In questa guida vedremo come installare correttamente la piattaforma di sviluppo Appcelerator Titanium in Ubuntu e derivate.

Appcelerator Titanium in Ubuntu
Appcelerator Titanium è una completa piattaforma di sviluppo multi-piattaforma (disponibile quindi per Linux, Microsoft Windows e Apple Mac) dedicata allo sviluppo di applicazioni per device mobili.
Grazie a Appcelerator Titanium potremo sviluppare un’applicazione mobile per Apple iOS e Android senza dover conoscere i due linguaggi di programmazione (Objective-C e Java), la piattaforma di sviluppo andrà ad interagire con Android SDK o Xcode, IDE che devono comunque essere installate sul nostro sistema operativo.

Prima di procedere con l’installazione in Ubuntu e derivate di Appcelerator Titanium in Ubuntu e derivate dovremo creare un’account gratuito in questa pagina, questo ci consentirà di accedere all’applicazione una volta installata.

Fatto questo scarichiamo Appcelerator Titanium per Linux, Windows o Mac da questa pagina.
Una volta scaricato dovremo installare Java e alcune dipendenze nella nostra distribuzione. Per installare Java 8 in Ubuntu basta seguire questa nostra guida, mentre per le altre dipendenze basta digitare da terminale:

sudo apt-get install chromium-browser node npm libjpeg-dev libjpeg62

non ci resta che estrarre il file zip e avviare il file AppceleratorStudio.

Appcelerator Titanium in Ubuntu

al primo avvio dovremo indicare una directory dove salvare i nostri progetti e inserire l’user e password del nostro account Appcelerator.

Home Appcelerator

  • Guest

    C’è un errore, il contenuto dello zip va nella cartella themes della cartella nascosta .gimp-2.8

    • moriserre

      Anch’io le ho messe lì, altrimenti nelle preferenze non te lo vede proprio il tema. Però anche impostandolo non mi cambia nulla. Mi tengo quello di default.

      • Drumsal

        Non va neanche a me (GIMP portable su Win) Boh

  • LelixSuper

    Non so se mettermi questo o lasciere quello in default :/

  • Alberto Puddus

    buono a sapersi. a non vedo alcun motivo per cui GIMP dovrebbe somigliare a PShop. Uso solo GIMP da anni e PShop non lo capisco più, lo trovo scomodo e astruso. Forse conoscere meglio il nostro caro programma open fa cambiare il punto di vista sulle cose.

    Smettiamola con i luoghi comuni dell’estetica proprietaria!

    • EnricoD

      hai ragione
      io con Gimp ci faccio animazioni carine, ha tutto.
      PShop ormai non ci si capisce piu una ceppa… e poi non spreca un cavolo in confronto e ci si possono fare mille cose…

    • filmar23

      secondo me è utile invece agli switchers, io uso ps e per un primo periodo avere gimp simile non mi pare un delitto (personalmente avendo usato la suite corel non incontro grandi difficoltà con gimp come ui). Freedom è anche of choice.

  • filmar23

    su Mac:
    incollare la cartella PsIcons in
    HD/Applications/Gimp.app/Contents/Resources/share/gimp/2.0/themes

    • Gianky_Fashion

      ah grazie mille!! così lo posso provare sul mio Mac da 27 fantastico!!, anche se credo proprio che non ci sia paragone con photoshop, che è da veri professionisti, e poi su insieme la perfezione.

      • filmar23

        Ma non è così scontata l’abbinata PS=pro sai. Ovvio che se vai a lavorare in uno studio ti trovi Windows, MS Office e la suite Adobe. Io ho visto delle cose fatte con programmi free/open da spettinare

  • garuax

    per chi vuole photoshop si ricorda che il CS2, cha è migliore di Gimp in quanto a funzionalità professionali (quadricromia per la stampa) è gratis e scaricabile dal sito adobe con tanto di serial. Perfettamente supportato in wine.

    • primo

      non è gratis devi avere la licenza per poterlo usare è facilmente craccabile perche non richiede attivazione basta solo il seriale dato da adobe

      • garuax

        capito, thanks!

    • tomberry

      Tra l’altro con Wine funzionano pure le versioni CS5 e CS6, anche se dubito che all’utente medio serva la stampa tipografica (cmyk)..

      • pntk

        a parte che non è proprio inutile la CMYK ma se non sbaglio è presente anche nella cs2 (cioè, se non sbaglio PS da sempre ammette questo tipo di profilo!)

        • tomberry

          Non ho detto che è inutile, ho detto che all’utente medio di solito non serve, è diverso 😉

      • Roberto Mirto

        CS5 Funziona meglio, ma il CS6 crasha in continuazione. Per chi lavora nel settore fotografico la quadricromia serve e come, chissà quando gimp si degnerà di introdurla. Inoltre più che i software open o proprietari, che fanno il loro dovere, mi soffermerei sul fatto che non ci sono ottimi sistemi di taratura dei monitor su Linux, e non so nemmeno se gimp o qualsiasi altro software di raw editing funzioni sulle tavolette grafiche tipo wacoom.

        • Davide

          Roberto ti posso garantire che per la calibrazione puoi usare Argyll magari con frontend Dispcalgui. Offre eccellenti risultati e trovi una marea di guide on line.
          Per il fotoritocco con tavoletta vai tranquillo perchè le Wacom sono pienamente supportate nativamente. Utilizzo una Bamboo Pen&Touch. Anche per disegnare vanno alla grande (peccato solo che io non sia capace).

          • Roberto Mirto

            Grazie per la risposta davide, ma sai se si può utilizzare anche un software di editing raw, tipo raw therapee o darktable? Purtroppo in rete si trova pochissima documentazione, la maggiorparte in inglese, e con l’inglese ci lotto tutt’oggi^^.

          • davide

            Scusa Roberto ma non sono stato avvisato della tua risposta.
            Comunque Darktable è eccellente come elaboratore RAW e posso assicurarti che non avrai bisogno nemmeno di gimp, a meno di non voler fare fotoritocco estremo. Altro ottimo prodotto ma per me complicato da comprendere è Photivo. Ultimo arrivato nel mondo Open è LightZone (fino alla versione 3.9 era commerciale poi sono stati donati i sorgenti).
            Riguardo alle guide sono poche quelle in italiano. Trovi qualcosa su Photivo e pochissimo sugli altri due. Però puoi guardare qualche tutorial su YouTube che, anche se in lingua “diversa”, aiutano molto con le immagini.

    • pntk

      wow, interessante!

  • pntk

    boh, non ne vedo una gran utilità!

  • luca00002002

    soluzione: scompattare, aprire la cartella, notare che all’interno c’è una cartella che si chiama themes aprirla e dentro ci sta image + altri file..quelli sono i file del tema. andare nella cartella themes di gimp e creare una cartella col nome del tema e dentro copiare il contenuto. fine

No more articles