Nvidia ha deciso di migliorare il supporto per Linux includendo anche opzioni per l’overclocking all’interno di NVIDIA X Server Settings.

Nvidia in Linux e l'opzione overclocking
Il ditone medio di Linus Torvalds nei confronti degli sviluppatori Nvidia (unito all’attivo del client Steam in Linux) ha portato notevoli progressi riguardanti il supporto hardware sia da parte dei driver proprietari che open source (Nouveau). Finalmente Nvidia, grazie anche alla collaborazione con Valve, sta portando notevoli miglioramenti in Linux con performance grafiche in alcuni casi anche superiori a quelle di Microsoft Windows. Da notare inoltre anche le migliorie riguardanti il supporto per Nvidia Optimus unite alle future funzionalità di overclock che verranno presto introdotte nei nuovi driver proprietari.

Stando al team Phoronix, con i nuovi driver Nvidia 337 (che dovrebbero arrivare in questi giorni)  verranno include anche diverse migliorie per l’overclock ossia un sistema che consente di poter aumentare le prestazioni della scheda grafica.
Da notare che Nvidia offriva in passato opzioni di overclocking anche per Linux (immagine articolo) bastava semplicemente attivare l’opzione Coolbits dal file di configurazione di X.org per poter avere le varie opzioni per aumentare la frequenza della propria scheda grafica.

Anche se non confermato, Nvidia 337 potrebbe quindi includere una nuova opzione “Coolbits” migliorata ed ottimizzata per le attuali schede grafiche, consentendo ai gamers di poter “overcloccare”  la scheda grafica Nvidia anche in sistemi Linux.

No more articles