Da domani, 21 Aprile 2016, la community Ubuntu potrà aggiornare la propria distribuzione di Ubuntu 14.04 (Trusty Tahr) ad Ubuntu 16.04 (Xenial Xerus), abbiamo deciso di spiegare ai nostro utenti meno esperti come effettuare correttamente l’aggiornamento.

E’ importante ricordare che Canonical garantirà comunque il supporto ad Ubuntu 14.04 LTS fino al 2019, ovvero per ulteriori tre anni dal rilascio di Ubuntu Xenial Xerus, che avrà a sua volta cinque anni di supporto garantiti. Se vi trovate bene con Ubuntu 14.04 non è assolutamente obbligatorio aggiornare, mentre se volete provare l’ultima fatica dei developer Canonical ecco come dovete procedere.

Prima di partire controllate di avere installato l’ultima release di Ubuntu ovvero la numero 14.04.4 LTS. Se cosi’ non fosse aprite l’Updater utility dalla Unity Dash e applicate tutti gli aggiornamenti del caso.

Aggiornare ad Ubuntu 16.04

Veniamo ora al dunque. Per eseguire l’aggiornamento aprite “Software & Updates” dalla Unity Dash e cercate l’Update tab assicurandovi di aver l’opzione “Notify me of a new Ubuntu version” (Notifica di una nuova versione di Ubuntu) spuntata su “For long-term support versions(ovvero le LTS).

Chiudete ora “Software & Updates”, date ALT+F2 e scrivete “update manager” nel command box. Dando invio l’Update Manager dovrebbe notificarvi la possibilità di eseguire un nuovo aggiornamento.

Dando conferma potete iniziare il processo di upgrade, seguendo passo passo le istruzioni su schermo. La durata della procedura dipende strettamente dalla vostra linea e dalle specifiche del vostro PC. Durante l’installazione vi verranno poste numero domande, ad esempio il sistema vi chiederà se volete rimuovere o meno alcuni pacchetti obsoleti.

Una volta completata la procedura dovrete riavviare il pc e, se tutto è andato a buon fine potrete provare il nuovo Ubuntu 16.04 LTS. Per maggiore chiarezza potete dare un’occhiata alla gallery qui sotto.

Questo slideshow richiede JavaScript.

Come aggiornare Ubuntu 14.04 server

Le istruzioni sopra sono adeguate solo per la versione desktop di Ubuntu 14.04 LTS (Trusty Tahr), se avete un server e volete eseguire l’aggiornamento a Ubuntu 16.04 potete farlo installando l’update-manager-core e settare “/etc/update-manager/release-upgrades” su “lts.” Sul terminale date il seguente comando:

  • sudo do-release-upgrade

Seguite poi le istruzioni su schermo, anche in questo caso una volta terminata la procedura dovrete effettuare l’operazione di riavvio del sistema affinchè l’aggiornamento vada a buon fine.

Se avete problemi non esitate a chiedere aiuto. Vorrei inoltre lanciare un piccolo sondaggio tra gli utenti Ubuntu, avete le seguenti opzioni:

  1. Effettuerò subito l’aggiornamento
  2. Effettuerò l’aggiornamento ma non subito
  3. Sono indeciso se aggiornare o meno
  4. Non sono intenzionato ad aggiornare a Xenial Xerus

attendo le risposte nel box dei commenti!

  • Riccardo Montorzi

    Effettuerò subito l’aggiornamento

    • gabriele tesio

      Se c’è la possibilità però il meglio è installare da zero.

      • Riccardo Montorzi

        Sì probabilmente lo installerò in una partizione in parallelo con Ubuntu 14.04 (ho la home su una terza partizione). Anche perché ho un AMD A4

  • simone

    Ho provato più volte un aggiornamento zenza partire da zero, mi e sempre andato male , preferisco formattare e reinstallare tutto da zero.
    Almeno sono sicuro che il sistema è pulito, anche perchè ultimamente è rallentato parecchio non so da cosa dipenda ma preferisco pulirlo completamente.
    PS. non vedo l’ora 🙂

  • CF

    come per ogni sistema, Mac o win inclusi, aspetto un paio di mesi che fixano le prime uscite e poi installo da pulito………….

  • ma nelle derivate ufficiali (xubuntu, ubunto gnome, ubuntu mate, ecc…) sarà presente il gestore dei pacchetti snappy?

    • Aury88

      non mi risulta, ma potrei essermi perso la notizia.
      da quello che ho visto nel forum di kubuntu per esempio non mi sembra ci siano molte voci a favore del nuovo sistema di pacchettizzazione. pens che le flavour rimarranno al sistema .deb

  • pilgrim76

    si parla di avanzare kernel e server grafico in una botta: caldamente consigliato disinstallare prima eventuali driver video proprietari, e rimuovere i ppa aggiuntivi. Caldamente sconsigliato aggiornare per quelli a cui pc e periferiche funzionano bene; per il resto quoto @cf67:disqus sul non avere fretta perché per quanto canonical ci lavori su, ci sono comunque bug qui e là da fixare nel corso dei prossimi mesi

  • Raynys

    Domanda al volo: ho appena scaricato la daily di Kubuntu e, dato che domani ci sara’ sicuramente il server intasato, ho preferito installarlo oggi. Dunque mi chiedo…questa sarebbe gia’ la versione finale o devo aspettare per forza di cose domani? Nel caso non fosse la finale, mi basterebbe fare un semplice aggiornamento per avere la LTS final?

    • se scarichi oggi anche se non fosse la release finale, ti basta fare gli aggiornamenti

    • Luca Cavedale

      a proposito, come sta andando kubuntu 16.04 anche se solo beta? per capire meglio se adottare kubuntu o manjaro KDE o opensuse

      • Raynys

        Va decisamente alla grande. Ho provato l’altro giorno Manjaro KDE e in idle, a installazione pulita, si prende la bellezza di 1,2Gb di ram, mentre Kubuntu solo…420Mb! Perciò, a conti fatti, ti consiglio Kubuntu 😉

        • Luca Cavedale

          grazie, appena installata effettivamente, a parte un intoppo con il wifi che non riconosceva al primo start ( che si è sistemato riavviando), va tutto benissimo e velocissimo ( ok che ho un ssd crucial di fascia media xD) , peccato però mi mancherà AUR 🙁

  • Per ora rimango con Kubuntu 14.04. Anche con le precedenti LTS ho aspettato fino a metà giugno prima di installarle e io preferisco reinstallare tutto piuttosto che aggiornare così approfitto per fare pulizia.

    Stavolta aspetterò probabilmente di più perché ho una scheda grafica AMD e uso il driver proprietario perché quello open source non è all’altezza nel 3D. Visti i grossi cambiamenti che sta facendo AMD il driver proprietario non è ufficialmente supportato nella 16.04 perciò voglio vedere cosa mi conviene fare anche da quel punto di vista.

    • prokopios

      Per Kubuntu (e per stare sicuri) si può attendere la 16.04.1 e reinstallare da zero.

    • Maudit

      Se non ricordo male i drivers AMD non supportano la versione di x org presente sulla 16.04.
      In teoria, utilizzando una versione precedente del server grafico, dovresti essere in grado di installare i drivers proprietari.

      • Ecco, siccome Kubuntu 14.04 mi funziona bene non ho problemi ad aspettare che il driver amdgpu sia adeguato per le mie esigenze prima di aggiornare la distribuzione.

    • il driver opensource amdgpu ha fatto passi da gigante (se la tua gpu è supportata da questo driver), e sopratutto il driver amdgpu-pro è ancora meglio, ma non ancora compatibile con tutte le gpu supportate da amdgpu.

      mi auguro che anche grazie ad ubuntu che ha cessato il supporto del driver proprietario (a causa di xorg 1.18) il driver amdgpu e il driver radeon migliorino ulteriormente come performance e come temperature per i notebook

      • Già, si tratta di vedere a che punto sono sviluppo e supporto di amdgpu con la mia scheda grafica.

        • che gpu hai?

          • È una vecchia HD5850

          • allora purtroppo questa non sarà mai compatibile con il kernel driver AMDGPU (visto che supporterà solo le GPU GCN e future), quindi tu puoi usare il driver radeon

          • Grazie per le info. Valuterò con molta calma se e come aggiornare visto che Kubuntu 14.04 funziona bene.

  • domani lo scaricherò sicuro, voglio proprio vedere come va la nuova ubuntu, proverò anche snappy e unity8 con mir

  • Jacopo Ben Quatrini

    domani lo scaricherò e installerò da zero così ne approfitto anche per pulire il PC.

  • Gabriele

    Io ho installato kubuntu 16.04 beta2 mi basta fare gli aggiornamenti normali e dovrebbe aggiornarsi tutto giusto?

    • Marco Missere

      Esatto 😀

  • roro

    Io mi trovo con un Eeepc dell’asus tutto in uno e vorrei sapere essendo un touchscreen quale consiglio mi date per queste nuove lts in uscita …..quale la più supportata? E comunque una buona giornata a tutti e grazie per gli ulteriori consigli.

  • Aury88

    purtroppo sto scrivendo la tesi…significa che rimanderò l’installazione fino a luglio. non posso rischiare di perdermi qualche pacchetto latex e non riuscire a compilare bene la tesi o avere qualche pacchetto che alla nuova versione mi modifica qualcosa.

    probabilmente farò una live per provare le nuove funzionalità o installerò il nuovo ubuntu sul portatile rotto 😉

  • Stoccafisso

    Ringrazio per la guida e l’articolo. ottimo sempre.

    Rispondo al quesito:
    Non sono intenzionato ad aggiornare a Xenial Xerus

  • Marco Missere

    Aggiornerò subito a Kubuntu 16.04 LTS.

  • Pingback: Ubuntu 16.04 LTS è finalmente qui [Recensione] - Lffl.org()

  • Giangi G

    io non vedo ancora l’aggiornamento alla versione 16.04

  • Pingback: Le prime cose da fare con Ubuntu 16.04 - parte uno - Lffl.org()

  • Roberto

    Io ho aggiornato da cd passando dalla 14.04 alla 16.04. è andato tutto bene tranne una cosa. Quando apro la cartella home o una qualsiasi cartella di file il menu ha dei pulsanti enormi ( ed esattamente tornare indietro vai avanti e ricerca che mi coprono metà dello schermo). QUalcuno ha idea di come possa risolvere questo problema? Vi rigrazio

    • gabriele tesio

      prova a reinstallare nautilus

      • Roberto Mura

        Grazie Gabriele ho provato ma niente da fare rimangono cosi grandi

        • Roberto Mura

          Risolto; ho ripristinato il menu delle icone con

          gsettings reset org.gnome.desktop.interface icon-theme

          Il problema era un tema non compatibile con 16.04. Meno male

  • fandangozx

    ho seguito la giuda ma non mi propone alcun aggiornamento, continua a dirmi
    che il software è aggiornato

  • Daniele Storti

    a me mi chiede di passare ubuntu 15-10 aspetto ancora

  • lostinjericho

    Ottima guida! Ho 14.04 lts in dualboot con win7, posso seguire comunque questa guida per fare upgrade alla 16.04?

No more articles