Vi presentiamo wego, interessante tool open che ci consente di avere le previsioni meteo dal nostro terminale Linux.

In questi anni abbiamo presentato diversi software / tool dedicati alle previsioni meteo. Tra i tanti progetti dedicati alle previsioni meteo in Linux troviamo anche alcuni tool in grado di poter informarci sulle attuali condizioni meteorologiche della nostra località preferita direttamente da terminale Linux (esempio weather-util e lo script per 3B Meteo). In alternativa possiamo utilizzare wego, progetto open source che ci consente di avere le previsioni meteo direttamente da terminale Linux con tanto di icone ASCII e dettagli vari. wego si basa sul servizio meteo WorldWeatherOnline fornendo le previsioni dei prossimi giorni oltre ad indicarci la velocità e direzione del vento, probabilità e la quantità di precipitazione ecc.

Prima di procedere con l’installazione di wego, dovremo installare git e go nella nostra distribuzione, per Ubuntu, Debian e derivate basta digitare:

sudo apt-get install git golang

a questo punto dovremo configurare correttamente GO / Golang digitando da terminale:

nano ~/.bashrc 

e aggiungiamo:

export GOROOT=$HOME/golang/go 
export PATH=$PATH:$GOROOT/bin

e salviamo il tutto con CTRL x e poi s

Ora possiamo scaricare / compilare wego digitando:

mkdir wego
export GOPATH=~/golang/wego/
go get github.com/schachmat/wego

fatto questo dovremo creare un account (gratuito) al portale WorldWeatherOnline per poter ricevere le API key richieste da wego, per far tutto questo basta collegarci in questa pagina.
Una volta ottenuto l’API key di WorldWeatherOnline da terminale digitiamo:

cd
nano .wegorc

e inseriamo l’API e il nome della nostra località preferita come da immagine in basso e salviamo il tutto con con CTRL x e poi s

Non ci resta che avviare wego digitando:

cd ~/golang/wego/bin
./wego

se tutto corretto avremo le nostre previsioni meteo da terminale.

Home wego

  • Davide

    Beh che dire. In ambiente Linux si sentiva la mancanza di un editor di testo!
    Per fortuna qualcuno finalmente ci ha pensato 🙂
    E poi è proprietario. Una chicca da non perdere assolutamente!

  • Dea1993

    se fosse opensource sarebbe perfetto, sinceramente non mi piace troppo usare SW proprietario in linux.

    come editor uso scite e mi ci trovo molto bene, solo che per configurarlo bisogna editare a mano un file di configurazione ma una volta configurato è a posto

    • Leonardo

      magari fosse open e free!

  • OrazionS

    Ma a livello pratico qual’è la differenza tra la versione unregistred, una volta scaduto il periodo di prova e quella acquistata?

  • noname

    Ma davvero… ha senso usare un editor di testo proprietario in ambiente Linux? Con tutte le alternative validissime, open source e gratuite (kate, gedit, scite, per non parlare degli editor integrati nei vari IDE come NetBeans, ecc…). Per Winzozz vai di Notepad++ (non è Open ma completamente Free e senza sotterfugi di versioni a pagamento).
    Ormai un editor del genere ha senso solo se scrive da solo…

    • OrazionS

      Sublime Text ha caratteristiche e praticità di utilizzo che purtroppo Kate, Gedit e Scite non hanno…infatti sto cercando di capire cosa cambia da versione unregistered e registered.
      Al più ha caratteristiche simili a Vim da cui è in parte ispirato ma più intuitivo.
      Provatelo prima di giudicare perché è vero che di editor Linux è pieno ma con certe caratteristiche ne è carente.
      Quando si parla di editor non si intende solo un coso che ti permette di scrivere testo.
      Per quanto invece riguarda il software proprietario, a parer mio ben venga purché rimanga sempre un’opzione.
      Se esiste l’alternativa equivalente opensource sono più che certo che nessuno si sognerà di spendere una lira per la versione closed.
      Volente o nolente il software proprietario esiste e bisogna farci i conti, soprattutto in alcuni settori dove la controparte open non è ancora competitiva.
      Poi se il problema è di carattere ideologico allora è un altro paio di maniche…ma nemmeno Linus Torvalds ha scelto la GPL 2 per un problema ideologico ma puramente pragmatico, riteneva fosse l’unica licenza adatta al suo software.

  • nesmemila

    Bitch please! i have tiling.

  • anto45

    Nell’elenco di editor non stiamo dimenticando Emacs?

  • Andrea Zedda

    è fantastico. provatelo prima di giudicarlo

    • Pinuccio

      mamma mea beddhra…..

  • RobertoCalabrese

    Sublime Text e’ una meraviglia… lo uso di default sia in windows che in archlinux, non e’ neanche lontanamente paragonabile a qualsiasi altro editor in circolazione… Anch’io preferisco al 99% opzioni open source, ma quando un programma e’ cosi’ completo, fluido, potente,… chapeau!

    E che dire della licenza? una volta comprata e’ possibile installare sublime text su tutti i pc o sistemi operativi che vuoi ( a patto di essere tu a usare il programma ovviamente…) ad esempio io lo uso nei miei 3 OS sul desktop, nei miei 3 os sul primo latop e nei 2 OS del secondo laptop, il tutto con una licenza…

    Se proprio deve essere software proprietario ben vengano queste tipi di licenze…

    PS: per quelli che chiedono cosa cambia con la licenza, cambiano i diritti, essendo possibile utilizzarlo a scopo commerciale. Il trial e’ completamente aperto e non ha limiti di tempo, ma e’ per una licenza di tipo “casalingo”.

    • OrazionS

      Perfetto, allora mi sa che mi tocca comprarlo.
      Ormai lo uso da mesi in maniera proficua anche per lavoro.

  • Saverio

    Che ne dite di Geany?

  • Eco

    Manca un passaggio, compilato il programma bisogna lanciarlo una volta, darà errore ma verrà creato il file .wegorc
    A questo punto si potrà inserire API key e località.

  • pavelinux

    Interessante tool ? Seriously?
    No dai, adesso ditemi quale utlità può avere il meteo da terminale.

  • AndreaD

    Su ArchLinux c’è wego-git, l’ho installato e ho scritto sul terminale wego e mi esce “2015/05/14 12:59:17 Malformed response.”
    C’è un qualche procedimento per farlo funzionare anche su arch?

    • EnricoD

      penso che se non gli fornisci la apikey non si connette
      mi sa che quello è un errore di connessione

  • Roberto64

    che gran progresso,sono davvero sconvolto di quanti passi avanti si son fatti …

  • cippalippa

    crea problemi aprire piu’ finestre del terminale su linux, ho notato che se si fanno gli aggiornamenti e si usano player mp3 (cmus) e file manager (midnight commander) da CLI a volte mi fa conflitto. tenere aperte 3-4 sessioni indipendenti sul desktop del terminale crea casini o lavorano tutte in maniera indipendente?

No more articles