Lo sviluppo di Darling tool che ci consentirà di avviare le applicazioni native per Mac in Linux sembra procedere molto a rilento.

Darling Project
Darling è un nuovo progetto open source che punta a poter avviare le applicazioni native per Apple Mac OS X all’interno di una qualsiasi distribuzione Linux.
Simile per alcuni aspetti a Wine il famoso non emulatore che ci consente di installare e avviare software e giochi nativi per Windows in Linux, Darling Project punta ad offrire funzionalità simile consentendoci di avviare le più diffuse applicazioni per Mac in Linux.
A più di un’anno dalla presentazione, Darling Project è ancora nella versione pre-alpha e attualmente è in grado di supportare solo pochissime applicazioni native per Apple Mac tra queste troviamo The Unarchiver, Bayon ed QREncoder software dei quali troviamo valide alternative anche per Linux.

Inoltre lo sviluppo di Darling sembra andare molto a rilento, da luglio a dicembre 2013 sono approdate solo pochissime righe di codice allontanando cosi la speranza di poter presto avviare le principali applicazioni di Mac in Linux. Il motivo dello sviluppo cosi a rilento dipende principalmente dal principale sviluppatore del progetto Luboš Doležel sta lavorando principalmente sul download manager Fatrat cosi da avere poco tempo da dedicare a Darling.

Da notare inoltre i tanti problemi da risolvere per poter far funzionare “egregiamente” le principali applicazioni native di Mac in Linux, senza dimenticarci di come potrebbe reagire Apple se il progetto potesse pian piano essere funzionale consentendo agli utenti di poter avviare ad esempio iLife, Final Cut, Aperture ecc in Ubuntu o altre distribuzioni Linux.
Ricordo che possiamo già testare Darling  in Ubuntu e derivate e Arch Linux seguendo questa nostra guida.  |   via

Home Darling Project

  • Guest

    kdir -p ~/.config/aacs/
    o
    mkdir -p ~/.config/aacs/

  • John

    Vi informo che dopo aver installato le suddette librerie, oltre a VLC il tutto funziona tranquillamente anche con XBMC!

  • Aniello Luongo

    kdir non esiste,comando esatto è:

    mkdir -p ~/.config/aacs/

    • dovrebbe andare anche senza -p

      2012/8/17 Disqus

      • Aniello Luongo

        Ma hai scritto KDIR e non MKDIR

  • lucapas

    Ma il PPA serve per le librerie? Perché sulla 12.04 c’è già la versione 2 del VLC.

    • serve per aggiornare le librerie

      2012/8/18 Disqus

  • per me è inutile, tanto le applicazioni più importanti esistono anche per windows e si possono emulare con wine…

    poi sinceramente a me gia wine non piace visto che è un pretesto per non fare software nativo linux..

    speriamo che con l’aiuto di valve la situazione cambi, non solo per i giochi ma anche per software professionale

    • Brau

      Semmai sarebbe stato utile il contrario, cioè far funzionare applicazioni Linux sul Mac, in modo anche da non dipendere dal Mac Store… Ok che molte applicazioni per Linux ci sono paro paro per Mac, ma alcune, tipo Hotot, latitano…

      • Alessandro Di Stefano

        Linux =~software libero.
        Softare libero= open source
        open source= me lo posso ricompilare ergo ci sono

      • XfceEvangelist

        Infatti ho una mia amica cinese che sta studiando al politecnico di Torino e che è utente del Cupertino OS. Morale dopo un anno di macchine virtuali, ora comprerà un notebook usato con dualboot per Linux e Redmond OS.
        Poche settimane fà gli ho chiesto di masterizzare un cd col suo amato Mac e morale…. non c’era una applicazione di default per scrivere un cd. Dopo averla umiliata mi ha detto “My Mac sucks” 🙂

        • Roby

          ho usato osx per anni e un app nativa per masterizzare c’è, la tua amica si sbaglia 🙂

          • Brau

            Questo sì, ma è più una roba tipo quella integrata in Windows, se cerchi funzione avanzate te devi buttà su altro…

          • Chiara

            Ciò non toglie che ci sia e che sia funzionale ai fini del dover masterizzare CD/DVD basilari.
            Va bene che OSX è una sorta di eresia per l’utente Linux medio (e persino per me, che lo utilizzo da sempre ma ho una lunga esperienza “pinguina”), però non è così giocattoloso e limitato come tanti pensano.

            Tornando IT: comprendo ben poco il bisogno di un emulatore simile, più che altro perché a) molte app OSX hanno delle controparti Linux/Windows, quindi già aiuterebbe un Wine b) quelle più importanti ed esclusive – Aperture, iLife, Pixelmator, etc. – sono ottimizzate per il SO stesso e difficilmente raggiungerebbero le medesime prestazioni tramite emulatore.

      • Fabio

        L’utente tipo di Mac è contento di dipendere dal Mac Store… 🙂

        • Brau

          L’utente tipo di Mac è costretto a dipendere dal Mac Store… 🙂

          • Sim One

            L’utente tipo di Mac è contento di essere costretto a dipendere dal Mac Store e trova che tutto il resto del software mondiale è fatto male e comunque peggio.

            E anche se fosse fatto bene come nella versione mela morsicata, nel Mac funziona di più e meglio.

    • ale

      nemmeno io sono un fan di wine e sono d’accordo con te sul fatto delle alternative presenti in rete a livello di applicazioni, l’unica che non esiste e che a me servirebbe è itunes per gestire soprattutto l’iphone visto che per ipod la maggior parte dei player musicali e applicazioni come gtkpod ti permettono di sincronizzarlo.

      • per quello io ho risolto installando rockbox nell’ipod, e secondo me come sistema operativo è molto più completo di quello della apple, e poi non c’è bisogno di sincronizzare con itunes ma copi dentro i file come se fosse una penna USB e sei in grado di ascoltare musica guardare video e immagini, fare giochi, scegliere il tema che preferisci il font e tante altre impostazioni.

        ormai rockbox lo uso da anni sul mio ipod video e sono più che soddisfatto, inoltre la batteria mi dura anche di più di prima

  • Isaac Darter

    apprezzo lo sforzo e la fatica, ma è un progetto che trovo completamente inutile

    • Mario Busso

      te. io comprerei logic se funzionasse egregiamente su linux,eliminando il mio bisogno di windows.

  • duetto

    ODDIO!!! Ma cosa state dicendo??? Voi non avete mai visto un Mac, ma neanche una pubblicità su un muro. Innanzitutto, un Mac “può” usare lo store, nessuno è vincolato a niente, se non vuole i programmi si installano a parte, tanto quanto i repository di linux, per di più sincronizzati quindi cambiando computer o formattando con due click si hanno tutti i programmi a portata di mano.
    Secondo, le applicazioni Linux possono girare senza problemi su Mac con MacPorts nativamente.
    E, ovviamente, c’è l’applicazione per masterizzare i cd, e un sacco di altro software già pronto, sicuramente più di quanto ce n’è sulla maggior parte delle distribuzioni Linux.

    • Io commento come ospite

      Dopo gli utenti di Punto Informatico arrivano quelli di Tom’s Hardware 😀

    • TopoRuggente

      Figata, davvero c’è l’applicazione per masterizzare i CD?

      Apple è veramente nel futuro !!!

      Altro che Slackware che ti offre solo 4GB di software insieme al sistema operativo.

  • iliano

    usando freebsd è possibile utilizzare programmi per mac ?
    non avrebbe piu senso sviluppare una soluzione simile per freebsd piu simile ad un mac rispetto a linux

  • cippalippa

    caspita, a me servirebbe proprio poter usare un po’ di software per mac su linux: magari il client xtorrent v2.0 per esempio, oppure final cut pro o meglio ancora Final Cut Pro. sarebbe interessante sapere se ci sono perdite prestazionali utilizzando questa appicazione “darling” (in linux) che fa da inteprete con il mondo Mac OSX………..

  • giolombardo

    Quando arrivo all’ultimo comando ottengo questo messaggio di errore:

    [quote]gio@gio-K53U:~⟫ cd ~/.config/aacs/ && wget http://vlc-bluray.whoknowsmy.name/files/KEYDB.cfg
    –2014-11-01 08:23:46– http://vlc-bluray.whoknowsmy.name/files/KEYDB.cfg
    Risoluzione di vlc-bluray.whoknowsmy.name (vlc-bluray.whoknowsmy.name)… fallito: Nome o servizio sconosciuto.
    wget: impossibile risolvere l’indirizzo dell’host “vlc-bluray.whoknowsmy.name”
    4 gio@gio-K53U:~/.config/aacs⟫
    [/quote]

  • Salvatore

    a me continua a non funzionare.
    appena avvio vlc mi dice

    Errore Blu-ray :

    Path doesn’t appear to be a Blu-ray

    L’ingresso non può essere aperto:

    VLC non è in grado di aprire il MRL ‘bluray:///dev/sr0’. Controlla il registro per i dettagli.

No more articles