Una delle qualità che hanno reso Ubuntu una delle distribuzioni Linux più conosciute e utilizzate è la facilità con la quale possiamo installare non solo il sistema operativo ma anche le varie applicazioni e i driver proprietari per le nostre schede grafiche.
Difatti Ubuntu di default, per motivi di licenza, utilizza i driver open source per le nostre schede grafiche, possiamo comunque in un secondo momento installare i driver proprietari (sempre che siano disponibili per la nostra GPU).
Per installare i driver proprietari su Ubuntu 12.04 Precise LTS basta andare in Impostazioni del Sistema e cliccare su Driver Aggiuntivi come possiamo vedere dall’immagine qui sotto.
Una volta avviato il tool per l’installazione dei driver, denominato Jockey, il quale ci indicherà e raccomoderà quale driver installare, al termine del processo basta riavviare per avere i driver proprietari correttamente installati su Ubuntu.

Sul nuovo Ubuntu 12.10 Quantal l’installazione dei driver proprietari è stata rivisitata difatti non troveremo più il collegamento Driver Aggiuntivi nelle Impostazioni di Sistema dato che il tool è stato integrato nei sorgenti di sistema.

Per installare i driver proprietari su Ubuntu 12.10 Quantal dovremo andare in Impostazioni di Sistema poi su Sorgenti Software e successivamente cliccare su Additional Drivers (nel mio esempio utilizzando una GPU Intel non mi viene indicato nessun driver proprietario se abbiamo una scheda grafica Nvidia o ATI molto probabilmente avremo l’elenco dei driver proprietari disponibili).

Questo nuovo processo d’installazione dei driver proprietari a mio avviso porterà diversi problemi ai nuovi utenti dato che è davvero poco intuibile l’accesso al tool d’installazione. E’ anche vero che al primo avvio di Ubuntu appare quasi sempre la notifica che ci indica che sono disponibili driver proprietari per la nostra distribuzione, ma se questa non sia avvia il nuovo utente potrebbe non trovare cosi facilmente il nuovo tool per installarli.

L’accesso ad Additional Drivers non è intuitivo ed inoltre non esiste nemmeno un collegamento nel Dash se non per accedere ai Sorgenti Software del sistema.
Mancano ancora diverse settimane prima del rilascio di Ubuntu 12.10 Quantal e a mio avviso gli sviluppatori dovrebbero cercare di sistemare questo problema. 
Se si cerca di facilitare l’installazione e configurazione di Ubuntu questa nuova funzionalità a mio parere porta un peggioramento che non un miglioramento.
Vedremo se per il 18 ottobre verrà sistemato o verrà rilasciato cosi l’installer dei driver proprietari. A voi le vostre considerazioni a riguardo.
No more articles