web analytics

Stallman is back: polemiche per il ritorno alla Free Software Foundation

richard stallman fsf
Ultimo aggiornamento:

Richard Stallman torna a far parte del Board della Free Software Foundation (FSF). Se avete la memoria lunga, vi ricorderete che il suo addio risale al 2019 e fu una conseguenza del movimento Me Too. Stallman difese il comportamento del defunto Marvin Minsky, pioniere dell’IA e associato del famigerato miliardario suicida Jeffrey Epstein. Le vittime di Epstein furono definite “consenzienti” nelle e-mail inviate da Stallman ad alcuni membri del MIT.

Stallman torna un anno e mezzo dopo

Stallman ha annunciato il suo ritorno. Queste le parole dell’istrionico programmatore nel corso di un live streaming dedicato al progetto LibrePlanet:

Ho un annuncio da farvi: torno nel Board della FSF. Stiamo lavorando a un video per annunciarlo […] Qualcuno potrebbe esserne felice, altri meno, chi lo sa? Ad ogni modo, è così, e non ho alcuna intenzione di dimettermi una seconda volta.

Ad oggi la FSF non ha ancora confermato in via ufficiale il ritorno di Stallman e non se ne è parlato nemmeno durante la conferenza LibrePlanet tenutasi lo scorso weekend. Stallman però compare ora nella lista ufficiale del board della Foundation. Chiaramente non mancano le polemiche e in molti si sono dichiarati contrari. Josh Simmons, presidente dell’Open Source Initiative (OSI), ha twittato scagliandosi contro Stallman:

Anche VM (Vicky) Brasseur, una pluripremiata sostenitrice del software libero, si è detta contraria al suo ritorno.

RMS

Richard M. Stallman è un volto molto noto, amato da alcuni, odiato da altri, deve la sua reputazione non solo alla FSF ma anche ad altri progetti. Ad esempio ridistribuì l’editor di testo Emacs sotto licenza GNU Public License (GPL). GPL è stata la prima licenza di software libero. Ha anche creato la famiglia di compilatori GCC. La GPL 3 (GPLv3) rilasciata nel 2017 è stato l’ultimo lavoro veramente importante di Stallman. Per il suo lavoro, ha ottenuto riconoscimenti molto importanti, come il premio MacArthur Genius. Anche dopo l’uscita dalla Free Software Foundation, Stallman ha continuato a guidare il GNU Project, altra iniziativa da lui stesso creata nella prima parte degli anni ’80 con finalità del tutto simili. Recentemente, alcune sue uscite ne hanno adombrato la reputazione, alcuni lo ritengono un pazzo che è riuscito a far allontanare persino alcuni dei suoi più stretti sostenitori.

E voi? Cosa pensate del suo ritorno? Apprezzate ancora Stallman o pensate che ormai abbia fatto il suo tempo?

[UPDATE 26/03] Richieste le dimissioni del board della FSF, diverse organizzazioni si sono scagliate contro il reintregro di Stallman.

P.S: qui trovate una lettera a supporto di RMS controfirmata da oltre 6000 persone.

sharing-caring-1Seguiteci sul nostro canale Telegram, sulla nostra pagina Facebook e su Google News. Nel campo qui sotto è possibile commentare e creare spunti di discussione inerenti le tematiche trattate sul blog.

Altre storie
Ubuntu 18.04 Bionic Beaver
Canonical a sorpresa: disponibile Ubuntu 18.04.6 LTS