Microsoft cancella le partizioni Linux in dual boot

Windows-10

In breve: se state pensando di aggiornare il vostro pc con a bordo Windows 10 e avete una distro Linux in dual boot leggete quanto segue.

Inquietanti notizie giungono da Microsoft e più precisamente da “Windows 10 Anniversary Update“, l’ultimo aggiornamento del sistema operativo dell’azienda di Redmond. Windows Report segnala come in alcuni casi il sistema non è in grado di riconoscere le partizioni, rimuovendole di conseguenza.

problema partizioni

Molti utenti segnalano come alcune delle loro partizioni siano sparite dopo l’anniversary update. Tipicamente è la partizione più piccola a sparire, ma non possiamo dire per certo se la partizione viene cancellata o se Windows semplicemente non la rileva. Alcuni utenti dicono che la partizione non è allocata, altri invece possono rilevarla una volta installati tool di terze parti per la gestione delle partizioni.

Per quanto fumosa la questione sia, sicuramente è un bel problema ed in attesa di prese di posizioni ufficiali da parte di Microsoft è bene procedere cautamente con gli aggiornamenti di sistemi dual boot.

windows problem

Queste sono le parole di un utente a cui è capitato quanto riportato sopra:

Ho iniziato a installare l’aggiornamento ieri prima di andare a letto. Ora la mia partizione sul disco D: è sparita e il disk manager che uso dice “149,05GB non allocati”. E’ un hard disk da 160GB della Intel che ha sempre funzionato alla perfezione, avevo tutte le mie applicazioni oltre ai dati personali su quel disco“.

Speriamo che Microsoft risolva la cosa al più presto, nel frattempo effettuate un bel backup dei vostri dati!

[Fonte]

55 Commenti

  1. Altra ennesima porcata di Microsoft.
    “Siamo certi che Microsoft risolverà la cosa al più presto, nel frattempo effettuate un bel backup dei vostri dati!”…. meno male che avete fatto, come al solito, il copia/incolla dell’articolo, altrimenti vi avrei accusati di essere in accordo con Microsoft con una frase simile.

  2. Io ho appena fatto un installazione pulita, la partizione c’è, quello che è sparito è GRUB ma non penso sia una cosa così complessa da reinserire.

      • Sisi lo so grazie 1000! comunque su win8 mi metteva il boot manager windows che mi faceva partire anche Linux (per gli onori della cronaca)

          • Sisi, win8.1 e Debian all’epoca (adesso uso Arch). Comunque prova a googlare “windows boot manager linux”, ti escono alcune guide.

  3. Ecco, io W10 lo tengo sul pc solo per quei clienti che mi richiedano per contratto di usare il malware di Redmond, per lavoro uso Linux. Se per sbaglio, con un aggiornamento, mi danneggiassero il sistema con cui mi pago il mutuo penso che potrei andare alla più vicina sede MS e fare una strage.

      • Eh no ma alcune funzioni sono disponibili solo su Outlook, o su MS Project, oppure ci sono disegni AutoCAD in formato DWF e di conseguenza ti sgamano se non le puoi usare o se hai difficolta dovute a carenza di memoria… 🙁

  4. ma la licenza di sti updates che dice a riguardo? perchè altrimenti prevedo pioggia di ricorsi e provvedimenti vinti dai ricorrenti

    • Dunque anche per la solita sovrascrittura dell’mbr che è sempre avvenuta durante le reinstallazioni di windows, si poteva andare in tribunale?
      Credo proprio che nella licenza microsoft vi sia scritto qualcosa che li mette al riparo.

      • L’anno scorso quando ho aggiornato Win7 a 10, non ho avuto problemi con le partizioni Linux, nemmeno la sovrascrittura dell’MBR che in genere faceva.
        Quindi pensavo che da quel lato li avessero finalmente “risolto” 🙂

  5. La mia installazione di manjaro in dual boot non è stata toccata dall’update. Saranno stati casi particolari

  6. Proprio come una moglie gelosa, per l’Anniversary windows ti cancella tutte le ex e le amiche, da tutte le parti…zioni.

  7. effettivamente è vero, anche se a me ha cancellato solo la partizione con netrunner, che con gparted mi risulta non alloccata mentre non ha cancellato opensuse e rosa os

  8. Anniversary update? Ma che razzo è?
    Comunque non credo siano molti quelli che utilizzano il dual boot nell’era della virtualizzazione.

    • Oh, io lo uso in dual boot, ma ho disabilitato windows update. A parte il fatto che non voglio più rapporti con M$, che me ne faccio dei lunghissimi update, visto che su windows ho tutte le app di terze parti (browser, lettore pdf e cbr, VLC, Libreoffice, giochi) da aggiornare separatamente ?

  9. passerò forse al 10 quando (e se) le DX12 per i giochi saranno la regola, per il resto seven, anche oem, con SP1 è supportato fino al 2020

  10. Io sono uno di quelli che era in dual boot con ubuntu 16.04 e windows 10.
    la partizione più piccola era quella di windows 10.
    Dopo aver aggiornato a windows 10 anniversary update GRUB non riusciva più ad avviare ubuntu. mi è bastato fare un fsck -yF /dev/sdaX alla partizione che mi aveva segnalato avere problemi di filesystem, e tutto si è risolto con qualche riavvio.
    Tutti i dati erano al loro posto.

  11. io ho aggiornato e non mi sono accorto di nulla.
    Ma avevo ubuntu+sabayon su un disco tutto per loro

  12. Il modo migliore è quello di non usare mai GRUB sullo stesso disco di avvio di Windows ma di usare un altro disco (se ne avete due, ovviamente) per il multiboot.
    A me così non si sovrascrive più nulla, Windows vede il suo strambo MBR e anche questo aggiornamento non ha dato alcun fastidio.

  13. complimenti microsoft.. bella ca..ta
    per un semplice update crei tutti questi casini?? manco avessero stravolto l’OS, hanno solo fatto qualche aggiornamento secondario, nulla che non si potesse fare con un semplice update normale, invece per fare i fighi cambiano nome, chiamandolo anniversary update, e nel dubbio rovinano tutte le partizioni sconosciute (sarà ora che inizi a riconoscere altri file system oltre a quello schifo di ntfs e a quell’immenso aborto di fat32 (se non fosse che tutti i riproduttori leggono solo chiavette fat32, avrei abbandonato quell’inutile file system da anni).

    massì chissene frega… facciamo così tanto windows parte lo stesso

  14. oggi giornata di porki , pure molti!!!!!! sparita un partizione (per fortuna ho piu linux installate nel hd) vorrei denunciare m$ per la cancellazione di una partizione….. che sia possibile?!?

    • Se avevi dati importanti credo che tu possa denunciarli… C’è chi l’ha fatto, però devi dimostrare che Windows 10 cancella le partizioni Linux non per errore ma appositamente. Così facendo la Microsoft sarebbe denunciabile per concorrenza sleale o qualcosa del genere.
      P.S: Non hai molte possibilità contro tutti gli avvocati di Microsoft, anche se la casa di Redmon ha non pochi precedenti a riguardo che potrebbero farti vincere xD

  15. O.o io ho aggiornato pur avendo linux mint 18 in dual boot ma non è successo niente..devo preoccuparmi per agguati futuri???

  16. Una domanda forse interessante: chi possiede dei 2 in 1 dual boot Windows 10-Android corre lo stesso rischio, in caso aggiornasse il sistema/partizione Windows?

  17. fatto update ieri (Windows 10 – Ubuntu 16-04). NON ho avuto nessun problema di cancellazione di partizioni.

    ASUS Zenbook UX303UA

  18. Attenzione che da quanto letto in giro il problema non è legato a linux ma generale: ci sono state diverse segnalazioni di persone che hanno avuto problemi con dischi dati non più riconosciuti.

  19. Balla colossale. Ho appena aggiornato il portatile, che ha Kubuntu in dual boot e la partizione Linux è sempre lì al suo posto.

  20. Mi sembra che il titolo sia un po’ esagerato: mIcrosoft cancella partizioni linux! “Molti utenti segnalano…” > piuttosto “qualche”. Io ho letto che si tratterebbe di un virus che viene attivato con l’update. Niente a che vedere con Microsoft… benché capisco che la sua reputazione non sia delle migliori 🙂

  21. Salve
    io ho aggiornato il mio pc da win7 a win 10 due settimane fa ed ho avuto qualche inconveniente, risolto tutto dopo qualche giorno di ricerche in internet.
    Fondamentalmente win 10 richiede che la partizione “nascosta” usata per recovery e altro, sia abbastanza grande, la mia di win 7 era solo di 100MB, mentre win 10 ne ha creata un’altra di 452MB in fondo alla precedente partizione di sistema, riducendo quest’ultima.
    La creazione di questa nuova partizione ha invalidato Grub, rendendo di fatto impossibile il boot ma mostrando la grub console. Ho sistemato questo problema con l’aiuto di Boot Repair, ma questo mi ha aggiornato solo l’MBR rendendo valide solo le partizioni usate da win10. In questo modo ho potuto procedere con l’upgrade, arrivando così ad avere win10 funzionante. Ma la partizione di Ubuntu risultava “non alllocata”!
    Ho cercato soluzioni al problema in rete ed ho trovato che non ero il solo ad avere questo inconveniente, ma un consiglio valido è stato di usare Testdisk, infatti grazie a questo programma ho verificato che il contenuto della partizione di Ubuntu era rimasto intatto, poi ho riscritto l’MBR e quindi con una versione Live di Ubuntu e con chroot ho ripristinato grub sul disco, ed ora ho nuovamente il pc in dual boot.
    Bye

  22. Cosa consigliate per fare un backup di un linux in dualboot con windows 10? (per fortuna un mese fa disabilitai il servizio win update perchè mi dava fastidio fosse totalmente autonomo)

  23. nontelodico io ti consiglierei clonezilla tutte le volte che quella vergogna di windows si aggiornava (automaticamente) avevo di che bestemmiare…anche semplicemente perche’ ti aggiorna la partizione UEFI e linux non parte piu’. l’ho risolta con clonezilla. ho installato su una USB una versione live di clonezilla + l’immagine della partizione UEFI (tanto sono poche centinaia di mega, uno spazio irrisorio, si puo’ continuare a usare l’usb pe ri propri dati), e se dopo l’aggiornamento linux non parte piu’ (perche windows ha “ricoperto” l’UEFI lancio colezilla da usb e in pochi minuti ripristino l’uefi.
    Non mi e’ mai successo che windows 10 mi eliminasse l’intera partizione linux ma sempre con clonezillla ne puoi fare il backup ripristinabile. ovviamente dato che la tua partizione linux – presumo – sia grande ti devi procurare un HD esterno.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here