Firefox e il pasticcio Looking Glass

firefox

Un nuovo plug-in sospetto è stato trovato da alcuni utenti di Firefox… cos’è Looking Glass?

Se avete recentemente installato Firefox Quantum, l’ultimissima versione del browser targato Mozilla, saprete che molti add-on e numerose estensioni non funzionano più.

Alcuni utenti di Firefox però hanno recentemente notato la presenza di uno strano plug-in, chiamato Looking Glass, in ogni istanza del browser. Ovviamente nessun utente ha mai installato volontariamente il plug-in.

Looking glass è accompagnato da una descrizione a dir poco vaga e molto criptica: “MY REALITY IS JUST DIFFERENT THAN YOURS“.

Di cosa si tratta? Niente di preoccupante…

Firefox e il pasticcio Looking Glass

looking glass

Il plug-in, in realtà, non è un malware, e non è nemmeno stato sviluppato da terze parti: si tratta di un add-on realizzato nell’ambito della programma Shield Studies di Mozilla (piattaforma di test di funzionalità inedite prima del rilascio).

Di fatto è una campagna promozionale molto aggressiva per la serie TV di Mr. Robot (per chi non la conoscesse, si ricorda che verte proprio sui temi della cybersicurezza).

Sottolineo campagna promozionale molto aggressiva perchè gli utenti non erano nemmeno al corrente di far parte del programma Shield Studies e quindi non hanno trovato una spiegazione alla provenienza del plug-in. Mozilla ha successivamente confermato la sua collaborazioneil team di Mr Robot, in una pagina di supporto ufficiale.

Per evitare il diffondersi di ulteriori polemiche, il plug-in di Looking Glass è stato inserito nello store di add-on di Firefox ed il relativo codice inserito in una repository pubblica. Chi volesse rimuovere il plugin deve inserire nella barra degli indirizzi il comando “about:addons” e procedere dalla successiva eliminazione di Looking Glass.

Visto che Mozilla ha sempre fatto della privacy la sua crociata questa volta ci sembra che abbia toppato in pieno… Cosa ne pensate?

sharing-caring-1

Vi ricordiamo che seguirci è molto semplice: tramite la pagina Facebook ufficiale, tramite il nostro canale notizie Telegram e la nostra pagina Google Plus. Da oggi, poi, è possibile seguire il nostro canale ufficiale Telegram dedicato ad Offerte e Promo!

Qui potrete trovare le varie notizie da noi riportate sul blog. È possibile, inoltre, commentare, condividere e creare spunti di discussione inerenti l’argomento.

41 Commenti

    • Non ce l’hai perché mi pare di aver letto altrove che è una cosa circoscritta negli stati uniti.

      Comunque anche se l’intento era voler fare una cosa simpatica, è una di quelle cose che mi fanno incavolare di brutto. Davvero una decisione infelice visto che l’utenza deve ancora digerire la perdita di tutti quei meravigliosi addon con Firefox 57.

  1. Se si ha attivo la funzionalità “Firefox Shield Studies” che testa alcune funzionalità del browser (una sorta di Test-Pilot) , il plugin viene installato automaticamente.
    E’ una funzione attiva per ora solo negli USA ed è accessibile in “Privacy & Sicurezza > Raccolta e utilizzo dati di Firefox”.
    Ergo , se l’utente ha attivato l’impostazione (di default dovrebbe essere disattivata) , ne ha dato l’esplicito consenso per questa ed eventuali future funzionalità.

  2. al contrario secondo me è stata una cosa intelligentissima:

    il messaggio che passa è che qualunque software che a accesso online può scaricare dei componenti aggiuntivi senza l’autorizzazione dell’utente. quello che loro hanno fatto è stato tipo: noi abbiamo fatto questa cosa innocua per scherzo e reso tutto open source ma chi vi assicura che chrome, edge o anche windows o osx facciano questa cose per davvero in accordo con NSA o altre agenzie?

    chi vi assicura che il software closed source faccia solo quello che vi dice di fare?

    la risposta è nessuno

    • come no. quello che hanno fatto è della becera pubblicità sulla pelle dei loro utenti per lucro. così come avevano un accordo di cinque anni con il motore di ricerca yahoo che non è stato rispettato per rimettere di nuovo google. motivo? la risposta ancora una volta è per lucro.

      • Principalmente la Mozilla Foundation si sostiene con Donazioni e finanziamenti da parte di privati

        Parli di Lucro … allora perchè non fai una donazione alla Mozilla Foundation ?
        Non credo che mantengano una infrastruttura del genere per Grazia Divina 😀

        • perchè dovrei fare una donazione a qualcosa che non mi piace, soprattutto come è diventato ora? e poi che ragionamento è? visto che devono sostenersi allora vale tutto? tipo vantarsi della privacy e mettere come motore di ricerca predefinito il più tracciante del pianeta? se vi piace questa incoerenza soprattutto quando ci sono di mezzo i soldi tenetevelo, chi vi dice niente.

          • Vi lamentate tanto se non è più yahoo quello predefinito, ma scusate se usate anche google lo sapete che nelle impostazioni di firefox ci sono due spunte da mettere per non essere tracciati???? O giudicate senza provare il prodotto?

          • eccone un altro. guarda, la prossima volta che non capisci ciò che leggi, fatti un favore, rileggilo un altro paio di volte e solo poi, commenta. almeno eviti di fare la figura del babbo. scusa se sono sgarbato, ma avete esaurito la mia pazienza. basta.

          • dico sul serio, dammi retta. quando non capisci ciò che leggi, rileggilo anche dieci volte se necessario e solo dopo, commenta. senza offesa, ma smetto di rispondere anche a te ed il motivo mi sembra ovvio per tutti, tranne che per te sicuramente. scusami, ma non ce la faccio, davvero.

      • Ma forse non ti è chiaro che Firefox esattamente come gnu-Linux dipendono proprio dal denaro che viene sparato al loro interno… quindi dal lucro
        Io adoro questa visione favolesca dell’open source come un mondo di fatine e folletti dove tutti sono bravi, operosi e nessuno vuole uno spillo in cambio perché si mangia tutti di aria ed etica….
        Tralasciando gli scherzi: è un modo per guadagnare due soldi e mandare avanti la baracca senza danneggiare l’utente… e se la vuoi mettere ancora più semplice potrei semplicemente dirti che firefox lo sviluppa Mozilla e Mozilla ha tutto il diritto di fare quello che vuole col proprio software…. e soprattutto che sia chiaro un concetto : l’open source non è sinonimo di etica oppure di sicurezza…. nella maggior parte dei casi quando una soluzione open viene adottata lo si fa solo per risparmiare…. ovvero per soldi… lucro.
        Se non ti aggrada Firefox sei sempre libero di usare altro oppure prendere i sorgenti, ricompilarli e creare la tua versione di firefox senza queste meschine macchinazioni che rovinano la vita delle persone…
        Scusa il rant ma mi sono stancato di leggere le solite menate etiche quando, nel mondo reale, il software è semplicemente uno strumento e viene giustamente valutato solo e soltanto in base a quello che permette di fare…
        Se volete la vera etica fate volontariato… smettete di lavorare per soldi(se lavorate) e andate in Africa a curare tutte le popolazioni disagiate che purtroppo esistono ancora ma smettetela di guardare l’informatica come se fosse una missione umanitaria.
        L’informatica è nata per risolvere problemi pratici non per questioni etiche.

        • ok hai voluto fare il discorsetto da figo del forum dicendo banalità senza nè capo nè coda. peccato che l’etica non c’entra niente. questa è pura ipocrisia. noi alla privacy ci teniamo! infatti abbiamo detto addio a google perchè era contro la nostra politica e abbiamo scelto yahoo! dopo tre anni sui cinque concordati con yahoo, indovina chi torna come motore di ricerca predefinito alla faccia della privacy? se a te piace farti prendere in giro chi ti dice niente. contento te, contenti tutti.

          • non voglio entarare nel discorso, però visto come ha gestito Yahoo la questione degli account violati non è che mi fidi poi molto di loro… non solo avevano i dati degli utenti ma se li sono anche fatti fregare senza dire niente!

          • a parte che il motore di ricerca non c’entra niente con le email, ma poi chi li ha scelti io? no, mozilla che comunque ha mantenuto yahoo come motore anche molto dopo lo scandalo. poi ciò non toglie che google non è tanto meglio, visto che quando fa comodo hanno la fama degli spioni, poi sempre per comodità va benissimo e tutti si dimenticano che sono spioni.

          • se hanno un accordo (quindi un contratto) questo va mantenuto se una qualunque azione non viola una clausola dello stesso, qundi se avesse firmato per yahoo fino al 2030 non avresti potuto farci nulla , a meno che non ci siano delle clausole rescissorie … e di sicuro non senza penali. questo si chiama Business.
            E l’opensource permette di fare business entro certi termini definiti dal tipo di licenza applicata.

          • l’open source permette di fare buisness, ma se si vantano della privacy ed eliminano google perchè dicono che traccia gli utenti, poi lo rimettono senza un vero perchè se non per il fatto che sgancia bene i dollaroni, permetti che io li reputi degli ipocriti? posso per favore?

          • mi sono accodato al tuo messaggio perchè era tornato fuori yahoo non per altro sul discorso o per quello che hai detto 🙂
            il motore centra perchè comunque ti devi fidare di un azienda e delle relative regole di privacy, azienda che però si è comportata in modo ben più che scorretto ed illegale. Quindi sull’eliminarla ha fatto più che bene, sul fatto che sia tornata su google si può sicuramente discuterne e criticare la scelta

          • Banalità che evidentemente tu e molti altri ignorate totalmente così come non riuscite a capire che l’effort dietro a un browser come firefox fatica a mantenersi a galla solo con delle etiche donazioni saltuarie…

            “Abbiamo”… “la nostra politica”…. a me pare che abbia fatto tutto Mozilla in piena libertà e non ha certo indetto un referendum per deciderlo…..

            “se a te piace farti prendere in giro chi ti dice niente”
            A me piace usare il software che ritengo migliore in base ai miei gusti ed esigenze e se l’azienda che me lo fornisce decide di fare certe scelte non mi sento certo preso in giro visto che a differenza tua sono ben consapevole del fatto che qualunque azienda può cambiare scelte e idee dall’oggi al domani… semplicemente se il prodotto non mi aggrada cambio senza strafarmi di paroloni come etica e privacy nel 2017 che non hanno nessun senso logico.

            Firefox ti è stato fornito con un plugin che non inficia minimamente la privacy ne tantomeno qualunque tipo di licenza software, eula, gpl ecc…. quindi prendere in giro per cosa???

            Se alla privacy, quella vera, ci tenessi davvero dovresti rinunciare alla rete e al 90% dei servizi che utilizzi in rete… una parte di privacy finisce nel momento in cui si sta in rete… e non è certo un innocuo plugin a cambiare le cose.
            E per fortuna che sono io quello che fa discorsetti fighi da forum.

          • banalità senza senso che continui a snocciolare, come l’etica che io non ho mai menzionato. sei stato tu a buttarla in mezzo senza che c’entrasse realmente qualcosa. hai addirittura preso degli spezzoni di mie frasi ed unite a caso, per poi inserire una risposta senza senso. e tutto per difendere a spada tratta il tuo browser del cuore? continuo a ripeterti, contento te, contenti tutti. per me restano dei grandissimi ipocriti, altro che “realizzato per le persone, non per il profitto”.

          • Io nemmeno uso Firefox figurati…. ma non capisco quale danno avrebbe fatto?
            Scegliere Google come motore predefinito? 1 minuto e lo cambio…
            Inserire un plugin completamente innocuo? non interessa davvero a nessuno a parte i soliti pionieri della falsa privacy…
            Non sono ipocriti… sono una fondazione che sviluppa un ottimo browser web e campa con modeste donazioni cercando di sfidare multinazionali con risorse decisamente più grandi… e se per continuare ad offrire questo prodotto ritengono giusto modificare certe cose lo trovo assolutamente legittimo…
            Quindi PIANTALA con il melodramma della privacy…. nello stesso momento in cui sei connesso a disquss, Google e magari utilizzi uno smartphone di qualunque marca e modello esso sia… la tua è vera ipocrisia… altro che Mozilla….

            Tu NON ti puoi permettere di salire sul piedistallo (dall’alto di cosa poi?) e metterti nei panni di una fondazione di quel livello oppure di un dev di firefox e giudicare a priori asserendo cosa devono e cosa non dovrebbero fare…. almeno che non ci porti il tuo folto curriculum oppure includi un’idea costruttiva e meno “lucrosa” su come potrebbe finanziarsi un progetto come quello di Mozilla…. se la tua unica osservazione è “sono ipocriti” abbiamo già finito qui.

          • senza offesa ma la finisco io di risponderti. perchè è frustrante dialogare con un tizio che al 50% si inventa cose mai dette e al restante 50% spara caxxate palesi. e dopo una ricerca, mi pare di aver capito che non sono nemmeno il primo ad averlo notato. per favore fatti vedere da uno bravo.

          • E io sono stanco di discutere con bimbi nutella sparsi per la rete che vogliono parlare e giudicare situazioni ben più grandi di loro e di cui non hanno la minima conoscenza… forse stare zitti e informarsi sarebbe pratica buona e giusta…
            Ma visto che le tue argomentazioni sono pari a zero mi sembra che l’unica cosa azzeccata sia l’avatar che hai scelto per il tuo profilo…. decisamente in linea con la qualità e la maturità dei tuoi post.
            #liberiamolecantine

        • E allora perché dovrei donare se non rispettano certi principi?

          Non è che uno dona a Facebook o Microsoft. Uno dona a Firefox per certi motivi

          • E dove sta scritto che chi dona a Firefox lo fa per i principi??
            Io potrei donare perché lo uso oppure perché mi piace più di altri browser…..
            E comunque non sei obbligato a donare… se non ti piace non doni…
            In base al tuo ragionamento sarebbe molto più meritevole donare al team di Midori oppure qupzilla che sono e restano veri browser comunitari senza nessun genere di collegamento col mondo delle major…. certamente meno concussi di Mozilla che per tanti ragioni deve mantenere un certo equilibrio in merito.

        • nessun merito, questa è solo una tua giustificazione molto forzata e di pura fantasia. infatti c’è scritto anche nell’articolo che è stata una campagna promozionale molto aggressiva. quindi poche scuse.

        • in pratica negli usa eliminarono google come motore di ricerca predefinito perchè siccome tracciava, andava contro la loro politica. in realtà è perchè si vede che yahoo ha sganciato più grana. facendo così di yahoo il motore di ricerca predefinito per cinque anni. ma dopo tre anni, con l’uscita di firefox 57 come motore di ricerca predefinito è tornato google, spiegando che lo hanno fatto per dare ai propri utenti una ricerca di qualità. ok, ma la storia del tracciamento che fine ha fatto? è ovvio che è stato per soldi e non per il bene dei propri utenti.

          • Negli USA, Mozilla sostituì Google come motore di ricerca predefinito perché Yahoo pagò un botto di soldi.
            Non esistono dichiarazioni di Mozilla riguardanti motivazioni di privacy rispetto a tale fatto, anche perché sarebbero ridicole.
            La privacy che hai quando usi google per cercare qualcosa è la stessa che hai con qualsiasi motore di ricerca, yahoo incluso, o sito web a cui chiedi di accedere a dei contenuti.

            Per impedire il tracciamento e tutelare la tua privacy, Firefox ti consente di usare le sessioni anonime, che ti proteggono a prescindere da quale sito ti venga in mente di consultare.

            Il tracciamento non riguarda la funzione di ricerca di google (perché sei tu che stai dicendo. di tua iniziativa, a google i fatti tuoi, quindi non è “tracciamento”), ma riguarda la possibilità che Google (ed altri operatori) conosca ciò che visiti anche senza passare dalle sue pagine indice.
            Questo è realizzato tramite le attività di advertising ed altri servizi accessori, che coinvolgono i siti partner, utilizzando cookies definiti appunto “traccianti” ed altre tecniche più avanzate di profilazione.

            Per conoscenza: tali tecniche non le ha inventate google, sono possibili ed impiegate da sempre e da chiunque, yahoo e bing inclusi.

            Per chiarezza ulteriore, e stando all’esempio di google, che ribadisco non essere l’unico: il tracciamento, senza le opportune contromisure, avviene a prescindere dal fatto che tu utilizzi Google per fare delle ricerche, perché dipende dalla rete di appoggio che Google, come gestore di pubblicità e promotore di servizi (es. analytics), riesce a tessere attorno a te, tramite i siti che visiti.

          • io sinceramente ricordo che l’accordo yahoo era per soldi, non per questione di privacy.
            mozilla campa di donazioni, ovviamente chi offre di più “vince”.
            poi ovvio se il motore di ricerca fa pena magari ci pensano su 2 volte perchè è vero che pagano tanto, ma se fa schifo rischi di perdere utenza.

            comunque non mi risulta che era per motivi di privacy, ma solo per questione di fondi.
            che poi, yahoo non penso sia tanto più rispettoso di google, uno è americano l’altro è cinese.

    • quantum poco reattivo e lento??
      da me è una scheggia (ma ormai da diverse versioni la velocità era migliorata sensibilmente, ma quantum ha fatto un ulteriore passo in avanti sopratutto sull’immediatezza del rendering)

  3. Non l’ho vista e avendo la sincronizzazione me ne sarei accorta perché vado sempre a verificare le app aggiunte e quelle mancanti.

    • Se tieni alla libertà più di passare dai servizi di un’azienda a quelli di un’altra cerca una soluzione FOSS distribuita, es. YaCy. Non è del livello di Google ma si usa e si può usare in locale molto comodamente.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here