Richard Stallman contro Valve

L’arrivo del supporto di Valve in Linux ha avviato diverse polemiche riguardanti sopratutto se è giusto o meno avere giochi proprietari in un sistema open source.
Valve e l’arrivo dei giochi non-free potrebbero portare un aumento nella popolarità di GNU /Linux e questo nemmeno al patron di Gnu potrebbe passare in secondo luogo.
Richard Stallman dal canto suo in un recente post sul portale gnu.org ha ribadito che Linux dovrebbe proteggere la libertà degli utenti, i giochi nonfree (come gli altri programmi non liberi) sono immorali, perché negano la libertà ai loro utenti.
Tuttavia Stallman dice che se avete intenzione di utilizzare questi giochi, è meglio usarli su GNU / Linux piuttosto che su Microsoft Windows. Steam su Linux quindi potrebbe portare sia dei benefici che degli effetti negativi riguardanti la libertà dell’utente.

Si potrebbe incoraggiare GNU / Linux agli utenti che vogliono utilizzare questi giochi i quali potrebbero  sostituire Windows con GNU/Linux.
Ma utilizzare questi giochi potrebbe far perdere il motivo per cui è nata la comunità Linux, la libertà.
GNU/Linux è un progetto nato proprio per esser liberi da software e sistemi e giochi proprietari, il software libero ci insegna che non sempre il software proprietario è migliore di quello libero vedi ad esempio nei Server, il successo di Firefox, LibreOffice, Gimp ecc.  
L’arrivo di questi giorni potrebbe avvicinare si gli utenti, ma a quale prezzo? 
Che libertà è scegliere o meno di utilizzare giochi proprietari? 

In questa pagina troverete il post di Richard Stallman sul portale gnu.org.

  • fabietto gas gas

    a parer mio attualmente e’ impossibile sostituire i giochi per pc con sistema operativo microsoft con quelli per il pinguino.
    bisogna utilizzare wine per forza,non essendoci giochi scritti appositamente per gnu-linux.questo comporta ad appesantire ulteriormente il nostro sistema utilizzando wine…e poi non girano tutti i giochi.
    ben venga valve con la sua idea,scarichi steam,scarichi il gioco lo installi e voila’.
    e poi non c’e’ niente di immorale secondo me,ho si guarda avanti oppure rimarremmo sempre indietro su quest non c’e’ dubbio ragazzi.

    • linuxfunboy

      Riguardo alla parte in cui dici che “non esistono giochi per il pinguino”, devo far notare una cosa da videogiocatore esperto…
      Conoscete sicuramente Assassin’s Creed II vero? Bene… esiste una versione per Mac, un porting insomma…lo stesso vale per Diablo e tanti altri… ora io ti domando: Perché una Software House si sbatte a tradurre un gioco per il Mac in “Objective C” pagando soldi contanti in quantità industriale, e non fanno la stessa cosa sul pinguino, ove il codice è gratuito?Io ho 2 risposte:1) la classica ” noi utenti linux siamo pochi”2) ignoranza culturale delle Software House; c’è gente che preferisce spendere, perché convinta che ” se lo paghi, allora funziona.Altra domanda: perché per XINU si, mentre per UNIX no? La Apple è una massoneria lo sappiamo, eppure preferiscono il discorso monetario.Alla base di questa domanda poi aggiungo: perché con questi presupposti, improvvisamente Valve si sveglia la mattina e crea Steam per Linux?Io ho una mia opinione per rispondere:  si sono rotti i coglioni di M$ e della Massoneria, perché  Winzoz è un sistema che non gira come dovrebbe, mentre Epol  anche solo per scrivere un documento di testo blando e tranquillo, ti chiede la carta d’identità, quella di credito, la fedina penale, quanti figli c’hai e quante volte tr***i al mese…

      Quindi  Valve cosa vuole? 

      Vendere i giochi col suo servizio in completa libertà, senza stare a presso a politiche strane e contorte…e qui il pinguino è perfetto questo.

      Questa è la mia opinione.

      Per quanto riguarda Stallman, invece, io penso che abbia solo ragione e vi spiego pure perché:

      I giochi sono belli, piaccio e non piacciono, permettono ore di svago garantito, sia che siano Open che Closed, che Free che Non Free. Detto questo:

      1) oltre alla SPERANZA ( quindi non è nemmeno sicuro ) che le S.H. creino Driver Migliori per il pinguino, i videogiochi non migliorano la qualità dello utilizzo del computer.

      2) se le risorse di chi crea giochi venissero spese altrove nell’Open Source, tutti ne gioverebbero…magari creando giochi, aprendone il codice e permettendo delle Mod ( vedi Skyrim o Minecraft)

      3) far soldi è giusto, ma con onestà ( e qui mi sbrago dalle risate perché è IMPOSSIBILE per le S.H. essere oneste )

      4) Stallman dice sempre la stessa cosa e pochi la afferrano:

      se tu vai da un programmatore qualunque e gli dici che vuoi creare un software, il suo primo pensiero è ” ci faccio su i miei soldi e campo allegro nel mio egoismo”.

      Invece, Stallman vorrebbe una cosa del tipo:

      tu vai da un programmatore, gli dici che vuoi creare un software, e il suo primo pensiero dovrebbe essere ” Bene, facciamolo per il bene nostro e di tutta l’Umanità”

      Io credo che più che un Hippie sfegatato, Stallman sia un tipo lungimirante che, tra tante cose sbagliate o giuste che ha detto, già 30 anni fa aveva capito che il PC sarebbe divenuto IL PRIMO MEZZO DELL’UMANITÀ a permettere una perfetta globalizzazione; ora vi domando:

      Una globalizzazione basata sul Closed, sul pagamento disonesto, su macchine che ti imprigionano non è forse una schiavitù?

      Questo è quel che lui propone in continuazione e io aggiungo, in fine, che se non si riesce a dare l’OPEN ai videogiochi, che sono UN MEZZO DI SVAGO, un DIVERTIMENTO, un PASSATEMPO ( divenendo anche essi quindi un mezzo che aiuta la schiavitù globalizzata dei computer), ma come si può pretendere di dare l’OPEN a cose più concrete come…scambiare i dati dei documenti con un SOLO,UNICO, FORMATO file ?  Cosa ancora non avvenuta infatti..è vero che esiste l’ODT, ma la gente ci sputa sopra l’ODT…

      Prima tocca cambiare le capocce, poi si può fare dell’altro.

      • Andrea Bassolino

        Il punto vero è: Perchè non usano direttamente OpenGl invece di directX che è compatibile anche col mio tostapane?

        Non disturbarti a rispondere dato che sappiamo entrambi la risposta ; )

        • linuxfunboy

          TU si che hai capito tutto, BRAVO!

      • Andrea

        il tuo nick dice già tutto! “Bene, facciamolo per il bene nostro e di tutta l’Umanità” muah muah muah

        • perché te cosa fai?

          Il giorno 30 luglio 2012 17:59, Disqus ha scritto:

          • linuxfunboy

            Lascialo perde Rò, sta facendo il Troll

  • Pikappa

    I giochi fruttano tantissimo: sarà raro vederli open source… però il fatto che valve arrivi su ubuntu, beh, era quello che attendevo!

  • Borgio3

    Con queste guerre isteriche Richard Stallman ha rotto i coglioni.
    La dovevo dire.  M’è uscito dalle dita.
    Richard si dovrebbe preoccupare di educare la gente ad avere capacità di scegliere, non a rompere le balle e basta.

    • Sono d’accordo anch’io (ma non con le parole volgari, non me ne volere). 😉
      Stallman fa senza dubbio un buon lavoro ma ci sono parecchie cose in cui esagera, tipico comportamento da “hippe” che non mi è mai piaciuto.
      Sulla libertà dell’utente lo appoggio in pieno ma in determinate cose proprio non mi vanno giù le sue filosofie.
      Io sono invece del parere che software free e non-free possono comunque convivere insieme, a patto logicamente che il software closed non diventi invasivo.

    • Xxx

       sono d’accordo con Stallman per diversi motivi
      installare programmi a codice non visionabile potrebbe potrebbe rendere il mio sistema insicuro, non saprò mai al 100% cosa quel programma effettivamente fà, se usi il tuo computer per giocare comprati una Xbox e non ropperci i coglioni

      • Asd

        e chi ti obbliga a installare software closed-source?

        • Xxx

           io ti ho spiegato i motivi per cui non lo installo sui miei pc (giochi compresi) adesso adesso riposndi tu ad una mia domanda sei tanto stupido da installarlo?

  • nipkun

    forse molti non hanno capito, ma open source non vuol dire necessariamente scroccare. Se uno sviluppatore vuol guadagnare qualcosa, attraverso il duro lavoro che ha svolto, è giusto che richieda qualcosa in cambio…

    • Certo che sì. E’ giustissimo guadagnarci con l’Open Source, non è assolutamente vietato.
      Ma è la tendenza italiana invece che tutto è dovuto e tutto deve essere gratuito per forza, quindi molti non concepiscono ancora questo concetto.

      • Ciao

         il problema e che (sopratutto in italia) gratis è meglio, indifferentemente se open o closed

    • Xxx

       uno sviluppatore può guadagnare tranquillamente vendendo il suo programma e rilasciarlo sotto licenza GPL e può continuare a gudagnare  facendo assistenza al suo programma e penso che questo tu non lo hai capito

      • nipkun

        forse hai letto male… ma era proprio quello che intendevo 🙂

      • DeeoK

         E con un gioco come fai? Metti le patch a pagamento?

        • Xxx

           puoi mettere mappe, estensioni… e quanto altro a pagamento
          ma sempre sotto gpl chi te lo vieta?

          • DeeoK

            Nessuno.
            E chi vieta poi agli utenti di scaricarsi i codice direttamente dal sito ufficiale?
            Già è facile pirateggiare ora, ma a quel punto diventerebbe banale?

            Sarebbe un po’ come se YouTube permettesse di estrarre l’audio dai suoi video, vorrei sapere poi chi comprerebbe cd. Altro che Megaupload.

          • Xxx

             il codice del gioco lo acquisti insieme al gioco uguale le mappe,… quale pirateria?

            sei un musicista?
            allora guadagna con i concerti

          • DeeoK

             Penso sia la risposta più idiota che tu potessi darmi.

            E comunque se il gioco è open source il codice è tutto online, fruibile da chiunque.

          • Xxx

            ti faccio capire meglio
            vuoi il mio gioco?
            mandami i soldi ti mando gioco e codice
            lo vuoi modificare sei libero di farlo
            lo modifichi e te lo rivendi rilasciando anche il sorgente modificato

            uqando canti buon compleanno hai mai chiesto il permesso al detentore dei diritti?

            per chi non lo sapesse non serve youtube andate su http://grooveshark.com/ o su altri siti simili

  • antonio chiurazzi

    come al solito Stallman deve dire qualche boiata.
    giochi su linux equivale a sempre più produttori che rilasciano e migliorano i driver su linux, più utenti, maggiore diffusione. maggiore diffusione significa sempre più attenzione da parte dei produttori OEM e delle software-house quindi magari finalmente entrare a competere nel campo desktop e desktop-professionale (magari con software proprietari come PS, sistemi di video-editing seri ecc.)

  • Alessio

    Dopo questo, i produttori di giochi saranno più incentivati a creare a o fare porting di giochi su sistemi linux, poi se non vuoi un gioco perchè è closed-source, non lo installi, non che vai a rompere le palle agli altri…Anche skype, moti lo ritengono immorale, ma io senza non riuscirei proprio a vivere…

    • Xxx

       se non riesci a vivere senza skype stai messo molto male

    • non sarebbe meglio incentivare gli sviluppatori ad offrire giochi open al posto di proprietari?
      red hat insegna che si può guadagnare e molto anche con progetti open sourcericordiamo il buono di linux, non serve photoshop per ridimensionare una foto o microsoft office per scrivere un documentonon serve microsoft server per creare server sicuri e funzionali

      • Andrea

        qualcuno gli chiuda la bocca a questo povero demente per favore, anche tu che ci vai dietro sei abbastanza immorale, giochi open? ahahah, mi sà che non conosci affatto i costi di sviluppo di un gioco next-gen, per fortuna che esiste microsoft e valve sennò a quest’ora giocavamo ancora con il nintendo 8bit!

        • forse non hai capito e per piacere non insultare
          ripeto anche con l’open source di può guadagnare e avere ottimi progetti
          non ci credi?
          internet explorer è stato rovinato da un progetto open source denominato firefox
          windows usa anche lei server linux (bing ad esempio è su linux)
          i giochi open si posso fare eccome 
          solo che gente come te che usa windows e programmi rigorosamente craccati difficilmente riescono a capirlo

          cominciamo a far pagare alla gente come di dovere tiriamo via tutte le patch e crack dalla rete e poi vediamo chi ha ragione 

          • Andrea

            non non ci credo ora ne mai, continuerò a far finta d non capire allora 😀

          • continua allora nel tuo mondo di patch e crack

            Il giorno 30 luglio 2012 18:06, Disqus ha scritto:

        • Xxx

           ma chi ha voglia e tempo di giocare
          qui chi veramente ha rotto i coglioni è chi usa il computer  solo per giocare
          sono stufo di gente che dopo un installazione linux mi chide dove è il solitario
          pensate se i vari ricercatori si fossero messi solo a programmare giochi a quest’ora avevamo solo avevano solo giochi a 8bit

          • nowardev

             guarda che ti devi dare na calmata eh… se sei stufo basta non rispondere.

            io stesso facevo supporto A GRATIS  poi mi sono rotto e visto che iniziavo ad insultare mi sentivo troppo stressato ho semplicemente smesso.

             

      • DeeoK

         Eh?
        Se la massima aspirazione di gioco per te è PacMan allora ok, altrimenti tutto il discorso è semplicemente ridolo.
        Un videogioco ad alto budget (o AAA o mainstream) non potrà mai essere opensource (ma nemmeno quelli indie lo sono) per motivi abbastanza ovvi:
        1) La pirateria diventerebbe così facile che sarebbe stupido anche solo spendere soldi per la distribuzione nei negozi (infatti RedHat insegna che si possono fare soldi con Linux ma con l’assistenza, non con un prodotto estremamente facile da rubare)
        2)Pensa tutti quei poveracci che ammattiscono per riuscire a far girare a 30 fps il motore grafico con 1000 poligoni in più per poi trovare il motore della concorrenza che dopo due giorni ottiene lo stesso risultato semplicemente copiando il lavoro altrui senza sforzo (ed è inutile fare discorsi da moralisti: passa 3 mesi su un solo progetto e poi fatti rubare il lavoro e dimmi se è gratificante).

        Inoltre dici bene: su Linux non serve photoshop, perchè tanto linux a livello aziendale fa schifo.
        Linux va bene se hai un server, hai necessità basilari con un pc o se programmi, per il resto è inadeguato. Linux lo puoi installare in un ufficio ma se ci provi in un’azienda te lo tirano dietro.
        Ci provarono qualche anno fa le banche di Milano (non ricordo che gruppo) e fu un disastro.
        E nemmeno Photoshop può essere open, sempre perchè non puoi rubare a lavoratori onesti i codici per algoritmi nettamente migliori dei tuoi (infatti se hai necessità professionali Gimp viene letteralmente asfaltato da Photoshop).

        La verità è che quelli come Stallman stanno rovinando il mondo Linux, che è nato per essere libero e quindi non può costringerti ad installare solo i software che vuole lui (altrimenti mi compro un Mac, almeno è più stabile e performante). Se ti piacciono i software closed li usi, altrimenti no. Tanto non puoi fare tutto con i software open, sarebbe la morte del progresso.

        ps: comunque Stallman nel suo post dice anche che i vantaggi sono superiori agli svantaggi.

        • Rob

           La ID Software rilasciò i suoi vecchi game engine sotto licenza GPL. http://en.wikipedia.org/wiki/Id_Tech_4
          Non mi pare sia andata in fallimento. Google continua a usare e migliorare tecnologie Open Source, e anche la stessa Apple. Che poi ad un certo punto chiudano queste tecnologie per scopi strategici, questo è un altro paio di maniche.

        • si possono fare ottimi progetti open guadagno inserendo all’interno la pubblicità come accade in alcuni giochi free in android ad esempio
          oltre al fatto che se un progetto open sono molti a poterlo sviluppare in meglio e tutto a costo 0 

          linux a livello azienda fa schifo? fatti un giro a bolzano e poi ne riparliamo 
          la scelta sta molto sulla distribuzione che usi se usi ubuntu dopo un mese trovi i pc buttati dalle finestre come dici te
          debian 6.0 rhel puoi andare sul tranquillo
          ps i server? prova a vedere bing di microsoft che server usa i sever linux offrono ottime soluzioni sicurezza abbattendo notevolmente i costi è questo il successo

          “La verità è che quelli come Stallman stanno rovinando il mondo Linux ” mi sembra che quello che ha fatto sia stato completamente l’opposto

           Se ti piacciono i software closed li usi, altrimenti no
          non è proprio cosi, non è che tutti possono permettersi photoshop almeno che non lo craccano come fai te 

          • DeeoK

            A me Photoshop non interessa, non lo uso e non uso nemmeno Gimp (salvo quelle due o tre volte all’anno), era solo un esempio.

            Con ambiente aziendale non mi riferivo all’ambito server (che fa ambito a parte, tra l’altro). Su Linux sei indietro a livello di editing di immagini, video, modellazione 3D (Blender da solo non è sufficiente anche se funziona ottimamente per determinate cose), Cad e svariati altri ambiti professionali. Anche Libre/Open Office non sono alla pari con M$ Office, a meno che non ci si limiti a funzionamenti basilari (senza considerare la compatibilità). In più devi sostenere i costi per aggiornare i dipendenti dato che Linux è poco usato e comunque più macchinoso di Windows. Per non parlare dei problemi di compatibilità hardware.
            Addirittura nella pubblica amministrazione tedesca, dove erano passati a Linux, sono dovuti tornare ad Xp.

            Per quanto riguarda la pubblicità è vero, è un’opzione, ma va bene per i giochetti per Android che hanno bisogno di un basso budget, ma quando si parla di un videogioco da 10 milioni di dollari di budget come fai? Perchè un videogioco mainstream richiede un quantitativo notevole di denaro e la pubblicità da sola non basta, senza considerare che troverei aberrante ritrovarmi banner pubblicitari mentre gioco.
            Tra l’altro non vedo come la pubblicità possa risolvere il problema: può abbassare il costo di un videogioco, ma se lo rendi open hai comunque sfondato la porta per la pirateria.
            Non risolvi nemmeno il problema del cane che deve sgobbare per trovare una soluzione migliore ad un problema per poi vedersi copiare la soluzione in men che non si dica e senza guadagnarci nulla.

            E comunque io sono d’accordo sul dare libera scelta all’utente (e, tra l’altro, è quello che dice anche Stallman), infatti installerò Steam per Linux.

          • ken

            E’ sempre desolante vedere qualcuno fiero della propria ignoranza.
            E’ evidente che ignori in cosa consista il modello open source nello sviluppo del software, e i connessi vantaggi, in primo luogo per gli sviluppatori.
            Io da qualche anno mi ci guadagno da vivere onestamente, e non certo con i banner pubblicitari.
            Certo, su larga scala le prospettive sono diverse, e ci sarebbe da discutere sulle condizioni che renderebbero attuabili nuove forme di business basate sulla collaborazione anziche’ sulla concorrenza spietata.
            Ma visto che tu ti limiti a sbandierare il banalissimo concetto di “copiare”, non perdero’ certo il mio tempo a spiegarti quello che non conosci. Studia.

          • DeeoK

            E altresì bellissimo vedere persone che vivono in mondi a parte e che sembrano voler non comprendere cosa sia e come funzioni il mercato.

            So bene che si può guadagnare con l’open source anche senza pubblicità (che, tra l’altro, lo ritengo anche il peggior modo per guadagnare), era solo un esempio.
            Quello che sembri non sapere è che alcune cose non consentono di generare profitti necessari a finanziare la ricerca se si usa un modello open source.

          • ken

            Ah dimenticavo: riguardo a quello che dici sulla Germania, qui c’e’ un po’ di approfondimento:
            http://www.linuxjournal.com/content/german-open-source-experiment-things-not-going-plan
            E gli sviluppi successivi sono qui:
            http://www.pianetatech.it/software/sistemi-operativi/linux-al-posto-di-windows-office-monaco-open-source-risparmiare.html
            e qui:
            http://joinup.ec.europa.eu/news/german-cities-following-munichs-open-source-example
            Tralasciamo poi il fatto che sono sempre di piu’ i governi che stanno passando o sono passati all’open. Islanda e Brasile, giusto per citarne un paio. Vuoi le fonti o riesci a trovarle da solo?
            Ma si sa, citare qualcosa che sostiene le proprie teorie, fregandosene del resto, e’ uno sport molto gratificante.

      • linuxfunboy

        OpenGL is the way

    • Andrea

      molti moralisti del piffero, è proprietrio? ebbè? anche se si pagasse, i miei soldi li spendo dove meglio credo, cosa cè di immorale?

      • Xxx

         dei tuoi soldi puoi fare quello che vuoi
        e mi auguro per te che stai utilizzando un sistema microsoft con regolare licenza e che motivi di compatibilità dovrai passare ad un altra versione del sistema che ti porti ad doverti compare un pc più performante e riacquistare una nuova licenza…

        • Andrea

          qualsiasi pc che acquisti ha la licenza microsoft, che stai a di? ovvio nuovo pc, nuova licenza, dove stà il problema? ti stai arrampicando sugli specchi! LoL

          • Xxx

             i polli come te spendono più soldi comprando computer con sistema preinstallato il mio porttatile non aveva nessun sistema preinstallato del tuo ovvio non vedo nulla.
            non avendo sistema operativo l’ho pagato 100€ di meno mio caro pollo
            inoltre una persona che cracka i giochi non credo abbia tutte le licenze in regola sul suo computer
            continua a cambiarti il pc ogni volta che microsoft ne avrà voglia

      • Dfsdef

        non e’ immorale fino a quando avere il software chiuso non permette al produttore di farti cambiare la vecchia scheda video perche’ non piu’ supportata, o di non farti giocare a un vecchio gioco perche’ su sistema troppo nuovo. Mai capitato? si vede che hai fortuna coi titoli o sei nabbo…

  • Rob

    Stallman parla a livello tecnico, e non usa la parola immorale (in effetti a lui della morale frega poco): “Nonfree game programs (like other nonfree programs) are unethical because they deny freedom to their users. (Game art is a different issue, because it isn’t software.) If you want freedom, one requisite for it is not having nonfree programs on your computer. That much is clear.”
    Fa una distinzione opportuna tra il programma per il gioco e il gioco stesso (Game art). In effetti nei giochi il motore grafico è un programma mentre tutto il concept del gioco è una serie di sovrastrutture (script, textures, intelligenza degli avversari, fisica, ecc.). Non mi pare che in questo caso Stallman abbia sparato ca**ate.

    • Andrea

       not for me!

  • cavolfiore

    Stallman ha ragione da vendere, il punto è sempre quello di non permettere che software privati influenzino GNU/Linux, ma sono uno dei primi ad essere contento che Valve, forse la Blizzard ed altre compagnie prendano in seria considerazione GNU/Linux, il rischio è che le varie distribuzioni o di nuove possano creare nuove apple che rubano software per venderle ai polli a caro prezzo e con le dovute restrizioni.

    Ma finché i videogiochi si installano i userspace e che non si mettano a litigare su quale parte del filesystem far finir i giochi, /usr/games/Steam/ecc.. non si corrono rischi.

    Ma anche per rispondere a @linuxfunboy la verità nonostante le tue mezze conclusioni paranoiche pur quanto condivisibili, è che la Valve teme soltanto gli store online microsoft che verranno aggiunti in metro, e forse hanno anche capito le funzionalità uniche ed espansive che un desktop GNU/Linux può dare a differenza del desktop statico di windows.

    • cavolfiore

      Aggiungo anche, che l’altro motivo per cui Valve spinge verso GNU/Linux, è per il semplice fatto che è un os pronto, funzionale, veloce, sicuro e headless (che permetterà loro di organizzarsi una loro interfaccia), gratuito, e provvisto di opengl, quindi probabilmente tra il 2013 e il 2014 vedremo dei bei dispositivi arm targati Valve con la loro interfaccia simil android per entrare nel mercato console, kernel ottimizzato, driver proprietari nvidia ottimizzati per questi device.

  • Andrea

    per rispondere a chi scrive che windows = crack e pirateria, i giochi che ho craccato sono titoli usciti molti anni fà e non più in commercio, e per alcuni non spenderei un centesimo, quindi il mio danno da pirateria equivale a zero euro! il resto sono tutti acquistati con tanto di cofanetto da aggiungere alla mia collezione, e sono molti di più, nessuno mi ha costretto a prenderli quindi questa mancata libertà io non la vedo da nessuna parte, stallman parla a vanvera solo per essere al centro dell’attenzione, poverino!

    • Xxx

      domani ti vengo a scassinare la tua automobile tanto è fuori produzione quindi il mio danno equivale a zero euro e non sono un delinquente, la vengo a scassinare perchè non ci spenderei un centesimo a comprala usata

      finchè esiste gente che la pensa e si comporta come te Stallman avrà sempre più ragione

  • nowardev

    stallman non dice sempre la verita
    non è un sacerdote
    non è un guru
    è una persona e in quanto tale fa errori.
    in questo caso ha detto una cazzata.

     Non è che arriva lui e stabilisce che questo è immorale e quell altro  no e dove è la libertà di usare un software proprietario ?

    un sistema libero secondo me per essere competitivo deve permettere a sistemi proprietari di funzionare , che poi se ne debba occupare no quello no , ma che permetta di essere installato e di funzionare come gia avviene beh va benissimo cosi .

    i giochi vanno benissimo su linux , se uno li vuole li paga ma usa un sistema free. che male c’è? con l’estremismo non si va da nessuna parte.

    • Xxx

       spero che dentro un gioco ci trovi un virus che ti cancelli tutto poi forse riuscirai a capire che il male c’è

      • nowardev

        ti faccio un esempio piu chiaro.

        “tutto è vero”  allora se è tutto vero è vera anche la frase  questo è falso.

        Open source è libertà ma se tutto  DEVE essere open source dove è la libertà  di rilasciare closed ?? allora anche linux è closed.

        per essere veramente libero un sistema deve anche ammettere anche software proprietario , solo così non si riduce a un sistema chiuso.

        ti faccio notare che è gia così , per esempio si puo far girare nero per linux… altre porcherie wine per esempio….

        e poi i sotware si possono mettere in jail e vedere che fanno …

        dal canto mio uso solo linux , e ogni tanto faccio due tiri a urban terror… ma per il resto ….

        e poi diciamo la verità pensi che in chrome , open source browser non ci siano robe che tracciano ?

         hehehehe io stesso per esempio potrei rilasciare uno script con su scritto ffmpeg-servicemenu e debellare tutto  linux in pochi secondi…questo perche godo di una certa fiducia da parte degli utenti …

        il fatto è che ogni rapporto umano si basa sulla fiducia…e dietro un pc c’è una persona… quindi il vero virus per linux rimane sempre e cmq l utente..

        • Xxx

           ti premetto
          non ho mai giocato a nessun gioco
          sono favorevole hai giochi purchè open source

          non uso wine ne tanto meno nero visto che esiste l’ottimo k3b o la linea di comando e nemmeno chrome

          sulla base di ciò che mi hai scritto:
          tu non sei un uomo libero perchè non sei mai stato in galera
          oppure
          non puoi dirti un uomo vivo finchè non hai provato la morte
          non sempre l’esempio con il paradosso regge

          “il fatto è che ogni rapporto umano si basa sulla fiducia…e dietro un
          pc c’è una persona… quindi il vero virus per linux rimane sempre e cmq
          l utente”
          quello che hai scritto è giusto ma esiste un ottimo antivirus naturale per l’utente cioè la consapevolezza che non è certo data dal clicca e installa

          • nowardev

            a parte che i tuoi paradossi non hanno senso … riguardano una persona e quindi non hanno proprio senso.

            i miei riguardano un ragionamento , non puoi dire di avere un sistema libero se VIETI qualche cosa.

            se tu neghi la possibilità di fare quello che uno vuole dentro un sistema libero allora neghi il concetto stesso di liberta del sistema.

            libero vuol dire che ci fai quello che vuoi, anche le cose non etiche..

          • Xxx

            come si dice in giro
            hai poche idee e molto confuse

            libero non significa che ci fai quello che vuoi
            libero significa che lo puoi modificare, ma che comunque devi rilasciare la possibilità alle persone di poterlo modificare a loro volta
            se noi iniziamo ad inzeppare, per esempio, il kernel di driver che per il 99% non sono opensource, questo non significa che noi abbiamo un sistema libero e che abbiamo agito eticamente in modo sbagliato

            significa solo essere idioti se lo capisci bene
            sennò lo capirai in seguito

          • nowardev

            tratto da wikipedia :

            Per libertà s’intende genericamente la condizione per cui un individuo può decidere di pensare, esprimersi ed agire senza costrizioni, usando la volontà di ideare e mettere in atto un’azione, ricorrendo ad una libera scelta dei fini e degli strumenti che ritiene utili a metterla in atto.

            un sistema è libero quando mi consente di fare cio che voglio anche far girare roba proprietaria.

            altrimenti non è libero e se non capisci questo vuol dire che non capisci il principio di non contraddizione.

            ecco allora che si parla di licenze e appunto di licenza gpl .

            l open source rilasciato in gpl non è libero poiché deve tutelare se stesso OBBLIGA l utente a certe cose , NEL PROGRAMMARE , ma non NELL USARE.

            QUINDI IL SISTEMA È LIBERO PER QUANTO RIGUARDA L USO
            MA NON È LIBERO PER QUANTO RIGUARDA LA PROGRAMMAZIONE E IL COPYRIGHT.

            infatti se tu non fossi libero di usare un sistema proprietario all interno di un sistema libero come linux allora questo vorrebbe dire che facendolo potresti cadere in un reato dovuto a un qualche termine della licenza gpl… e infatti stallman ha parlato di etica :

            ETICA

            è un ramo della filosofia che studia i fondamenti oggettivi e razionali che permettono di assegnare ai comportamenti umani uno status deontologico ovvero distinguerli in buoni, giusti, o moralmente leciti, rispetto ai comportamenti ritenuti cattivi o moralmente inappropriati.

            Per esempio farsi una canna è eticamente scorretto e cattivo , ma nessuno ti vieta di farla in casa tua anche in italia perché sei LIBERO di coltivarti la tua bella piantina per usi terapeutici a mo di tranquillante che magari ne avresti bisogno 🙂 invece di andare in giro a dire idiota alla gente ….

            se tu vuoi usare un sisteam non libero devi usare qualcosa d’altro e quindi la figura dell idiota non sono mica io a farla hehhhe

          • Xxx

             vedo che sei sempre più confuso

            wikipedia non dice sempre la verita
            non è un sacerdote
            non è un guru

            inoltre se tu ti permetti di dare del cazzaro a Stallman perchè io non posso dare degli idioti a chi si installa giochi a codice chiuso

            “un sistema è libero quando mi consente di fare cio che voglio anche far girare roba proprietaria.”

            questo secondo te e solo secondo te se lo capisci bene senno smetti di fumarti il cervello e lo capirai

            il kernel cioè Linux dal suo canto già contiene programmi proprietari e dal mio punto di vista non è cosa buona

            se per te la GPL è troppo restrittiva creati una nuova licenza che ti permetta di fare tutto e il contrario di tutto e comunque già il fatto che qualcosa venga rilasciato sotto licenza secondo il concetto di contraddizione non sarebbe libero

            facciamo il caso che far girare un altro sistema sotto GNU/Linux fosse reato allora mi diresti che GNU/Linux non è un sistema libero perchè non ti permette di far girare quello che vuoi?

            visto che mi dai un consiglio
            adesso mi permetto di dartene uno io smetti di farti le canne e goditi la vita in maniera differente

          • nowardev

            hahahah Vedi tu confondi  confondi persona con ragionamentoopinione.

            e te lo dimostro:

            vedi idiota è offensivo della persona  e rischi pure una querela , tanto si puo sempre risaliere all ip , io stesso ne ho fatta una una volta e mi è andata bene nel senso che ho preso pure soldi.

            quando affermo che dice una cazzata non dico che è un cazzone dico che ha detto una cazzata  e quindi non è offensivo della persona… magari lo capisci … 

            mi spiace ma parli un altra lingua.

            usa il vocabolario garzanti o quello che hai , lo leggi impari e vedrai che wikipeida e tutti i vocabolari indicano come libertà la medesima o equivalente definizione, il concetto puo estendersi a sistema nella medesima maniera.. e infatti è cosi anche adesso!

             quindi si arriva alla deduzione che

            1 non sai cosa significa libertà e la confondi con etica.

            2 non conosci il principio di non contraddizione

            la persona confusa e offensiva sei te neh!

            infatti non hai capito che la licenza gpl è per la programmazione NON PER L USO , infatti  essa afferma :

            This program is free software: you can redistribute it and/or modify
            it under the terms of the GNU General Public License as published by
            the Free Software Foundation, either version 3 of the License, or
            (at your option) any later version.

            This program is distributed in the hope that it will be useful,
            but WITHOUT ANY WARRANTY; without even the implied warranty of
            MERCHANTABILITY or FITNESS FOR A PARTICULAR PURPOSE. See the
            GNU General Public License for more details.

            gpl va benissimo cosi come è perché non vieta l ‘uso del software ma vieta il rilascio del codice sorgente secondo un altra licenza.

            e poi vedi … io non mi faccio canne ,  questo lo scrivo perche non mi conosci e trae deduzioni da ipotesi sbagliate e ti contraddici da solo mi sa che quello che si fuma il cervello non sono io 🙂

            prendi il vocabolario cerca libertà e etica. poi ne riparliamo hahahahah

          • Xxx

             vedi idiota è offensivo della persona

            1 errore
            DAL DIZIONARIO
            idiota: chi non ha adeguate capacità intellettive

              e rischi pure una querela , tanto
            si puo sempre risaliere all ip

            2 errore
            non sempre si può risalire all’ip
            e avere l’ip non significa nulla

             io stesso ne ho fatta una una volta e
            mi è andata bene nel senso che ho preso pure soldi.

            non mi sembra che hai fatto una gran cosa
            o una cosa di cui vantarti se ti servono soldi basta dirlo

            quando affermo che dice una cazzata…

            3 errore
            chi è che dice la cazzate ?
            il cazzaro
            adesso sempre da un tuo vocabolario ti scrivo cosa significa il termine:
            dal greco Katsàros (uomo libero), nella città di Roma ha assunto un uso
            dispregiativo per l’assonanza con altre terminologie in uso a Roma: cazzo, nel senso di cosa insignificante o fatta male, con il suffisso romanesco -aro, che indica l’agente

            magari
            lo capisci …

            Per esempio farsi una canna è eticamente scorretto e cattivo , ma
            nessuno ti vieta di farla in casa tua…

            incentivare l’uso della cannabis per anche per scopi terapeutici è un  cattivissimo esempio da non dare.
            il principio attivo della cannabis per chi passa un periodo di depressione o per una predisposizione genetica può portare all’aumento del rischio di schizofrenia e psicosi varie anche a tentativi di suicidio
            informati

            Secondo Richard Stallman e la Free Software Foundation da lui fondata, un software si può definire libero solo se garantisce quattro “libertà fondamentali”[2]:

            Libertà 0
            Libertà di eseguire il programma per qualsiasi scopo.

            Libertà 1
            Libertà di studiare il programma e modificarlo[3].

            Libertà 2
            Libertà di ridistribuire copie del programma in modo da aiutare il prossimo.

            Libertà 3
            Libertà di migliorare il programma e di distribuirne pubblicamente i
            miglioramenti, in modo tale che tutta la comunità ne tragga beneficio[3].

            Un programma è software libero se l’utente ha tutte queste libertà.
            In particolare, se è libero di ridistribuire copie, con o senza
            modifiche, gratis o addebitando delle spese di distribuzione a chiunque
            ed ovunque. Essere liberi di fare queste cose significa (tra l’altro)
            che non bisogna chiedere o pagare nessun permesso.

            con questo chiudo

          • nowardev

            idiota: chi non ha adeguate capacità intellettive

            benissimo prova a dirlo a avvocato 🙂 vediamo se con la querela riesci a venirne fuori.

            non sempre si riesce a risalire all’ip?
            ehhehehe tu sporgi querela alla polizia dopo di che la polizia fa un indagine e il sito dove sei registrato o il sito che ti ha fatto commentare registra i dati di registrazione e l indirizzo ip , ad esempio questo sito richiede la mail per poter accedere , magari potrebbe pure essere falsa , ma devi accedere alla mail per poter scrivere da questo si puo chiedere al provider di posta elettronica quali indiizzi ip hanno accesso alla maill etc etc

            se vuoi ti spedisco anche la mail che mi ha mandato la polizia postale in occassione delle querela … , per esempio su youtube si puo hehehehe ovviamente se sei un hacker direi che potresti anche nasconderti ma la cosa non funziona sempre eheehhehe..

            per quanto riguarda la cannabis , ebbene ci sono degli studi che affermano il contrariodi cui non sono in grado di darti il link ora , ma al di la di questo ….

            ti faccio notare che ogni principio attivo ha effetti collaterali ANCHE GRAVI

            per esempio l aspirina effervescente puo causare MORTE ,informati Sindrome_di_Reye

            quando uno ha la varicella specialmente nei neonati (Si manifesta con nausea, vomito incontrollabile e sintomi neurologici come perdita della memoria, disorientamento e torpore; inoltre è caratterizzata da disturbi epatici talmente gravi da portare a uno stato di coma fino alla morte.) , quindi si puo dire che ogni sostanza farmacologica ha dei rischi ciò però non ne vieta l utilizzo.

            per quanto riguarda la tua citazione dell software libero :,

            LIBERTA DI ESEGUIRE IL SOFTWARE PER QUALSIASI SCOPO

            ti sei dato la zappa sul piede un altra volta……

            qualsiasi scopo : ogni scopo => anche far girare software proprietario sopra il software libero HAHAHAHAHAH altrimenti non sarebbe software libero hahahahaha

            SI, HAI QUALCHE PROBLEMA CON LA LOGICA.

            studia leggi non so che dirti ti autocontraddici da solo hahahahah

            hai qualche problema si è evidente e confermato dalla citazione.

            vogliamo parlare del cazzaro , allora non andare fuori tema io ho detto che hadetto una cazzata.

            non ho detto che è un cazzaro hehehe mica sono cosi pirla da dire queste cose

            🙂 quindi anche qui mi spiace ma continui a confonderti heheheh e sottilmente vuoi rigirare la frittata mi spiace ma con me non la spunti.

  • Richard Stallman

    Io non ci guadagno nulla, abbiate pazienza

  • ChicoMD

    Stallman, ti capiamo, ma in questo modo non vedremo mai un PES (e simili) nativi su Linux. Pazienza se non sono opensource, è un bene che sempre più giochi sbarchino su linux.

    Supporto per VALVE.

  • magnet magneto

    Immorale è spendere 40 MILIONI DI EURO per licenze microsoft da parte dello stato italiano quando se ne potrebbe fare benissimo a meno usando l’open source.Per il resto se mi concedo 40 euro di gioco sulla mia piattaforma preferita..fatemi avere i miei vizzietti!

  • Secondo me si vuole fare troppe cose tutte insieme e si finisce per non farne nessuna buona…

    Bisognerebbe investire i fondi che si hanno per sviluppare driver che funzionano a dovere sulla maggior parte dei pc…quanti di noi hanno problemi ad esempio con la doppia scheda video? Sono stato costretto a disattivare la mia ati a favore dell’ intel altrimenti avevo temperature e prestazioni decisamente inferiori.
    Sono pro al fatto di esportare giochi per linux poichè il punto è sempre il solito, è l’utente che fa la differenza. Se solo si avesse un’ “educazione” migliore tanti antivirus, ad esempio,  non avrebbero mercato.
    Ho frequentato un istituto tecnico e ora studio informatica all’università e devo dire che è tutto uno SCHIFO! Manca la base, ovvero chi ti dice: Ragazzi i sistemi operativi sono questi, questi e questi. Impariamo ad usarli a capire il funzionamento eppoi sarete voi a decidere quale usare, o perchè vi sentite più a vostro agio o per aspetti professionali.
    Si fa tanta di quella teoria che si finisce per fare tutto fumo e niente arrosto. 
    I computer sono il futuro e non sono presi sul serio come dovrebbe essere fatto. A me non interessa che ci sono insegnanti che sono anziani e così via, o imparano o si danno ad altro, poichè fregandosene loro, saranno seguiti allo stesso modo dai propri alunni…vabbè scusate se ho dilungato ma volevo condividere con voi questo pensiero.Grazie al team di lffl che fa in ogni modo informazione, buona o cattiva che essa sia.

  • Ocelot

    Io penso che Stallman dovrebbe lasciare liberi gli utenti di usare anche programmi non free sul suo sistema libero. Se non vuole allora non credo che possa definirlo libero…

  • magnet magneto

    Una cosa è certa: la mattina si pettina con i mortaretti.

  • Luka Giga

    Non è il primo software proprietario che viene reso disponibile su sistemi Open Source…

    Mi chiedo se Richard Stallman davvero si batta per la libertà degli utenti, o per mantenere la sua immagine.

    Combattendo un software che non viene imposto ma solo proposto, si riduce la
    libertà dell’utente e la libertà dello sviluppatore, la libertà ne esce doppiamente danneggiata, non migliorata.

    Sta portando le cose ad un livello di estremismo stupido.

  • Lorenzo

    Costringere una persona ad usare software libero è essa stessa una limitazione delle libertà.
    Tutti hanno il diritto di essere accontentati; se sei un purista ti scegli una distro che non ammette software proprietario e non rompi le balle agli altri, così siam tutti contenti.
    Vero Stallman?

    • se la pensi cosi megli che usi windows craccato
      ha meno rogne di linux nei driver se usi win 7 è anche più veloce di ubuntu i programmi sono gli stessi in più hai gli amati software e
      giochi proprietari rigorosamente crackmegaedition
      quindi che usi linux a fare? i cubi con compiz?

No more articles