L’amministrazione comunale di Pesaro ha deciso di abbandonare OpenOffice per passare a Microsoft Office 365, soluzione che “dovrebbe” ridurre i costi.

ZDNet
Sta facendo molto discutere quanto accaduto a Pesaro, comune che ha deciso di abbandonare la suite per l’ufficio open source per passare a Microsoft Office 365. Stando a quanto riportato dal portale ZDNet, l’amministrazione comunale di Pesaro ha deciso di migrare da OpenOffice alla suite per l’ufficio proprietaria Microsoft Office per una questione di costi. Secondo il famoso portale, il passaggio a Microsoft Office 365 farà risparmiare circa 80% di spese, principalmente legate alla gestione, visto che la suite per l’ufficio open source richiedeva ingenti costi per farla funzionare a dovere.

A dichiararlo è Stefano Bruscoli, responsabile IT del comune di Pesaro indicando che

OpenOffice richiedeva significativi ed imprevisti costi di distribuzione

proprio come indicato dal recente rapporto rilasciato dal Netics Observatory (realizzato in collaborazione con Microsoft), nel quale è stato commentato che

sono stati riscontrati diversi ostacoli e malfunzionamenti intorno all’uso di funzioni specifiche. Inoltre, vista l’impossibilità di sostituire Access e parzialmente Excel (varie macro usate su decine di file), abbiamo pensato di mantenere una soluzione ibrida, utilizzando i due sistemi al tempo stesso. Questo mix è stato devastante

Stando a quanto indicato dal comune di Pesaro, la suite per l’ufficio OpenOffice è costata circa 530 Euro, mentre con Microsoft Office 365 la spesa è di meno di 200 Euro per user. Da notare inoltre che la suite proprietaria di Microsoft include anche Skype for Business soluzione che consente di ridurre i costi delle chiamate fra i vari dipendenti, riducendo i costi della suite a 111,98€ annui.

C’è da chiedersi come mai il comune di Pesaro non ha preso in considerazione LibreOffice, suite per l’ufficio open source più completa e stabile di OpenOffice, che include un maggior supporto per l’importazione ed esportazione di documenti, fogli di calcolo ecc di Microsoft Office.

Ringrazio il nostro lettore Andrea per la segnalazione.

  • eticre

    Linux for Workgroups

    F A N T A S T I C O !!!

  • ale

    Spero che al boot mettano il logo con la bandierina di windows al posto del pinguino,lo provo appena posso

    • TopoRuggente

      Non è complicato sostituire i pinguini al boot

      • ale

        Non ho mai guardato come fare,ma immagino sia una semplice immagine salvata nella directory dei sorgenti,se la si sostituisce con una con stessa risoluzione e formato dovrebbe andare immagino,però i pinguini mi piacciono,ma se hanno la bandiera di win ancora meglio
        EDIT:controllato,il logo al boot è stato sostituito con il logo con la bandierina,adesso copio il logo nel kernel che uso

  • heron

    Come minimo ora dalla Microsoft faranno rimuovere il loro logo o imporranno il logo aggiornato come con Skype xD

    • Leonardo Leo

      su skype lo hanno fatto togliere il logo aggiornato…

  • Dario · 753 a.C. .

    non conoscendo bene la vincenda che vi è dioetro non l’ho capita questa cosa della bandierina

    • richard77

      Sei troppo giovane.

      • Drumsal

        Beato lui……

      • Dario · 753 a.C. .

        eheheh è probabile

    • Non c’è nessuna vicenda dietro.
      La bandierina che ha in mano Tux(mascotte di linux) è il simbolo del famoso windows 3.11 ultima versione prima di windows 95.
      Windows 3.11 veniva rilasciato anche in versione workgroups, appunto “windows 3.11 for workgroups”, che permetteva di condividere risorse in rete
      es. stampanti, creare una rete di computer in una lan, … .

      • Dario · 753 a.C. .

        ok grazie 😉

  • noname

    Secondo me è una trollata, Torvalds non è nuovo a queste cose…

    • SenzaParole

      Torvalds è un buffone!!!

      • xxx

        a questo punto si

        • Nick

          Bravo. A questo punto, datti da fate a finire il kernel HURD, perché Stallman è troppo impegnato a pulirsi il sudiciume dei piedi ed è rimarsto un po’ indietro col codice…

      • Dea1993

        detto da te poi.
        allora si che dovrebbe offendersi.
        torvalds è una grandissima persona e un ottimo leader e questo è indiscutibile, ha reso senza dubbio il mondo migliore, ma poi mi chiedo odiate linux?? che cavole venite a fare in un blog linux?? sti troll del cavolo sono ovunque

    • ale

      No la bandierina al boot di win c’è seriamente,ho scaricato i sorgenti prima e c’è,l’ ho subito inclusa nel kernel che uso ora

  • SenzaParole

    Come fa uno ad apprezzare Linux se non supporta il Wireless 802.11? E poi sta pagliacciata di avere la bandiera di Windows? Per cortesia…

    • Dea1993

      scusa dove leggi te che non supporta il wireless 802.11??

      io leggo che migliorerà il suppporto al wireless e si preparerà allo standard 802.11.

      oggi il wifi su linux funziona perfettamente, anzi appena installato linux la scheda di rete (wifi compreso) viene subito riconosciuto ed è tutto funzionante, su windws invece devo installarmi i driver anche della scheda di rete ethernet.

      oggi linux si sta evolvendo a tal punto che alcune cose fanno incazzare più su windows rispetto a linux io con i driver mi trovo meglio su linux perchè su windows devo installarmi tutto su linux solo i driver proprietari nvidia e bumblebee

      • ale

        Appunto
        Su windows 7 sono costretto a buttare dentro 3 cd per farlo funzionare,con conseguente perdita di tempo di mezzora fra riavvii vari perchè di default non va nemmeno la scheda di rete… Windows di suo ha un supporto hardware pari a 0,supporta tanto hardware solo perchè i produttori devono star li a fare i driver che invece linux si fa da solo…

        Ma non è colpa di linux se i produttori non contribuiscono o contribuiscono solo dove gli fa comodo
        Fra l’ altro su windows poi i driver li devi andare a scaricare da internet e perdere tempo o mettere dentro il cd,su linux ci metti un attimo a dare un apt-get install nvidia o pacman -S nvidia

        • Dea1993

          hai perfettamente ragione windows non supporta nulla di suo, e quindi dopo averle formattato richiede più tempo per reinstallare tutto rispetto a linux che gia di suo ha integrato quasi tutto (tranne alcune cose).
          per non parlare della stampante di rete, su linux devo installare un pacchetto su windows ho dovuto cercare in internet e dopo diverso tempo speso sono riuscito a trovare un driver (pesantissimo)

          • Leonardo Leo

            guarda che con windows 8 le cose sono cambiate

  • pntk

    me la spiegate la cosa della bandierina e di win???

  • Federico

    Sapete leggere la notizia?? :
    Linus Torvalds ha presentato le novità del nuovo Linux 3.11 oltre a rilasciare anche la nuova “mascotte” dedicata al buon vecchio Windows 3.11.

  • Ermy_sti

    quindi amd (come immagino nvidia) oltre ai driver proprietari invia pach alla linux foundation??

    • ale

      Ovvio,anche la nvidia contribuisce in certi aspetti del kernel,driver grafici a parte,come il supporto dei processori tegra molto utilizzati in device android (e quindi linux) e anche amd deve supportare le sue cpu altrimenti cosa fa

  • Brau

    Per chi non ha ancora capito la storia della bandierina, cercate con Google Immagini “windows 3.11”, e guardate il primo risultato…

    • pntk

      ovviamente quel simbolo lo conosco bene, ma associare linux a un windows boh… è questo che non ho capito!!!!! cos’è, marketing???

      • Brau

        Oddio, le nuove generazioni hanno sempre bisogno dell’aiutino -_- (scherzo :-D)…
        Torvalds non ha assolutamente paragonato Linux a Windows, il marketing non c’entra una mazza (se no a quest’ora Microsoft sarebbe già partita in quarta con le denunce), e non sta trollando nessuno, è solo che il kernel linux è arrivato alla versione 3.11, e dato che il numero 3.11 ricorda uno dei primi S.O. degni di nota (per l’appunto Windows 3.11 For Workgroup), Linus voleva, come dire, fare un omaggio…
        Non sono come quelli che dicono “UUUUUH, LINUS HA DETTO WINDOWS, NE STA PARLANDO CERTAMENTE MALE!!!!!111!!!!111UNOUNDICI”, qualche volta guardate al di là delle singole parole…

        • pntk

          non è che devo capire i riferimenti, è che non mi piace l’accostamento… sembra tux che sventola la bandiera di M$ come se facesse il tifo! Comunque l’importante per me è che linux continui, poco conta del resto 🙂

          • glukosio

            si chiama fare un omaggio alla concorrenza, significa che Linus riconosce e apprezza il lavoro fatto che ha fatto M$ per i sistemi desktop casalinghi!
            Un po’ come steve jobs: tanti odiano o disprezzano i prodotti apple (me incluso), ma non possono odiare o disprezzare steve, che ha dato uno slancio importante più volte alla tecnologia, in un modo o nell’altro!

  • Caterpillar

    tristezza

  • Jacopo Ben Quatrini

    Per chi ha usato Microsoft Office per decine di anni ormai sarà quasi impossibile avere un passaggio indolore da un formato closed a uno aperto proprio perchè si presentano incompatibilità impreviste e di conseguenza più spese.

  • SGAB

    Solitamente nelle pubbliche amministrazioni, ed ambienti d’ufficio si cercano soluzioni sostenute da un marchio potente, e che ha come garanzia una spesa. In più, i formati closed source sono spesso non leggibili dai software free.

No more articles