Proprio all’inizio dell UDS su Ubuntu 12.04 il patron di Canonical mr Mark Shuttleworth ha indicato anche i futuri progetti che arriveranno nei prossimi anni, tra questi lo sviluppo di Ubuntu anche su Dispositivi Mobili come SmartPhone e Tablet. In questi giorni durante una discussone sul nuovo canale IRC denominato #ubuntu-tv ha parlato anche del nuovo progetto denominato Ubuntu TV che porterà la distribuzione anche sulle Tv di nuova generazione.
Ubuntu TV è un nuovo progetto di Canonical che punta a portare Ubuntu anche sui Tv di nuova generazione (detti anche Smart Tv) i quali permettono di integrare una vera e propria distribuzione Linux logicamente con una nuova interfaccia dedicata in grado di portare alcune applicazioni e servizi presenti su Ubuntu anche sulla nostra TV.
Il progetto comunque è ancora in fase di studio comunque ha già indicato quali linee guida saranno prese in considerazione dal progetto tra queste la possibilità di controllare sia il nostro pc che la nostra tv da remoto, la possibilità di interagire con la rete con Guide Tv, eventi live in streaming, social network ecc (molto probabilmente verranno realizzate nuova applicazioni dedicare a queste funzionalità) il supporto con Ubuntu One e Music Store (possiamo anche riprodurre file multimediali presenti nel nostro account Ubuntu), store come Amazon e Netflix.

Inoltre il nuovo Ubuntu TV supporterà anche i supporti ottici anche di nuova generazione come il Blu-Ray e dispositivi esterni.

I lavori per la realizzazione della nuova interfaccia di Ubuntu TV sono già cominciati e molto probabilmente saranno anche trovati accordi con alcune aziende produttrici in grado di poter già avere Ubuntu TV preinstallato nel nostro Tv.
Vedremo cosa riuscirà a portare a termine Canonical e vedremo se il progetto sarà accolto dagli utenti.
Per maggiori informazioni sul nuovo progetto Ubuntu TV basta consultare questa pagina, il primo concept della nuova interfaccia lo potete consultare in questa pagina.
  • ri.p

    Forse collego cose che non c’entrano, però una o due settimane fa uno sviluppatore di kde, e quindi esperto di Qt, è stato reclutato da ubuntu per un progetto di cui però non poteva parlare perché non era stato ancora annunciato: che sia questo?

    • Non lo escludo, recentemente è stato chiesto a shuttleworth se aveva senso mantenere 2 progetti (uno basato su compiz e l’altro su QT) e la risposta mi è molto politica e poco veritiera!
      Effettivamente oggi, con l’arrivo di QT5 e con la comunità di meego che spinge per entrare in ubuntu (vedi gli sviluppatori di maliit) forse iniziare a spingere in questa direzione non sarebbe affatto male!!!

  • kandros

    ci hanno gia provato sia apple che google ma non se le è comprate quasi nessuno, non penso sia una grande mossa

  • fabiogiu

    Non dovrebbero fare come Apple e Google che hanno creato delle TV apposite,ma fare accordi per inserire Ubuntu nelle TV comuni che si trovano nel reparto TV 🙂

  • Stoddard

    Personalmente ho sempre pensato alla rovescia.
    Il dispositivo multimediale l’ ho sempre pensato come un monitor con sotto un pc. Il pc permette di usufruire di molte modalita’ : TV, gioco,internet , condivisione in rete di unita’NAS, ecc. ecc. e sono abbastanza convinto che questo sara’ il futuro.
    Evidentemente cio’ presuppone due possibilita’
    -1 utente consapevole
    -2 utente idiot
    Considerata la media dell’ utenza la possibilita’ 2) ha il sopravvento e allora perche’ non proporre appunto un TV con gia’ integrate le soluzioni ( Microzozz e Apple insegnano) ?
    Anche perche’ se propongono quello che vogliono e chiudono i canali – intesi come mezzi di navigazione e apprendimento – che ” sveglierebbero” l’ utonto non ci guadagnano niente.
    Quindi meglio dare una soluzione preconfezionata che guida l’ utonto alle scelte apparentemente volute , ma in realta’ gia’ guidate da chi gli vende il pacco;  e in tale soluzione chiudere le vie di libera acquisizione e apprendimento lasciando invece aperte quelle lucrose.
    Nota tecnica commerciale.

    Ebbene : e’ un eccesso.
    L’ utonto e’ informaticamente utonto, ma non e’ mica scemo, per fortuna.
    Prima guarda i limiti dell’ oggetto e non convinto non compra.

    Vedo questa cosa come un buco nell’ acqua e concordo con kandros.
    Forse portera’ soldi a Canonical, ma chi ci investira’ non avra’ un buon ritorno.

  • Aniello Luongo

    La canonical sta copiando passo passo tutti i progetti della apple.

  • Millalino

    la barra ulla sinistra cos’è …. unity tv?  🙂

No more articles