Andiamo ad analizzare le novità in fase di sviluppo previste per elementary OS 0.3 Isis la nuova release stabile basata su Ubuntu 14.04 Trusty LTS.

elementary OS
A più di sei mesi dal rilascio di elementary OS 0.2 Luna, i developer sono già al lavoro nello sviluppo della futura versione 0.3 Isis.
elementary OS 0.3 Isis sarà una release che includerà tutte le migliorie introdotte da Canonical in Ubuntu 14.04 Trusty LTS, dalla stabilità e ottimizzazioni introdotte dai vari aggiornamenti come ad esempio il Kernel Linux 3.13, Mesa 10 e Gnome 3.10 alle varie migliorie per il supporto per la tecnologia Optimus di Nvidia e molto altro ancora. I developer elementary OS stanno lavorando sul migliorare il supporto hardware con nuovo tool per l’individuazione automatica dei driver durante l’installazione ed un miglior supporto e gestione dell’audio.

Tra le novità previste per elementary OS 0.3 troviamo  delle migliorie per l’esperienza utente in Pantheon rivisitando il design dell’ambiente desktop ottimizzando anche le notifiche e alcune funzionalità dalla regolazione della luminosità dello schermo e volume e altro ancora.
Novità anche per il pannello superiore che potrà nascondersi automaticamente quando massimizziamo una finestra, gli sviluppatori stanno lavorando per migliorare la gestione delle finestre a pieno schermo per dare maggiore spazio all’applicazione rimuovendo / introducendo la barra del titolo nel pannello e altre interessante features ancora in fase di sviluppo.

Migliorie sono previste anche per il display manager LightDM che verrà utilizzato anche per la look screen o schermata di blocco schermo, migliorie anche per GTK+3 visto anche il passaggio a Gnome 3.10 / GTK+3.10. Gli sviluppatori elementary stanno lavorando anche sulle su nuove barre di scorrimento “Overlay Scrollbar” con un design completamente ridisegnato e con introdotte diverse ottimizzazioni e una migliore integrazione in Pantheon.

In elementary OS 0.3 Isis approderà anche il nuovo AppCenter software in grado di offrire una valida alternativa ad Ubuntu Software Center che consentirà agli utenti di installare, cercare e gestire applicazioni gratuite e a pagamento attraverso un’interfaccia grafica semplice e miniale. Da notare anche l’arrivo di elementary Account applicazione che dovrebbe offrire una valida alternativa ad Online Account sistema che gestire gli accont di social network come Facebook e Twitter e servizi web di Google, Microsoft ecc facendoli interagire con le varie applicazioni.

In arrivo nuove applicazioni di default come Tubes software in grado di offrire una semplice interfaccia grafica per Telepathy Tubes, e Time Machine applicazione che semplificherà i backup e ripristino di file,directory e volendo anche l’intero sistema operativo.
Tra le novità previste per elementary OS 0.3 Isis troviamo il nuovo gestore delle immagini Pantheon Photos, fork di Shotwell che includerà diverse migliorie includendo una migliore integrazione con il desktop environment Pantheon il quale dovrebbe introdurre alcune importanti novità.

Queste solo alcune delle novità in fase di sviluppo previste per elementary OS 0.3 Isis, vi terremo aggiornati sugli sviluppi di questa nuova ed attesissima release.

  • Max Franco

    perché creare un altro utente? basta mettere la password all’utente root 🙂
    se poi per sicurezza si vuole eliminarla, basta cancellare la password di root da /etc/passwd 🙂

    • Giulio

      Per esempio se si ha un pc con due utenti root. A quel punto tutti e due possono accedere alla home dell’altro.

      • Max Franco

        non ho capito cosa c’entri con il fatto di dovere aggiungere un utente per criptare la propria home…. se si hanno già i diritti di amministrazione (per aggiungere un altro utente con provilegi di sudo) non server creare un altro utente.

        • valentino

          In ubuntu l’utente root è disabilitato.
          Per criptare la home dell’utente pippo, non lo puoi fare da utente pippo, sudo dà solo i privilegi di amministrazione, ma la cartella home è sempre in uso, per cui non puoi criptarla.
          Perciò la cartella home dell’utente pippo va criptata da un altro utente con privilegi di amministrazione.

          • Alle

            Sicuro sia disabilitato? Prova usando l’utente con privilegi a digiatare “sudo -i”…

  • Edmond Logan

    Roberto c’è un errore nel nome, si chiama eOS 0.3 Isis – Iside

  • Luigi

    Per me, uno dei migliori progetti dopo Ubuntu stessa.

  • spero che riduca i problemi di compatibilità di pantheon con archlinux… non vedo l’ora di provare questo connubio sul netbook

    • UnderTheGun

      Di quali problemi parli?

      Io provai mesi fa a mettere Pantheon su Arch in virtuale, ma non andò bene…ora che qualche pacchetto è approdato anche nei repo ufficiali di Arch magari riprovo e vedo come va….fosse decentemente stabile per l’uso “domestico” ci farei un gran bel pensierino….fammi sapere heron se ultimamente hai avuto modo di testare Pantheon su Arch!

      • Il problema è che panthéon si basa su GNOME 3.8 (o precedenti, non ricordo), mentre su Arch siamo già alla 3.10, e sappiano che ad ogni versione i dev GNOME si divertono a stravolgere le API, rendendo di fatto incompatibili molti dei core components di panthéon con Arch 🙁 qualcosa funziona, tipo gala, plank, slingshot, switchboard (in parte), noise, grazie ai repo ufficiali e quelli di alucryd. Però ad esempio anche se si riesce a far partire cerberus e wingpanel ( il che è difficile) lo sfondo rimane nero.
        Per ora la mossa migliore è xfce (o cinnamon o mate) con slingshot, gala e plank… Personalmente da amante di KDE per ora mi tengo quello come sul fisso xD

        • UnderTheGun

          Ahahaha sisi pienamente d’accordo: KDE alla grande!!
          Cmq ora ho capito perchè Pantheon su Arch da cosi tanti problemi…..maledetti dev di Gnome…tiè: io mi tengo il draghetto!!

  • prodromo

    Una distro eccezionale! Non c’è ancora la possibilità di provare delle versioni in via di sviluppo?

      • Zark

        La guida è di un anno fa! Luna è tranquillamente scaricabile dal sito ufficiale, mentre Isis praticamente non esiste manco in stadio alfa.

    • lucas

      lascia perdere.. non c’è nulla da provare per ora.. se vai sul canale di daniel foré puoi vedere un simpatico video sull’attuale stato di isis.. che è più o meno una schermata da terminale XD

  • enrico

    Fantastica!!!Penso che non cambierò mai distro sul pc di casa! Probabilmente dev’essere fantastica anche su portatile, ma una partizione in un 128 gb per 2 OS non la vedo molto bene…

    • lucas

      bah se uno dei due non è windows non vedo il problema XD

    • jancu

      ti serve una seconda root da 10/12 gb, volendo anche da 8gb se è solo per test

  • Tomateschie

    Sempre più entusiasta e contento di questa distribuzione e del team di lavoro che la mantiene!

  • mario

    Bene. Così tra tre anni sarà pronta!

    • luX0r.reload

      Che vuol dire “sarà pronta”?
      eOS è già pronto… Luca è la versione 0.2, ma non vuol dire che è una beta, ASSOLUTAMENTE!
      La uso per lavoro da quasi un anno e non ho mai avuto un crash.
      Ho provato molte distro, questa è la più leggera tra quelle che riconoscono “al volo” quasi tutte le periferiche, che ha features come exposè e hot corners integrati del DE senza aver bisogno di installare software di terze parti che 9 volte su dieci non funzionano e crashano in continuazione e… esteticamente è bellissima

      • Daniele Cereda

        si riferisce alla nuova relase

  • lucas

    peccato che al momento a parte appcenter e tubes di codice ce ne sia davvero poco da provare XD

  • Luky

    secondo me eoS è una delle poche distribuzioni davvero complete nel suo piccolo, omogenea e senza troppi bug rilevanti
    io devo ancora capire perché Xubuntu 13.10 è stata rilasciata con l’icona audio non funzionante e con problemi con la disattivazione dello standby quando si chiude il monitor del portatile
    per non parlare poi dell’impossibilità di cambiare l’avatar dell’account utente senza tool aggiuntivi, il lavoro dei ragazzi di eOS è incredibile anche se parecchio lento

    vorrei che Xubuntu avesse dei developer simili
    (non nella lentezza)

    • giocco

      avesse*

      • Luky

        giusto, la prossima volta rileggo prometto

  • Zark

    Mi permetto di intervenire visto che seguo da vicino le gesta del team elementary, oltre che, ovviamente, utilizzare Luna come mio OS.

    Trovo l’articolo alquanto fuorviante. Tutte (o gran parte di) quelle novità presentate come in arrivo in Isis sono nient’altro che blueprints, quindi semplici idee o proposte lanciate da qualche membro del team. Non c’è nulla o quasi in reale sviluppo e potrebbe benissimo essere che nessuna di questa novità approdi nella prossima release. Trovo quindi non molto corretto definirle “in arrivo”.
    Detto questo, ben venga tutta l’esposizione mediatica possibile per quella che è indubbiamente la distro Linux più curata e razionalmente assemblata lì fuori.

  • Tomas Della Vedova

    Si sa se come server grafico utilizzeranno MIR o continuerranno con X.org per poi passare a Wayland?

    • lll11

      Nessuna decisione certa è stata presa, ma quasi sicuramente Wayland. Passare a MIR significherebbe troppo lavoro e vorrebbe dire seguire Canonical che cambia idea ogni due giorni e che promette cose impossibili.

      Se vuoi approfondire puoi trovare nella mailing list una discussione seguita a quella con Jono Bacon di Canonical quando li contattò per convincerli a scegliere MIR

      https://lists.launchpad.net/elementary-dev-community/msg02491.html

      • Tomas Della Vedova

        Mi auguro fertemente scelgano Wayland, grazie per la risposta!

        • Kraig

          sceglieranno sicuramente wayland, mir è una esclusiva di canonical e tale deve rimanere.

          • Kraig

            più che altro dovranno fare i conti con la base che usano, cioè ubuntu. ecco perchè dico sempre basarsi direttamente su debian, così hanno più manovra di azione.

  • Daniele Elaborati

    Da quando ho provato Luna, l’ho messo su tutti i pc di casa , sia fissi che portatili. Gira alla grande su un Pentium4 di 10 anni fa ( desktop) , su un netbook compaq con processore atom single core da 1,6 Ghz e solo 1 GB di Ram e va come un fulmine sul mio Compaq CQ 60 con Turion dual core 2,2GHz e 2 GB di Ram….sono contentissimo e non si sono mai impallati.

    • Marco

      Perchè a me non va su un Pentium 4 di 10 anni fa? Potrebbe dipendere esclusivamente dalla scheda video nvidia?

      • Daniele Elaborati

        Non credo….i driver Nvidia a me funzionano anche meglio degli AMD…..non saprei. Quanta ram hai? Spero non meno di 1 GB…

        • Marco

          Ho 1,5 GB e se ricordo bene, l’ nvidia è una geforce4 ti 4800 se (vecchissima!).
          Appena parte l’installer, vedo il classico sfondo blue di default e la finestra di installazione completamente nera!

          • Daniele Elaborati

            Io sul mio ho una Asus ( chipset AMD) abbastanza vecchiotta pure lei ,però ha 512 MB di ram dedicata , anche se con i driver catalyst va da schifo. Va un po’ meglio con i driver open, ma scalda come un forno crematorio ( infatti ho tolto una delle predisposizioni anteriori per avere più areazione. Il mio processore è uno degli ultimi P4 ( 3.4 GHz con estensione per i 64 bit e Hyperthreading ) su scheda madre Asus con socket LGA775, quindi già compatibile con processori Dual-Core , come il Core 2 Duo. Non riesci proprio a vedere nulla dell’installer?

          • Marco

            No, finestra nera! Per questo ho pensato ai driver.
            E stesso comportamento lo ottengo con gnome-shell.
            Mi ha incuriosito il tuo messaggio, perché sei riuscito ad installare eOS in un vecchio pc di 10 anni e volevo sapere come avevi fatto, se avevi utilizzato qualche trucchetto o magari le opzioni iniziali durante l’installer o altro.

            Va be’, pazienza!

          • Daniele Elaborati

            No, nessun trucchetto. Ho messo dentro il live cd e poi ho installato. Tutto come al solito. Prova a vedere se riesci ad ottenere qualche aiuto dal forum di Ubuntu o dalla communty su Google+ dedicata a elementary OS. Riesci a far partire qualche altra distro? Magari Xubuntu o Linux mint Mate edition?

          • Marco

            Si, riesco ad installare kde, mate e xfce, ma addirittura le distro con xfce mi danno forti problemi di visualizzazione (!!), mentre quelle con mate e kde presentano problemini trascurabili.
            Le ultime due che ho provato con sufficiente successo sono, Maya-mate e Maya-kde. Ora ho Debian kde.
            Però avrei voluto installarci eOS che ho avuto la possibilità di esplorare e provare solo su virtualbox in un altro pc.
            Comunque, come mi consigli tu, provero’ a chiedere aiuto
            sul forum di ubuntu o sulla community di eOS su G+.
            Grazie mille per avermi risposto.

          • Kraig

            prova opensuse kde, invece xfce è dentro l’opzione “altro” selezionabile dall’installer stesso.

          • Marco

            Ho sempre letto in giro nei vari blog, che l’esperienza migliore con kde si ha con opensuse, è realmente così?
            In realtà, sono troppo affezionato al gestore di pacchetti che utilizza debian, comunque la proverò.

    • enzo

      sono curioso e le temperature come sono?che driver usi?

      • Daniele Elaborati

        Avevo già risposto in merito a ciò,ma a Marco. Sul P4 uso i driver generici perchè i driver catalyst sono ancora più lenti di quelli open, anche se in effetti la scheda si scalda di brutto e la ventolina sulla GPU parte al massimo anche solo all’apertura del browser, ma almeno il video è più responsivo e riesco a vedere filmati a tutto schermo con la definizione massima ottenibile su uno schermo lcd da 22 pollici. Nel Netbook c’è il driver intel e va benissimo, mentre nel notebook ci sono i driver Nvidia che vanno egregiamente senza scaldarsi minimamente.

  • domenico

    l’avevo provata, mi ha fatto una buona impressione.
    Ma manca il desktop: chissà per quale oscura logica non posso metterci su nemmeno un’iconcina, o un file temporaneo o un collegamento…

    • simone

      Si può fare. E’ stato un pò difficile ma alla fine ci sono riuscito 😉

  • delaroche

    A me questa distro piace davvero molto. Esteticamente splendida, molto reattiva e anche leggera. Perfetta per chi fa 100 cose contemporaneamente. L’ho installata sia sul pc da uso quotidiano che su un portatilino da 1 gb e va incredibilmente bene in entrambi. Poi la comunity su g+ è davvero un esempio di ciò che dovrebbe essere il mondo linux, segnali un bug o un problema e in 10 minuti trovi subito un sacco di gente cordialissima e pronta ad aiutarti, spesso sono gli stessi sviluppatori a girare il bug che hai segnalato a chi se ne occupa. E più di una volta ho visto piccoli problemi magari dati da un aggiornamento risolti in appena un giorno o due. Ormai non riesco ad usare altro e sono molto incuriosito da ciò che riserverà. Qualcuno si lamenta del desktop senza icone. Mah, a me le icone sulla scrivania non piacciono proprio, ma capisco le esigenze, è una scelta del team. Comunque ci sono modi per averle. Lo sviluppo sarà anche un po’ lento, ma considerando che sono davvero in pochi non si può che elogiare i loro sforzi. Non lamentiamoci troppo, a mio parere questa elementary è davvero una ventata di aria fresca nel mondo linux.

  • L’ho usata per un pò e nel pc vecchio di mia moglie è ancora li che fa la sua figura, sicuramente è curata e veloce ma come la Apple tende a darti poche cose e facili da usare.
    Poi ho scoperto Kubuntu con tutte le sue opzioni di personalizzazione e l’ho trovata altrettanto bella, spettacolare e modulabile, cosa che manca a eOS.
    Per me KDE è il punto di riferimento assoluto.

No more articles