linux rufus

Linux, ecco come creare una chiavetta USB bootable con Rufus

Rufus è un tool per Windows molto utile con il quale è possibile rendere avviabile qualunque chiavetta USB con una distribuzione GNU/Linux oppure Microsoft Windows, FreeDos, etc.

Rufus è un progetto open source che permette di caricare su una pendrive il file immagine di Microsoft Windows o di una qualsiasi distribuzione GNU/Linux. In parole povere Rufus consente di formattare e creare una unità flash USB avviabile (bootable), come una chiavetta/penna/unità USB, memory stick, ecc.

Può essere utile quando si deve creare al volo una unità USB di installazione da un file immagine ISO avviabile (Windows, Linux, UEFI, ecc.) magari per installare un OS su un sistema che ne è privo. Può tornare utile anche per aggiornare un BIOS o altro firmware da DOS o eseguire una utility di formattazione a basso livello.

Linux persistent partition grazie a Rufus

rufus 3.8 linux A partire dall’ultima release, Rufus 3.8, è possibile creare una partizione persistente con Debian o Ubuntu. Questa feature è compatibile anche con i flavour e con distro GNU/Linux derivate da Debian o da Ubuntu. Ad esempio non dovrebbero esserci problemi con l’ultima release di Pop!_OS (19.10).

Per creare un live storage permanente bisogna selezionare l’ISO e individuare l’opzione Persistent partition size e modificare le dimensioni grazie allo slider. Impostandolo a 0 si va a disabilitare lo storage permanente.

Sul sito ufficiale, parzialmente tradotto in italiano, sono presenti alcune utili istruzioni, un elenco degli OS compatibili, l’eseguibile e le FAQ.

sharing-caring-1Seguiteci sul nostro canale Telegram e sulla nostra pagina Facebook. Inoltre è possibile seguire il nostro canale ufficiale Telegram dedicato ad Offerte e Promo! Nel campo qui sotto è possibile commentare e creare spunti di discussione inerenti le tematiche trattate sul blog.

Altre storie
MSI annuncia il Cubi 5: mini computer con le nuove CPU Intel Comet Lake