Asus è una delle principali aziende produttrici di personal computer al mondo tra i più famosi ed utilizzati troviamo gli EEEPC famosi netbook rilasciati anche con Linux preinstallato.
Oltre agli EEEPC, ASUS rilascia diversi modelli con Ubuntu preinstallato o senza sistema operativo (o con freedos) offrendo quindi all’utente la possibilità d’installare la propria distribuzione preferita senza caricare nel costo del dispositivo licenze Microsoft o di altri software preinstallati.
ASUS è stata la prima azienda a supportare in Linux la nuova tecnologie PowerVR integrata nei nuovi processori Intel Atom sviluppando per Ubuntu driver dedicati (cedarview-drm).
La distribuzione Ubuntu preinstallata in diversi modelli (compreso il nuovo X201E) aggiunge alcune correzioni e migliorie varie mantenute tramite repository ufficiali rilasciati proprio da ASUS.
Con i repository ufficiali ASUS per Ubuntu (e derivate)  potremo migliorare il supporto per il nostro pc portatile grazie ad alcune correzioni integrate nei vari pacchetti.

I repository ASUS per Ubuntu in data odierna sono disponibili solo per Ubuntu 12.04 Precise e versioni precedenti quindi non è possibile installarli su Ubuntu 12.10 Quantal.
Per aggiungere i repository Asus su Ubuntu 12.04 e derivate basta digitare:
sudo nano /etc/apt/sources.list

e aggiungiamo:

deb http://asus.archive.canonical.com/updates precise-annan public
deb-src http://asus.archive.canonical.com/updates precise-annan public

clicchiamo su Ctrl+x e poi s per salvare
a questo punto aggiungiamo le chiavi d’autentificazione dei nuovi repository per farlo digitiamo sempre da terminale:

 gpg --keyserver subkeys.pgp.net --recv-keys F9FDA6BED73CDC22
 gpg --armor --export F9FDA6BED73CDC22 | sudo apt-key add -

aggiorniamo la nostra distribuzione con:

sudo apt-get update
sudo apt-get dist-upgrade

e riavviamo.

Consiglio di avviare il gestore dei driver per verificare la presenza di driver sviluppati da ASUS per il migliorare il supporto per il nostro pc.
Nei repository ASUS ho notato che esiste anche il supporto per dispositivi DELL ma personalmente non ho potuto testare.
  • Alessandro

    Il mio netbook Asus ringrazia sentitamente 🙂

  • Simone

    Venerdì sera formattone del mio vecchio netbook ed installazione di *ubuntu+repo.
    Samsung, impara da Asus ed ascolta il nostro urlo di disperazione!

    • Infatti è uno dei tanti motivi per cui raccomando fortemente Asus.

    • darkham

      Samsung lasciagli fare gli smartphones, che gli adulti devono lavorare.

  • lordronk

    Ma valgono per ogni portatile Asus??

  • Marco Missere

    W: Errore GPG: http://asus.archive.canonical.com precise-annan Release: Le seguenti firme non sono state verificate perché la chiave pubblica non è disponibile: NO_PUBKEY F9FDA6BED73CDC22

    Come devo fare? 🙁

    • mi ero dimenticato d’inserire le key nell’articolo
      ho corretto l’articolo

      • Marco Missere

        Ok grazie 🙂

  • Dion

    Avevo Xubuntu 12.10 sul mio Asus eeepc 1001px e con leggendo questo articolo ho colto l’occasione per tornare alla LTS. Ho aggiunto i repo, ma tra i driver non c’è nulla di nuovo, significa che quelli open sono già parecchio soddisfacenti. Sono felice di ciò, non lo nascondo…

  • qualche miglioria riguardo la lentezza intel 2600 per il 1225c di asus???

  • Luther Blissett

    Dovrebbero supportare Debian non Ubuntu in questo modo Ubuntu erediterebbe direttamente i contributi e tutto il mondo Debian ne gioverebbe nativamente

  • $26623050

    posso aggiungerli anche su portatili asus che non hanno ubuntu preinstallato ? Ho la cosa servirebbe a poco ?

    • si supportano anche portatili che non vengono rilasciati con ubuntu preinstallato

      • $26623050

        Proverò, Grazie 😉

  • tatto

    Sui i pc fissi con scheda madre asus è uguale?

  • Shinsan Hattori

    Ciao, ho un X201E ed è da un po’ che cerco di capire come funziona questa cosa dei repository asus… Da qui (http://asus.archive.canonical.com/updates/dists/) sembrerebbe che la asus mantenga un elevato numero di repositories, identificati come distribuzione-nomeincodice…
    Ora, la mia ipotesi è sempre stata che ogni “nomeincodice” corrispoda ad un determinato hardware (o gruppo di hardware) e che quindi in funzione della macchina che si ha sarebbe necessario scegliere il repository corretto. Hai informazioni che permettono di smentire quest’ipotesi (la cosa mi renderebbe felice 🙂 )?

  • Uomo Zucca

    Guarda la procedura è piuttosto incasinata, un’utente alle prime armi ci bestemmia, servono degli screen shot del terminale….!!!

  • Uomo Zucca

    Io non ci sono riuscito…

    Dopo aver salvato con crtl + x ed S nonso’ come vanno inseriti:

    gpg –keyserver subkeys.pgp.net –recv-keys F9FDA6BED73CDC22
    gpg –armor –export F9FDA6BED73CDC22 | sudo apt-key add –

  • Uomo Zucca

    Ok.. funziona tutto! Ma bisogna farpartire un comando col prefisso “gpg” alla volta. In somma:

    gpg –keyserver subkeys.pgp.net –recv-keys F9FDA6BED73CDC22

    Imvio

    gpg –armor –export F9FDA6BED73CDC22 | sudo apt-key add –

    e di nuovo “Invio”

No more articles