Nella recensione di oggi andremo a provare un apparato di rete molto interessante, ovvero l’Aukey Powerline PA-P1. Come molti di voi sapranno, le Powerline sfruttano le linee elettriche della vostra casa per la trasmissione dati all’interno delle abitazioni.

L’Aukey Powerline PA-P1 offre anche un vero e proprio access point WiFi, in grado di portare la connessione Wireless in altre zone della vostra abitazione.

Il prodotto è disponibile su Amazon ad un prezzo di 59,99 euro con spedizione gratuita.

Confezione e specifiche tecniche

Come sempre, diamo una rapida occhiata alla confezione di vendita. Essa è completamente bianca e su di essa troviamo le principali caratteristiche del prodotto.

All’interno, invece, sono presenti due cavi Ethernet RJ45, un PLC con funzione di Access Point WiFi ed uno in grado di instradare il segnale sulla rete elettrica. Non manca un manuale utente ed un certificato di garanzia. Il PLC con funzione di Access Point monta un processore Qualcomm Atheros AR9341, affiancato da 256 MB di memoria SDRAM e da 64MB di memoria flash.

Passando ai dettagli tecnici relativi alla rete, il transfer-rate massimo su rete elettrica è di 500Mbps, mentre via WiFi è limitato allo standard 802.11 b/g/n fino a 300Mbps. Le porte LAN sono Fast Ethernet a 10/100 Mbps, ed il consumo massimo dichiarato è pari a 10 Watt.

La trasmissione Wireless avviene solamente sui 2.4GHz, mentre sulla rete elettrica sfrutta il canale di banda libera fra i 60KHz ed i 50MHz.

Infine, le dimensioni del primo blocco sono di 6 x 10.5 x 4.75 centimetri, mentre il secondo di 5.5 x 6.75 x 3.5 centimetri.

Costruzione e design

Il prodotto si presenta abbastanza bene, complice il design semplice e compatto su entrambi le unità. Sul primo blocco troviamo tutta una serie di LED legati al WiFi, LAN e rete, oltre al tasto WPS e Security.

Ai lati troviamo delle feritoie per il raffreddamento, mentre posteriormente la spina europea. Posteriormente, invece, troviamo le due porte LAN RJ45.

Presente anche un tasto a switch di accensione e spegnimento.

Passando al secondo blocco, invece, troviamo solamente alcuni LED di rete ed una porta RJ45 per il collegamento al modem. Non manca una spina europea ed un piccolo tasto Reset/Security per il pairing con l’altro apparato.

Semplice il design dunque, tipico di questa tipologia di prodotti.

Prestazioni

Andando a testare le performance, ho notato un buon rendimento della rete WiFi, inferiore ad altri Router provati ma comunque accettabile e più che soddisfacente per coprire una piccola abitazione o una porzione di casa. La rete generata infatti, mi ha permesso di coprire i circa 80Mq della mia abitazione in maniera quasi completa, ad eccezione degli estremi più lontani. Passando all’esterno, invece, purtroppo il segnale difficilmente riesce a superare le mura portanti, risultando si sufficiente ma di molto inferiore ai miei due router.

Passando alle comunicazione su rete elettrica, non sono riuscito a misurare il transfer-rate effettivo di rete, ma in ogni caso, visto il limite delle porte LAN a soli 100Mbps, i 500Mbps sono assai difficili se non impossibili da raggiungere.

In ogni caso, ciò non ha influenzato la nostra prova, dato che sono comunque riuscito a sfruttare quasi totalmente i 100Mbps della porta Ethernet.

Raggio d’azione

Aukey dichiara un raggio di azione di 300 metri su rete elettrica, valore altamente influenzato dagli elettrodomestici collegati alla vostra rete. Ho notato, infatti, un aumento dei tempi di latenza con elevati carichi sulla rete elettrica (Forno + Lavatrice + Condizionatore), oltre ad alcune disconnessioni tra i due apparati.

Come risaputo, le Powerline sono molto influenzate da questi fattori, visto che un utilizzatore della rete può generare disturbi frequenziali e di fase sulla comunicazione tra i device, anche se le specifiche delle rete elettrica prevedono una frequenza di 50Hz contro i ben più elevati 60KHz e 50Mhz usati da tale tecnologia.

Da segnalare anche che su alcuni vecchi impianti elettrici il device potrebbe non funzionare a causa di un pessimo isolamento elettrico.

Altra dichiarazione da fare: gli adattatori devono essere collegati a prese con lo stesso differenziale. Ciò significa che se, come a casa mia, avete più piani o zone separate da salvavita o interruttori generali, i due device dovranno essere tassativamente collegati alla stessa zona, in quanto all’interno dei salvavita, contatori ed i quadri elettrici sono presenti dei filtri passa banda che tagliano tutte le frequenze non interessate dalla rete elettrica, ovvero oltre ed al di sotto i 50/60Hz. Di conseguenza, la comunicazione tra i due blocchi delle Powerline non può avvenire, motivo per cui occorre fare un’attenta valutazione del proprio impianto domestico prima dell’acquisto.

Conclusioni

La Aukey Powerline PA-P1 è un prodotto molto interessante e certamente utile. Fa il suo dovere e funziona bene. Abbastanza immediata da usare ed altrettanto semplice da configurare.

I “difetti” del prodotto sono limiti dovuti alla tecnologia su cui esso si basa e che possono variare a secondo da contesto. Tuttavia, se dovete ampliare la vostra rete domestica e non volete dimezzare banda e raddoppiare la latenza come con un classico Access Point WiFi, le powerline potrebbero rivelarsi una valida opzione, ma prima controllate che il vostro impianto elettrico sia idoneo al funzionamento.

Il prodotto è disponibile su Amazon ad un prezzo di 59,99 euro con spedizione gratuita.

No more articles