Vi presentiamo alcuni interessanti Concept realizzati da DanRabbit e dedicati alla versione mobile di elementary OS 

elementary Mobile Concept
Nei giorni abbiamo presentato un Concept realizzato dai designer del team spiceofdesign che hanno provato ad immaginare come potrebbe essere una versione mobile di elementary OS. A realizzare un Concept su elementary in un device mobile troviamo anche DanRabbit, il fondatore di elementary OS, che ha rilasciato alcune immagini di come potrebbe essere il desktop environment Pantheon ottimizzato per device mobili. Come possiamo notare dalle immagini troviamo una look screen con tanti di widget / gadget meteo molto simile a Gazette (progetto attualmente disponibile per la versione desktop)  con  le varie notifiche in stile NotifyOSD e l’accesso alle varie funzionalità del sistema operativo come telefono, messaggi , twitter ecc.

Tra le immagini del Concept elementary Mobile troviamo anche il Dialer con immagine full screen del contatto presente anche nella look screen, interessante anche l’idea del multi-tasking con le varie anteprime correlate dall’icona dedicata (molto simili allo Switcher della versione desktop), da notare inoltre la status bar del sistema operativo mobile che ricorda in parte quella di Apple iOS.

elementary Mobile Concept

Nel Concept targato DanRabbit troviamo anche una particolare “convergenza” tra la look screen della versione desktop che mobile di elementary OS, il look, widget ecc sono identici cambia la loro integrazione nello schermo.

elementary Mobile Concept

Tengo a precisare che il Concept non è recente ed inoltre attualmente non c’è alcun sviluppo o conferma di versione mobile di elementary OS.
Ringrazio il nostro lettore booo per la segnalazione.

Home elementary Mobile | Lock Screen

  • Davide Depau

    Probabilmente ne verrà creata un’alternativa open-source, chissà…

    • leonardo

      speriamo…

    • abral

      Firefox è e rimarrà opensource, l’articolo è molto fuorviante.

      • Davide Depau

        Su questo non c’è dubbio…

  • roberto mangherini

    limitarlo a plugin da installare o rimuovere a piacimento?

    • Gyrvim

      Il pugin, la mossa più stupida del mondo; perchè allocare in memoria un software di terze parti quando puoi allocare dinamicamnte un parser nativo che si attivi soltanto quando effettivamnte c’è ne bisogno? Motivo tra i tanti per il quale si odia tanto flashplugin, java, ecc…

  • Ilgard

    Se webM di Google non dovesse sfondare Mozzilla sarebbe costretta a mantenere la compatibilità H.264 a prescindere da quale distro Linux possa decidere di rimuovere Firefox (anche perché quando si parla di Linux si parla comunque di una piccola quota di mercato).

  • e allora?

    fedora e moralisti del piffero…

    • asd

      Ricordo a quei due o tre lettori che non si sono accorti della trollaggine del commento che fedora e moralisti vi fanno risparmiare per il solo fatto di esistere, H264 vi fa spendere per il solo fatto di aver messo i bastoni fra le ruote all’adozione di codec liberi per il video.

      • e allora?

        se fosse tutto libero non si potrebbe neanche usare il tubo, guardare dvd o avere la dock trasparente, se linux sopravvive è grazie a qualcuno con la mente più aperta della tua!

        • asd

          documentati, la trollata deve provenire dalla realta` non da un universo parallelo nel quale le innovazioni arrivano dalle corporations invece che da universita`/startups/tizi qualunque.

    • Gyrvim

      Non è una questione di moralismo ma di licenze, che nella fattispece, visto il territorio geografico in cui sorge RedHat e la poco chiara questione sulle roialty, non aiuta la causa. Tutta roba su cui potresti facilmente documentarti.

  • Dario Grillo

    Il codice di firefox è sempre libero, è il codec ad essere proprietario quindi non ne farei un dramma, penso che molti utenti linux utilizzano programmi come vlc o gstreamer che sono liberi ma che contengono codec proprietari, comunque non è un problema per fedora trovare un browser alternativo, abrowser, iceweasel, icecat tutti basati su firefox.

    • Simone Dedo

      Pienamente d’accordo. E in ogni caso, Firefox, ha tentato più volte di svincolarsi da questi brevetti cercando di spingere su soluzioni aperte. Purtroppo ha guardato in faccia la realtà e ha detto: “Non possiamo continuare da soli, altrimenti la concorrenza ci distrugge”.

      Il fatto è che dovrebbe essere Google che dovrebbe cominciare a fare in modo che youtube non richieda più flash e via dicendo

      • Dario Grillo

        Purtroppo o ci si adatta o si è di nicchia, anch’io vorrei che un giorno codec come l’ogv e ogg si affermino come standard, ma la realtà e che il web è pieno di mp3, divx e flash e rinunciare a queste tecnologie significherebbe essere esclusi, mozilla questo lo sa ed ha deciso di adattarsi, questo lo capisco, e poi scusate anche rekonq e midori hanno il supporto h.264 perchè non dovrebbe averlo anche firefox?

    • abral

      Non ci sarà bisogno di trovare un browser alternativo, perché il codec H.264, su Linux, verrà supportato tramite GStreamer.
      In Fedora non c’è il codec H.264 per GStreamer, quindi Firefox non supporterà H.264 su Fedora 🙂

  • Jacopo

    Distro come fedora potrebbero usare iceweasel (come fa già debian) che non integrerà il supporto H.264 per rimanere completamente free/open.

    • Gyrvim

      I soliti stupidi fork; basta soltanto un flag per disabilitare durante la compilazione il supporto a codec proprietari ma che vengono gestiti da librerie open source.

    • abral

      Firefox non integrerà il supporto al suo interno, ma utilizzerà GStreamer. Quindi non c’è da preoccuparsi.
      La responsabilità del supporto o meno di H.264 sta in GStreamer. Se Fedora e Debian non permettono l’installazione del codec H.264 con GStreamer, Firefox non supporterà H.264.

  • RobertoTrynight

    Si tratta un ‘codec.. manco a di tutto Firefox..

    • abral

      Codec che non è in Firefox, poi. Firefox usa delle librerie esterne per fare il “lavoro sporco”.

  • Agno

    Ma perché ? Bastava aggiungere uno dei tanti plugin

    • Gyrvim

      parser nativo vs plugin! va ricercata qui la risposta.

  • Alessandro Gadda

    sono passato chrome da parecchio già da quando utilizzavo solo Apple Mac ,oggi i prodotti google sono migliori

    • abral

      Peccato che Google abbia sempre supportato H.264. Ed è proprio colpa di Google se questo formato è così adottato.
      Google, infatti, aveva promesso di eliminare H.264 da Chrome, promessa che non ha poi mai mantenuto.

  • Cipenso

    scelta molto discutibile oggi che non esiste uno standard ne ufficiale ne ufficioso che riconosce un unico codec per l’audio/video in html5..anzi credo che questa scelta possa spostare l’ago della bilancia trai contendenti visto che così solo Opera non supporterebbe l’h264 e tanti saluti al formato WebM (che è open).
    http://www.w3schools.com/html/html5_video.asp

  • adf

    firefox non puo` smettere di essere open source, richiederebbe un dietro front collettivo di tutti quelli che ci hanno lavorato. Puo` si` diventare non-free ma la parte free continua ad essere disponibile alle varie distro.

    Quello che sfugge alla gente e’ la Pazzesca posizione di chi detiene i brevetti di h264.

    http://www.osnews.com/story/23236/Why_Our_Civilization_s_Video_Art_and_Culture_is_Threatened_by_the_MPEG-LA

    Hai un video registrato mettiamo in formato dv. tutto bene. decidi di archiviarlo comprimendolo in h264? oppure usi un camcorder di quelli nuovi che escono direttamente in formati mpeg mp4 sotto brevetti di mpegLA? MpegLA puo’ chiederti una licenza piu’ avanti per il solo fatto di volerlo rivedere. e anche fin qui tutto bene, sei in mano a chi ha il brevetto come al solito. Tu dici mavaff me lo ricodifico in ogv e lo guardo quando voglio. EH NO! una volta passato per h264 loro dicono e’ roba nostra.

    • abral

      Infatti è incredibile come l’autore di questo blog continui a dire che Firefox non potrà più essere opensource. Disinformazione al massimo livello…

      • dovresti sapere cosa vuol dire open source
        open source è quando è completamente codice aperto
        la libreria è proprietaria H.264 non posso sapere cosa contenga
        stessa cosa è per vlc difatti non è interamente open source (e difatti non è nemmeno presente nei repo ufficiali di fedora)

        • abral

          Perché VLC integra al suo interno codice protetto da brevetti, pur essendo opensource. Sono due cose distinte e separate 😉
          TUTTE le librerie dei sistemi operativi proprietari sono proprietarie, questo non significa che i software che le utilizzano non sono opensource…
          Software che girano su Windows e usano le API Win32 possono essere opensource, anche se le API Win32 non lo sono.
          Questo di H.264 è la stessa cosa. Firefox userà software esterni per riprodurre video H.264, in un caso GStreamer, in un caso WMF, e così via.
          Se non hai installato il codec H.264 in GStreamer, Firefox non riprodurrà H.264
          Su Windows XP, Firefox non riprodurrà H.264, perché la libreria WMF è presente da Windows Vista in poi.

  • abral

    Questo articolo non fa altro che diffondere disinformazione, mi farebbe molto piacere se potessi rimuoverlo.
    Il fatto che Firefox utilizzi il codec H264 non c’entra nulla con il suo essere opensource o meno.
    VLC non utilizza praticamente tutti i codec di questo mondo eppure è sempre opensource? Bah.

    • non c’è nessuna disinformazione l articoli rimane se non ti piace npn ci posso far niente

      • abral

        Firefox utilizza i codec del sistema, il codec H264 non è per niente integrato in Gecko, come tu hai erroneamente scritto! Quindi Mozilla non deve pagare per nessun brevetto!
        Che poi Firefox non può smettere di essere opensource perché tutti quelli che contribuiscono al suo codice, che siano o no dipendenti di Mozilla, hanno rilasciato il proprio codice come opensource. Quel titolo che hai scritto non ha alcun senso, renditene conto.

        • abral

          In particolare,
          su Android, userà libstagefright
          su Windows, userà WMF
          su Linux, userà GStreamer
          su Mac, userà AV Foundation

          Il codec H.264 è implementato dalle librerie che Firefox utilizza per riprodurre i video, non è implementato da Firefox stesso!
          Quindi il problema dei brevetti e del codice proprietario è demandato a chi sviluppa le librerie che Firefox utilizza e non a Mozilla.

          • Il codec H.264 è implementato dalle librerie che Firefox
            no verrà implementato nella versione 20 non ci credi?
            vai qua e vedi se viene riconosciuto
            http://www.youtube.com/html5
            firefox con h.264 non sarà più open souce dato che le librerie del plugin h.264 sono proprietarie (esattamente sono di apple) non hanno alcun codice sorgente
            firefox non sarà open source (codice aperto) e la licenza dovrà essere almeno in parte rivisitata
            se a te non piace tutto questo non ci posso far niente

          • abral

            Non è affatto così, stai dicendo un mucchio di scemenze.
            Con Android userà libstagefright: https://bugzilla.mozilla.org/show_bug.cgi?id=782508
            Con Windows userà WMF: https://bugzilla.mozilla.org/show_bug.cgi?id=799315
            Con Linux userà GStreamer: https://bugzilla.mozilla.org/show_bug.cgi?id=422540

            Il codec H.264 è implementato da queste librerie che Firefox utilizzerà. Mozilla non deve comprare alcun brevetto perché il codec non è implementato in Firefox, ma in quelle librerie non sviluppate da Mozilla. In Firefox non è presente codice protetto da licenze non opensource.

            E in ogni caso, Firefox non potrà mai diventare non opensource, perché le migliaia di persone che hanno contribuito e contribuiscono a Firefox hanno deciso di rilasciare il proprio codice con licenza opensource. Nessuno, nemmeno Mozilla, può decidere di cambiare la licenza di quel codice senza un esplicito permesso dell’autore.

            Le tue idee sull’opensource e sul software in generale sono molto strane…

          • E in ogni caso, Firefox non potrà mai diventare non opensource integrando librerie proprietarie non sarà più open source
            lo dicono anche gli sviluppatori mozilla e mozilla stessa http://blog.lizardwrangler.com/2012/03/18/video-user-experience-and-our-mission/
            https://hacks.mozilla.org/2012/03/video-mobile-and-the-open-web/

          • abral

            In quegli articoli non c’è scritto da nessuna parte che Firefox diventerà non opensource…
            C’è invece scritto, nel secondo, che Firefox non implementerà alcun codec, ma utilizzerà le implementazioni fornite dal sistema operativo…

          • sei un po di coccio
            controlla il codice sorgente di firefox e vedrai chi ha ragione
            ps in un tuo commento precedente (che ti ho rimosso per la cavolata che hai scritto)
            hai perfino detto che già firefox supportava H.264
            hai le idee poco chiare
            comunque aspetta il rilascio della versione 20 e vediamo
            per ora la libreria è presente ma implementata solo in windows
            se arriva in linux vedrai che arriveranno diverse polemiche a riguardo chiudo tanto con te non c’è dialogo
            ps il post rimane se non ti piace cambia blog

          • abral

            Guarda sei tu che stai dicendo un mucchio di cavolate…
            Il codice che supporta H.264 non è presente in Firefox, ma nelle librerie del sistema operativo che Firefox utilizza. Le librerie sono ESTERNE, Firefox le utilizza soltanto. Il codec è implementato dalle librerie del sistema operativo oppure in alcuni casi dall’hardware stesso.
            Non esiste alcun codice protetto da brevetti in Firefox e Firefox sarà sempre opensource, per forza.

          • abral

            “We will continue to promote and support open codecs, but when and
            where existing codecs are already installed and licensed on devices we
            will make use of them in order to provide people with the best possible
            experience.”
            Il codec non è implementato in Firefox!

          • difatti è implementata al libreria proprietaria

          • abral

            La libreria proprietaria è utilizzata da Firefox, non implementata. Ma questo non significa niente!
            Anche Linux utilizza il BIOS, che è codice proprietario. Questo non significa che Linux non è opensource!
            Allora secondo te tutti i software che funzionano su Windows non sono opensource perché usano le librerie fornite da Windows?
            Ti rendi conto delle scemenze che stai dicendo?

          • la libreria è implementata non è esterna
            controlla il codice sorgente prima di dire cavolate

No more articles