Approda nel mercato italiano il nuovo store ufficiale di Meizu che ci consentirà nei prossimi mesi di acquistare anche i nuovi device con Ubuntu Touch preinstallato.

Meizu MX3
Meizu è un’azienda produttrice di smartphone cinese che sta riscontrando un notevole successo in tutto il mondo visto soprattutto l’ottimo rapporto qualità e prezzo dei propri prodotti. Da notare che Meizu, assieme a BQ, sarà una delle prime aziende a commercializzare prossimamente device con Ubuntu preinstallato che potremo acquistare anche noi utenti italiani direttamente dallo store ufficiale Meizu Italia.

Meizu Italia arriva grazie a Le.Ali srl (azienda che già dispone dello store ufficiale JiaYu) che ci consentirà quindi di poter acquistare smartphone Meizu  legalmente dall’Italia con tanto di garanzia 2 anni, spedizione dall’Italia con regolare fattura e assistenza pre e post vendita italiana, con tanto di laboratorio altamente specializzato dedicato alla gestione degli interventi in e fuori garanzia dei dispositivi.

Nello store Meizu Italia è già disponibile il nuovo Meizu MX3 con Android (in futuro potremo installare anche Ubuntu), smartphone dotato di schermo IPS da 5.1 pollici con risoluzione Full HD con due fotocamere, una anteriore da 2 MP e una posteriore da 8MP con autofocus e flash led. Sotto la scocca il nuovo Meizu MX3 troviamo un processore Samsung Exynos 5410 octa core da 1,6 GHz con 2 GB di memoria RAM e 16GB di memoria interna espandibile oltre a 3G, Wifi, Bluetooth 4.0 e GPS.

Ecco un video dedicato a Meizu MX3 con Android:

Per maggiori informazioni su Meizu MX3 consiglio di consultare la pagina dedicata dal portale Meizu Italia.
Ringrazio il nostro amico Carmelo e tutto lo staff di Meizu / Jiayu Italia.

Home Meizu Italia

  • Ottimo! Il filmato poi espone in maniera semplice e chiara le caratteristiche e i vantaggi.
    Questi cinesi sono fantastici. 😉

  • Massimo A. Carofano

    Ora occorre che lavorino maggiormente sull’integrazione App in Italiano però..Ero indeciso se prendere LG G2 oppure MX3, alla fine però ho scelto il G2, sopratutto per la batteria..M

    • Andrea

      LG nexus 5 non l’hai preso in considerazione?

      • Massimo A. Carofano

        Sisi Andrea, a dire il vero il Nexus 5 era uno dei papabili..Però quando i rumors sono stati smentiti dalla scheda tecnica ufficiale, con una batteria sottodimensionata di quel tipo, ho dovuto optare per LG G2..A fine 2013 non mi aspettavo un simile errore da parte di Google, avere uno smartphone che non arriva a sera a cosa serve?Modding?Cambi kernel e monti una custom rom sperando facciano miracoli?
        Beh, sai cosa ho pensato?Me ne frego, prendo un LG G2, se voglio la Google Experience esiste AOSP e AOKP, ma almeno ho una batteria mostruosa che mi permette di arrivare a sera in always on!

        • Andrea

          in effeti se uno usa molto il telefono per conversazioni 4 ore risicate di autonomia sono d’avvero poche

        • EnricoD

          non è vero che non ci arrivi a fine giornata, Io con la Purity o la Rastakat, che sono Pure Aosp e private della maggior parte delle gapps ci faccio una giornata, la mattina sto 1 oretta con poweramp, poi internet ed altro, e la sera al ritorno a casa musica a palla e internet… ci pure gioco abbastanza .. dipende da come uno lo usa e la robaccia che ci butta su
          devi vede piuttosto lg come ha ottimizzato le sue build e il kernel dell’lg g2 se è buono…
          Io arrivo a fine giornata con il 10-15% 😛 certo, ci metto comunque mano ai servizi e tutte ste cose qua, niente di che, tolgo gapps superflue e disattivo servizi al boot, ma il kernel non lo cambio mai…
          comunque, se ti fai il G2 non te la consiglio la AOKP, ciuccia molto, è peggiorata molto, come la Cyanogenmod, non ciuccia ma ne rimarresti deluso. Ti consiglio la SLimKat e la Paranoid, per la batteria sono le migliori e sono stabili, o la Barebones, una aosp che sta pure sul n5 ed è molto pulita
          anche la madhi è buona perché ha il giusto numero di mod ed ha una buona durata

  • JackPulde

    Non vedo l’ora di vederlo con Ubuntu touch 😀

No more articles