Pare che Canonical stia per rilasciare l’OTA 15 del suo sistema operativo per smartphone: Ubuntu touch. La notizia, se confermata, avrebbe del “clamoroso” dopo le recenti parole di Pat McGowan.

Al momento Ubuntu Touch è basato sul vecchio Ubuntu 15.04 (Vivid Vervet), che non è più supportato dal 4 Febbraio, 2016, e andrebbe rimodulato su una release più recente.

Rilascio in corso

ota 15

L’OTA dovrebbe essere rilasciata proprio in queste ore, non si tratta di un grosso aggiornamento ma di una bug-fix release che va a correggere una dozzina di bug riportati dagli utenti, 5 dei quali sono a criticità elevata e 6 di essi contrassegnati da una criticità alta. Il browser è ora in grado di ricaricare le pagine HTTPS.

Anche se ci si aspetterebbe un impegno maggiore sul fronte mobile da parte di Canonical il rilascio di quest’OTA è comunque un segnale che lascia un barlume di speranza: il progetto non è morto e, pur tra le difficoltà, dovute soprattutto al fatto che Canonical è concentrata su altri fronti, va avanti.

Se ricevete l’OTA 15 sul vostro smartphone Ubuntu non esitate a farcelo sapere nel box dei commenti!

sharing-caring-1

Vi ricordiamo che seguirci è molto semplice: tramite la pagina Facebook ufficiale, tramite il nostro canale notizie Telegram e la nostra pagina Google Plus.

Qui potrete trovare le varie notizie da noi riportate sul blog. È possibile, inoltre, commentare, condividere e creare spunti di discussione inerenti l’argomento.

  • Andrea

    A me sembra che sia già stato ribadito più volte che il progetto non verrà abbandonato, sono solo pause fisiologiche di un azienda che non può permettersi di correre su più fronti.

    • anche a me era sembrato di capire questo.
      anzi su non ricordo quale blog inglese, era uscito anche un articolo di chiarimento in cui canonical diceva spressamente che ubuntu touch non era morto.
      secondo me hanno semplicemente pensato che è inutile andare avanti ora come ora con questo progetto perchè tanto il bello di ubuntu touch è la convergenza ma ora come ora non possono averla, quindi è probabile che aspettino di avere mir, unity 8 e snap stabili e funzionanti anche su desktop e poi ripartire con ubuntu touch interamente basato sugli snap e non più su click

      • gabriele tesio

        Esattamente. L’immagine basata su .click, non viene più sviluppata, ma ciò non significa che canonical non scrive più una riga di codice al riguardo, significa che non è più un obiettivo di sviluppo, quindi non ci saranno nuove funzionalità, per via che l’iso verrà interamente sostituita da una basata su snap, profondamente diversa nel suo ”nucleo”. Però, per i prossimi 2 anni (ma potrebbe essere meno, non sono sicuro se sia ufficiale o solo una voce di corridoio), Canonical continuerà a rilasciare bugfix e aggiornamenti di sicurezza (come quello qua sopra).

        • Alessandro

          Ma canonical rilascerà un upgrade a ubuntu personal per Meizu pro 5? Ci sono dichiarazioni al riguardo?

          • gabriele tesio

            Non mi pare ci sia una dichiarazione ufficiale sui modelli che lo riceveranno, so che quasi sicuramente sarà disponibile sul tablet m10 e non sugli altri due bq e il meizu mx4 (che sono troppo vecchi e da quel che ho capito hanno problemi di compatibilità tra i driver e i kernel nuovi). Il pro 5 è recente quindi c’è la possibilità che lo riceva, ma non ci giurerei, bisogna aspettare una dichiarazione che non credo arriverà prima del rilascio di ubuntu 17.04, secondo me sarà questa estate.
            Comunque se hai già il pro 5, puoi aspettare lasciando ubuntu installato, che tanto come ho scritto riceverà aggiornamenti per un bel po, o rimettergli FlymeOS, e quando saranno disponibili nuovi modelli/iso decidere se è giunto il momento di cambiare telefono o aspettare ancora (o installare la nuova iso se sarà disponibile per il pro 5).

          • Alessandro

            Grazie, cmq non è il massimo per un phablet di neanche un anno ritrovarsi con un OS su un binario morto (aggiornamenti di sicurezza a parte). Se Canonical punta ad un successo commerciale dovrebbe dare qualche affidabilitá in più sui suoi prodotti. Ero consapevole che Ubuntu Touch fosse un prodotto in fase di sviluppo ma non pensavo avrebbero lasciato il lavoro a metá…

            Spero di essere smentito dai fatti.

          • gabriele tesio

            beh molte aziende mettono Android in un loro telefono, poi fanno aggiornamenti per circa un anno (magari senza neanche aggiungere il supporto ad una nuova versione di Android) e poi smettono di rilasciare qualsiasi pezzo di codice, salvo forse per qualcosa di veramente importante, certo è un peccato che Canonical non possa fare un ‘semplice’ aggiornamento da .click a .snap, ma supportare la versione di un OS per praticamente altri due anni dopo la cessazione dello sviluppo non ha praticamente eguali nel mondo Android salvo forse i nexus il cui supporto è gestito direttamente da Google.
            Comunque ti consiglio di dare una provata a FlymeOS (se non l’hai già fatto), personalmente lo trovo molto meglio rispetto ad Android stock riguardo all’usabilità dell’interfaccia (Una delle cose più fastidiose di Android per me è la separazione tra il ”desktop” e il menù con tutte le app installate.).

          • Alessandro

            Ok grazie per i consigli! Come faccio ad installare FlymeOs? Sai se sulla versione ubuntu il bootloader è bloccato?

          • gabriele tesio

            https : // forum . xda-developers . com / meizu-pro-5/how-to/how-to-ubuntu-to-android-meizu-5-pro-t3395995 (sullo stesso sito c’è anche il passaggio inverso)

      • Marco Missere

        Già, effettivamente mi sembra che lo sviluppo di Unity 8 Desktop stia procedendo più velocemente rispetto al passato, a giudicare dai video di Popescu Sorin su YouTube.

      • Andrea

        Perfettamente. Era omgU

      • Aury88

        aspetta, qua mi sa non ti capisco…per quello che ho capito io allo stato attuale ci sono tre ubuntu: ubuntu deb, ubuntu click (UT) e ubuntu snap (ubuntu personal). il primo è diventato di supporto per lo sviluppo di snap ( unity8+mir), il secondo che è quello di cui si parla qui non verrà più toccato se non per bugfix per i prossimi due anni, il terzo è il futuro so che dovrebbe venir usato da per tutto e quindi sarà il sostituto di UT in ambito smartphone.
        Ubuntu Touch è di per se morto o comunque un paziente terminale, da oggi in poi non verrà più caricato su uno smartphone in maniera ufficiale perchè il sistema che si vuole usare per gli smartphone sarà Ubuntu Personal quindi basato su snap (e nuove funzionalità del kernel).
        questo non significa che il codice venga buttato…unity8+mir è nato su smartphone si è evoluto prima per tablet e ora per desk…fino ad ora unity8+mir su UT sono stati dei componenti del so mentre con ubuntu personal saranno staccati in propri snap e si pensa anche a scorporarli in componenti più piccoli ognuno con il proprio snap…ed è qua forse il motivo per cui non si può parlare di morte di UT…semplicemente parte del suo codice confluirà in Ubuntu Personal impacchettato in maniera diversa e più funzionale. ma UT come lo si conosce oggi comunque ad un certo punto non ci sarà più

    • Aury88

      beh, il progetto basato sui click si…quelli sugli snap usano una versione del kernel che i vecchi smartphone non supportano e che quindi, dopo due anni di aggiornamenti di sicurezza e altri bugfix, verrà abbandonato

  • Gabriele

    Stanno semplicemente facendo quanto avevano detto. Non ha senso proseguire lo sviluppo su un dispositivo basato su una versione vecchia del sistema e su una pacchettizzazione che sarà abbandonata. Una volta completato lo sviluppo di Ubuntu Personal (che – compilazione a parte – girerà su tutti i dispositivi indipendentemente dal formato schermo) quest’ultimo potrà essere caricato anche sui dispositivi mobile, sostituendo il ramo “Ubuntu Touch” che è un ramo non più in sviluppo (anche se soggetto a bugfix come la prossima OTA 15). Chiaramente questo non significa che gli attuali possessori di un dispositivo Ubuntu Touch (come ad esempio il sottoscritto con l’Acquaris e4.5) potranno installare Ubuntu Personal quando uscirà; il passaggio a versioni più aggiornate del software, non potrà essere supportato dai driver dell’hardware presente sugli stessi dispositivi “Ubuntu Touch” ad eccezione – almeno in una prima fase – del Tablet M10 e del Meizu Pro. Canonical certamente non andrà a lavorare per la “retrocompatibilità” dei “vecchi” dispositivi. Questi continueranno a funzionare con il precedente sistema operativo attendendo che la comunità (speriamo) possa provvedere in tal senso, come sta facendo il progetto Uport per i dispositivi non ufficiali. Speriamo. In ogni caso il mio telefono, acquistato circa due anni fa, ha potuto godere e godrà, dall’acquisto, complessivamente di circa quattro anni di aggiornamento del sistema. Aspetto direi assolutamente positivo soprattutto in ragione del fatto che il telefono era stato acquistato come dispositivo “sperimentale”

    • Aster

      quindi ci sara solo una versione per tutti i dispositivi?

      • gabriele tesio

        Sfortunatamente no, per via che arm non é ancora sufficientemente standardizzato dal permettere una iso generica, ma le iso avranno tutte la stessa base.

        • Aster

          vabbe dai,meglio di niente,ma debian gira su arm come mai ancora ubunti indietro o troppi processori

          • Aury88

            hai provato a mettere debian su uno smartphone per dire questo? anche snappy-ubuntu-core è compilato per arm ma, nonostante questo, necessita comunque di essere adattato ad ogni specifico soc

          • Aster

            si si infatti mi riferivo al raspberry

          • Aury88

            che ha una versione di debian così come di snappy-ubuntu-core appositamente create per girarci sopra

          • Aster

            cosi dicono

          • Aury88

            quindi debian non è che gira su arm a prescindere, ha esattamente lo stesso problema di ubuntu…problema che è alla base anche delle problematiche del port di UT sui vari device o, nel caso di questo passaggio a snap di UT, il port di nuove versioni del kernel sui vecchi device.

        • Aury88

          anche attualmente le iso hanno le stesse basi (“Canonical System Image” che poi va adattato nel singolo “Canonical Device Products” specifico per ogni device e che è quello che effettivamente si installa ).
          l’unico miglioramento su questo fronte è l’uso di un kernel con le modifiche apportate dal progetto Linaro per rendere più std le iso sui nuovi ARM. Un’altra miglioria dovrebbe essere il distacco di unity8+mir dal resto del sistema in un proprio snap (mentre prima erano integrati nell’immagine di sistema e quindi da adattare) e quindi indipendente dai cambiamenti alla base (snappy-ubuntu-personal che sarà di fatto l’unico componente che subisce modifiche per ogni device)

    • Alessandro

      Qualcuno sa se Canonical rilascerà l’upgrade di del nuovo snap ubuntu distro anche per Meizu pro 5? Ci sono comunicazioni ufficiali da qualche parte?

      Grazie per le info!

  • Falegnamino

    Io ho un bq Aquaris E5 HD.
    Il mio device ha un sacco di problemi dovuti alle notifiche,dizionario italiano,apertura app mooolto lente ecc ecc ecc…
    Ma è un caso apparte o succede anche a voi??

    • Gabriele

      Sinceramente l’apertura delle app che era effettivamente lenta sino a qualche OTA fa, ora è relativamente veloce, certo non un fulmine, ma nella norma di dispositivi con Hardware analogo. Le notifiche puoi risolvere con l’OpenStore (a me funzionano sia di Telegram sia di Dekko, sia ovviamente degli Sms. Notifica sonora, Popup nella barra delle notifiche e led verde lampeggiante). Dizionario Italiano non capisco quale problema ricontri.

      • Falegnamino

        Non sapevo neanche dell’esistenza dell’Open Store,che ho immediatamente installato nel device.
        Riguardo il metodo di scrittura: Spesso il dizionario “mi consiglia” parole assolutamente inutili e io non ho ancora capito come “inseririrne” di nuove,in modo che se le ricordi successivamente.
        Probabilmente sono di coccio,quidi un consiglio mi fa più che bene:)
        Il problema delle notifiche sta nel fatto che ,(specialmente su Telegram) ricevo il popup di un nuovo messaggio,entro nell’app e non c’è nulla. Poi dopo 1 o più ore ricevo il messaggio notificato ore prima..e viceversa.

        • Gabriele

          Per quanto riguarda il dizionario, l’inserimento di nuove parole è molto semplice, quando digiti una parola, sulla parte superiore della tastiera di appariranno i suggerimenti. A sinistra, la prima parola in grassetto è quella che hai inserito tu, poi quelle suggerite. Se clicchi su quella che hai inserito tu, la aggiungi al dizionario e apparirà tra i suggerimenti quando andrai a comporre nuovamente la parola, dandoti la possibilità di cliccarci sopra e facilitare/velocizzare l’inserimento

        • Gabriele

          Per l’Open Store, stai comunque attento, perchè è una sessione sperimentale (del telefono già “sperimentale”) ed occorre andarci cauti perchè le applicazioni possono danneggiare il telefono se non si sa come porvi rimedio

        • Gabriele

          Per Telegram, quale versione utilizzi? ce ne sono – a memoria – 2 (più quelle Web)

          • Falegnamino

            E’ la ver. 2.3.36(2) installata dall’Ubuntu Store.

          • Gabriele

            Questa versione di Telegram (che è quella che ho anche io) non è ufficiale ma è prodotta/mantenuta da Canonical. Per le foto il problema è che non è prevista la compressione/riduzione delle immagini prima del’invio, quindi se mandi una foto fatta con il cellulare che ha le impostazioni sulla risoluzione alta, i file sono molto pesanti e – senza wi-fi – ci vuole tempo. Con il wi-fi non dovrebbe farlo. A me, oggettivamente, non va male. Anche le notifiche arrivano quasi istantanee (provato con cellulari di colleghi e verificato l’arrivo della notifica quasi contemporaneamente all’invio)

          • Falegnamino

            Avevo già provveduto a ridurre la risoluzione delle immagini al minimo,ma il problema rimane,anche con connessione wifi.
            A volte le invia bene,ma molto spesso ha problemi.
            Spero che con l’ota 15 (o eventualmente con l’aggiornamento di Telegram) possa risolvere. Grazie

  • giacomiX11

    Non si sa niente di un possibile supporto al nexus 5x?

  • Gabriele

    L’OTA15 non è stata ancora rilasciata (la data preventivata era il 30/1 u.s.) ma intanto è stata aggiornata proprio ora l’App Calcolatrice. Segno che il progetto marcia ancora ….

  • Gabriele

    Arrivata la OTA 15 in questo momento….

No more articles