David Mohammed e Udara Madubhashana hanno annunciato che la loro distro GNU/Linux Ubuntu Budgie è diventata un nuovo flavor ufficiale di Ubuntu.

Dopo due major release di successo budgieremix è stato accettato dal Technical board di Canonical come nuova derivata ufficiale, e prenderà il nome di Ubuntu Budgie.

I ragazzi di budgue-remix ne hanno fatta di strada, sono partiti da Ubuntu 16.04 e successivamente hanno rilasciato anche la versione derivata da Yakkety Yak, ovvero budgie-remix 16.10.

ubuntu budgie

Dalla prossima release 17.04, attesa per Aprile 2017, adotteranno il nuovo nome ufficiale.

Guadagnare lo stato di “official flavor” garantisce una buona gamma di benefici, tra cui la possibilità di caricare le immagini sul sito ufficiale di Ubuntu e non su un sito esterno. Inoltre gli sviluppatori avranno pieno accesso all’infrastruttura di Canonical (Ubuntu forums, Ubuntu wiki e Launchpad).

sharing-caring-1-1-1

Vi ricordiamo che seguirci è molto semplice: tramite la pagina Facebook ufficiale, tramite il nostro canale notizie Telegram e la nostra pagina Google Plus.

Qui potrete trovare le varie notizie da noi riportate sul blog. È possibile, inoltre, commentare, condividere e creare spunti di discussione inerenti l’argomento.

  • NerdissimoPC

    Come è questo Budgie? Ne ho sentito parlare benissimo da alcuni, ma per cosa sarrebbe preferibile rispetto ad altri?

    • suneatshours86

      è quello che in tanti si stanno chiedendo in questo momento. Teoricamente dovresti scegliere questa derivata per “l’eleganza” e la semplicità. Almeno così dicono

      • Luca Cavedale

        e velocità 🙂 , ps bello l’avatar dell’outworld devourer 😛

    • Qfwfq

      Fatti una pennetta e dacci un occhiata, nei 5 minuti che gli ho dedicato ho visto una estetica molto accattivante ma alcune “scomodità” nell’interfaccia utente (p.e. non è agilissimo gestire 3 istanze di una applicazione di cui 1 massimizzata, per raggiungere le altre devi prima minimizzarla) gestite con molta più agilità dai DE che uso (Cinnamon e Unity).

    • ange98

      è un modo alternativo per poter sfruttare GNOME 3 ma senza gnome shell. Per molti versi lo trovo piuttosto comodo come ambiente, difatti spesso se ho gnome shell installato lo affianco a Budgie

    • Aster

      a me piace molto,e diversa da un senso di nuovo come de e molto leggera,io lo uso su solus os

    • è gnome 3 senza shell xD
      praticamente non è una fork di gnome shell come lo è phanteon, come lo è unity e come lo è cinnamon.
      è un DE che usa lo stack di gnome 3 (quindi le sue applicazioni), ma non è basato su gnome shell, ma è scritto proprio da zero (Written from scratch).

      • alex

        infatti è un lavoro molto interessante che può ricavarsi effettivamente un suo spazio, sopratutto se mantiene la sua leggerezza.

      • floriano

        e mi sa anche senza icone sul desktop

  • muchoman

    Una cosa che mi piaceva molto era il link diretto al sito della distribuzione…mi piaceva perché finito l articolo mi fiodavo sul homepage della distribuzione per provarla. È una sciocchezza però alla fine carina

  • Marco Cougar

    Windows 10 con il font di Ubuntu … WOW CHE INNOVAZIONE!

    • alex

      Ma proprio ugaule sputato a w10 guarda….

      • Marco Cougar

        E dimmi cosa cambia? La disposizione degli oggetti, il font e la dimensione del font, ma lo stile è quello. ( Guarda gli switch o come si chiamano … uguali )
        Il punto comunque della mia provocazione era un altro … linux e la comunità di linux è ancora qui a discutere dello stile nuovo, del tema, del pixel fuori posto e poi non c’è un minimo di tool avanzati o di software degno di questo nome e i pochi che ci sono sono costellati da bug.
        Manca concretezza.

        • alex

          E pensi che in W10 vada tanto meglio? tutto il buon lavoro che avevano fatto fino a quest’estate lo stanno praticamente buttando nel cesso reinfilandoci i vecchi difetti con l’anniversary. Basta che leggi in qualche forum…
          Almeno linux nonostante tutto ti permette ancora di sapere sempre cosa stà facendo il sistema e fa quello che vuoi tu, in W10 invece c’è sempre qualcosa in backgraund che ti impianta tutto senza nemmeno dirtelo 🙁 nemmeno il task manager per vedere cosa combina diventa raggiungibile!!!! 🙁
          Si, in questi giorni sono incaxxato con W10!

          • Marco Cougar

            No, non sto dicendo che è meglio, sto dicendo che la community in generale si perde letteralmente sui problemi futili come le iconcine e i colori delle barrette e poi non si fa niente dal lato del software produttivo.
            Le varie versioni di Linux sono la stessa cosa ma con colori e temi diversi … e continuano a reinventare la ruota n volte …

            Non sto dicendo che 10 è meglio, anche se per l’utilizzo che ne faccio io nn ho praticamente avuto problemi.

            Dico che nel 2016 non c’è ancora un tool integrato per autenticare una macchina linux su un dominio.
            Una roba che windows ha dalla versione XP … questo per fare un esempio…

          • Viktor Kopetki

            proprio in questi giorni sto’ porconando con un dominio… manco opensuse funziona al primo colpo, eppure è una distro “enterprise” 🙁
            male male male

        • Luca Cavedale

          in realtà prende ispirazione da chrome os, poi a livello grafico non mi pare ci sia tutta sta innovazione, ne su windows ne su linux, i paradigmi per essere produttivi quelli sono bene o male…in secundis comunque come scritto su altri articoli budgie è una alternativa ottima in quanto a leggerezza della gnome shell, quindi si per semplicità di utilizzo e ottime prestazioni legata poi al suo ecosistema e non come sto flavour, nel complesso da qualcosa in più al panorama linux

No more articles