Arne Exton ha rilasciato una nuova build di RaspEX Linux, sistema operativo per Raspberry Pi, che si basa sul recentemente rilasciato Ubuntu 18.10 (Cosmic Cuttlefish). La grossa novità della build è che il desktop environment è il leggerissimo LXDE (Lightweight X11 Desktop Environment) invece che LXQt. Quest’ultimo richiede certamente più RAM ed è più esoso per la CPU rispetto a LXDE ed è quindi meno adatto per una piccola Raspberry Pi.

RaspEX con Ubuntu 18.10 e LXDE

raspex raspberry piRaspEX LXDE Build 181022 si appoggia al kernel Linux 4.14.76 LTS che supporta al meglio la Raspberry Pi 3 Model B e anche la nuova variante B+. Come specificato da Exton è facile fare uno switch back al kernel 4.14.74-v7+ (versione a 32 bit) nel caso abbiate problemi o nel caso in cui non vi serva la versione a 64-bit. Ad esempio la Raspberry Pi 3 Model B e B+ hanno 1GB di RAM pertanto è di fatto inutile un kernel a 64 bit.

Essendo basato su Ubuntu 18.10 (Cosmic Cuttlefish) tutti i packages inclusi nella build sono aggiornati. A bordo trovate Raspotify, Spotify Connect client per Raspberry Pi, Putty, RealVNC e Samba. Wireless e bluetooth funzionano out of the box. Non appena avete installato l’OS dovete loggarvi dal display manager Slim usando username “root” e password “root”. Per usare tutto lo spazio sulla SD card dovete dare il comando “sh resize_rootfs.sh” da terminale.

Per ulteriori dettagli vi rimando al sito ufficiale dove potete anche scaricare questa nuova build.

sharing-caring-1

Vi ricordiamo che seguirci è molto semplice: tramite la pagina Facebook ufficiale, tramite il nostro canale notizie Telegram e la nostra pagina Google Plus. Da oggi, poi, è possibile seguire il nostro canale ufficiale Telegram dedicato ad Offerte e Promo!

Qui potrete trovare le varie notizie da noi riportate sul blog. È possibile, inoltre, commentare, condividere e creare spunti di discussione inerenti l’argomento.