web analytics
dockerfile oepn source

[Guida] Dockerfile: come creare un’immagine Docker personalizzata

Ultimo aggiornamento:

Ieri in questa mini-guida vi ho parlato di come installare Docker, la nota piattaforma open source per la gestione dei container Linux. Oggi proseguiamo sulla strada tracciata ampliando il discorso e introducendo i Dockerfile. Questi file testuali contengono la lista delle istruzioni utilizzate da Docker per la build.

Dockerfile: immagini custom per Docker

Questa tecnologia è diffusissima in ambito aziendale. Spesso, è preferita alla classica virtualizzazione perché offre il massimo della portabilità, della configurabilità e l’isolamento. Docker infatti, rende possibile distribuire facilmente e rapidamente un ambiente Linux. Nella mini-guida di oggi, vedremo proprio come creare un’immagine personalizzata, tra quelle disponibili nel repository ufficiale. docker dockerfile open source

Nell’esempio, verrà utilizzata l’immagine di Alpine Linux, pesa solo 5MB. Poiché non contiene Vim di default, la nostra personalizzazione sarà proprio aggiungere l’editor testuale. Vediamo come.

  • Recuperate l’immaginedi Alpine Linux da Docker Hub: docker pull alpine
  • Create il Dockerfile: touch Dockerfile, e modificatelo aggiungendo queste istruzioni:
FROM alpine:latest	
RUN apk update
RUN apk add vim
  • Recatevinella directory nella quale avete creato il Dockerfile e create la vostra immagine personalizzata:
docker build -t alpine-vim .    //alpine-vim è il nome custom, il punto è l'attuale directory

docker docker file open source

Per verificare quali immagini sono presenti sul nostro sistema, digitate nel terminale docker images. L’output sarà simile al seguente:

REPOSITORY          TAG                 IMAGE ID            CREATED             SIZE
alpine-vim          latest              fa8255cf0de0        5 seconds ago       33.9MB
alpine              latest              a187dde48cd2        3 weeks ago 5.6MB

Avviando ora il container con:

docker container run -ti alpine-vim /bin/sh

possiamo verificare la corretta implementazione di Vim, controllandone la versione: vim –version.

Per approfondire la propria conoscenza sul funzionamento dei Dockerfile vi rimando alla relativa reference guide. Sempre sul sito ufficiale del progetto open source, è presente anche un utile pagina delle best practice.

sharing-caring-1Seguiteci sul nostro canale Telegram, sulla nostra pagina Facebook e su Google News. Nel campo qui sotto è possibile commentare e creare spunti di discussione inerenti le tematiche trattate sul blog.

VIA

Altre storie
almalinux rhel cloudlinux fork centos sub
AlmaLinux: una nuova distribuzione che si candida a sostituire CentOS