Da poche ore è terminata la raccolta fondi realizzata da Canonical per Ubuntu Edge raccogliendo solo 12 dei 32 milioni di dollari richiesti. C’è da chiedersi se il progetto Ubuntu Edge è stato un flop oppure può essere stata una buona pubblicità per Ubuntu Touch!

 la raccolta fondi per Ubuntu Edge terminata con 12.800.000 dollari
Si è conclusa la campagna su indiegogo realizzata da Canonical per raccogliere i fondi necessari per avviare la produzione di 40.000 smartphone Ubuntu Edge.
Ubuntu Edge è un progetto interamente sviluppato da Canonical che prevede uno smartphone innovativo in grado di fornire il meglio dell’hardware attualmente disponibile sul mercato (cpu multicore / 4G di RAM e 128 GB di Storage ecc) gestito da ben 3 sistemi operativi: Ubuntu Touch, Android e (collegando il device ad una tv o monitor pc) la versione desktop di Ubuntu.
Per avviare la produzione dei 40.000 Ubuntu Edge, Canonical aveva chiesto un contributo a tutta la community con la possibilità di acquistare in prevendita il nuovo smartphone ad un prezzo davvero molto competitivo (dai 500 ai 650 Euro). Il giorno della presentazione Canoncical è riuscita a raccogliere oltre 3 milioni di dollari in un solo giorno, nei giorni successivi però abbiamo visto un notevole calo delle prevendute e donazioni facendo terminare la campagna a 12 milioni di dollari, meno della metà di quanto richiesto.

Tutti i soldi della raccolta fondi verranno quindi restituiti e Ubuntu Edge rimarrà quindi un bel ricordo di un nuovo ed interessante progetto crowdfunding riuscito comunque ad essere il più finanziato di tutti i tempi.
C’è da chiedersi se Ubuntu Edge verrà o meno messo in produzione da Canonical magari cercando fondi ed aiuti da aziende come ad esempio Lenovo (azienda che con già accordi commerciali con Canonical) oppure verrà abbandonato.
Ubuntu Edge ha il pregio di aver fatto parlare di Ubuntu e Linux in tutto il mondo proponendo il nuovo sistema operativo mobile Ubuntu Touch che vedremo tra alcuni mesi approdare nel mercato preinstallato in alcuni nuovi smartphone o tablet.
L’idea di Ubuntu Edge potrebbe essere presa in considerazione da altre aziende che potranno sviluppare nuovi device sempre con il dual boot Ubuntu Touch / Android cosi da poter far avvicinare molti utenti al nuovo sistema operativo mobile di Canonical.
Ubuntu Edge non è un flop è un progetto che ha fatto conoscere Ubuntu sia nella versione mobile che desktop a molti nuovi utenti, è riuscito a far conosce Ubuntu for Android e la grande community che gira attorno ad Ubuntu.

Il problema a mio avviso rimane in Ubuntu Touch sistema operativo mobile ancora in fase di sviluppo e ancora molto incompleto di funzionalità indispensabili per un normale utilizzo. Canonical parla che già a fine anno si vedranno i primi device con Ubuntu Touch preinstallato, speriamo che per quel periodo il sistema operativo mobile sia stabile e abbastanza completo altrimenti rischia di diventare come MeeGo..

No more articles