web analytics
mozilla firefox vpn

Mozilla: fixato un bug critico in Firefox, arriva la VPN su Android

Una settimana fa vi ho parlato di Firefox 73, l’ultimissa release del popolare browser di Mozilla che va a migliorare diversi aspetti, in particolare l’accessibilità. Oggi la foundation ha rilasciato un fix per un bug abbastanza grave che colpiva le distro GNU/Linux. Firefox 73.0.1 corregge un problema che si verifica quando vengono lanciati contenuti criptati in ambiente Linux. Ad esempio lanciando un contenuto su una piattaforma come tidal viene mostrato dal browser un messaggio d’errore: “plugin crashed“.Il problema è stato segnalato circa 10 giorni fa su Bugzilla, il bug-tracking system di Mozilla, ed è stato in seguito confermato da più parti con molteplici segnalazioni. Sono coinvolte tutte le distribuzioni GNU/Linux comprese le rolling-release come Arch. Gli sviluppatori hanno introdotto anche diverse patch per Windows incluso un fix per crash dovuti a software third-party.

mozilla firefox 73

Firefox Private Network, VPN di Mozilla sbarca su Android

Dopo lo sbarco dell’app su Windows 10 e Chrome OS Mozilla Firefox Private Network è arrivata sul Play Store di Google. Per ora si tratta solo una beta privata basata su un sistema a inviti disponibile solo negli USA e per il momento non ci sono informazioni precise sull’espansione del servizio al di fuori degli Stati Uniti. L’abbonamento costa 4,99 dollari al mese.

Firefox Private Network è sviluppato in partnership con Mullvad e si appoggia al protocollo di nuova generazione WireGuard, che promette maggior efficienza rispetto a quelli già noti come OpenVPN. Attualmente Firefox Private Network dispone di server in oltre 30 Paesi.

P.S: se volete provarla è possibile scaricarla usando… un’altra VPN per ingannare il sistema e fingersi residenti negli USA.

sharing-caring-1Seguiteci sul nostro canale Telegram, sulla nostra pagina Facebook e su Google News. Nel campo qui sotto è possibile commentare e creare spunti di discussione inerenti le tematiche trattate sul blog.

Altre storie
pinephone smartphone linux ubuntu touch
Smartphone Linux: arriva il PinePhone con Ubuntu Touch pre-installato