Il team di Fedora ha annunciato l’immediata disponibilità di Fedora 26.

Lo sviluppo di Fedora 26 è iniziato lo scorso mese di Gennaio. In questi mesi gli sviluppatori hanno rilasciato un’alpha e una Beta.
Fedora 26, insieme ai vari spin, è finalmente disponibile per il download. A bordo troviamo il Kernel Linux 4.11.8 supportato da Mesa 17.1.4. Gli sviluppatori hanno introdotto numerosissimi miglioramenti derivati dall’aggiornamento dei vari software presenti nei repository della distro, inclusi i nuovi strumenti di sviluppo quali GCC 7, Golang 1.8 e Python 3.6.

Disponibile Fedora 26

fedora 26

E’ stato aggiunto un nuovo strumento di partizionamento in Anaconda (l’installer grafico di Fedora) che sarà di sicuro apprezzato dagli appassionati e dai sysadmin.
Aggiornato anche il gestore di pacchetti DNF alla versione 2.5 con tante nuove funzionalità. Il driver xorg-x11-drv-synaptics è stato rimosso mentre è presente “Python Classroom Lab edition”, edizione pensata specificatamente per i professori.

L’edizione principale di Fedora 26 si basa su GNOME 3.24.2 “Portland”, l’ultima versione stabile del desktop environment di riferimento nel mondo GNU/Linux.
Se siete interessati ad ambienti desktop alternativi potete scaricare una delle tante Spin. Oltre alle consuete edizioni con KDE, Xfce, MATE-Compiz, Cinnamon ed LXDE troviamo la nuova Spin con LXQt.

Trovate le note di rilascio complete di Fedora 26 qui. Se provenite dalla precedente versione di Fedora (25) e volete aggiornare la vostra distro a Fedora 26 seguite le istruzioni pubblicate da Fedora Magazine.

sharing-caring

Vi ricordiamo che seguirci è molto semplice: tramite la pagina Facebook ufficiale, tramite il nostro canale notizie Telegram e la nostra pagina Google Plus. Da oggi, poi, è possibile seguire il nostro canale ufficiale Telegram dedicato ad Offerte e Promo!

Qui potrete trovare le varie notizie da noi riportate sul blog. È possibile, inoltre, commentare, condividere e creare spunti di discussione inerenti l’argomento.

  • 247

    aggiornato ieri senza problemi tramite il centro software…per il momento va tutto a meraviglia 🙂

    • lordronk

      Su Fedora i passaggi di versione avvengono senza problemi? Devo trovare il tempo di installarla perché quando avevo provato col la 24 (se non ricordo male) mi aveva dato qualche problema con l’installar e per mancanza di tempo avevo lasciato perdere.

      • fedora

        Nel novembre 2015 avevo installato Fedora 23 sul mio portatile. Ho aggiornato 23->24->25->26 senza mai aver avuto problemi, mai reinstallato.

        • michele

          se non ricordo male andavano eliminati o disattivati i repo esterni, anche rpmfusion e con essi i vari driver (nel mio caso nVidia).
          E’ corretto?

          • 247

            io ho installato 3 repo, rpmfusion, lollypop ed uno di telegram, e non ho avuto problemi con nessuno di essi…

          • lordronk

            Bene so come divertirmi nei prossimi giorni!

          • michele

            Forse è più uno scrupolo, considerando che con gli nvidia installati potrebbe succedere qualche “disastro”. Gli rpmfusion si aggiornano dopo qualche giorno e con loro i driver grafici

          • 247

            e invece questa volta hanno giocato in anticipo…non solo rpmfusion era pronto da mesi per fedora 26, ma anche per fedora 27…per i driver non lo so che il mio pc usa i free…anche se mi stanno dando qualche noia devo dire…

          • lindgren

            Si.

      • 247

        io ho aggiornato da 24 a 25 con terminale e da 25 a 26 con il centro software e zero problemi…quindi posso concordare quanto detto da fedora qui sotto 🙂

      • lindgren

        Il Fedora Magazine pubblica sempre la guida all’aggiornamento:
        https : / / tinyurl . com / ybys8heg

  • Gabriele Marcomin

    Ricordatevi di citare le fonti. L’articolo è copiato crudelmente da un altro blog

  • Tizio

    Caro staff di lffl,
    grazie per tutti gli articoli che pubblicate di giorno in giorno ma, come afferma Gabriel Marcomin, ricordatevi di citare le fonti reali 😉

  • jboss

    se volete che funzioni l’autocompletamento del pacchetto in dnf dovete installare sqlite

No more articles