Nei mesi scorsi abbiamo visto come l’interesse da parte degli utenti verso Linux Mint abbia fatto fatto si che la Distribuzione di Clement Lefebvre entrasse al primo posto della classifica di Distrowatch.
La notizia ha scatenato molte discussioni, il problema difatti è che non è possibile stimare statistiche sui download quindi si punta alla visualizzazione sugli interessi degli utenti, dagli utenti inscritti nelle varie comunity agli iscritti sulle pagine Facebook ecc.
Ubuntu sicuramente è la più conosciuta e forse utilizzata distribuzione Linux ma in questi ultimi mesi causa sopratutto i vari cambiamenti effettuati al proprio ambiente desktop ha fatto si che l’utente abbia cercato un’alternativa.
Oggi ho provato a vedere quanti utenti cercano informazioni su Ubuntu attraverso il motore di ricerca Google, grazie al servizio Google Insights difatti possiamo vedere quant’è l’interessa degli utenti verso Ubuntu e di confrontarlo con gli anni passati ossia dal 2004 ad oggi.
Difatti se un’utente vuole cercare informazioni su Ubuntu o altra Distribuzione Linux la prima cosa che fa è quella di effettuare una ricerca su Google.

Come possiamo vedere dal grafico sotto il punto massimo d’interesse verso Ubuntu nelle ricerche su Google è stato nell’ottobre 2007 data del rilascio di Ubuntu 8.04 Hardy (a detta di molti e di chi scrive la migliore versioni di Ubuntu) da li ci sono stati degli alti e bassi (logicamente al momento del rilascio l’attenzione sale e con esse le ricerche su Google) fino ad arrivare ad aprile 2011 data del rilascio di Ubuntu 11.04 Natty con Unity di default, da allora come possiamo notare l’interesse degli utenti è calato e non poco.

Andiamo a vedere gli interessi per Linux Mint e come potete l’aumento è abbastanza costante (tranne i soliti picchi al momento dei rilasci).

Da segnalare purtroppo il calo vertiginoso di Fedora dal rilascio di Ubuntu l’interesse verso Fedora è in continuo calo.

Questo non vuol dire che Ubuntu è e sicuramente rimarrà la più conosciuta e utilizzata Distribuzione Linux ma che sicuramente qualcosa dal rilascio di Unity non è andato, vedremo comunque con il rilascio della tanto attesa Ubuntu 12.04 Precise la distribuzione di Canonical ritornerà a riavere i sui primati oppure il calo d’interesse verso di essa rimarrà.
  • Pagliaccio

    ho provato fedora16 ma non mi ha entusiasmato, poco supporto nei forum, gli aggiornamenti kernel l’hanno reso inutilizzabile. virtualbox non fungeva, gnome exstension neanche, un gestore pacchetti più lento di ubuntu software center. spero che nella versione 17 cambi tutto questo.

  • Desk

    Penso che la 12.04, non sarà la panacea di tutti i mali di Canonical o la risposta definitiva, ma che piuttosto sia una sorta di “punto zero” dove tutto ripartirà.

    – Unity più maturo,
    – Coerenza generale (applicazioni più definite e concertanti fra loro)
    – Obiettivo comune degli sviluppatori
    – Definizione di standard interni (alla ditribuzione intendo)

    Insomma, qualcosa al di fuori della massa, al di fuori dell’anonimato delle altre distro.

    Per cui, ripeto, non aspettiamoci grossi miracoli da questa release, ma piuttosto prendiamola come trampolino di lancio.

    Il tutto ovviamente IMHO.

    Ciao.

  • Luigi

    fedora non mi è mai piaciuta. di distro ne ho provate tante ma fedora è quella che più mi ha colpito in negativo

  • P.M.

    Detto francamente, Ubuntu dopo la 8.04 non ha portato assolutamente nulla di nuovo al mondo Linux. Unity sarebbe quindi il vanto di Ubuntu? Se ne può fare a meno credo… Pensino piuttosto a migliorare i driver video, invece di focalizzarsi nel produrre mondezza a palate. Mi sento molto fortunato che la mia Debian+TWM sia fuori da questi ragionamenti. Sembra di essere tornati ai tempi di Compiz e dei cubi rotanti. A cosa servivano? Avevano una funzione pratica? Non per me. Tutto quello che faccio con TWM in un singolo click del mouse, In ambiente Ubuntu/Unity mi richiede uno sforzo 5/8 volte maggiore e un incremento dell’uso della memoria fino a 10 volte superiore. Dove sarebbero quindi i vantaggi? Forse Ubuntu dovrebbe ripensare al concetto da cui sono partiti, senza stare li a scimmiottare le menate (…) di Windows e Mac come invece stanno facendo da un po di tempo a questa parte.

    • Simon Zorzetto

      Sono pienamente daccordo infatti io ora sono costretto ad usare win 7 dopo anni di Gnu/Linux, e non sono l’ unico, pure mio fratello, amici, la mia ragazza e suo padre non voglio più sentir parlare di Linux per via di tutte le menate grafiche e cambianenti senza senso, ma queste sono piccole cose in confronto ai problemi hardware; a proposito se qualcuno sà come far funzionare una qualsiasi distro su dei computer con schede grafiche ati hd 5450 e intel 855gm (che con ubuntu 8.04 funzionava benissimo poi non so cosa hanno fatto) mi faccia un fischio, ho perso il conto ormai di pc che con Linux non funzionano…o prima funzionavano e ora non più!! mah…ormai stabilità software e hardware che erano i punti di forza di Linux non si possono più definire tali, almeno non come una volta, la coerenza poi non sanno più cos’ è ogni 5 minuti un cambio di idee e di software, sono molto deluso da come stanno andando le cose nel panorama open source o meglio delle distro, perchè i programmi almeno per l’ utilizzo che ne faccio sono eccezionali vedi LibreOffice…Scusate lo sfogo…

      • Mariorossi

         La hd5450 funziona benissimo con qualsiasi ubuntu semplicemente installando i driver FGLRX, questo detto per esperienza diretta. I driver ATI sono rognosi solo perchè vogliono il kernel originale della distro e mal tollerano avanzamenti di versione, ma ripeto che è un problema ATI.  Se con la versione 8.04 tutto funzionava, perchè non sei rimasto con quella o con la stabilissima 10.04?

        • Simon Zorzetto

          Beh allora un’ attimo che mi spiego meglio, la intel 855gm è la scheda che funzionava con ubuntu 8.04 mai nessun problema poi linux (varie distribuzioni) causa aggiornamenti vari della stessa non è più andata come prima ora quel computer hp dv1250ea (e se fai una ricerca in internet o sul forum di ubuntu noterai anche le incazzature degli utenti e anche dei blog) mi sta abbandonando così ho comprato un pc usato desktop ed ho acquistato la suddetta scheda video ati hd 5450 1 gb ddr3 pce perchè per il pc è perfetta (è un muletto come si dice in gergo) perchè posso guardarmi i film anche in mkv tranquillamente, io uso ormai da tempo le versioni 64 bit, ti garantisco che fino ad ora seguendo varie guide (e se vuoi te le posto) non c’ è stato verso di farla funzionare, nemmeno con chakra e sabayon che integrano già i driver proprietari funzionano se hai qualche suggerimento ti ascolto, per il kernel di solito uso quello della distro.

        • Antonio G. Perrotti

          io ho dovuto mollare l’ottima lucid per la qualità audio. anche aggiornando alsa e pulseaudio all’ultima versione (possibile da ppa), col 2.6.32 il suono fa pena, pernacchie sui bassi, immagine stereo da scatoletta, un gracchio. ho provato ad aggiornare anche il kernel, ma alsa va in crash dopo un paio di giorni, inesorabilmente. ho fatto decine di tentativi con lo stesso risultato. ora me la sto cavando con lubuntu 11.10, ho installato il preistorico xcompmr per avere un pochino di compositing e aspetto le varie 12.04 per provarle. io il pc lo uso all’80% per musica e video, quindi non posso sorvolare su questo problema.

      • P.M.

        Non sono assolutamente d’accordo sul fatto che GNU/Linux dia problemi. Il problema è sempre di chi sta dall’altra parte della scrivania, non del sistema. Personalmente riesco a fare tutto e meglio con Debian 6 (dalla grafica 3D alle produzioni audio video) su un pc molto vecchio con appena 512 MB di ram e una ati radeon 9250 con pieno supporto all’accellerazione 3D hardware, senza dover ricorrere a WIn o Mac (mai usati peraltro, incredibile vero?). In nove anni che lo uso se vi sono stati problemi, ho notato con piacere che sono anche stati risolti dagli sviluppatori; che ricordiamoci sempre, non sono pagati da nessuno per fare quello che fanno nella maggior parte dei casi. E ripeto fino allo sfinimento: Linux non è Ubuntu! La scelta è vasta. Inutile fossilizzarsi su una sola distro, che sta procedendo male, per poi dire linux non funziona. Basta guardarsi intorno, perchè di alternative ce ne sono parecchie… Da Debian ad Arch a Gentoo, tutte ottime distro…

        • Simon Zorzetto

          Si tutte ottime percarità allora Ubuntu è quello che è e lasciamo stare, fedora 17 uscirà con il file system btfrs (che non è pronto e auguri a chi lo installerà) mandriva forse chiude o forse ce la fà, ma del resto c’è mageia ora, sabayon è la mia preferita peccato che essendo rolling e come tutte le distro di questo tipo se mi faccio una vacanza più lunga del previsto mi trovo aggiornamenti a non finire e se non funziona qualcosa vai a scoprire qual’ è…anch’ io ho utilizzato linux per anni, 8 per l’ esatezza…e sono pronto a tornarci di corsa, ma con queste politiche discutibili su chi aggiorna all’ ultimo DE o pacchetto INSTABILE o non pronto del tutto per fare notizia o test sulla pelle degli utenti e basta se permetti ho qualche problema a conviverci, io invece credo che le critiche debbano essere fatte e a volte anche cercare di capirne le motivazioni, perchè non è vero che è sempre colpa degli utenti! Vogliamo parlare ad esempio dei problemi della scheda video i855gm che fino alla 8.04 andavano e poi BUM un casino totale?! è colpa degli utenti se rilasciano driver non funzionanti o bisogna allora non aggiornare più il sistema per essere tranquilli di non avere più schermi neri all’ avvio???Anch’ io ripeto fino allo sfinimento che IL PROBLEMA NON è LINUX MA LA POLITICA CHE ADDOTTANO LE DISTRO CHE NON Và!Il fatto che tu riesca ad usare tranquillamente il tuo pc con debian e 512 mb di ram con effetti non vuol dire assolutamente niente…lo ribadisco sto criticando la politica non l’ OS…

          • Sortilex

             Io ad esempio da quando utilizzo Linux con 512 M di ram.
            faccio grafica che è una bellezza, uso openshot per il videoediting che è una meraviglia, Con Windows con il suo MoviMkare o altri programmi me lo posso solo sognare!

          • Turandel

             Si vede proprio che di LInux non capisci una mazza!
            sei molto abituato con il tuo WInZozz!

          • Simon Zorzetto

            Ah si e da cosa si vedrebbe…turandel io metto nome e cognome e non temo di argomentare quello che scrivo…non stravolgo i nomi di altri sistemi operativi tralaltro vietato anche su alcuni forum ubuntu compreso!! Ho usato linux per 8 anni e probabilmente ricompilavo kernel ancora prima che tu sapessi cos’ era GnuLinux. Ah i fanboy li trovi dappertutto a quanto pare guai ad usare altri os o sei fuori….che pena….

          • P.M.

            Mai detto che uso Debian con 512 mb di ram con gli effetti, ma ho precisato bensì: “pieno supporto all’accellerazione 3D hardware” che mi serve per lavorare con Blender. Per inciso non uso menate tipo Gnome Shell o Unity “vade retro satana”, ma l’unico vero DE che ho sempre conosciuto e usato, ossia TWM! Quando poi uso Gnome 2 non ho nessun problema di grafica, font, etc. nonostante la mia scheda grafica sia ormai definita “legacy hardware”. Quindi per me il problema è sempre di chi usa il sistema, e non del sistema in se o delle politiche delle varie distro. Accusare di incompetenza chi lavora per noi -gratis-, mi sembra anche piuttosto offensivo tra l’altro. Ed è un chiaro segno che mostra al prossimo quanto si è incompetenti nel gestire il proprio hardware. L’unica volta che ho avuto una schermata nera in nove anni è stata quell’unica volta che mi sono dimenticato di montare la scheda video, dopo non ho mai più avuto problemi 😀

        • Antonio G. Perrotti

          debian l’ho provata diverse volte, se accetti una piccola sfida ti elenco i ( pochi ma per me buoni ) problemi che ho avuto, con un packardbell, pentium dual core e nvidia: 1- la scheda nvidia senza i driver proprietari mi fa “l’effetto monoscopio/caleidoscopio” all’avvio, installare i suddetti driver mi ha fatto diventare scemo più di quanto già sono, a volte senza nessun risultato. 2- i fonts sembrano scritti con la biro, e non ho trovato rimedi in nottate appresso a google. iceweasel sarà anche uguale a firefox come dicono, ma i problemi coi fonts peggiorano ulteriormente, certi siti li vedevo tipo disegni dei bambini sul muro dell’asilo. magari mi risponderai da “purista” (già successo con altri) che se ho di queste “menate estetiche” dovrei tornare a windows. ma com’è che con ubuntu il tutto è ben lontano dalla perfezione, ma almeno “si può guardare”? sarò un fanatico, ma quando la grafica  è non mediocre, ma brutta proprio, mi passa la voglia di usare il pc. mai detto che linux non funziona, però se devo passare più tempo a editare files di configurazione e a sfinirmi su google (a quando una “strage di bimbiminkia che mettono gli smiles sui forum”?) che a guardare video su youtube o altre cose da normale utente, mi tengo ubuntu. sempre meglio di un seven con aids ed epatite al primo sito “strano” che visito 😀 c’è ancora gente che la mena con la “filosofia”, ma se gnash non funziona, meno male che flash c’è…

          • Ubuntuliveone

             quoto.
            Se posso aggiungere qualcosa…Debian lavora esclusivamente per la stabilità delle applicazioni ma per il resto Debian ti abbandona.
            L’esperienza l’ho fatta con la Mint-Debian tutto bene sino a che quando ho dovuto mettere mano a una banalissima stampante (una laser bianco-nero HP -vecchiotta) debian mi panta in asso! installare foomatic ecc e altre menate, e alla fine non funziona per niente.
            Con Ubuntu le stampanti le riconosce a volo ..

          • Fabio

            1) Mi pare strano che le schede nvidia diano problemi, è 7 anni che uso l’accoppiata debian/nvidia e non ho mai avuto problemi (su debian stabile) neppure per quanto riguarda la configurazione.
            2) Su KDE non vedo grossi problemi di font.
            3) X quanto riguarda Iceweasel, è la prima cosa che rimuovo sostituendolo con il Firefox usando il tarball di Mozilla Italia, così ho anche gli aggiornamenti automatici in tempo reale.

            X ultimo un consiglio: se ti può andar bene KDE prova SimplyMepis, tra l’altro si sta riformando la comunità italiana.

            Ciao

          • Antonio G. Perrotti

            grazie, ma preferisco xfce o lxde. parlavo di debian testing (installato con netinstall e l’aiuto della guida che roberto ha pubblicato tempo fa, che per me ha funzionato bene). squeeze ti obbliga ad usare applicazioni più che vecchiotte, a meno di dichiarare guerra a sources.list. e poi, come lucid che ho dovuto mollare per lo stesso motivo, col kernel 2.6.32 la qualità audio è penosa, anche aggiornando interamente alsa e pulseaudio. su lucid aggiornare i kernel provoca mutismo totale dopo pochi giorni (forse sarà la scheda audio, ma ho fatto decine di tentativi e ci ho rinunciato), su squeeze non ho provato. comunque rimando ogni decisione all’uscita delle lts, mint ed elementary soprattutto, poi vedrò. Mepis l’ho provata live, ma kde mi dà il problema delle applicazioni gtk che si integrano come un dito in un occhio, anche col nuovo tool di cui ora non ricordo il nome.

        • quoto Linux non è solo ubuntu

      • Ribel

         Se propio l’ho vuoi saper qualche sera fa mi trovavo in laboratorio negozio per l’assistenza tecnica ai PC.
        Il cliente non si trovava il cd d’installazione della sua stampante per il sistema operativo windows XP…
        IO da quando uso  LInux posso perdere anche domani tutti i dischi driver ,gli OS Linux mi riconosce l’hardware alla perfezione! e senza fare uso ne di antivirus, antimalware, antirooket, firewall, senza deframmentatori e quei ridicoli pulitori di file registro, senza parlare di quei programmini freeware che ti infilano porcherie di ogni genere.
        IO Windows l’ho usato per più di dieci anni, e sono contento per essermi liberato da quella rogna di OS!

        • Simon Zorzetto

          E con questo cosa vorresti dire????c’è chi trova con windows c’è chi si trova col mac e c’è chi si trova con linux…sono scelte a volte anche forzate come nel mio caso! Comunque anch’ io posso perdere tutti i dischi dei driver perchè tanto fà tutto win update su win 7, gli unici che scarico sono quelli della scheda video e basta e di periferiche ne ho parecchie, io non navigo su siti porno, non sopporto facebook e non scarico materiale piratato uso firefox con Noscrip precauzioni varie e di virus non ce ne sono…semplice no?! Per quel che concerne l’ hardware è meglio lascir perdere credo che il forum di ubuntu pieno zeppo di richieste di aiuto parli da solo sai? (e non perchè non supportato ma perchè a volte anche mal gestito dal sistema) Non esiste il sistema operativo perfetto ma solo quello con cui ci si trova meglio.

          • Ribel

             ma tu sei un utente che usa linux, o vai a sbirciare nei forum dove si chiedono soluzioni e poi intrufolarti nei forum di utenti linux per venirci a dire che dopo anni e anni di linux adesso ritorni a windows!?
            Tu non vai sui siti porno? perchè i virus si prendono solo dai siti porno? be ho l’impressione che tu sei solo un trollaccio!

          • Simon Zorzetto

            Ribel è meglio che lasci stare sai…ho esposto anche qualche guida qui su questo blog, mi sà che tu di sicurezza di linux e di informatica in generale non sai proprio niente o molto poco, comunque si per tua informazione i virus si prendono anche sui siti porno (e per tua informazione anche malware su android che sempre linux è). Mi fanno veramente pena i fanboy di tutti i tipi di sistemi operativi, quelli di gnu/linux compresi visto che non si può per nessun motivo muovere delle critiche per il “solo” fatto che è gratuito e libero, se hai letto i miei commenti forse ti sarai accorto che ho specificato le motivazioni che mi hanno riportato su windows, ma anche se sto scrivendo da un sistema operativo proprietario questo non mi impedisce di leggerme e commentare sui miei blog preferiti (Roberto permettendo) lascia stare Ribel lascia stare…Le tue provocazioni anche se usi linux sono da bimbominkia e non le prendo nemmeno in considerazione.

          • nessun sistema è sicuro 
            linux ha meno rogne con virus solo perché poco conosciuto ma non per questo vuol dire che sia impenetrabile 
            android come vedi cominciano già a girare molti virus ecc ed è sempre basato su kernel linux
            per il discorso windows alcuni miei colleghi sono ritornati a windows dopo 5/6 anni di linux e sono molto soddisfatti
            io non uso windows quindi non posso giudicare ma a quanto  dicono windows 7 è molto stabile, veloce e non ha problemi ne di schermate blu o di rallentamenti con l’andar del tempo
            non posso dar giudizi dato che windows 7 più di vederlo nei pc non lo mai utilizzato (se non rimosso in tanti pc) 

          • Simon Zorzetto

            Ciao Roberto guarda io ci sono da poco su win 7 perchè ho problemi con varie distro su questo pc, volevo chiederti appunto come sia possibile che la mia scheda ati 5450 hd non funzioni nemmeno con distro come sabayon che hanno già i driver closed ho provato svariate guide per installarli ma niente, o errore di segmentazione o non trova il firmware o il server xorg non inizializza, eppure è supportata dalla ati, leggendo in internet c’è chi non ha avuto problemi e chi invece si e ti suggeriscono i driver open, che purtroppo non vanno molto bene, hai qualche suggerimento da darmi?

          • Sorentin

             per fortuna che ho un sistema BSD per la precisione PC-BSD.
            più solido e stabile di linux oltre che essere più sicuro!

          • sta piacendo a molti pc-bsd
            su alcuni test risulta molto più performante di kubu e altre distri kde
            poi la stabilità non ha paragoni

          • ipno

            beh un conto è un virus preso da un javascript che infesta i file di sistema ed un conto sono ipotetici virus/script che sono limitati all’ userspace 😉

        • Marco Baroncini

          Windows XP? Ohddai, ti prego.  

          http://windows.microsoft.com/it-IT/windows7/products/homeMi accodo a quanto detto da Simon. Linux oggi ha una marea di problemi con molteplici tipi di hardware e periferiche. Ad esempio, il mio PC (un HP Pavillion DV6) ha rogne con il wifi (perde il segnale in continuazione, mai sistemato con nessuna guida/howto/aggiornamento kernel) e scalda come un disperato (pur avendo installando i driver per la scheda grafica proprietari). Su alcune distro, inoltre, lo schermo rimane sempre estremamente scuro. Problemi assenti con tutti i kernel più vecchiotti. Aggiungici che la stampante e la chiavetta internet che posseggo mi danno più rogne su Linux (nuovi kernel, sia chiaro) che su Windows e capirai bene perché ad oggi Linux non può competere su desktop. Un vero peccato, considerata la qualità di molte applicazioni…

          • Simon Zorzetto

            E dimmi la verità la cosa non ti fà imbestialire! Quante risorse che potevano essere sfruttate meglio sul riconoscimento hardware ma sopratutto di bug NOTI, anche da Canonical ma mai sistemati perchè di “POCO CONTO” secondo loro!! Un mio amico ha un acer che non gli funziona il lettore di schedime mmc dalla 7.10 e mai sistemato perchè è un bug minore, ma stiamo scherzando???

          • 2 anni per risolvere un problema del cavolo sulle schede nvidia con il tema di default….

          • Simon Zorzetto

            Ah è stato sistemato…intendi il bug dei pannelli e del tema diciamo “stile win 98” all’ avvio?

          • no dalla 7.10 alla 9.10 con i driver nvidia dava problemi con il tema
            su mandriva il bug è durato 1 mese con ubuntu 2 anni…

        • Fiona Fashion

          Mera curiosità (Sempre che tu sappia cosa significa mera…) Ma sei italiano, o straniero? No, perché non posso credere che un italiano scriva frasi come Se propio l’ho vuoi saper… Ma ti rileggi quando scrivi almeno? O neanche te ne rendi conto?

        • i driver ci sono anche su linux
          esempio io con la mia stampante canon devo installare i proprietari altrimenti i colori sono uno skifo con quello impostati da cups Gutenprint  Foomatic 
          lo stesso vale per le schede grafiche alcune non funzionano correttamente con i driver open e devi installare i proprietari proprio come su windows
          linux è molto più sicuro di windows (se utilizzi i repo ufficiali ) 

          • Ribel

             vedi che io sto dalla parte di linux. La mia è tesimonianza della difficoltà a trovare driver per chi ha xp.

          • Simon Zorzetto

            Rimel non è una questione da che parte stare ma perchè è così difficile da capire…

        • ipno

          se fossi in te eviterei di dire, senza firewall.. iptables è li che aspetta che gli dici cosa fare, e in alternativa un bel ALL in /etc/host.deny con le eccezioni della tua lan li metterei sempre 😉

          ps. propio si scrive proprio 😉

          Comunque per rispondere in generale un po’ a tutti sembra esser tornati in dietro negli anni 90, quando gnomisti si scontravano con i kdeisti, però è anche vero che unity piaccia o non piaccia lo può usare solo chi ha esperienze decennali dietro, un neofita come un nonno, un genitore o degli utenti installa e clikka tutto di windows non possono usarlo, per un semplice motivo, lo schema mentale.. tutti noi sappiamo cosa sono gli indici e tag, che ci sono file di indice sempre in aggiornamento dove ogni file del computer è associato a delle parole, i neofiti invece si aspettano il menù diviso in categorie, e non potete fare il discorso “eh, ma si devono abituare”, il totalitarismo è sempre la strada sbagliata ma quella che sembra sempre la più efficiente, unity è un esperimento che sta costando caro a canonical quando invece di renderlo di default potevano svilupparlo facendolo usare solo all’utenza di nicchia e lasciare in pace quel 60%/70% di utenti che erano abituati a gnome2, certo mi risponderete con un bel “gnome2 è vecchio ecc..” il punto è perché evolvere subito e forzatamente qualcosa quando l’evoluzione è un processo lento che tocca milioni di individui? Prima di invadere la routine degli utenti assicurati di invaderlo con qualcosa di usabile e che mantenga sempre aspetti relativi al concetto dello schema mentale semplice degli utenti sopra descritti, mai togliere un menu e le opzioni, quando le puoi sovrapporre con un piccolo pulsante in un angolo in alto di quel magnifico dash trasparente.

          Come amministratore sarei molto restio a questi cambiamenti, e di conseguenza non potrei mai sconvolgere le loro routine lavorative rimpiazzando il loro desktop configurato ad hoc per lavoro con qualcosa di immensamente incompatibile ed inadattabile ed al momento al quanto non personalizzabile.

          Quindi o diversificano le dipendenze di gnome2 con quelle di gnome3/shell/unity per poter usare parti del nuovo sul vecchio, così man mano abituare ai cambiamenti, oppure si sceglie debian 🙂

          Comunque vi è anche un oltraggioso senso di non eticità quando nelle home page delle distribuzioni non ci sono riferimenti ne loghi di chi è l’artefice del 70% dei pacchetti.

          • finalmente uno che la pensa come me
            è uno skifo vedere nessuna dicitura i una cacchio di scritta che indichi un grazie a debian

      • domenico

        Andiamo di troll eh? O forse sei solo un incapace?

        Ma che stai addì?? Da me invece tutti usano linux, e nessuno, ma proprio nessuno, vuole più sentire nominare windows

        • Simon Zorzetto

          A romano…! e chi se ne frega… ma almeno siete capaci di argomentare sensatamente quello che scrivete o no?? Siete solo capaci di scrivere troll bimbominkia ecc o avete anche gli attributi per scrivere qualcosa di un po’ più tecnico…senti fanboy del cavolo guarda che non ho timore di provarti quello ho scritto…troll ci sarai, tutti dei geni dietro la tastiera eh? Vieni un pò sul forum di ubuntu a risolvermi il problema invece di parlare a caso GENIO!

          • domenico

             vedi che continui a trollare… Ci saranno centinaia di post su come far funzionare le schede ATI in linux, ovviamente molte sono in inglese. Che, per inciso su un pc  con ubuntu 10.04 e una hd54** , non ricordo, funzionava già tutto senza toccare assolutamente nulla…

          • Simon Zorzetto

            Ma và…non mi dire…magari ti riferisci a queste:
            http://wiki.ubuntu-it.org/Hardware/Video/Ati/Radeon

            http://www.lffl.org/2011/10/ubuntu-1110-oneiric-problemi-con-schede.html

            Senti l’ unico che continua a trollare qui sei tu! Te ne posto qunte ne vuoi di guide per le shede ati ma tu lo sai che esistono diverse tipologie di problemi che non sono neccesariamente legate solo ai driver?? Proprio ora sul forum di ubuntu mi hanno rimandato alla guida di Roberto 🙂 peccato che non funzioni perchè ci ho già provato insieme alle altre e per la cronaca non venirmi a dire come si usa il terminale o come si effettua l’ operazione. Prima si installa linux poi si aggiorna tutto, poi si installano i driver possibilmente se sono ati di scaricarli direttamente dal sito e non con il rilevemento automatico che fà ubuntu perchè creano più casini che altro, il fatto è che quando li installo lanciando aticonfig –initial -f mi crea il file .xorg ma non riconosche la scheda dandomi vari errori a seconda della distro che uso: errore di segmentazione, firmware non trovato ecc ecc. Ma se ho scritto che nemmeno sabayon e chakra funzionano in modalità live e loro hanno già i driver closed ci sarà o no un motivo o no??? E falla finita con sti troll!!!

          • mi puoi ridare il modello della scheda grafica che vediamo se troviamo una soluzione mandamela anche per email o rispondi al commento
            ciao

          • Simon Zorzetto

            Certo Roberto è una ATI Radeon HD 5450 1gb di memoria ramddr3, leggendo in internet anche guide inglesi c’è chi dice di usare gli open che purtroppo non funzionano bene gli ho tenuti per un pò però mi sfrutta si e no il 10% della scheda metto anche il link del forum di ubuntu così se altri possono darmi una maso sono ben contento http://forum.ubuntu-it.org/index.php/topic,508550.0.html

          • domenico

             http://www.x.org/wiki/radeon

            http://www.phoronix.com/scan.php?page=article&item=ati_radeonhd_5450&num=1

            http://guide.debianizzati.org/index.php/Driver_ATI_Radeon_Open

            Non usare le versioni a 64 bit, danno più problemi. Chiaro che non puoi pretendere prestazioni estreme, ma ad esempio per il compositing basta e avanza

          • Simon Zorzetto

            Si ok ma possiedo 8gb di memoria ram e dovrei installare il kernel pae, non è che mi crea problemi anch’ esso dopo? Ma dovendo installare svariate dipendenze compreso il pacchetto i32libs perchè mi creano così tanti problemi sulle 64 bit? Scrivo da ignorante sulle ati perchè è la seconda che possiedo, ho sempre avuto nvidia e intel…

          • domenico

             sinceramente non so, l’unica è provare. Certo con un’ati un po’ vai a cercartela, fossi in te la venderei per un’nvidia

          • Simon Zorzetto

            Infatti è quello che sto facendo, provando, eh solo che le ati sono fastidiose ma per 25 euro e queste caratteristiche una nvidia esiste?

      • in parte ti do anche ragione anche se è un problema del kernel quindi ubuntu / canonical non hanno colpe (se non quelle di poter cominciare a dare una mano al suo sviluppo)
        negli ultimi rilasci del kernel ho visto molti hardware prima supportati pienamente ora non esserlo più o non funzionare a dovere…

        • Simon Zorzetto

          Ti giuro che se potessi installare la 8.04.4 lo farei, ci ho provato in questi giorni e senza alcun supporto per la radeon si è installato tranquillamente anche se non con la sua risoluzione nativa! Ho trovato un ppa che mi aggiorna lo Xorg radeon ma i driver ati non ne vogliono sapere accidenti a loro…

          • Supertroller

             trollone!
            ai tempi della 8.04 se cambiavi la risoluzione dello schermo si oscurava tutto e addio!
            La vera rivoluzione è stata la 10.04.

          • Simon Zorzetto

            E con questo?? vuoi una schermata della 8.04.4 64 bit del pc che uso per farti vedere che funziona? Guarda che non temo confronti dimmi di si che le mando…Con un nomignolo come il tuo faresti meglio a startene zitto Supertroller!

          • tutte le immagini che vedi su lffl arrivano per la maggior parte da 2 pc uno con un p4 3200 con 5 hard disk con 15 distribuzioni installate 2 gb di ram ddr e una geforce 7300gt (prima avevo la 4200 e poi la 6600 sempre nvidia)
            l’altro è un amg athlon 2400 con 1gb di ram e con un’ati agp 9000 e 3 hard disk e 8 distribuzioni installate.
            con la nvidia non ho mai avuto problemi nemmeno quando avevo mandrake con ubu 8.04 funzionava da dio come ora i driver proprietari
            recentemente inoltre mi trovo meglio con i driver open che con quelli proprietati
            sul pc con amd ho ancora kubuntu 8.04 con kde 3.5 (veniva rilasciato in 2 iso una con kde 3 e una con kde 4.0) e le risoluzioni andavano meglio con kubu 8.04 dato che mi dava di default la 1280×1024 mentre dopo la 8.04 la risoluzione massima è di 1024×800
            ubuntu 8.04 supportava anche le chiavette internet alcune schede wifi invece no ma questo non dipende da ubuntu ma dal suo kernel

          • dipende dalla scheda grafica… sulle ati 9000 invece è il contrario

      • ComunityOfLinx

        Che storia triste,
        Infatti conosco amici che hanno moltissima rabbia per non poter provare Linux per via dei driver. Pazienza. Se non è possibile installare Linux bisogna accontentarsi. Rinunciare a Linux e porre fine a questi problemi.Non sempre si è fortunati.
        Per fortuna a me come a tantissimi altri è andata bene, e oggi sono contenti dell’esperienza che hanno con le varie distro.

        • Simon Zorzetto

          Rinunciare? ma che scherzi 🙂 anche ora sono sul forum di ubuntu cercando di capire cosa c’è che non và (boh forse dal bios visto che con certi kernel all’ avvio mi da errore acpi) ah! sono su quello di ubuntu perchè ho più possibilità di risposte (forse, se interessa la questione) ma se non trovo lì sono iscritto anche a quello di sabayon e altri…sono sicurissimo che si risolverà la cosa, mi è successo una cosa simile anni fà con una ati x1650 pro (driver proprietari malfunzionanti o non si installavano, quelli open peggio, ora invere gli open su questa scheda spaccano di brutto). Mettiamola così, sono in pausa riflessione su quale distro sia meglio su questo pc perchè lo ho da poco 😉 Non temo il terminale (scusa il gioco di parole) anzi lo adoro…solo che certe volte il pc serve, e sul serio, e se non vanno certi componenti non si può tenerlo come soprammobile solo per questioni etiche diciamo…Sento parlare benisssimo di Arch, io ho usato per diversi mesi anche chakra e mi sono trovato benissino Arch è l ‘unica che manca all’ appello, proverò anche quella ma data la sua struttura di installazione che richiede mooolto tempo in fase di configurazione preferisco vedere di risolvere questo fastidioso problema prima…

          • ComunityOfLinx

            lo sapevi che alle volte i driver open sono migliori di quelli proprietari? (Alle volte! però). A me e successo più volte con la scheda audio che a differenza di quelli dati da microsoft, questi ultimi facevano pena!
            Il mondo di Linux è fatto così ti da soddisfazioni infinite e qualche volta ti fa penare.
            Un OS Win può vivere anche dieci anni (XP), ma invecchia per via delle stratificazioni (le sue patch) che si accumulano ne corso degli anni. Si tratta di un OS microkernel ibrido, con i suoi vantaggi e i suoi svantaggi.
            Linux è un kernel monolitico ed ogni elemento fosse pure grafico non deve entrare in conflitto. Ecco il motivo per cui è difficile mantenere una rolling-ralaise. Siccome arrivano nuovi driver da implementare questi vanno aggiunti a riga di codice nel kernel, ecco il punto: questa aggiunta può rimettere in crisi la stabiltà. Aggiungere nuove righe al kernel significa aggiungere nuove latenze al sistema e tutto va risolto nel miglior dei modi sino a tornare a soluzioni passate se è necessario!(E questo lo ha detto Torvald in persona). Il rapporto tra kernel e nuove applicazioni ha anch’essa la sua complessità. Le dipendenze delle nuove applicazioni non devono entrare in conflitto con le altre e con il kernel stesso.
            A questa complessità di base ci aggiungi la voglia di innovazione che sta nel mondo dell’open sourse…
            DEbian per conto suo sta mandando avanti il kernel HURD letteralmente BRANCO. (Il vecchio progetto di Stalliman.In pratica una sorta di microkernel-ibrido versione open-source. Ma questa è un’altra storia…

          • Simon Zorzetto

            Si lo sò riguardo ai driver open, oltretutto aggiungerei che quelli sviluppati per windows non è che siano esenti da bug anzi,e lo dico per esperienza diretta ho una scheda audio creative sound blaster audigy 2, mamma mia quanti crash e schermate blu che ho avuto anni orsono, anche quelli della ati che ho ora su windows non vanno un granchè per non parlare di quelle periferiche non più supportate…ma almeno su Linux posso metter mano sullo Xorg qui no…Cosa mi consiglieresti tu se una rolling giustamente mi fai notare che non sarebbe adatta alle mia aspettative, e sopratutto con 8 gb di ram meglio il kernel pae o 64 bit per stare tranquillo di non incappare in problemi driver, ti dirò la verità in questo periodo mi sento abbastanza confuso…

          • ComunityOfLinx

            Se proprio ci tieni a restare nel mondo linux
            Hai solo due possibilta.
            1)apettare la distro giusta e continuare a provare…
            2) contattare un centro di assistenaza linux, basta googolare  e fare questa esperienza.
            2b)una sotto alternativa…quando si tengono i meeting o giornate dedicate a linux incontrare la comunity e chiedere lumi e se ti possono indirizzare a qualche assistenza tecnica (in carne e d’ossa, e non gironzolare per forum).

             

          • Simon Zorzetto

            Perchè se proprio ci tengo? Scusami ma non riesco a capire se stai scrivendo in modo sarcastico o parli sul serio, dopo 8 anni di linux ti garantisco che tornare ad un OS blindato non è che mi piaccia, ma tra gnome 3 casini e guerre tra distro, utenti maleducati e irrispettosi, community che non ascoltano gli utenti (negli anni non mi è mai successo di vedere tutto questo se non battibecchi tra gnomisti e kdeisti) e potrei continuare capisci bene che uno si sente up po’ frastornato…comunque grazie lo stesso tenterò con l’ opzione 2b, in effetti credo che sia la cosa migliore per me il faccia a faccia.

    • stra quoto
      dopo la 8.04 (la migliore versione di ubuntu) è andata sempre a calare
      basta vedere la differenza tra squeeze e lucid
      stesse applicazioni (le versioni sono simili) per vedere che debian è un’altro mondo…

  • Ubuntuliveone

    Nel panorama  degli OS desktop Linux occupa attualmente 1,4 % del totale.
    In questa piccolissima percentuale chi ha fatto da traino per la faticosa diffusione degli OS Linux è stata Ubuntu.

    • P.M.

      E quali sarebbero le fonti da cui estrapoli questi dati? Restando vero che il mercato desktop è quasi totalmente invaso dagli OS proprietari. A livello server la situazione si ribalta, e di parecchio. Forse dimentichiamo che quello che molti usano come un Linux desktop è in tutto e per tutto un server… Ma vabbeh, i nuovi utenti che si affacciano a questo sistema, ignorano questa cosa o semplicemente non lo sanno… In ultima analisi: Siamo davvero sicuri che Ubuntu sia stato il vero traino per GNU/Linux? Io non lo credo assolutamente, perchè ho visto nascere, prima, e crescere dopo, questo sistema libero; quindi per chi come me usa GNU/Linux da oltre nove anni è come leggere una barzelletta scritta male. Ubuntu è, e resterà sempre, una derivata di Debian… Che piaccia o meno. Se domani Debian dovesse sparire. Ubuntu cesserebbe di esistere il giorno dopo. Quindi, piano con i fanatismi! GNU/Linux non è Ubuntu. GNU/Linux significa la possibiltà di poter scegliere, e con Unity di Ubuntu oggigiorno c’è poco da scegliere.

      • Ubuntuliveone

         Stando alla descrizione dell’articolo si parla ovviamente di Ubuntu. Semplice, basta andare sulla ricerca statistiche di google e comincia a comparare alcuni termini tipo: ubuntu, debian, mint, fedora, opensuse.
        Mettere in simultanea questi dati, e risalta a prima vista che Ubuntu é ricercata nel web nelle categorie specifiche (comunicazione e internet, computer e informatica,comunity) in maniera schiacciante. Nei risultati dal 2004 a oggi la gobba la si ha nel 2010. Ubuntu ha fatto da traino a tutte le altre distro per uso DESKTOP. (La storia dei server LInux percentuale di diffusione 65% del totale la conosciamo). Qui si parla di OS per uso desktop!
        Cosa significa ” Ma vabbeh, i nuovi utenti che si affacciano a questo sistema..ignorano questa cosa ecc”  ti senti di appartenere a qualche particolare elite così esclusiva?
        Piaccia o non piaccia Ubuntu è quella che ha contribuito in maniera determinante alla diffusione del’OS per uso desktop fosse pure come operazione massiccia di marketing ma offrendo allo stesso tempo una distro facile nell’uso.

        • Fabio

           Rimane il fatto che con Unity sta scontentando una marea di persone! Tra l’altro, pur usando da sempre KDE, era la distro di che installavo di default su pc un po’ vecchiotti con 512MB di RAM, adesso non ci penso neppure, è diventato un pachiderma pesantissimo.

          • Ubuntuliveone

             sono pienamente d’accordo.
            Per chi come me ha un PC datato (512 M ram), Lubuntu 11.04 andava benissimo, con la 11.10 Lubuntu peggiora in maniera imbarazzante… sino a che ho trovato per gli OldComputers la WATTOS R4 che va a meraviglia.

        • se linux è facile non è per niente  merito di ubuntu 
          dimostrami un progetto realizzato da ubuntu / canonical che ha reso linux facile…unity…le overlay….launchpad…????
          wubi????canonical ha pubblicizzato linux ma per migliorare linux da ubuntu 8.04 in poi ha fatto 0 “ZERO” progetti utili per la comunità linux e per migliorare linux

      • quoto 🙂 bello vedere che nella home di ubuntu non esserci almeno un piccolo logo di debian già li si può capire cosa è ubuntu / canonical
        se ubuntu domani sparisse non cambierebbe niene…sparisse debian / redhat ….linux sparirebbe….e con esso anche android….

        • Andrea Cucchi

          Se domani sparisse debian/redhat ecc sparirebbe Android? Ma almeno ci pensi alle cose che scrivi? L’OS più diffuso per device mobile al mondo dipenderebbe così tanto da due distro? E linux come progetto kernel pure? Nonostante sia su un numero terrificantemente ampio di server e tantissimi altri apparecchi? Davvero, sono confuso, trolli oppure ci credi veramente?

          Eddai, chiudere linux se dovessero chiudere red hat o debian. Per piacere. Arriverebbe qualcun altro, semplice, come è stato negli anni passati. Và che linux è un tantinino più vecchio di debian e red hat, ti conviene farti un giringiro su Wikipedia, almeno per leggerti la base della storia del kernel.

          Discorso Ubuntu derivata Debian. E’ verissimo, ma questo non toglie che sia la distro più utilizzata e l’unica che stia mettendo giù un discorso per una diffusione all’end user della distro stessa. Io sinceramente oltre che snocciolare dati veri (comparazione fra diverse comunità, hit sui siti della Wikimedia Foundation ecc) non posso fare, se siete davvero convinti che Canonical stia perdendo utenza invece di guadagnarne per un chissà quale (a vederlo da fuori quasi divertente) fanatismo per cui “le distro linux devono rimanere di nicchia e chi prova a fare qualcosa di diverso a riguardo è cacca pupù cacca pupù” prego, se un mio amico informatico mi viene a dire “preferisco Debian in quanto completamente open” io rispetto la sua decisione in quanto logica, ha un senso, dal mio punto di vista è un gran bel sogno ma fa niente, è comunque qualcosa di logico basato su una analisi e non su sensazioni o mistificazione (e lo ripeto) di dati presi a muzza a destra e a sinistra… mi chiedo poi per cosa, ma Shuttleworth vi ha trombato la morosa? Vi ha morso da piccoli? Qual’è il vero motivo per cui si da continuamente contro ad una distro linux, per altro quella che traina utenti più di qualunque altra nel mondo linux (e NON venitemi a dire che uno niubbo totale prova prima Fedora o addirittura Arch per piacere, non ho voglia di rischiare di slogarmi la mandibola dal ridere).

          Davvero, ne abbiamo discusso parecchio, ma fai un bel post e scrivi: “Ubuntu mi fa cagare per questi motivi”, ci riversi sopra ogni delirio che ti passa per il cranio e almeno dai a tutti la tua opinione una volta per tutte senza continuare a tentare di convincere chi passa che “ehi ragazzi, non usate Ubuntu che tanto non la usa più nessuno! Anzi, se proprio non vi trovate bene con le altre distro sappiate che molta gente ritorna a usare Windows!!!” perché, lasciatelo dire, è a questo che sei arrivato (mi ricordo un post in cui pontificavi sul fatto che per colpa di Unity la gente piuttosto tornava a Winzozzo, da brividi, quando invece si sa bene il perché la gente torna a Winzozz: gaming, punto, oppure comodità per certi device, soprattutto Apple e soprattutto iPhone, con supporto zero al cubo) quindi non raccontiamoci che la gente si allontana da linux “perché Unity è brutta e le ultime distro Canonical sono meno stabili di Windows Vista”.

          Poi, ripeto, vuoi dirmi che Unity non ti piace? Buona. Ubuntu non è abbastanza stabile per i tuoi gusti? Ottimo. Non è abbastanza aggiornata? Faccio finta di non notare la contraddizione intrinseca all’affermazione precedente ma sottoscrivo comunque. Ci sono distro più facili? Oooochei, va bene. Ma non dirmi che sta perdendo utenti ogni giorno che passa solo perché a te non piace Unity, senza dati a supporto e IGNORANDO i dati che ti dimostrano il contrario.

          Questo è scrivere cose non vere e in rete NON SI FA, se no la gente della rete ti dice che hai scritto una cavolata, funziona così.

  • Vedo che la mistificazione continua. Come si può notare in ordinata vi è un indicatore con il massimo del 100%, quindi non so se per natura di Insights o per scelta hai evitato di inserire la quantità dei contatti singoli preferendo invece una alquanto poco indicativa crescita/decrescita rispetto al proprio valore indicato precedente. Senza contare che la ricerca su Google è sì interessante, però lo è più in relazione a eventuale nuova utenza (e un calo “fisiologico” quando qualcosa raggiunge un’utenza sull’ordine del milione è abbastanza normale perché, chiaramente, chi è già utente tende a non cercare ogni volta su Google la parola “ubuntu” 😛 ).

    Parlando invece di dati efficaci ed effettivi, ho trovato molto interessante l’articolo di OMG! Ubuntu riguardo al traffico sui siti della wikimedia foundation (fra i più visitati e quindi in grado di fornire una certa attendibilità quantitativa in senso statistico), permettimi di linkarlo, così da poterti far capire che cosa effettivamente intendo (cioè che, sì, Mint sta trovando in molti utenti ex Canonical scontenti un buon bacino di utenza, ma di numero quasi insignificante rispetto alla totalità dell’utenza stessa).http://www.omgubuntu.co.uk/2012/02/stats-show-ubuntu-not-losing-ground-to-linux-mint/ 

    Gli hits hanno quasi sfiorato per la prima volta i 30 milioni (che ovviamente non sono 30 milioni di utenti, ma è un numero stra-confortante) contro i 624.000 di Mint (sempre per la serie: ordini completamente differenti di numero).

    La cosa più confortante è che entrambe guadagnano (ovviamente in ordine di numero completamente differente), mostrando che pian pianino le distro linux stanno cominciando a essere effettivamente utilizzate dai privati, dalle aziende e dalle amministrazioni pubbliche.

    E vorrei dire: è questo l’importante, e non continuare con questa crociata che, permettimi di fartelo notare, sta assumendo toni ai limiti del grottesco all’urlo del voler dimostrare a tutti i costi che si vuole avere ragione e punto.

  • Markster

    Sono convinto che Linux Mint 13 LTS sarà un capolavoro, che consacrerà definitivamente la distro di Clement Lefebvre! Al contrario di Ubuntu, il cui destino è segnato in negativo per colpa di quell’obbrobrio di Unity.

    • Orazio Sciuto

       Dire che è un obbrobrio mi sembra un po’ eccessivo, dovresti dire più che altro che non ti si addice e ti trovi meglio con qualche altro DE, anche io uso Kubuntu con Kde, ma sono convinto che con il rilascio della 1204Lts il sistema diventerà nuovamente utilizzabile, ho provato mint e relativo gnome shell su più configurazioni e devo dire che non mi ha convinto per stabilità grafica.

      • Markster

        Purtroppo Ubuntu resterà la distribuzione più conosciuta, vivendo di rendita degli anni anni passati. Però secondo me il suo destino è comunque segnato per quando riguarda la qualità e l'”user-friendlità”, a causa di Unity.

        Mint invece, che nella versione 13 avrà Cinnamon divenuto stabile e di default, proprio grazie a Cinnamon (come con Gnome 2 in passato) è già attualmente user-friendly anche agli occhi di chi non è esperto con i PC. Io le MGSE non le ho mai utilizzate su Mint 12, le trovavo scomode così come Gnome Shell di per sé, per cui sono partito con MATE finché non è arrivata la versione 1.2 di Cinnamon, che ora utilizzo di default.

    • diciamo che non ha il destino segnato è e molto probabilmente resterà la distribuzione più conosciuta 
      a differenza dei rilasci precedenti alla 11.04 l’interesse verso ubuntu è cambiato tutto qua

      • Antonio G. Perrotti

        resta da vedere elementary luna. dagli screenshots è molto bella graficamente, e la scelta di “saltare” oneiric la trovo veramente azzeccata. sarà basata su una lts e con un de quasi inedito. potrebbe essere il classico “outsider” che spiazza gli altri, secondo me.

  • Su OGM!ubuntu! c’è un articolo che afferma tutto l’opposto: che ubuntu non stia affatto perdendo terreno rispetto a Mint!

    • anche sul sito della juve viene detto che non ha mai rubato scudetti 🙂
      non è possibile sapere se ubuntu ha guadagnato o meno su linux mint dato è possibile sapere quanti utenti usano una o l’altra distribuzione
      questo articolo non voleva comunque indicare che ubuntu stia guadagnando o meno su mint ma semplicemente indicare che l’avvento di unity ha portato l’interesse degli utenti verso altre distribuzioni o ambienti desktop vedi d esempio xubuntu http://www.google.com/insights/search/#q=xubuntu&cmpt=q
      mentre l’interesse da parte degli utenti in questi mesi non è dovuto a unity dato che come vedi non ha subito alcuna impennata di interessi su google

      • Beh basta guardare vari siti di sondaggio per vedere che Ubuntu è la più usata seguita da Debian!!

      • SalvaJu29ro

        Il paragone con la Juve te lo potevi risparmiare

        • io

          Quoto e aggiungo giusto per chiarezza che le motivazioni della sentenza penale di primo
          grado di condanna di Moggi sono una lettura interessante. In pratica
          dice che non ci sono prove di effettive combine ma che per il reato a
          lui ascritto basta che abbia tentato ma che il campionato 2004/2005 non
          risulta alterato. Il 2005/2006 non è nemmeno oggetto di indagine invece.

          • SalvaJu29ro

            Vabbè potrei risponderti ma non trovo giusto parlare di calcio quì non ha senso

          • un’esempio Juventus – Verona 2-0 – Coppa Campioni (6-11-1985) in quella partita è stata stra – rubata
            perfino nella telecronaca rai i giornalisti erano sconcertati
            ripeto tutti lo sanno che la juve rubava alla fine è venuto fuori poi come sai la magistratura da sempre una mano ad agnelli berlusconi moratti ecc
            il calcio è uno schifo seguo il chievo perché oltre esser la squadra della mia città porta le famiglie allo stadio è una società seria e sopratutto senza aver alle spalle aziende come la fiat mediaset pirelli ecc è da 10 anni in serie a.

          • Antonio G. Perrotti

             ‘mazza che off topic, robè 😀 però quanno ce vò…

        • è solo per dire che se vai su un forum fedora difficilmente sentirai parlar male di fedora, idem per il formun di ubuntu, idem per il forum di opensuse

      • io

        Peccato che per affermarlo utilizza le statistiche di accesso di
        Wikipedia, non un sondaggio sul loro sito. In pratica dice che
        confrontando i dati a distanza di qualche mese sono aumentate sia quelle
        di Ubuntu che quelle di Mint ma in proporzione molto di più quelle di
        Ubuntu.

        Ovvio che ognuno può utilizzare la statistica che preferisce visto che
        non si hanno dati certi, però avresti dovuto mostrare almeno un grafico
        completo di tutti e tre i valori per vedere il confronto fra i volumi di
        dati.

        Comunque c’è secondo me anche un vizio di forma sul metodo di confronto:
        è a mio modo di vedere sbagliato usare le ricerche di un termine come
        parametro in quanto in questi casi io cerco una volta e poi uso per anni
        quindi sono più attendibili statistiche di accesso ai vari siti,
        Wikipedia o altro come uno meglio preferisca in quanto cerco di
        intercettare l’utilizzo.

  • Fausto Sclocchini

    Dico la mia con tranquillità, senza aggiungere molto ma spero qualcosa!
    Non amo molto unity ma uso ubuntu su PC che hanno un minimo di risorse che cosa sarebbe oggi una qualsiasi distribuzione se non ci fossero queste sperimentazioni e qui Canonical è veramente coraggiosa e propositiva, con l’avvento di Gnome shell tutte le distribuzioni hanno più o meno la stessa filosofia tutte tranne ubuntu. Non mi piace unity perche comincia ad essere invasiva con le sue proposte della serie “è disponibile tale programma o tale brano” cosi anche su ubuntu uso gnome shell. Forse sarebbe una distribuzione più pulita con solo la shell ma sembra funzionare bene lo stesso. All’inizio eravamo tutti arrabbiati per la poca personalizzazione ma ora sembra molto versatile ed  è l’unica che sta cercando di superare il concetto di desktop con gli oggetti o i menù sembra piu il luogo di concertazione di tutto il PC. Tornare a Windows è impossibile almeno per me. I limiti ci sono perchè ad esempio i vari programmi il player il gestore di posta, il visualizzatore di foto sono tutti presi dall’esterno ed e logico sebbene adattati continuano ad apparire con i loro limiti. Se pensiamo a MacOs li tutto è sviluppato dall’interno tutto è perfetto ma lo si installa solo sulle loro macchine Ubuntu segue la filosofia Debian installabile su tutti i tipi di macchine. Forse Canonical andrebbe pensata anche da un diverso punto di vista;e se non ci fosse? Un saluto a tutti fausto.

    • Orazio Sciuto

       Concordo!!

  • Orazio Sciuto

    Anche io penso che ubuntu non stia perdendo rispetto a mint anche perchè un nuovo utente che si avvicina a linux deve comunque adattarsi sia a gnome shell che a unity se utilizza l’una o l’altra distribuzione, invece chi e vecchio di ubuntu cambia in un attimo la veste grafica e non direttamente distribuzione! a mio avviso Ubuntu rimane il S.O Gnu-Linux più semplice e immediato sotto tutti i punti di vista!!

    • linux non è solo ubuntu e linux mint
      a dire il vero molti nuovi utenti nemmeno usano ubuntu ma xubuntu e lubuntu dato che la maggior parte arriva a linux perché il pc un po datato con 512 mb di ram non gira win 7 e approda a linux per cercare una sistema operativo veloce
      con 512mb di ram con ubuntu / linux mint appena avvii firefox sei già in swap quindi si passa ad una distro leggera come xubu / lubu  mint xfce

      • PatrisX

        quoto, in giro c’è un sacco di pc con xp installato perchè precedenti al 2007 e su cui win 7 non potrebbe girare bene. però canonical evidentemente non pensa a quei pc, altrimenti curerebbe di più xubuntu

        • Simon Zorzetto

          Purtroppo devo darti torto ho win 7 su un pc del 2006 con scheda madre asus m2v, processore amd 3200+ tutto liscio come l’ olio, ho provato ubuntu 11.10 64 bit in confronto win vista sembra debian con lxde!! Ubuntu ha preso una brutta strada in tutti i sensi anche lubuntu in confronto ad altre distro pesa una cifra vedi knoppix…

          • Probabilmente hai almeno 1 GB di ram altrimenti Seven neanche si avvia!

          • Simon Zorzetto

            Si hai ragione il pc ne ha 8gb ora però come hd è sempre vecchiotto 🙂 dapprima montava una scheda video nvidia 6200 poi l ‘ho cambiata perchè non era abbastanza potente è l’ unico acquisto che ho fatto 25 euro per la ati…

          • IperInc

            Hai provato ubuntu! SEi solo un trollaccio e ignorante per aggiunta. In giro ci sono oltre 300 distro linux. Oltre alle grandi debian, fedora, opensuse, mint, ubuntu, archlinux,PclinusOS, slakware,gentoo.
            lubuntu pesa una cifra?. io Lubuntu lo provata per mesi ed è una scehggia. Puppy è un gioiello d’informarmatica.
            Mepis ha un riconoscimento dell’hardware formidabile. Gira ed informati, invece di utilizzare i topic di utenti che consultano i forum per la soluzione di problemi. Sono utenti che chiedono ad altri utenti.
            Se vuoi il tuo W7 fallo, ma non venirci a raccontare le balle sulle distro linux. LINUX GIRA SUI SUPERCOMPUTER! ha il 65% di diffusione nel settore server
            Grazie a linux il mio computer va superbene, E senza i 250 processi nascosti in Wvista.

          • Simon Zorzetto

            Ignorante sarai tu rileggiti tutti i commenti andate a quel paese voi e i vostri troll!!!Fanboy del piffero quelli come te sono solo capaci di sparare cavolate a caso LE PIù DI 300 DISTRO DI LINUX SI BASANO TUTTE SUL KERNEL LINUX!!!SE UNA PERIFERICA NON Và NON Và E BASTA!!!!!Cosa centrano i supercomputer….NON HAI CAPITO NIENTE DI NIENTE TU! PROVA LUBUNTU 11.04 e poi confrontala con la 11.10 prima di dire minchiate!Basta utilizzare un’ altro os per diventare dei troll???non lo sapevo!!!Topic di utenti che consultano forum???ma stai scherzando o cosa…vuoi una foto di tutte le distro che possiedo con Linux magazine? O le campane di dvd che ho? Vuoi testimonianze che ho usato linux per otto anni??? LEGGITI ANCHE I COMMENTI DI ROBERTO AUTORE DEL BLOG IGNORANTE MAGARI RIESCI A CAPIRE QUALCOSA.

          • Superinc

            dovrei capire che cosa?..che le distro si basano sul kernel linux?…Ma come sei dotto! sei pure banale .
            “LEGGITI ANCHE I COMMENTI DI ROBERTO AUTORE DEL BLOG..” perchè siete compari ?..

          • Simon Zorzetto

            Finora hai solo offeso e non hai detto proprio niente a parte far capire a chi legge che sei un piantagrane ignorante. Spero che Roberto ci metta una pezza prima che la discussione degeneri…se vuoi discutere di filosofia Gnu/Linux o di come funziona prima impara l’ educazione e che la libertà di scrivere anche critiche non è priorità solo di alcuni. Distinti saluti.

          • un’altro insulto e ti banno

          • mandriva secondo me è la migliore come riconoscimento hardware
            lubuntu è molto leggero, idem debian con lxde (richiede 60mb di ram per avviarsi)
            il bello di linux è che esistono moltissime distribuzioni
            e ricordo che molti utenti arrivano a linux proprio perché il proprio pc con windows è un mattone

          • inoltre ricordo che windows per molti utenti è gratuita come linux

      • Ubuntulife

        Quando si tratta di parlare di Ubuntu non fai altro che parlar male.
        Devi ammettere una volta per tutte che senza Ubuntu Linux sarebbe  sconosciuto a milioni di persone.

        • SalvaJu29ro

          stra quoto. Io mi sono entrato nel mondo Linux grazie ad Ubuntu..come un po’ tutti immagino

        • Anch’io al passaggio da Windows a Linux ho messo Ubuntu, ma nessuno me ne aveva parlato. Semplicemente volevo provare Linux e cercando di districarmi nella giungla delle distribuzioni,  in molti dicevano che per cominciare Ubuntu era la miglior soluzione. Poi mi è subito  piaciuto il suo motto, anche se ultimamente Mark pare ascoltare poco la sua comunità.

          • se domani mark vuole il launcher in mezzo al desktop chiama gli sviluppatori e COMANDA di metterlo al centro.
            linux è nato per esser libero e non avere restrizioni non per competere con windows o il tanto amato mac

        • vero anche se agli utenti e sopratutto linux non è nato per portar utente ma per avere un sistema operativo libero e senza restrizioni,
          meglio che linux abbia molti utenti o che funzioni meglio?
          canonical ubuntu ha fatto un’ottima pubblicità peccato che dalla 8.04 abbia fatto solo questo

          • Simon Zorzetto

            quoto! ed aggiungo che mi sembra cambiata anche la filosofia di molte distro, la migliore secondo me è quella di OpenSuse “dare e ricevere”!

          • Tonneralt

             Io invece sto usando ArchLInux il massimo del massimo. Ho provato anche OpenSuse ma la vedo un può pesante per il mio vecchio computer.
            Da qualche parte pubblicavano il contributo dato nella aggiunta di righe di codice al Kernel linux. La maggior parte proviene proprio dalla Dell e RedHat. insieme dovrebbe essere intorno al 40%.   Il resto tutti gli altri.

          • arch è per me la miglior distro linux ora come ora
            redhart, intel, novel, ibm e oracle sono le principali aziende che contribuiscono al kernel linux
            ogni anno a luglio la linux fondation rilascia il pdf con indicato le aziende che contribuiscono il kernel linux
            ecco il 2010
            http://dl.dropbox.com/u/964512/lffl/lf_linux_kernel_development_2010.pdf
            e il 2009
            http://www.linuxfoundation.org/sites/main/files/publications/whowriteslinux.pdf

            come vedi canical in questi anni ha contribuito 0 (Zero) allo sviluppo del kernel linux

  • Vaillant

    Oh no… un altro discorso sulle statistiche!!

    Mint viene seriamente considerata adesso perché c’è Unity e la gente preferisce gnome-shell preinstallato piuttosto che dare un comando nel terminale.

    p.s.
    ad ottobre 2007 uscì Ubuntu Feisty 7.10, non Hardy 8.04 😉

    • Vaillant

       mi correggo, Gutsy era la 7.10 (memory fail :P)

  • A parte che la classifica di Distrowacht non è affatto una classifica e nemmeno una statistica volendo…la classifica di Distrowacht si basa solo ed esclusivamente per i click fatti sulle varie distrubuzioni e non per i download effettuati,quindi non capisco il concetto di chiamare “statistica” e sopratutto di fare questo paragone tra Mint e Ubuntu!
    “Ubuntu sicuramente è la più conosciuta e forse utilizzata distribuzione Linux”,Beh i direi senza forse!!!
    Riguardo le statistiche di Google,credo sia normale anche questo,a parte il fatto che comunque Ubuntu ha sempre (nonostante il calo) le statistiche a suo favore,c’è anche da calcolare che gli utenti che si stanno avvicinando al mondo Gnu/Linux o che comunque si siano avvicinati da poco tempo,abbiamo la curiosità verso altre distribuzioni Linux,il tutto,mi sembra più normale!
    In conclusione,non capisco questo articolo e sopratutto non capisco quale conclusione dovrebbe venirne fuori visto e considerato che Ubuntu comunque e nonostante tutto è sempre più usata e preferita dagli utenti rispetto a Mint……se hai dei dubbi,falla qui la statistica!
    Posso capire di non apprezzare le scelte di Canonical,ma dire che Mint sia migliore di Ubuntu no,questo no!!!

  • Kar_ban

    A parte classifiche e statistiche mi pare che sia dimenticando che senza ubuntu non esisterebbero mint,xubuntu e tutte le derivate,ciao

    • ti ricordo che ubuntu è una derivata ..

      • Si,Ubuntu è derivata da Debian,ma Mint è derivata da Ubuntu!Ok c’è anche la versione basata su Debian (LMDE) ma prova a fare un sondaggio,vedi in quanti usano LMDE e chi Mint basata su Ubuntu…..credo che tutto questo non sia un caso,ma che un motivo ci sarà!

        • son pochi ma di sicuro la distro sta migliorando e non poco e secondo me tra un paio d’anni mint di staccherà da ubuntu per passare ad essere basata su debian
          il progetto è ancora giovane ma sta migliorando e non poco

  • Troppi commenti e ora non ho tempo di leggerli tutti. Ma penso che la colpa non sia solo di Unity, ma un po’ anche di Gnome 3. Io ad esempio sono passato a KDE e per ora mi trovo molto bene! 😉

    • kde ha mantenuto il suo standard mantenendo ben divisi il progetto mobile con quello desktop
      nella versione desktop con un click puoi passare all’ambiente destkop dedicato a netbook il quale richiede pochissime risorse
      inoltre la gestione delle finestre in gruppi ti permette di avere una finestra sempre massimizzata e operare su quante applicazioni vuoi, puoi nascondere i menu con un semplice ctrl+m. questa è innovazione …

  • A me sembra che le scelte degli utenti molto spesso seguano le mode. La moda del momento è parlare male di Ubuntu e Canonical e bene di Mint. Questo è evidente in molti forum, blog tra cui questo. E’ chiaro che questo orienta poi i nuovi utenti, ma anche i vecchi verso quella distribuzione che viene decantata come la migliore.
    Ma cos’avrebbe di così favoloso Mint rispetto ad Ubuntu da dover giustificare una migrazione in massa da una distribuzione all’altra? Le cose che ci puoi fare sono le stesse! Io con Ubuntu mi trovo bene e non vedo il motivo di cambiare o complicarmi la vita con un’altra distribuzione per usufruire non so bene di quale vantaggi reali. 

    • non c’è nessuna moda anzi…
      mint a differenza di ubuntu ha cercato di portare un’interfaccia utente usabile e facile da utilizzare, non ti piace disattiva le estensioni ed ecco gnome shell puro come da default.
      ubuntu tranne che per alcune personalizzazioni ha imposto con unity uno standard all’utente
      prova a rimuovere il launcher ad esempio
      alla fine con l’accoppiata gnomedo/docky ho le stesse funzionalità con un maggior personalizzazione di unity
      linux è libertà ricordatelo

      • Otis

         Appunto linux è libertà se non ti piace ubuntu non lo usi e passi ad altro, ma io non decanterei le lodi di altri sistemi che a volte fanno peggio (fedora buggata all’inverosimile o mint con l’orribile angolo  alto sx e de alternativi che almeno io non userei (vedi mate)

        • ma dove hai letto che fedora è buggola? mandami i link….
          vuoi vedere quanti bug critici aveva ubuntu al momento del rilascio e quanti ne aveva fedora?

          • Otis

            non l’ho nessuna parte l’ho provata 10 giorni e disinstallata,

      • Pluto

        Scusa e chi ti vieta di utilizzare Gnome Shell di default? Fai un atp-get, riavvii ed è fatta.
        Sul fatto che Linux Mint stia portando un’interfaccia utente usabile è del tutto soggettivo.
        Fra l’altro a proposito di “configurabilità” muffin al posto di mutter va in tutt’altra direzione visto che in futuro potrebbe benissimo non essere più compatibile con Gnome Shell e quindi dover installare anche mutter in accoppiata per tornare indietro.

        La critica migliore comunque è dire che gnomedo/docky fanno la stessa cosa ma più personalizzabile. Se fa le stesse cose ma mi permette di cambiare il tema o di spostare la barra a destra allora sì che è RADICALMENTE diverso!

        La libertà non te l’ha tolta Ubuntu, puoi installarci quello che vuoi. Se per te libero vuol dire cambiare x o cambiare y allora nessun programma è libero perché tutti qualche cosa non te la permettono di fare.

      • L’usabilità di una interfaccia è un fatto soggettivo. A me non pare che Ubuntu con Unity sia così terribile o inusabile. Sicuramente al momento la preferisco a Gnome-shell. Riguardo alle personalizzazioni sono solo dettagli che non mutano la sostanza e che non dovrebbero essere motivo di critiche così feroci ad una distribuzione.
        Onestamente tutti questi vantaggi dell’usare Mint al posto di Ubuntu francamente non li vedo.

    • Anch’io preferisco Ubuntu a Mint di gran lunga…alla fine Mint è una derivata di Ubuntu che sta cercando di approfittare l’abitudine degli utenti che erano abituati a Ubuntu con Gnome2…ma alla fine,la grafica di Mint lascia davvero a desiderare(si ok,cambi tema,ma il default è quello),per non parlare delle 2 barre sopra e sotto,non hanno senso,altro che interfaccia utente usabile e facile da utilizzare,per quanto mi risulta è più facile usare l’interfaccia Unity e non quella di Mint con Gnome-Shell,Cinnamon  ecc ecc……questione di gusti…..c’è chi non digerisce Unity e c’è chi non digerisce Gnome-Shell….che poi alla fine,tutta sta differenza non ce la vedo proprio!!!

  • Concordo in  pieno….Mint la provo ad ogni rilascio per circa 20 giorni….ma i miei computer sono allergici mi sa,sarà una derivata di Ubuntu,sarà che aggiunge estenzioni e cose varie….ma fatto sta che la snobbo sempre!

    • SalvaJu29ro

      Anche il mio è allergico, mi crashava sempre

    • questo è un fattore di gusti

  • Ubunzoz!

    Un pò alla volta ci stanno togliendo tutto, dalla personalizzazione dei temi, ai pannelli, alle applet, ect ect, lo odio infinitamente!

  • Luca Massignani

    Da cca 1 anno uso linux: in primis Ubuntu e in poi Fedora e Mint. Le potenzialità di Linux sono enormi, come dimostra il successo di Android. Ma Google ha una tale potenza di fuoco da annichilire tutti.
    Shuttleworth se ne è accorto e il suo lavoro su Unity e Hud sono il tentativo di dare una offerta innovativa e caratterizzante.
    Nel mondo del web 2.0 vince chi riesce ad uscire dalla omologazione generale.
    Linux rappresenta il 2% dei O.S.: se non si sfonda a breve questa soglia si fa la fine dell’isola di Pasqua dove gli abitanti per sopravvivere si sono mangiati tra di loro…

    • FarangGeek

      (cit) Linux rappresenta il 2% dei O.S.: se non si sfonda a breve questa soglia
      si fa la fine dell’isola di Pasqua dove gli abitanti per sopravvivere
      si sono mangiati tra di loro…

      Veramente a me e a gran parte della comunità fottesega che Linux “sfondi” a livello commerciale, quello che importa è che fornisca un sistema sicuro, stabile, personalizzabile e con sorgenti liberi.

      Tutto il resto è avidità di soldi da parte delle multinazionali che cercano di sfruttare il business di linux, ma io non essendo azionista di Canonical Novell o RedHat non ho nessun interesse a che Linux diventi il nuovo Mac.

  • $18878240

    fluxbox non piace a nessuno di voi? sapete…quelle cose di vecchia e sana memoria linuxiana… finestre minimali… shell… 

    io sono approdato a linux nel lontano 1996… non è che tutta sta fatica di creare robe tipo unity siano solo per venire incontro ai poveri utenti windows-iani o mac-isti? no perchè, se è così, meglio il 2% del mercato e una distro sicura e stabile piuttosto che una distro user-friendly, inusabile, aggiornata spesso e male…

    • Simon Zorzetto

      QUOTONE!

  • Luca Massignani

    Cosa serve che Linux sia un OS libero e aperto, quando si leggono commenti come quello sotto? Non sarebbe meglio che fosse un sistema chiuso e a invito, così i pochi intimi restano a farsi le s€$£e tra di loro!
    Senti Roberto, smettila di smazzarti per questo sito. Manda una Fanzine ogni tre mesi come si faceva negli anni ’80…Mi raccomando solo indirizzi in casella postale…

    • asdarolo

      non ho visto riferimenti a chiusura ed elitarismo qui sotto.
      invece nel tuo commento vedo parecchia rabbia, come se linux vivesse solo di questi orpelli grafici.

      • $18878240

        un mio amico diceva che la distribuzione è come la donna: ognuno ha la sua e la sua è migliore delle altre. 

        a parte il maschilismo intrinseco della frase (mai piaciuta neanche a me, ma rende bene l’idea), penso che per apprezzare linux bisogna apprezzarne non questa o quella distribuzione, ma la sua libertà, che non dipende da unity, gnome, da questo o quel pacchetto di programmi, ma da quello che ti permette veramente di fare. shell, codice sorgente, libertà di leggere, fare e modificare il codice (anche se stalmann non sarebbe proprio d’accordo).

        ecco perché la battaglia fra le distro non mi ha mai appassionato, come la diatriba fra questo o quel sistema grafico (kde, gnome, unity…)piu’ andiamo avanti, e piu’ le cose importanti per coloro che creano le distribuzioni (ubuntu in primis) diventano “come rendiamo il sistema più user friendly” e non “come rendiamo il sistema più stabile” (vedi: quale kernel utilizziamo?)

        ecco, magari sarò anche fuori dal mondo, ma io mi sono avvicinato a linux non perché era bello o “anti microsoft” ma perché era stabile, funzionava bene sui computer poco potenti, e mi permetteva di controllare tutto quello che facevo/a. 

        non perdiamo di vista quali sono le cose importanti. tutto qui

        • Simon Zorzetto

          Quoto, quoto tutto!! Mi hai letto nel pensiero, oltretutto a me verrebbe da pensare cosa sarebbe oggi GnuLinux se non ci fossero varie distro ma solo “IL” sistema operativo GnuLinux, secondo me (ma è solo una mia opinione) se solo per una volta, una soltanto si riunissero tutte le conunità in un’ unica soluzione e risolvessero tutti i problemi e avversità, tutti insieme le cose cambierebbero…Una domanda sola mi passa per la testa: “ma se esistesse il sistema operativo chiamato solo GnuLinux sviluppato da tutte le persone ed aziende del mondo: Canonical, Novell, RedHat ecc e che dessero supporto alle aziende tutti insieme ci sarebbe ancora spazio per Microsoft e Apple nel mondo dell’ informatica?”

          • Chris

            Sarebbe un sogno: la distro Gengis Kan! 😀

          • Simon Zorzetto

            Alltro chè 😉 ma non sarebbe più chiamata distro…sarebbe IL sistema operativo, come si comporterebbero le aziende di hardware e software sapendo che ci sarebbe un 3° OS, basta con .deb .rpm ecc. un’ unico pacchetto (che tra l’ altro volevano fare poi non si è saputo più nulla), ora immagina anche le interfacce grafice unity, kde, lxde non come DE ma come dei temi e poterli cambiare in base all’ uso che ne fà l’ utente: ho un tabblet beh oggi uso unity, ho un desktop mah metto l’ interfaccia di kde…

          • Pluto

            Non si realizzerà mai ma proprio mai! Partono kilometri di post per ogni fottutissima opzione modificata perchè io la vorrei così e lui la vorrebbe cosa! Partirebbero i sermoni dei difensori dell’importanza della pluralità ecc ecc!
            Oltre al fatto che poi quelle aziende come si dividerebbero eventuali guadagni? In base al numero di commit? 😛

  • debian non ha nessuna configurazione automatica basta configurare xorg e vedrai che tutto funziona correttamente. basta imparare…

    Il 12/02/12, Disqus ha scritto:

    • Antonio G. Perrotti

       lo so, lo so… 🙂 ora sto gongolando perchè ho risolto definitivamente il problema della qualità audio su lucid tenendo il 2.6.32 che è sempre ‘na bellezza. e ciò significa che dovrebbe essere applicabile anche a squeeze, quindi… è bastato aggiornare alsa col ppa team-iquik, ma installare anche il pacchetto linux-backports-modules-alsa, se no non cambiava nulla. una nottata insonne su gugol molto produttiva. p.s. quello sopra aveva risposto male/male? mi dispiace se ho provocato, ma ero un po’ nervosetto, chiedo venia.

  • Garuax

    La mia esperienza, con un VAIOfz21m è stata:

    Con FEDORA: molto veloce gnome shell rispetto a ubuntu, ottima esperienza complessiva. Personalizzarla all’inizio per chi ci si approccia è un casino. 
    PESSIMA la qualità e l’atteggiamento nel forum italiano che dovrebbe aiutare: rigidità totale. Non verso di me, ma leggendo le varie discussioni. Pessimo il software per gestire le applicazioni, rispetto alle altre versioni.

    Con UBUNTU: la 11.10 è stata la più veloce. Unity mi comincia a piacere di più.. Ottimo supporto in giro. Mi da ancora problemi in wi-fi se inserisco la password! assurdo… chissà come mai, posso andare solo in locale.

    MINT: l’unica che riconosca il mio modem tplink wi-fi e che mi permetta di navigare senza problemi. Una sorpresa. Flessibile, personalizzabile con facilità perchè già predisposta. Più lenta di tutte le altre! 🙁

    • aggiornamento: MINT ogni tanto mi crasha. (2 volte durante l’uso di Banshee). Mai successo con le altre distro. 

      • bisogna vedere il motivo del crash avvialo da terminale e controlla
        non sempre dipende dalla distro

  • Matteo Marinelli

    il problema sono i programmi che ci sono per winzozz e mac che per linux mancano…

  • Quelle statistiche vogliono dire poco, si doveva mettere tutto sullo stesso grafico, così:

    http://www.google.com/insights/search/#q=ubuntu%2Clinux%20mint%20%2Cfedora&date=1%2F2009%2012m&cmpt=q 

    Messe sulla stessa scala, si vedono le 3 distro citate e si vede anche il loro diverso “valore” (o peso). Poi comunque “popolarità” e “diffusione” sono concetti diversi, leggi qui:

    http://dariocavedon.blogspot.com/2011/12/ubuntu-e-linux-mint-la-differenza-tra.html

    Ciao!

  • Danielsan

    Ho scoperto che a Cuba hanno fatto più ricerche di tutti su Debian! 😀

  • Ubuntu ha fatto una scelta coraggiosa e difficile, in un anno hanno dovuto portare Ubuntu sulle GTK3 e sviluppare allo stesso tempo la nuova Shell, normale che sia successo quello che vedete nel grafico, una piccola distribuzione decide di continuare con Gnome 2 e trova terreno fertile, va bene, ma fino a quando? Già ora l’interesse di mint sembra andando a scemare, ma occorrerà vedere in futuro dove si troverà Ubuntu e dove Mint che poi dipende da Ubuntu.
    Ubuntu si gioca una partita ben diversa da quella di Mint, poi che c’è la facciano o no a vincerla  è un’altro discorso, ma se si vuole il bene di Linux bisogna sperare che c’è la vincano.
    Linux ha tante belle distribuzioni, vedere certe lotte interne per accaparrarsi gli uni gli utenti degli altri è triste dal momento che sui desktop solo 2% ha Linux, gli utenti vanno portati via a windows e apple. 

  • Scrivo la mia, essendo tra quelli che ci lavorano sul computer come webmaster e non hanno più troppo tempo per le battaglie sulle distro.

    Dopo un passaggio semi-traumatico a Unity, ora posso dire che riesco a lavorarci meglio che su Gnome 2. Conoscendolo, riesco a fare tutto velocemente e mi trovo bene con tutto. Meglio di prima, Unity alla fine posso dire che è un’evoluzione e non un’involuzione. Mai lavorato con Gnome 3, quindi parlo solo di Unity. Unica cagata (passatemi il termine) sono i menu alla Apple sulla barra in alto. Ho solo riportato i menu dove appartengono (sulla finestra) et voilà, ci si lavora una favola. Avete mai provato a usare Gimp (il più eclatante) per ore al giorno con i menu stile Apple? Portano ai crampi alla mano…

No more articles