Google annuncia il rilascio di Android 7.0 Nougat per tutti i Nexus supportati, ovvero Nexus 6, Nexus 5X, Nexus 6P ed i tablet Nexus 9 e Pixel C. In arrivo anche su Nexus Player, con Android TV, ma non per Nexus 5. Le factory image, purtroppo, non sono ancora disponibili sul sito ufficiale (ma lo saranno a breve), ci vorranno anche settimane (“over the next several weeks“) prima che l’OTA si diffonda.

In concomitanza al lancio di Android N, Google non ha presentato nuovi Nexus.

android 7.0 nougat

Nougat non è molto diverso da Marshmallow ma introduce una serie di funzioni molto comode. Tra le novità principali di Android 7.0 Nougat ricordiamo il supporto multi-window, le risposte rapide nelle notifiche (che sono state ridisegnate), nuovi quick setting, possibilità di ridimensionare caratteri e dpi dello schermo, miglioramenti alla batteria e tanto altro.

nougat

Non sembrano al momento esserci tracce né del Nexus Launcher, né del Google Assistant, né di una NavBar ridisegnata, e né di Night Light, tutte funzioni che saranno probabilmente esclusiva dei nuovi Nexus, o che comunque debutteranno su questi prima di arrivare su altri modelli.

sharing-caring

Vi ricordiamo che seguirci è molto semplice: tramite la pagina Facebook ufficiale, tramite il nostro canale notizie Telegram e la nostra pagina Google Plus.

Qui potrete trovare le varie notizie da noi riportate sul blog. È possibile, inoltre, commentare, condividere e creare spunti di discussione inerenti l’argomento.

 

  • ottimo, attendiamo l’aggiornamento… ah no dimenticavo… il mio xperia e3 è fermo a kitkat T_T

    • CharlieP

      Infatti io ormai mi sono imposto che prenderò solo Nexus. Attualmente sono due anni che ho Motorola Nexus 6. Fotocamera apparte che è veramente una ciofeca, mi trovo una bomba.

      • peccato che per quanto mi riguarda i nexus sono fuori budget.
        se si vuole un’esperienza simile ai nexus ma entry level c’è il motorola moto E, aggiornato ad android 6, però anche quello ha 1gb di ram e 8 di rom

        • CharlieP

          Eh, io prendo un telefono cazzuto ma lo cambio di rado. Comunque mio suocero ha il moto G, è sempre android stock ma non so se riceverà nougat.

          • Luca Cavedale

            se non sbaglio solo il moto g di terza e quarta generazione ( ovviamente) verranno aggiornati, già il mio moto E di seconda non dovrebbe poterne usufruire

          • CharlieP

            Grazie per le info, lui mi sa che ha un seconda generazione in ogni caso…

          • Luca Cavedale

            non so perché il mio commento col link alla notizia in cui dicevano quali motorola avrebbero aggiornato è ancora in moderazione, comunque confermo le info che ti avevo dato 🙂

        • Sallo

          Io sto cominciando a puntare modelli . Due cose guardo: periodo di supporto e 16 gb di rom.. oltre ai nexus cosa c’è? Magari economico visto che questi maledetti smartphone si spaccano comunque dopo un po’ ….

          • Arcturus

            Se per economico intendi sotto i 200 ti consiglio Huawei Honor 5c,che dovrebbe avere un supporto garantito di 24 mesi.Se aspetti pochi mesi lo troverai a meno di 150 €.

          • Sallo

            Sì, qualcosa di alternativo al nexus 5x che sta a 250 nuovo

  • CharlieP

    Si sa niente invece del rilascio di Allo? Dicevano sarebbero state incluse nel pacchetto ma ormai mi sa tanto di no…..

  • abePdIta

    Io spero vivamente che Ubuntu Touch riceva presto una versione propria delle applicazioni più famose (io adoro Telegram, ma Whatsapp purtroppo è quasi obbligatorio) così posso lasciarmi definitivamente Android dietro le spalle.
    Non mi si fraintenda, per molte cose è un ottimo sistema, ma non riesco a digerire questa politica del supporto limitato a due anni. E dopo, uno cosa fa? Se non e uno smanettone (ma anche per gli smanettoni, non è sempre possibile installare ROM aggiornate), butta il telefono in un cassetto e corre a comprarne uno nuovo? Senza contare che in questo modo, se non compri proprio l’ultimo modello (magari prendi un usato dell’anno prima, perché vuoi risparmiare), il periodo di supporto si accorcia ulteriormente.
    Almeno rilasciassero i fix di sicurezza, ma alcune falle vengono corrette solo nel passaggio alla versione successiva.
    Sono riusciti a rovinare anche Android, mannaggia!

    • Aury88

      il realtà non è android di per se a determinare questa politica dei due anni di supporto, ma sono le case produttrici dell’hardware che decidono se e quando aggiornare (e non è garantito l’aggiornamento neanche entro i due anni).Ubuntu touch ha solo il “pregio” di venire gestito ed aggiornato in maniera centralizzata. Vuoi rimanere su android ed avere un sistema aggiornato? compra un nexus….che è a mio avviso come sarebbe dovuto evolvere il mercato smartphone.

      • Sallo

        Siccome il mio commento è in moderazione, a causa di un link penso, da troppo tempo ti rispondo di nuovo. I nexus hanno un periodo di supporto più lungo ma anche il loro è limitato, sempre non si ricorra a delle custom rom.

        • Aury88

          ma io non ho mai parlato di periodi di supporto…io ho risposto solo dal punto di vista dell’aggiornabilità del device ed i nexus proprio grazie alle loro specifiche tecniche aperte, permettono la realizzazione di custom rom con android aggiornato, che era quello che alla fine voleva abePdIta.
          nessun device può essere tenuto in supporto in maniera indefinita e non lo sono neanche gli Ubuntu Touch…e non è di per se android a determinarlo, ma le politiche aziendali dei produttori dell’HW.

          In ubuntu touch l’unico vantaggio è che l’aggiornamento è centralizzato ed è fatto da un azienda (canonical) che ha interesse a vedere il SO il più diffuso possibile, non a vendere più device possibili e quindi a determinare un obsolescenza programmata dell’hardware…da notare che questa politica non è proprio apprezzatissima dai produttori di hardware.

      • abePdIta

        Già, come dice Sallo, purtroppo non è esattamente come dici.
        Anche Google ha sempre dichiarato che non garantisce il supporto oltre i 24 mesi. Spesso accade che i mesi diventino 30, a volte anche 36, ma c’è comunque un limite.

        Io ho comprato il Galaxy Nexus proprio per il motivo che adducevi, ma
        dopo due anni e sei mesi, gli aggiornamenti ufficiali erano terminati. Anche Cyanogenmod, all’epoca, aveva sfornato versioni solo fino alla 4.4.
        Ora ci sono ancora buone nuove, ma come dicevo prima, non c’è mai nulla di garantito.

        • Aury88

          si e no…i nexus originali di fatto hanno specifiche aperte che permettono il port di sistemi aggiornati…la casa madre ti rilascia naturalmente gli aggiornamenti per il periodo di garanzia ma non impedisce all’utente di rootare il device e fare i port…almeno questa era l’idea alla base dei primi nexus (almeno il 4)…
          questo comunque non toglie che non è di per se un problema dovuto ad android, come invece sembri intendere tu nel primo commento, ma è dovuto unicamente alla casa produttrice del device che decide se e quando aggiornare.
          Ubuntu di per se pone un certo argine a questa condizione tramite l’updade centralizzato fatto dalla stessa canonical, ma nulla impedisce alle case produttrici di metterci un ubuntu touch modificato o anche solo staccato dai server di canonical.

        • alex

          L’unico Nexus ad avere avuto un supporto particolarmente lungo è stato il nexus 4.
          Non so se oltre il periodo di supporto continuino però ad arrivare comunque degli aggiornamenti di sicurezza. Da android 6 non hanno più fatto delle release 6.x ma dei continui aggiornamneti mensili, con patch di sicurezza e piccoli aggiornamenti del sistema.
          Per Ubuntu mi spiace ma l’idea di avere un supporto lungo va contro gli interessi dei produttori, quindi quello che sarebbe un vantaggio rischia di essere l’elemento fallimentare. A meno che l’utente non sia disposto a pagare di più per avere poi un treminale “libero”.

  • Falegnamino

    Io ultimamente Android proprio non lo digerisco più. Mi piacerebbe passare a Ubuntu Touch ma purtroppo la mancanza di Whatsapp (sia chiaro,preferisco Telegram) mi forza a rimanere con il robottino.Speriamo in un futuro prossimo che venga fatto il porting .

    • Danilo Mancino

      Il porting non ufficiale ovviamente non ci sarà perchè il codice dell’app è chiuso, il porting ufficiale dovrebbe essere abbastanza lontano nel tempo, se mai ci sarà, basta guardare wp che ha ricevuto un porting da poco e solo perchè windows ha fornito uno strumento per fare il porting del codice da ios. Tizen che ha venduto milioni di smartphone in India non ha un’app nativa ma usa quella di Android tramite emulatore.

      • Falegnamino

        Ora la dico grossa:Mi sembra che anche sotto Linux ci sia un’applicazione per emulare il software di Android. Non è fattibile eseguirlo sotto Ubuntu Touch?

        • Danilo Mancino

          Esiste un emulatore fatto da KDE mi pare, ma con questo tipo di emulatore non è detto che tutte le app possano essere eseguite. Prima di tutto bisogna vedere se l’emulatore può essere eseguito su Ubuntu Touch, poi se l’emulatore può eseguire l’app e in fine le prestazioni. Quello di Tizen è stato scritto appositamente per Tizen e in realtà non dovrebbe essere un vero e proprio emulatore ma qualcosa di diverso infatti le prestazioni nell’eseguire app Android sono paragonabili a quelle di Android stesso. Se cerchi online trovi sicuramnte qualche video comparativo.

No more articles