E’ disponibile per il download la nuova Korora 22, le novità e come scaricarla.

Korora 22
Per chi non lo sapesse Korora è un sistema operativo, basato su Fedora Linux, che punta a fornire una distribuzione già pronta post-installazione dato che include già driver proprietari, codec multimediali ecc. Proprio in questi giorni è approdata la nuova versione numero 22 “Selina” di Korora, release che si basa su Fedora 22 portando con se tutte le migliorie introdotte nella nuova distribuzione supportata da Red Hat compreso il package manager DNF di default. Nei repository ufficiali di Korora 22 troviamo anche ElasticSearch, noto server di ricerca open source (basato su Lucene) che include interessanti funzionalità come ad esempio l’interfaccia RESTful, e gestione dei documenti JSON.

Korora 22 include diversi aggiornamenti come ad esempio l’ambiente desktop Cinnamon 2.6, MATE 1.10, KDE Plasma 5, GNOME 3.16 e XFCE 4.12 oltre al Kernel Linux 4.x e systemd 209.

Per maggiori informazioni:

Note di rilascio Korora 22
Download Korora 22
Home Korora

  • Aner

    L’ennesima……

    • RMS

      please….

  • jboss

    una fedora instabile

    • tomberry

      Posso sapere come mai? Curiosità personale, dato che non uso Fedora..

      • jboss

        fai stesso tu il confronto tra fetora pura e sta zozzeria di korona

  • La sto scaricando per testarla, in versione gnome 3

  • Nicola

    Ho Fedora 22, e ci ho messo meno di 10 min per farla in versione Korora.. Un po’ quello che è Mint versione rpm. Una buona soluzione per chi non ha “voglia” di installare a manina tutto. Chissà se supporta la broadcom 43228… La Fedora 22 no.

    • Caterpillar

      installi i repo rpmfusion e poi
      # dnf install akmod-wl

  • Zabriskie

    L’ho provata con gnome3 e non mi sembra niente male. C’è questo Pharlap per installare i driver che è molto comodo e ben fatto. Poco tempo fa avevo provato Fedora 22 e anche seguendo la guida ufficiale non sono riuscito ad installare i driver nvidia. Al primo riavvio non andavano, al secondo sì, al terzo di nuovo no. Poi ho avuto altri problemini sempre con fedora. Sinceramente mi sembra che Korora aiuti parecchio chi non voglia usare le *buntu, per qualsiasi motivo lo faccia (esiste anche la semplice curiosità!). L’ho provata giusto mezzoretta ma non la screditerei come “ennesima derivata”, sembra ben fatta. Al di là di questo gnome 3.16 mi piace di più delle precedenti release, purtroppo su desktop tutto sembra sempre troppo grande e dopo qualche giorno viene a noia. Peccato perché le sue potenzialità le avrebbe.

    • Maudit

      hai una nvidia maxwell (750, 750ti, 8xx, 9xx) per caso? Io avevo provato la 21/workstation e c’erano problemi nel repository appena fu rilasciata. Tutt’ora credo non siano proprio perfetti i drivers per le ultime schede nvidia (alla fine risolsi col file scaricato dal sito del produttore, comunque).

      Nel caso tu abbia una nVidia Maxwell, con Korora 22 hai notato qualche anomalia nelle ventole (da me con Fedora 21 giravano troppo)?

      • Zabriskie

        Ho una gtx650. Può anche essere che sia impedito io, ma mi pare strano visto che un paio di volte han funzionato poi han smesso senza che io abbia fatto nulla. Poi la guida è abbastanza chiara e semplice. Non ho provato installando quelli dal sito. Korora mi ha installato i 346, che son abbastanza recenti. Funzionavano bene.

        • Maudit

          Ok, grazie.

  • valx

    korora è pronta all’uso con tutto quello che serve, ed è compatibile 100% con fedora. Non vale la pena spendere mezza giornata per fare fedora come korora quando c’è korora.
    E’ un pò come ubuntu su debian.
    Io trovo korora eccellente, si installa in un lampo e non c’è niente da aggiungere.
    Certo, senza nulla togliere a fedora, solida base di partenza, korora mantiene tuttà la bontà di fedora integrandola bene con tutto quello che serve.

    • fandangozx

      è possibile installare la distro evitanto di far installare grub?

      • Zabriskie

        Se non ricordo male no, al contrario di altre distro (poche) in cui come ultimo step ti viene chiesto se desideri o meno installare il gestore di avvio, qui non viene chiesto. Almeno, non con la normale installazione grafica. Ma immagino un modo ci sia.

        • fandangozx

          molte distro non lo chiedono e a volte bisogna sudare per rimettere tutto come prima
          specialmente se si hanno molte distro installate e si ha un grub personalizzato

          • Franco

            Come ti scrivevo sopra, ti basta avere una distro master che gestisce il grub. Tutte le altre NON devono puntare a quel grub, così non dovrai più rimettere mano se non aggiungere la voce del nuovo OS (sempre dalla distro master). Spero di esserti stato di aiuto.

          • hieinji

            Ma con i nuovi UEFI è ancora necessario grub? Ho notato che avendo Windows e Fedora sul mio PC se apro il menu “select boot device” visualizzo sia fedora che Windows (più le pendrive o i lettori DVD).
            Come è possibile, significa che posso fare a meno di grub?

          • heron

            Teoricamente basta systemd. Infatti, a partire dalla versione 220-2, è stato introdotto systemd-boot, precedentemente chiamato gummiboot.

            Però per adesso su sistemi EFI personalmente ho installato solo Debian (con systemd 215 e GRUB2), quindi non posso confermare.

          • hieinji

            C’è qualcuno che sa chiarirmi questa cosa?

      • Franco

        Sì, “eludendo” la distro di turno che stai installando facendo puntare il boot internamente in zona morta. Devi far vedere la posizione /boot reale solo alla distro che usi come master (tipo non so Debian). Hai toccato un tasto dolente di Linux che non fa onore.

        • fandangozx

          durante l’installazione ho visto che si può scegliere di non installare il bootloader semplicemente levando la spunta 🙂

    • rico

      Completamente d’accordo.
      Ho dato da terminale un sudo yum update. Ci ha messo un bel po, ma non solo ha aggiornato la lista, ha installato i programmi nuovi e ha PULITO quelli vecchi. Il tutto perfettamente comprensibile sul terminale !
      Ho capito che è una distro potente, ma il SUDO è da trattare con le molle.
      Inoltre la tastiera italiana non è sempre riconosciuta subito, devo andare nel pannello e “switcharla”.
      Ma che reattività!

  • rico

    Ehi, c’è anche Korora Cinnamon. Quasi quasi la provo, visto che è il DE che gira meglio sul mio notebook (si, meglio di unity, mate, kde).

    • rico

      Mi rispondo da solo: korora cinnamon è veloce quanto fedora, con i codec già installati. Meravigliosa, a parte qualche bug (es. non funziona il cattura schermo).
      Ma sono piccolezze, rispetto alla reattività di questa distro.

  • Carmelo

    Ho provato in live la versione KDE, sembra stabile ma c’è troppa roba installata (le suite da ufficio Calligra e LibreOffice insieme) 😀

    • rico

      Sulla versione cinnamon c’è LibreOffice 5, ma niente Calligra.
      Comunque qualche software in più non fa mai male: io avrei preferito SMPlayer a VLC, ad esempio.

No more articles