The Document Foundation ha annunciato la disponibilità di LibreOffice 5.2.7: settima e ultima point release di LibreOffice 5.2.

La suite open-source e cross-platform si aggiorna con l’ultima point release in programma con la quale gli sviluppatori hanno corretto gli ultimi problemi emersi.

E’ un aggiornamento raccomandato e considerato stabile, LibreOffice 5.2.7 può essere tranquillamente usato sia per un uso famigliare che in ambiente lavorativo senza timori. Con questa point release sono stati corretti 43 bug riportati dal rilascio di LibreOffice 5.2.6, avvenuto due mesi fa, ad oggi.

EOL il 4 Giugno 2017

libreoffice 5.2.7

La serie 5.2 raggiungerà presto lo stato di EOL (end of life), precisamente il prossimo 4 Giugno, quindi tra meno di un mese. Sarà quindi necessario ‘migrare’ a LibreOffice 5.3 per continuare a ricevere gli aggiornamenti da parte della TdF. Attualmente la serie 5.3 è ferma alla seconda point release di sviluppo (5.3.2). Vi ricordo che lo sviluppo di LibreOffice 5.4 è attualmente in corso.

LibreOffice 5.2.7 è già disponibile per il download per tutti coloro che stanno usando una versione precedente appartenente alla serie 5.2.x. Sarà presto caricata nei repository della vostra distribuzione di riferimento.

Download | LibreOffice

sharing-caring

Vi ricordiamo che seguirci è molto semplice: tramite la pagina Facebook ufficiale, tramite il nostro canale notizie Telegram e la nostra pagina Google Plus. Da oggi, poi, è possibile seguire il nostro canale ufficiale Telegram dedicato ad Offerte e Promo!

Qui potrete trovare le varie notizie da noi riportate sul blog. È possibile, inoltre, commentare, condividere e creare spunti di discussione inerenti l’argomento.

  • Ansem The Seeker Of Darkness

    Io aspetto la 5.4, spero che migliorino parecchio la notebook view. Ora come ora è orribile su windows, ma è già un buon passo avanti come utilizzo.

    • Giovanni

      Orribile ↔️↔️ Buon passo avanti ?

      • Eudora

        Fa riflettere che fino a qualche settimana fa il ribbon era l’incarnazione del male assoluto 🙂 Ma ora che con 10 anni di ritardo arriva su LibreOffice magicamente diventa una cosa buona…

        • Leno

          La ribbon resta il male assoluto per tutti coloro che non sono utenti occasionali del programma di turno. Che sia office, autocad, matlab o quello che si vuole, l’utente esperto non può che essere rallentato da un interfaccia a schede piuttosto che una personalizzabile a pannelli con tutte le funzioni alla portata di click, oltre ad avere un risparmio in termini di spazi a schermo.

          • Eudora

            Anch’io preferisco le barre personalizzabili, anzi elimino tutti i tasti predefiniti che non uso.
            Resta il fatto che molti di quelli che criticavano il ribbon ora lo esaltano… Un po’ di coerenza non guasterebbe.

          • floriano

            si sono semplicemente abituati alla nuova e pessima interfaccia brevettata (la forza del monopolio) , la stessa cosa hanno provato a farla con Windows Phone solo che la gente l’ha rifiutato…

          • alex

            non tutti la criticavano, basta che leggi anche gli articoli precedenti, ma di certo una grande maggioranza di chi la criticava è anche un utente linux e commenta qui. Io per primo l’ho difesa spesso, e sempre sottolinenado che l’utilità maggiore è proprio guidare chi conosce meno il programma o chi comunque deve usare delle funzioni che non conosce. Chi è già esperto non ne ha di certo bisogno, ma di solito l’interfaccia la si può comunque adattare, tornare magari ai classici menu o comunque usare varie scorciatoie. Sulla ribbon ci si può anche costruire delle schede ad hoc volendo.

      • Ansem The Seeker Of Darkness

        È un passo in avanti rispetto all’interfaccia precedente, ma comunque c’è ancora parecchio da fare renderla bella, chiara e comoda da usare

  • Samuele

    Spero che con la 5.4 aggiornano anche l’applicazione Base.

  • floriano

    chissà se hanno liberato “libreoffice base” da java…

No more articles