I ragazzi di Feral Interactive hanno annunciato l’arrivo di DiRT Rally su Linux.

Preparatevi e se non ce l’avete ancora andate a fare la patente perchè a Marzo DiRT Rally arriverà su Linux e vi proietterà in pista. Da soli e in compagnia. E’ stato infatti confermato che sarà presente il multiplayer e potrete giocare anche con gli utenti Windows.

DiRT Rally è stato rialasciato su Windows nel 2015. Nel 2016 è arrivata l’edizione per Console.

DiRT Rally

dirt rally

Impegnativo, con un ottimo modello di guida finalmente slegato dalla logica puramente arcade dei precedenti capitoli, DiRT Rally è un titolo davvero imperdibile per tutti gli appassionati delle quattro ruote.

Per essere veramente performanti, in DiRT Rally, la parola d’ordine è concentrazione: per risultare vincitori nei vari eventi, soprattutto nei rally e nell’hillclimb, è d’obbligo rimanere con gli occhi fissi sulla strada, e riuscire a pensare in anticipo a come affrontare una curva.

DiRT Rally può contare su una trentina di vetture divise in dieci categorie (dagli anni ’60 al 2010), e circa settanta tappe di sei eventi; per il rallycross, invece, le piste disponibili sono tre, con sei vetture. La modalità hillclimb, invece, è tutta incentrata sulla scalata al Pikes Peak, affrontabile con tre auto. La modalità carriera è la più interessante: partirete dal fondo e a forza di gareggiare conquisterete denaro utile per acquistare vetture più performanti. Dal punto di vista dei contenuti, dunque, non ci si può di certo lamentare. Il modello di guida che non è completamente simulativo, ma riesce ad offrire una sfida divertente e in alcuni tratti esaltante. Si potrebbe pensare che solo guidando le auto più veloci e potenti ci si possa divertire, ma ogni categoria di vetture riesce a regalare la propria sfida; guidare una Lancia Fulvia HF sui pietrosi rettilinei gallesi, difatti, è questione assai diversa rispetto a padroneggiare una Subaru Impreza del 2001. Non cambia solo la sensazione di velocità, o evidentemente i riferimenti che vanno utilizzati per cercare di prendere la linea migliore durante i tornanti. Le differenze si notano nella sensazione del peso della vettura, ma soprattutto nelle reazioni alle nostre sollecitazioni durante l’utilizzo del freno a mano, o nei cambi di direzione, e nelle scalate di marcia. DiRT Rally è un titolo complicato da padroneggiare, ma nei momenti in cui il navigatore dà con tempismo l’indicazione di una curva difficile, magari alla fine di un rettilineo fangoso, e si riesce a utilizzare quel minimo di freno a mano che serve a prendere un tornante come si deve, la soddisfazione si accompagnerà anche a un certa esaltazione. Come si dice in questi casi, provare per credere.

Quanto dovrete attendere ancora? Il gioco sarà disponibile tra un mesetto scarso, il 2 Marzo, sia su Steam che sul sito di Feral Interactive (Feral store).

sharing-caring-1

Vi ricordiamo che seguirci è molto semplice: tramite la pagina Facebook ufficiale, tramite il nostro canale notizie Telegram e la nostra pagina Google Plus.

Qui potrete trovare le varie notizie da noi riportate sul blog. È possibile, inoltre, commentare, condividere e creare spunti di discussione inerenti l’argomento.

 

  • ottimo, un altro AAA in arrivo per linux.

    PS: vado un attimo OT, ubuntu 16.04.2 è stato rimandato al 9 febbraio (salvo altri eventuali bug), a causa di una regressione in fase di boot in sistemi arm64, quindi se qualcuno si stava chiedendo… ma ubuntu 16.04.2 non doveva uscire il 2 febbraio?? ora sapete cosa è successo xD

    • Antonio Rossitoni

      grazie per l’ottima informazione, aspettavo la xubuntu 16.04.2 per un’installazione da zero visto che per il momento la 16.01 va che e’ una meraviglia… certo che con il tema arc ed icone papirus e’ anche bella da vedere, ola

    • rico

      Hanno fatto bene, non riescono a fare meglio.
      ARM 64? Ma c’è qualche PC, laptop o fisso, che monta questo tipo di processori, o è un esercizio accademico di Canonical?

      • Emanuele Cavallaro

        Fai questa domanda perché tu pensi solo ai PC home…

      • ci sono anche server basati su arm e non x86, e ubuntu mi sembra sia la distribuzione più diffusa sui server (ricordo di aver letto dati in cui ubuntu veniva usata più di debian e redhat), e sicuramente la più diffusa in ambito cloud.
        quindi si, arm64, potrebbe davvero essere importante per loro.

  • Andrea

    Ma questa versione di Dirt è una versione ad hoc per linux o è un remake del Dirt per pc; il primo intendo? Me lo chiedo perchè su pc ormai siamo quasi alla 4° e questa graficamente non riesco a collocarla paragonandola ai Dirt per pc.

    • Aster

      Secondo me e vecchia visto anche dove hanno scritto auto del 2010

      • gabriele tesio

        Con auto del 2010 non si intede solo l’anno 2010, ma il decennio che incomincia dal 2010. Dirta Rally è uscito il 7 Dicembre 2015 ed è l’ultimo gioco della serie Dirt, e il penultimo gioco della Codemasters (l’ultimo è F1 2016 uscito ad Agosto), i prossimi giochi della codemaster sono Micro Machine World series e Dirt 4, che usciranno rispettivamente ad Aprile e Giugno (salvo ritardi.)

        • Aster

          A OK avevo capito fono al 2010 boh sono rimasto indietro con Colin mcrae rally;)

          • gabriele tesio

            Colin mcrae rally 2005 è il top 🙂

          • Aster

            Stupendo

  • Marco S

    Il gioco mi interessa ma poi non riesco a giocare a niente perchè è un anno che aspetto un driver linux completo per la mia gcn 1.0 (r7 370 ), catalyst è deprecato, amdgpu non era previsto, ma poi ci hanno ripensato (è in experimental), radeon non supporta le opengl più recenti e Steam va avviato con un script.
    Morale, mi tocca giocare su windows.

    • Aster

      Peccato la solita storia AMD linux

No more articles