I progressi dei nuovi driver proprietari e open di Nvidia riguardano non solo Linux ma anche FreeBSD sistema operativo sulla quale è basata la nuova console Sony PlayStation 4. Ecco quindi un test che mette a confronto PC.BSD / FreeBSD, Ubuntu 13.10 Saucy e Microsoft Windows 8 tutti installati su un pc con CPU Intel e GPU Nvidia.

PC-BSD 9.1 vs Ubuntu 13.10 vs Windows 8
Nei giorni scorsi abbiamo segnalato l’arrivo della nuovo motore grafico PhyreEngine, open source interamente sviluppato da Sony che faciliterà la creazione di nuovi giochi e il porting verso Linux e altri sistemi operativi.
Sony sta puntando molto sull’open source e le qualità grafiche fornite da OpenGL e OpenCL dato che la nuova console PS4 è basata su FreeBSD e i giochi si baseranno in parte anche sulle librerie open source presenti anche in  Linux. Molti utenti sono pessimisti sul fatto delle qualità grafiche di FreeBSD anche se i recenti test sulle ultime versioni stanno dando ragione a Sony.
Il team phoronix ha recentemente messo a confronto PC-BSD 9.1 (sistema operativo basato su FreeBSD 9.1) con la versione in fase di sviluppo di Ubuntu 13.10 Saucy e Microsoft Windows 8. I 3 sistemi operativi sono stati installati su un’unico personal computer con processore Intel Core i7-4770K da 3.50GHz octa core nel quale sono state installate le schede grafiche GeForce 9800GTX, GeForce GTX 460, e GeForce GTX 680.

Il test ha messo in risalto come FreeBSD – PC-BSD 9.1 con Xonotic è molto più performante confronto Windows e la versione in fase di sviluppo di Ubuntu, Nei test con Unigine Tropics, le performance di FreeBSD 9.1 sono state le stesse di Ubuntu 13.10 e Windows 8 pari con Ubuntu Linux e Windows 8 stessa cosa con Nexuiz e Unigine Sanctuary.
Dal test di Phoronix potremo notare come sia Linux che FreeBSD abbiamo le stesse performance grafiche (se non superiori) di Microsoft Windows tutto questo grazie anche all’impegno di Nvidia che in questi ultimi mesi ha notevolmente migliorato il supporto per Linux / FreeBSD dei propri driver.
Sony ha fatto bene a puntare su FreeBSD?
lo deciderà il mercato per intanto possiamo dire che ormai Linux è quasi ai livelli di Microsoft, mancano si diversi giorni e software proprietari ma siamo nettamente migliori in sicurezza e questo (soprattutto in questo periodo) non è una caratteristica da sottovalutare.
Ringrazio il nostro lettore franco che ci ha segnalato questo interessante test.

TEST NVIDIA GEFORCE: FREEBSD 9.1 VS. WINDOWS 8 VS. UBUNTU

  • christian

    Vaccata fotonica. La PS4 si, usa una versione modificata di FreeBSD, ma non usa OpenGL bensì PSGL ( PlayStation Graphic Library), squisitamente proprietarie. Grazie proprio alla licenza BSD la Sony non ha avuto necessità di contribuire, neppure in minima parte, allo sviluppo di FreeBSD, OpenGL o OpenCL.

    • Gustavo

      consideriamo pure che la ps4 ha una apu amd, concludiamo: cosa c’entrano i driver nvidia??

    • Cristian Martina

      Sicuramente avranno scritto parte del codice. Dubito che abbiano scaricato FreeBSD e che l’abbiano tenuta così com’era.

      • Christian

        Certo, ma la licensa BSD permette loro di non dover condividere con nessuno le patch che hanno sviluppato, ergo il loro contributo all OSS e in specifico a FreeBSD è uguale a 0.

        • Cristian Martina

          Io non ho verificato se e come hanno contribuito al codice.
          Non so neanche dove andare a guardare.
          Il fatto che non sia obbligatorio non vuol dire che l’abbiano fatto.
          Ci sono informazioni in giro a tal proposito?
          EDIT: Questo tizio sembra che abbia contribuito a freebsd
          SANETO Takanori

    • UbuntuWillRule

      Io leggo che Sony internamente le chiama PSGL, ma che comunque sono OpenGL4.3

      “Peddie also noted that the PS4 was likely to run a custom version of Linux, while supporting Open GL 4.3 with some special extensions (e.g., for gesture), which Sony will probably continue to call PSGL”.

    • maldestro

      Ma anche no.
      Usano OpenGL.
      Il nome PSGL è solo una denominazione alla loro implementazione closed source.

      “Grazie proprio alla licenza BSD la Sony non ha avuto necessità di
      contribuire, neppure in minima parte, allo sviluppo di FreeBSD, OpenGL o
      OpenCL.”
      Il che non c’entra nulla, visto che nemmeno nVidia contribuisce allo sviluppo delle libGL open source, ma sviluppa le sue e le distribuisce in bundle con i suoi driver, nonostante Linux è GNU GPL.
      La licenza non c’entra nulla in questo caso.
      L’unica differenza che ha fatto la BSD rispetto alla GPL è che le modifiche fatte all’OS per adattarlo all’hardware proprietario Sony non sono condivise con la comunità.
      E non penso freghi qualcosa ai dev di FreeBSD, considerando che hanno altre architetture su cui lavorare in maniera prioritaria.

  • odone

    questo dimostra che la frammentazione di linux non porta vantaggi significativi sarebbe meglio concentrare lo sviluppo su poche distro come accade con freebsd

    • TopoRuggente

      onestamente non vedo il nesso fra Nvidia che migliora i driver e lo sviluppo di poche distro.

      Tutte le distro usano gli stessi driver.

      • odone

        sinceramente non sono un esperto ne di linux ne di fbsd immagino che dietro al progetto linux inteso come sist operativo lavorino 100 persone e 10 in fbsd potrei sbagliarmi

        1/10 di risorse ottenendo le stesse prestazioni …

        • UbuntuWillRule

          Ci sono 8000 sviluppatori del kernel linux ed in costante crescita. Linux negli ultimi anni ha fatto il botto per quanto riguarda lo sviluppo del kernel. 100 persone!ahahhahahah!

          • odone

            100 è un numero casuale il rapporto 1 a 10 intendevo sottolineare

          • UbuntuWillRule

            Avevo immaginato, stavo per editare il mio commento infatti. Come non detto.

          • molti di questi sviluppatori sono pagati da aziende come google (per lo sviluppo di android) intel, toshiba, ibm, red hat, suse, lenovo e ultimamente anche amd (aggiungo anche microsoft)

      • daniel88

        Si ma tocca vedere poi come ci girano, lo dico con senno proprio in questi giorni sto riprovando un po di distribuzioni e io ho una scheda ATI di quelle che usano i driver legacy, quindi sto provando distribuzioni vecchie che usano al massimo kernel 3.4 e Xorg 1.12 e i risultati sono assurdi, su kubuntu funziona tutto subito con 2 click, su debian stable funzionano ma fanno meno fps (assurdo visto che è praticamente uguale alla kubuntu 12.04 che sto usando), su open suse 12.2 nonostante abbia seguito la guida mi sono ritrovato senza accellerazione 3D al reboot. Non vuol dire nulla che usano tutti le stesse cose, bisogna vedere come le trattano e come ci lavorano su. Le chiacchiere stanno a zero le distribuzioni più supportate dai produttori di hardware sono Ubuntu e derivate, le altre ormai danno sempre qualche rogna quando si parla di driver proprietari, sembra di tornare a prima di Ubuntu. Che poi a me Canonical faccia ridere per le sue politiche è un’altro conto, ma va dato a cesare quel che è di cesare.

        • Gustavo

          su opensuse, se la vuoi riprovare fai così: fai fare tutti gli aggiornamenti (che saranno tantissimi dopo la prima installazione essendo una distro ormai datata.
          Gli aggiornamenti falli fare a yast.
          Dopdiché da yast, gestione repository aggiungi il repository di ati. sempre da yast spunti i due files dei legacy e riavvii. Non fare altro.
          A quel punto se non vedi installati i legacy (raro), apri una console da root e scrivi aticonfig –initial , e riavvii.
          Io passai a opensuse proprio perché era l’unica distro (la 10.2) che mi gestiva senza problemi i driver ati (che vengono rilasciati inizialmente per redhat e suse, e solo dopo per ubuntu). Poi come dici giustamente, capita che ogni particolare configurazione hardware possa dare grattacapi e ci possano essere problemi

          • Gustavo

            dimenticavo: una volta che hai installato i proprietari non devi mai più usare kde per la gestione schermo, ma solo la gui di catalyst

    • asd

      dimostra il contrario, visto che la stessa mossa di sony e’ una frammentazione di bsd.

  • D4rK Br41N

    ci vogliono maggiori standard definiti nel mondo linux/opensourse, per garantire prestazioni e accesso alle funzionalita’ ”fondamentali” di tutte le accelerazioni hardware possibili su PC moderni (browser: OpenGL e WebGL su firefox, Chromium/Opera(?) – ATI/AMD per Word Processor – per i videogames, invece gli effetti grafici avanzati e particellari – nei programmi di Cad3D-RayTracing accelerazione su GPU+APU o IGP, ecc.). Molte volte tutte queste funzionalita’ accessorie che tendono a funzionare e ad essere sempre abilitate sotto windows (e ad avvantaggiarsi di velocita’ di esecuzione nettamente superiori in determinati ambiti quindi: rendering, encoding, compositing di pagine web) su GNU-Linux tutto questo funziona poche volte e i drivers Video proprietari o open che dir si voglia, solo in alcuni casi si riesce ad attivarne il funzionamento e a sfruttare l’accelerazione che l’hardware di ultima generazione ha come propria prerogativa, sfruttare le accelerazioni di GPU e APU e il threading delle CPU multicore… magari fosse tutto standard e correttamente abilitato pure su GNU-Linux! ;(

  • maldestro

    “Molti utenti sono pessimisti sul fatto delle qualità grafiche di FreeBSD
    anche se i recenti test sulle ultime versioni stanno dando ragione a
    Sony.”

    Non c’era molto da discutere in merito alla qualità di FreeBSD.
    Phoronix aveva già dimostrato una volta che, a parità di driver, FreeBSD nel campo grafico è superiore a Linux.
    Il problema è la lentezza nel supporto alle schede grafiche attuali, anche se la situazione si sta pian piano risolvendo.
    Tuttavia, nel caso di Sony, si parla di hardware proprietario, quindi il problema dei driver non lo si pone nemmeno.

    In sostanza, non capisco come ci si possa stupire di fronte alla scelta di Sony.

    PS: Lo dico prima, in modo da non innescare flame. Sono un utente Slackware Linux e FreeBSD, quindi non sono di parte.

  • Guest

    :3

    • Mi stavo proprio chiedendo.. ma io ho visto benchmarks in cui PCBSD fa il deretano a strisce a linux/windows O_ò!