web analytics

Ufficiale GIMP 2.99.8: arriva il supporto per Windows Ink

gimp

È disponibile una nuova versione di sviluppo di GIMP, che contiene alcune interessanti nuove funzionalità. GIMP 2.99.8 è una versione unstable, la versione stabile più recente è GIMP 2.10.28, ma che costituisce un altro mattoncino fondamentale sulla strada della leggendaria versione 3.0. Ed è un mattone abbastanza consistente, per giunta.

Per chi non fosse a conoscenza dell’epopea vi basti sapere che GIMP 3.0 sarà la prima versione dell’app basata sul toolkit GTK3… quando ormai è già stato rilasciato il toolkit GTK 4.0. Cosa dicono gli sviluppatori in merito?

Sappiamo bene che GTK 4.0 è già disponibile ma non abbiamo in programma di passare ad esso prima del rilascio di GIMP 3.0.

GIMP 2.99.8: le novità

gimp 2-99-8
Work in progress!!!

Gli sviluppatori hanno introdotto il supporto multiple layer per i tool Clone, Heal e PerspectiveClone. Ciò permette di ampliare le possibilità creative di chi usa questo editor.

Gli utenti che utilizzando Wayland saranno lieti di sapere che il selettore ora compare normalmente (chiuso il relativo bug) e che sono stati chiusi diversi memory leak. Questa release aggiunge anche:

  • il supporto per il caricamento e l’esportazione di file JPEG-XL (.jxl) tramite la libreria libjxl;
  • il supporto per i file PSD più grandi di 4 GB e per i file PSB con larghezza e altezza fino a 300.000 pixel.

Grazie al supporto di Windows Ink in GTK3, GIMP ora supporta un maggior numero di tavolette grafiche con input touch. Chi di voi usa GIMP 2.99.8 su Windows troverà un’opzione per passare da Wintab a Windows Ink nella pagina Preferenze > Dispositivi di input.

Questi miglioramenti nella versione di sviluppo sono un’ottima notizia e verranno inseriti nelle versioni stabili a tempo debito.

Installazione

Potete installare il flatpak package di GIMP nightly attraverso il seguente comando:

  • flatpak install –user https://nightly.gnome.org/repo/appstream/org.gimp.GIMP.flatpakref

In alternativa potete scaricare il codice sorgente dal sito ufficiale del progetto.

Trattandosi di una versione di sviluppo è maggiore il rischio di bug, arresti anomali o comportamenti imprevisti. Tenetelo bene a mente se decidete di usarlo su progetti importanti. Per ulteriori dettagli vi rimando all’annuncio ufficiale.

sharing-caring-1Seguiteci sul nostro canale Telegram, sulla nostra pagina Facebook e su Google News. Nel campo qui sotto è possibile commentare e creare spunti di discussione inerenti le tematiche trattate sul blog.

Altre storie
proxy ap server
[GUIDA] Come usare APT con un Proxy attivo su Debian e Ubuntu