AMD e tante migliorie per i driver in Linux

13
75
AMD ha presentato nuova serie di driver open source Radeon denominati Catalyst OpenCL, che andranno a migliorare notevolmente il supporto per Linux.

AMD
AMD ha scelto il Game Developer Conference 2014 per parlare di nuovi progetti riguardanti soprattutto il supporto per Linux e Steam OS nuovissimo sistema operativo per il gaming sviluppato da Valve. La collaborazione soprattutto con Valve ha portato fin’ora diverse migliorie riguardanti il supporto hardware per Linux riguardanti sia i driver proprietari che il Kernel Linux (come ad esempio il supporto per Dynamic Power Management (DPM) oltre a lavorare anche con LibreOffice per ottimizzare la suite soprattutto in sistemi multi-core.

Durante il GDC 2014, AMD ha presentato Catalyst OpenCL, driver open source che andranno a migliore notevolmente le performance con lo stak grafico open Gallium3D/Mesa, offrendo cosi agli utenti ottime performance anche grafiche post-installazione. Per gli utenti con schede grafiche AMD non sarà più indispensabile installare i driver proprietari Radeon dato che gran parte del codice è presente proprio nei driver open source.
Per SteamOS e gli utenti che amano giocare con il proprio pc oppure utilizzare applicazioni che richiedono performance grafiche (esempio Blender) è consigliabile utilizzare comunque i driver Radeon proprietari che verranno comunque rilasciati dall’azienda.

La scelta di AMD di puntare molto sui driver open source sta facendo molto discutere, a mio avviso invece non vedo nulla di strano. Intel è stata la prima a puntare sui driver open source con ottimi risultati e soprattutto notevoli risparmi, visto che a lavorare al supporto troviamo anche molti sviluppatori della community, anche Nvidia si sta avvicinando al progetto Nouveau rilasciandone la documentazione e collaborando nello sviluppo del progetto.
AMD ha deciso di fare la stessa cosa, rilasciato già la documentazione per l’accelerazione grafica e registri 3D, una scelta la quale oltre a migliorare il supporto Linux farà anche risparmiare soldi all’azienda, dato che a lavorare sui driver Radeon attualmente troviamo sviluppatori non retribuiti che dedicano parte del proprio tempo libero a migliorar il supporto per Linux.
L’arrivo del nuovo progetto Catalyst OpenCL non sarà immediato, dovremo aspettare ancora diversi mesi prima di avere maggiori dettagli e poter testare i nuovi driver open source di AMD.

Per maggiori informazioni sul nuovo progetto Catalyst OpenCL consiglio di consultare il post dedicato dal portale Phoronix.