web analytics
rclone onedrive

[Guida] Rclone, sincronizzare OneDrive su GNU/Linux da CLI

Rclone è un tool molto utile che permette di sincronizzare rapidamente i propri file su diversi servizi cloud, da riga di comando. In questa mini-guida vedremo come sincronizzare OneDrive su GNU/Linux, sfruttando solo la CLI. Chi, invece, preferisce utilizzare una GUI, puòdare uno sguardo a Rclone Browser.

Rclone: configurazione iniziale

Ci sono molti tool funzionanti su distribuzioni GNU/Linux che permettono di sincronizzare facilmente i propri file col servizio cloud preferito. Vi ho parlato, ad esempio, di FreeFileSync. Essi però, supportano quasi sempre un solo servizio. Rclone, invece, permette la sincronizzazione sia tra PC e server (quindi upload diretto dei vostri file) sia tra i servizi di cloud storage. Qui potete trovare la lista delle piattaforme supportate, sono più di 40!
Come primo step, ovviamente, è necessario installare l’applicazione, eseguendo nel terminale una delle seguenti direttive:

sudo apt install rclone #se utilizzate Debian, Ubuntu o simili
sudo pacman -S rclone	#per le distribuzioni Arch-based

rclone onedrive config file
Successivamente, bisogna procedere con la configurazione del programma. Date da terminale l’istruzione rclone config e seguite i passaggi elencati:

    • Create un nuovo remote [y];
    • Dategli un nome, ad esempio OneDrive;   # questo nome ci servirà dopo
    • Selezionate l’ID associato al servizio da agganciare, nel nostro caso 21;
    • ClientID: non è necessario, premete invio;
    • SecretID: invio;
    • Advance Config: no;
    • Auto Config: si, a questo punto si verrà indirizzati al sito Microsoft per loggarsi;
    • Tipo di account: selezionare 1 personal o business;
    • Drive associato: 0 (personal);
    • Confermate il token ed uscite dalla configurazione con q.

Rclone è ora configurato correttamente.

Configurare il file manager

Come step successivo dovete creare una directory nella /home dove verrà montato il file system remoto.

mkdir ~/bkupcloud  #potete nominare la cartella come volete

rclone onedrive config

Successivamente, per permettere il mount automatico all’avvio, aprite il menu relativo alla sessione di avvio, ed aggiungete la seguente riga di codice:

sh -c "rclone --vfs-cache-mode writes mount OneDrive: ~/bkupcloud"

OneDrive è il nome che avete scelto nella fase di configurazione iniziale.

sharing-caring-1Seguiteci sul nostro canale Telegram, sulla nostra pagina Facebook e su Google News. Nel campo qui sotto è possibile commentare e creare spunti di discussione inerenti le tematiche trattate sul blog.

Altre storie
kaspersky
Kaspersky: “Linux è sempre più soggetto ad attacchi da parte di hacker”