiche con input touch. Chi di voi usa GIMP 2.99.8 su Windows troverà un’opzione per passare da Wintab a Windows Ink nella pagina Preferenze > Dispositivi di input.

Migliorano le gesture

GIMP non è mai stato il top per chi lo usa su laptop, quindi con un touchpad, o addirittura per un uso mediante touchscreen. Con questa release migliorerà il supporto per le gesture con l’introduzione del pinch to zoom in/out.

Ottimizzazioni

GIMP 3.0 supporterà il formato JPEG-XL, con la possibilità di caricare/esportare file .jxl con scala di grigi e profili colore RGB. Anche il supporto per i file di progetto di Adobe Photoshop è stato migliorato, inoltre sarà possibile gestire file PSD più grandi di 4 GB. Oltre a questi, è stato migliorato anche il supporto per WebP e per le immagini SGI a 16 bit.

sharing-caring-1Seguiteci sul nostro canale Telegram, sulla nostra pagina Facebook e su Google News. Nel campo qui sotto è possibile commentare e creare spunti di discussione inerenti le tematiche trattate sul blog.

Altre storie
open-source linux stato tedesco 2
Stato tedesco abbraccia Linux e l’open source salutando Microsoft