Gli sviluppatori Intel stanno collaborando con i developer Mesa per migliorare le performance grafiche delle schede grafiche Intel in Linux.

Intel e Mesa
Intel è stata una delle prime aziende a prendere in seria considerazione Linux offrendo un’ottimo supporto per le proprie schede grafiche rilasciandone driver open source. Negli ultimi mesi Intel ha migliorato il supporto Linux rilasciando anche repository dedicati per Ubuntu e Fedora che includono driver e ottimizzazioni varie per migliorare le performance grafiche soprattutto nei giochi. Di recente gli sviluppatori Intel hanno iniziato a lavorare assieme ai developer Mesa nello sviluppo del nuovo Mesa 10 e il supporto per le librerie OpenGL 3.2 migliorando le performance grafiche in Linux.

I nuovo driver Intel uniti al nuovo Mesa 10 includeranno  nuove librerie Gallium 3D  e soprattutto il supporto per OpenGL 3.2 versione che include le geometry shaders e nuove estensioni sviluppate per migliorare sia le performance grafiche che lo sviluppo di nuovi game. I driver open source di Intel uniti al nuovo Meda stanno includendo  migliorie incluse attualmente nei driver proprietari di AMD e Nvidia come il supporto per OpenGL 4.0 che dovrebbe approdare nel 2015
Da Intel dovrebbero approdare anche i nuovi Intel Linux Graphics Drivers per Ubuntu 13.10 Saucy e derivate i quali potrebbero già includere notevoli migliore soprattutto per nuove schede grafiche integrate presenti su processori Intel Core di quarta generazione.

via – phoronix
  • Matty

    Con Radiance non è proprio possibile farlo funzionare?

  • HJK

    ma non potevano fare una cosa tipo il vecchio gnome color chooser per ubuntu e unity… invece che sta roba?

    me parono quelli della mela XD

  • afrinick

    ma c’è un modo per provarli ora quelli in sviluppo?

  • Dario Grillo

    Ma cosa sta succedendo? va a finire che nel giro di un anno avremo driver migliori di quelli per windows

    • Derapage

      Sotto Linux c’è una corsa a chi fa il driver più figo XD

      • Ogni anno c’è la gara a chi realizza il frame rate più alto su open arena..

    • -.-

      Le aziende si sono finalmente rese conto che lavorare su codice aperto, pulito, controllato e sicuro è molto meno faticoso che sottostare ai capricci di un’azienda che dall’oggi al domani cambia quel che vuole. Adesso non resta che incentivare la migrazione dei grandi software professionali (Photoshop, CAD etc…) e siamo “a posto”.
      ps. ovviamente preferirei che emergessero alternative open ai suddetti programmoni, ma come soluzione di passaggio il porting è sempre meglio di niente

      • Dario Grillo

        Non credo sia per questo, i programmatori sanno i reali vantaggi dell’open source ma alle aziende che li stipendia non frega nulla, semplicemente ora c’è un’azienda che li incentiva a migliorare il supporto alle loro tecnologie che fino all’anno scorso era pessimo quindi, grazie valve che oltre a fare i tuoi interessi fai anche i nostri, da videogamer non posso che essere felicissimo degli enormi passi avanti che sono stati fatti, ieri hanno anche rilasciato i have no mouth and i must scream per linux, chi l’avrebbe mai detto.

  • UbuntuWillRule

    Meglio rimanere coi piedi per terra. L’introduzione al supporto OpenGL 3.2-3.3 (si’, perche’ il prossimo mesa dovrebbe includere alche il 3.3), non significa assolutamente avere maggior performance, piuttosto significa avere piu’ estensioni supportate a livello grafico (sempre che queste siano supportate dalla scheda grafica che stiamo usando). Nonostante cio’, vedendo i buoni risultati che si stanno ottenendo su Gallium3D, che in alcuni casi supera la performance di Catalyst, rimango ottimista. Ma ricordatevi che potremmo invece trovarci di fronte a regressioni di performance.

  • LelixSuper

    wow :3

No more articles