Il prossimo 11 Gennaio 2018 sarà nuovamente possibile scaricare le ISO di Ubuntu 17.10.

Canonical ha da tempo bloccato il download di Ubuntu 17.10 in seguito alle segnalazioni da parte di numerosi utenti secondo i quali si verificava la corruzione del BIOS.

ll bug corrompe il BIOS di alcuni modelli di portatili Lenovo, Toshiba e Acer rendendo impossibile per gli utenti la modifica di qualsivoglia parametro. Ad ogni avvio del portatile le impostazioni del BIOS vengono resettate e le modifiche perdute.

La problematica è stata inizialmente imputata ad Artful Aardvark ma riguarda in realtà il driver Intel SPI integrato nel kernel 4.13 di Ubuntu accoppiato a UEFI non-standard.

Le ISO aggiornate di Ubuntu 17.10 arriveranno l’11 Gennaio

 

ubuntu 17.10

Il driver Intel SPI è stato disabilitato e non è ancora considerato sicuro. La documentazione afferma che “Non deve essere abilitato, a meno che sappiate cosa state facendo“.

Le nuove ISO di Ubuntu 17.10 saranno rilasciate entro la fine della settimana stando a Steve Langasek. Il driver incriminato sarà ovviamente disabilitato di default. Il 13 Gennaio Ubuntu 17.04 sarà in EOL ed è pertanto fondamentale che siano disponibili ISO aggiornate di Artful Aardvark.

Se siete stati colpiti da questo problema potete provare a sfruttare il seguente workaround:

1. Installate Ukuu;
2. Installate il Kernel 4.14.9;
3. Riavviate e caricate Grub & boot Ubuntu w/ kernel 4.14.9;
4. Riavviate di nuovo;
5. Andate nel BIOS e provate a salvare le modifiche.
sharing-caring-1

Vi ricordiamo che seguirci è molto semplice: tramite la pagina Facebook ufficiale, tramite il nostro canale notizie Telegram e la nostra pagina Google Plus. Da oggi, poi, è possibile seguire il nostro canale ufficiale Telegram dedicato ad Offerte e Promo!

Qui potrete trovare le varie notizie da noi riportate sul blog. È possibile, inoltre, commentare, condividere e creare spunti di discussione inerenti l’argomento.

  • Dario Chemello

    C’è da dire che Intel ultimamente lavora proprio bene.
    Bravi.

    (sono ironico, nel caso non si capisse)

    • Matteo Bonanomi

      Come non concordare… faccio a pugni ogni giorno con un Atom Cherry Trail…

    • Edmond Dantès

      Da quello che ho capito tocca anche AMD dunque non c’è riparo…

      • Dario Chemello

        Dai papers che ho letto per Meltdown non ci dovrebbero essere problemi (se non in parte, ma niente di che). Mentre per Spectre qualunque processore è affetto. Ma è anche vero che Spectre (ocomesichiama) non da problemi di performance nella sua risoluzione via software.

  • Giuseppe Fiamingo

    Ma si possono comprare con tranquillità i computer con CPU Intel?

    • Edmond Dantès

      Penso di si, infondo come vulnerabilità non credo tocchi così pesantemente i privati, forse più i server. Credo, forse, almeno spero…

      • Dario Chemello

        In effetti il problema grosso è sul “cloud”, dato che a quel livello potrei leggere la memoria di altre macchine virtualizzate (non mie) facendo girare l’exploit su di una mia macchina.

  • Matteo Bonanomi

    Premesso che la colpa non è totalmente imputabile al team di sviluppo, si vede che il rilascio è quasi d’obbligo, per non ledere l’immagine. Nemmeno nei peggiori momenti di Unity si era mai saltata una release. Ma lo stesso giorno uscirà Ubuntu 16.04 alpha1. Amo fare questo genere di test, e trovo che prestarsi per bugfix sia molto più utile (e appagante) per la futura LTS che non per questa 17.10, che di fatto avrà tre mesi scarsi di vita utile.

No more articles