Nemmeno in Ubuntu 14.04 Trusty avremo di default il nuovo ed attesissimo set d’icone,  arriveranno con Unity 8?

Ubuntu 14.04 Trusty con le nuove Icone
Ubuntu 14.04 Trusty è una delle release più attese dato che è una distribuzione LTS e quindi sarà supportata per ben 5 anni e non 9 mesi come gli altri rilasci. Con Ubuntu 14.04 Trusty, Canonical ha cercato principalmente di lavorare nella stabilità del sistema operativo, mantenendo il desktop environment Unity 7 con incluse diverse ottimizzazioni riguardanti anche il window manager Compiz e aggiornando Gnome / Gtk alla versione 3.10. Per il look, in Ubuntu 14.04 Trusty troviamo diverse migliorie al tema di default come ad esempio i bordi delle finestre nascosti mentre rimangono ancora invariate le icone di default.

In Ubuntu 14.04 Trusty riavremo le ormai datate icone di default, niente set d’icone come avevano indicato i developer Canonical durante la sessione dedicata durante l’UDS 13.11 da cui arriva l’immagine dell’articolo.
E pensare che Canonical aveva perfino assunto nell’ottobre 2012 il designer Matthieu James famoso per il set d’icone Faenza, del quale però (a parte le icone di Nautilus, Ubuntu Software Center, Gestore degli Aggiornamenti) è visto davvero poco.

Le icone rimangono comunque un problema secondario dato che in rete troviamo molti set d’icone (molti dei quali presentati da lffl) che ci consentono di personalizzare al meglio la nostra distribuzione (come ad esempio il nuovo FlatWoken). Per il nuovo set d’icone di Ubuntu dovremo molto probabilmente aspettare l’arrivo di Unity 8, migrazione che dovrebbe approdare (anche se non confermato) in Ubuntu 14.10 o 15.04.

  • masand

    Effettivamente non è che se ne sente l’esigenza e non è questo (ma anche questo) quello che mi aspetto/vorrei da Ubuntu.

    Un nuovo aspetto più moderno è comunque un segno di rinnovamento.

    Ripeto, non è che se ne senta poi tanto il bisogno con tutti i temi che si possono trovare e installare, però è indubbio che lascia un pochino l’amaro in bocca dopo che comunque ce lo avevano preventivato.

    Staremo a vodere, intanto speriamo che tutto funzioni fin da subito e che la stabilità ed efficienza la facciano da padrone 😉

  • VincenzOS

    Pensassero a risolvere i bug più banali che si portano dietro da anni, tipo il salvataggio della luminosità dello schermo. -_-“

    • loki

      boh, sarà che uso il portatile a diverse ore del giorno, ma fatico a capirne l’utilità

      • VincenzOS

        Beh veramente è proprio sui portatili che va ad essere utile la funzione. Determinati schermi hanno il massimo della luminosità (esempio Asus k53u che uso io) molto forte, adatta per essere usata negli ambienti molto luminosi ma in ambito casalingo ti abbronza! Ad ogni riavvio o si è costretti ad abbassare manualmente (e spesso con i tasti funzione, ammesso che funzionino su alcuni laptop, l’operazione non è immediatissima) oppure devi modificare il file /etc/rc.local ed impostare la luminosità che si desidera con una riga apposita da aggiungere. Sinceramente a me non porta tanto sbattimento modificare il file, ma alcuni nuovi utenti possono trovare la cosa piuttosto fastidiosa. Per esempio su m$ windows 7 se viene modificato il parametro luminosità rimane salvato, ubuntu (e credo il 90% delle distro linux) no.

    • matteo

      usa il plugin obs di compiz, ~$ ccsm

      • VincenzOS

        senza installare nulla è più semplice l’editing del file rc.local. 😉

  • Io ci speravo…ma ho capito comè l’andazzo dalle parti Canonical… bisogna sapere aspettare..§:D

  • Il bello di Ubuntu e delle distribuzioni Linux è che molte cose sono modificabili e si può fare quello che si vuole, in altre parole è possibile fare del “bricolage virtuale”.
    Ma il brutto è vedere Canonical che procrastina troppo facendo letteralmente perdere la pazienza.

  • Kraig

    un cane che si morde la coda o una bottiglia al mare che non arriva mai. devono imparare che non si anticipa nessuna notizia se non si è sicuri di mantenerla, da l’idea di essere “farfallona”.

No more articles