E’ finalmente disponibile la versione stabile di Ubuntu 15.04 Vivid, ecco le novità e come scaricarlo.

Ubuntu 15.04 Vivid
Dopo mesi di duro lavoro è finalmente disponibile la versione stabile di Ubuntu 15.04 Vivid Vervet e delle derivate ufficiali. Tra le principali novità introdotte dai developer Canonical in Ubuntu 15.04 Vivid troviamo il nuovo gestore degli avvii Systemd di default che prende il posto di Upstart (migrazione che non porta grosse migliorie nei tempi di avvio), il sistema di init risulta comunque già stabile e ben integrato con l’intera distribuzione. Altra importante novità introdotta in Ubuntu 15.04 Vivid è il nuovo Kernel Linux 3.19 che migliora notevolmente il supporto hardware, la distribuzione inoltre aggiorna i driver open source e proprietario per le schede grafiche, Per quanto riguarda Unity troviamo di default il menu delle applicazioni di default integrato nella barra del titolo, sarà comunque possibile riportare il menu nel pannello dalle impostazioni di sistema all’interno della sezione Aspetto -> Comportamento.

In Ubuntu 15.04 Vivid troviamo diversi aggiornamenti tra questi la migrazione in GTK+3.14 che porta con se nuove versioni aggiornate delle applicazioni di default come Nautilus 3.14.2, Totem / Gnome Video 3.14.2 ecc.
Per quanto riguarda le derivate ufficiali debutta Ubuntu MATE, release che include diverse ottimizzazioni e nuove personalizzazioni riguardanti l’ambiente desktop MATE. Altra novità riguarda Kubuntu nella quale debutta Plasma 5 (5.2.2) e KDE Frameworks 5.9.0 (per maggiori informazioni) mentre per Ubuntu Gnome, Xubuntu e Lubuntu troviamo bene o male solamente vari aggiornamenti.

Kubuntu 15.04 Vivid Vervet

Per maggiori informazioni su Ubuntu 15.04 Vivid Vervet potete consultare le note di rilascio:

– Note rilascio Ubuntu 15.04 Vivid Vervet
– Note rilascio Ubuntu Gnome 15.04 Vivid Vervet
– Note rilascio Kubuntu 15.04 Vivid Vervet
– Note rilascio Xubuntu 15.04 Vivid Vervet
– Note rilascio Lubuntu 15.04 Vivid Vervet
– Note rilascio Ubuntu Mate 15.04 Vivid Vervet

Ecco i link per il download di Ubuntu 15.04 Vivid e derivate:

Download Ubuntu 15.04 Vivid Vervet
Download Ubuntu Gnome 15.04 Vivid Vervet
Download Kubuntu 15.04 Vivid Vervet
Download Xubuntu 15.04 Vivid Vervet
Download Lubuntu 15.04 Vivid Vervet
Download Ubuntu Mate 15.04 Vivid Vervet

Ricordo che possiamo aggiornare Ubuntu o una derivata alla nuova versione 15.04 Vivid consultando questa nostra guida dedicata.

  • loopze

    e stasera si installa…

    • Simone Picciau

      Io l’ho già installata da quando è uscita in Beta

      • js3

        ho voluto provare la versione con mate + compiz (installato, non live). cavolo, e chi se lo ricordava gnome 2! che meraviglia! purtroppo ci mette un sacco di tempo ad avviarsi… poi, però, va che è una scheggia.

        • js3

          certo, però, che almeno mezzo programma ce lo potevano inserire… non c’è neanche un lettore multimediale! niente suite ufficio, nessuno strumento per la grafica… ok, ti da la possibilità di mettere tu quello che vuoi, ma un parco programmi di base ci vuole. dico: così com’è cosa ci fai? non mi sembra il modo migliore per far avvicinare chiunque… anche l’installatore di programmi: e chiamalo “installa/rimuovi programmi” che almeno si capisce cosa è! “caja” come file manager: ok, velocissimo, ma chiamarlo almeno “file manager caja” o qualcosa del genere, giusto per capire di cosa si tratta…
          ok, ok… continuiamo a vedere come procede…

          • Drumsal

            Korora: non l’ho ancora provata, ma sembra che sia la risposta a tutti i perché (tra l’altro se ne parla qualche post più avanti

          • js3

            sono entrato nel sito e mi sembra che la si possa scaricare solo con gnome o kde. comunque, ho provato ad installare gnome da mate: tutto installato, ma non parte! allora ho messo su cinnamon e va liscio. speravo che, per qualche congiunzione astrale favorevole, risolvesse il problema di gnome, ma niente. mi sa che mi tocca piallarla e metterci fedora (con gnome) nuova di pacca!

          • js3

            comunque, sarà che ormai uso xfce da un bel po’, ma mi sembra che rispetto a gnome 2 (e quindi mate) sia proprio meglio (e pure più configurabile). che meraviglia i ricordi: fanno sembrare tutto più bello! 😉

          • js3

            i tempi di avvio li trovo abissali! dopo grub ci passano oltre due minuti per avere la scrivania accessibile! il mio computer non è certo nuovissimo, ma sono abituato a 40 – 50 secondi per xubuntu, una opensuse qualsiasi e molte altre…

  • garuax

    Ma ce l’hanno messo, dopo 19 versioni di versioni reclamizzate come per tutti ecc… un software center o un gestore pacchetti immediato? Io vorrei una distribuzione che una volta installata possa essere gestita graficamente, senza terminale, senza cercare guide, tutorial. Io sono una sega con linux!!

    • Cielito

      Strumenti di sistema > Aggiungi/Rimuovi Software e Strumenti di Sistema > Aggiornamento Software serve proprio a quello.

    • installa yum extender (yumex)! 😉

    • Emanuele Cavallaro

      Vai su altre distro come ubuntu o linux mint! Li trovi un software center e un gestore pacchetti decente(synaptic)!

    • ange98

      PackageKit e Yum Extender fanno piuttosto schifo… Io ti suggerisco LMDE. Debian based, Linux Mint dalla tua parte e si gestisce facilmente

      • la migliore soluzione (veloce e soprattutto pratica) rimane il terminale e questo non solo in fedora ma in qualsiasi distribuzione linux

        • ange98

          Ovviamente. Io uso il gestore pacchetti via terminale su tutte le distro, ma per qualcuno che non lo vuole aprire le soluzioni migliori restano Software Center (disponibile in ogni distro debian-based) e Synaptic (anche questo). Gli altri restano meno intuitivi di questi. Pamac/Yumex/packagekit/yast2/ecc. restano sempre meno intuitivi

        • Ermy_sti

          mah lo vedo come un discorso troppo limitativo…in realtà si potrebbe fare tutto con interfaccia grafica è che noi abituati al terminale è come quando mi diceva un amico di passare a windows 3.11 a me che ero abituato a dos…anche io gli risposi che non aveva senso..ma poi mi sono ricreduto (con win 95)

        • Simone Picciau

          Infatti… Tra l’altro yum non è difficile da usare

        • giulio

          se escludi yast. Yast grafico ha la stessa potenza del terminale nella gestione software. E’ meno immediato di altre interfacce più semplici, ma non sbaglia una virgola o mezza dipendenza

        • garuax

          quindi adesso che faranno i cellulari con ubuntu dovrò usare il terminale dal cellulare? annamo bene…

          • anche android si basa su linux ma vedo che non c’è il terminale (anche se l’app terminale con busybox porta tutti i principali comandi da riga di comando anche in android)
            ripeto il terminale se impari ad utilizzarlo non troverai altro sistema migliore per operare in linux mac e volendo anche windows

    • Tra le varie distro usate e gestibili graficamente ti consiglio la Mint e la Kubuntu. Su Kubuntu si chiama Muon ed è semplice ed intuitiva.

      • Ermy_sti

        quoto lmde se vuoi una rolling…favoloso meglio di arch e tutte le sue derivate

        • Vellerofonte

          LMDE e rolling non possono convivere nella stessa frase mi spiace, aspetta pure il prossimo update pacco che manderà in crash l’installazione….

          • Ermy_sti

            ok semi rolling ma ha dei vantaggi i rilasci non quotidiani cmq come distro è molto stabile

    • moriserre

      Chi non ama il terminale non ama linux!

      • Ermy_sti

        io amo linux e anche android anche se non usa il terminale

      • dani

        Nah =) io con openSuse non ho bisogno di terminale XD

    • Caterpillar

      vedere gente che suggerisce roba apt-based contro yum? Mah. Cmq c’è il gestore dei pacchetti c’è.

    • Simone Picciau

      Usa una distribuzione che ti aggrada… Fedora è ottima se non ti piace c’è altro

    • TopoRuggente

      Vedila in questo modo, se ti abitui con un frontend grafico, se in futuro sentirai il bisogno di cambiare distribuzione, sarai fregato.

      Il terminale invece lo trovi sempre …

      • Simone Dedo

        Il terminale lo trovi sempre ed è vero, ma i comandi potrebbero non essere identici da una distribuzione all’altra e purtroppo nemmeno i nomi dei pacchetti.

        Capisco la richiesta di Garuax in realtà e l’appoggio in pieno

    • KZ125R

      God save the terminale, and also windows users…………..

  • CuccuDrillu10

    Ho installato fedora gnome su un vecchio netbook, sembra andare bene, qualcuno mi sa dire come attivare la modalità legacy/fallback?

    • EGIDIO DOCIle

      yum install gnome-classic-session 😀

  • js3

    non c’è partita: fedora con xfce!

    velocissimo, sia in avvio (30 secondi totali) e chiusura (4 secondi!!!) che in esecuzione. più performante di xubuntu, ugualmente completo e con varie piccole fastidiose rogne grafiche in meno rispetto a xubuntu. spettacolo!

  • glukosio

    avevo mandato a rotoli debian per una distrazione e ho deciso di provarlo.
    disinstallato dopo un po’ di ore a favore di archlinux, perchè non mi piaceva l’idea di avere la pappa pronta e un os che non mi configuro da me non me lo sento mio, quindi fedora, ubuntu e altri come loro non fanno per me 😉
    OT: congratulazioni per il blog, scoperto pochi giorni fa! stavo proprio cercando un blog su linux 😀

    • Marco

      Basta installarlo da netinstall o DVD e personalizzi l’installazione

    • ale

      Però non pensare che fedora è come ubuntu,l’ installazione la puoi personalizzare come vuoi,scarichi la net install,installi solo il sistema base e poi installi solo i pacchetti che ti servono,come si fa su debian

      Poi riguardo archlinux è una grande distribuzione,l’ ho usata per 1 anno e ti insegna bene come funziona il sistema ed è ottima per imparare ad usare linux,solo che bisogna star li a dedicarci molto tempo per risolvere problemi vari e certe volte è poco stabile,soprattutto in occasione di aggiornamenti importanti

      Inoltre fedora in certi aspetti somiglia molto ad archlinux,entrambe usano systemd quindi alla fine i comandi per gestire il sistema,i file di configurazione e gli script di avvio sono gli stessi

      La principale differenza è che una usa la pacchettizzazione rpm,e archlinux usa pacman,e poi fedora è testata e stabile,con archlinux devi considerare che può capitare che da un giorno all’ altro un aggiornamento ti mette fuori uso il sistema,a me è capitato diverse volte

      • glukosio

        Non sto paragonando fedora e ubuntu in quel senso, ma nel senso che è praticamente tutta pappa pronta: installi il sistema et voila, pappa pronta e ben servita con contorno, un po’ come windows in pratica!

        sono utente linux stabile da meno di un anno, e ancora non mi sento di aver imparato tutto, anzi, mi sento un niubbo completo, e ciò mi piace, linux lo considero un mezzo per imparare qualcosa oltre che un sistema operativo e per questo se devo scegliere tra ubuntu e archlinux scelgo il secondo, se devo avere un sistema stabile uso windows o mac osX! 😀

        sarà la mia concezione strana riguardo a linux, ma avere un sistema che hai portato avanti a partire dalla riga di comando fino a farlo diventare completo è un po’ come coltivare i pomodori in giardino! avranno anche lo stesso gusto di quelli del supermercato, ma il sapore è completamente diverso 🙂

        • ale

          Ok capisco cosa vuoi dire,anch’io ho usato archlinux per 1 anno circa e devo dire che ho imparato molte cose,in pratica si può dire che ho imparato ad usare linux con quello,se devi imparare archlinux,gentoo e slackware sono le migliori,poi arch ha il wiki migliore e più completo che abbia mai visto,c’è davvero tutto
          Più avanti magari poi ti stuferai anche di archlinux e magari ti piacerà avere la pappa pronta,tanto i 4 comandi per installare archlinux li conoscerai a memoria e ti stuferai a darli e magari vorrai avere un sistema stabile e testato

          • glukosio

            in futuro tutto può essere 😉

  • Massimiliano

    ma scusate l’ignoranza… come mai nella mia 14.04 non mi notifica l’aggiornamento?

    • probabilmente hai impostato di mostrare aggiornamenti solo quando esce una nuova lts

      • Massimiliano

        no non credo… qualsiasi versione

      • Massimiliano

        scusa 14.10

        • allora forse bisognerà aspettare ancora qualche giorno

          • Massimiliano

            sì credo anche perchè se faccio updatemanager -r me la trova

    • Vipruss

      14.04 → 14.10 → 15.04
      non puoi effettuare l’avanzamento diretto alla 15.04

      Comunque, mentre scrivo non è ancora stato ufficialmente rilasciato.

      • Massimiliano

        a ok grazie cmq ho la 14.10 mi ero sbagliato a scrivere… devo aspettare quindi

      • ale

        ti sbagli lo puoi fare direttamente 🙂

    • Batteo

      Perche la tua è una versione LTS cioè un rilascio supportato a lungo termine e te lo notificherà quando uscirà la prossima LTS che sarà Ubuntu 16.04, se vuoi che ti notifichi la 15.04 basta andare su Software e Aggiornamenti, cliccare sulla tab Aggiornamenti e cambiare l’ultima voce che è “Notificare nuove versioni di Ubuntu” da LTS a qualsiasi versione

      • jonny

        la versione 13.10 (secondo qualcuno la migliore)notifica l’ultima versione di ubbundu?

        • Nipol

          La 13.10 non è più supportata già da luglio scorso… aggiorna assolutamente. Se sei uno a cui piace aggiornare poco spesso, stai con la LTS, cioè la 14.04.

    • tomberry

      Che intanto dovresti aggiornare alla 14.10 prima di questa, e oltretutto devi controllare in “Software e aggiornamenti” (nella scheda Aggiornamenti) come è impostato “Notificare nuove versioni di ubuntu”, solitamente sulle LTS è impostato “Per le versioni LTS”.. 😉

  • Canonifan

    Fantastico!!! Troppo avanti rispetto alle altre distro!!! Ubuntu rulez!!!

    • EnricoD

      abbiamo capito, non fa come quello del dos per favore

      • Daniele

        Don’t feed the troll, dovresti essre rodato ormai xD

        • EnricoD

          questi in realtà sono cagacaxxi non troll

          • Daniele

            Linea sottile xD

  • E quindi niente MIR visto che dovrebbero introdurlo con le novità della versione 15.10-16.04…. Bah!

  • jboss

    ho notato un sensibile miglioramento nel caricare il sistema, mi sembra anche più stabile

    • EnricoD

      confermo .. rispetto alla 14.04 che ho provato recentemente e anche quando uscì, anche io ho notato una reattività molto migliorata, l’ho provata per una oretta, ho installato software aggiuntivo e fatto altro e non ha mai crashato e non si è nemmeno impuntata ad es aprendo varie schede su chrome
      non ho problemi di nessun tipo, tutto funge bene
      tempi di avvio ragionevoli
      ho anche messo kernel 4.0 e nessun problema riscontrato
      l’ho trovata molto fluida sul mio netbook , devo dire la verità

      • ale

        Dici e meglio del kernel CK o PF? Io hp xubuntu 14.04 sul portatile con schdea video intel

        • EnricoD

          non saprei… li provai ma i miei pc (un netbook e un notebook di 8 anni) non hanno grandi configurazioni e non ho mai notato grandi differenze
          devi provare e valutare

      • SalvaJu29ro

        Dici con Unity? Azz

        • EnricoD

          si

  • Emanuel STEFANUTTO

    ho provato ubuntu-mate….. mi sembra acerba ….rimango con mint-mate

    • adalberto santarelli✰✰✰✰✰

      prova mint mate 17 plus remix

  • CML

    Ragazzi come faccio ad aggiornare dalla 14.10 alla 15.04?

    • Simone Picciau

      apri un terminale e digita:
      sudo update-manager -d

  • Fabio

    Dio, trattandosi di una * buntu non LTS, dire che ne è stata rilasciata la “versione stabile” mi pare un po’ azzardato! 😉

  • Che figata spazziale il mondo Canonical… porca vacca!!!:D…

  • Orecchino

    E’ possibile avere chrome su ubuntu?

    • Vincenzo

      Vai sul sito per scaricare Chrome e selezioni la versione che ti serve!

      • Orecchino

        ok grazie, non ero sicuro che ci fosse! Adesso uso windows e vorrei provare a passare a ubuntu ma ho una serie di software di cui non posso fare a meno infatti sto controllando se sono disponibili per linux o se vi sono alternative!

        • Qfwfq

          Fai il salto, non te ne pentirai (poi tieni W in dual boot per quel minimo che ti servirà)!

          • Orecchino

            Il mio notebook sta tirando gli ultimi a livello di “scocca” (nel senso che perde letteralmente pezzi) e ho intenzione di sostituirlo tra un paio di mesi. Vorrei quindi provarlo adesso linux per poi valutare su acquistare un freedos per poi mettere linux.. l’unica cosa che mi ferma è appunto la disponibilità di alcuni software

          • Qfwfq

            Scarica Ubuntu e Linux Mint e Unetbootin quest’ultimo ti servirà per crearti una USB da cui puoi giocare con linux senza installarlo, se ti piace prova ad installarle uno (o anche tutti e due, avrai modo di selezionarli o di ritornare a w).

          • Kim Allamandola

            Se ci dici quali sono magari possiamo trovare opzioni alternative…

          • Orecchino

            @kimallamandola:disqus il discorso del software è appunto l’unica cosa che mi frena. Mi spiego meglio. Il prossimo anno inizierò la specialistica di ing e quindi di preciso non so quali software mi serviranno quindi ho bisogno di una macchina che sia sempre disponibile e pronta per lavorare con qualsiasi software e con windows ho questa certezza. Inoltre una volta ho assistito a delle lauree e un laureando non è riuscito a collegare il suo pc con ubuntu al proiettore per discutere la tesi. Non ho indagato e non mi sono interessato al problema però tutti gli altri con windows o mac e pure ipad non hanno avuto problemi. Sono appunto anche queste le uniche cose che mi fermano, fossi stato a casa mia avrei magari risolto il problema con una ricerca su internet ma in momenti come quelli si deve una macchina pronta e funzionante.

          • Kim Allamandola

            Se vuoi informazioni non farti tirar fuori i dati minimi necessari per poter rispondere con le pinze: quale ingegneria? Se è ing. Informatica e già dalla triennale non hanno esplicitamente richesto GNU/Linux valuta, e parlo seriamente, di cambiare università, ciò che ti possono insegnare non vale né il tempo né il costo. Se parli di meccanica probabilmente chiedono Fortran, non hai problemi, li hai sicuramente a livello cad poiché le università in genere non hanno fondi per cad professionali (Catia, NX, Creo ex Pro-e) quindi ti troverai con pacchetti Win32-only ma anche qui se hai ferro recente Virtualbox va più che bene, lato simulazione e calcolo numerico non dovresti avere problemi ecc.

            Il fatto che un laureando fosse pollo (se usi un portatile per la tesi magari una provina con un monitor esterno se non un vero proiettore male non fa eh!) non è certo colpa dell’OS…

          • Orecchino

            ing meccanica. Ho usato linux solo per programmare in c

          • Kim Allamandola

            Oki, per lo sviluppo problemi non ne hai di sicuro, è ben difficile che in un’università qualsiasi (eccetto forse per i corsi di economia) diano sw compilato, in genere è tutto codice e GNU/Linux è La Piattaforma di sviluppo per eccellenza.

            Altra storia è per eventuali CAD/CAE/CAM come scritto sopra, nel caso valuta in base a quanto li useresti e al tuo ferro se sia meglio VirtualBox o un dual-boot… Come calcolo scientifico problemi non ne hai, c’è matlab se lo chiedono, c’è scilab (un clone di matlab dell’INRIA, diciamo il CNR dell’informatica francese) c’è octave, per il calcolo simbolico c’è Maxima, YaCas, SageMath, SymPy, … per le simulazione c’è CodeAster (altro prog. francese di Areva, usato per le loro centrali nucleari) con una massa enorme di frontend incluso il famoso SaloméMECA, … Somma se vuoi info su uno specifico settore, FEA, FEM, quel che sia chiedi che l’elenco sarebbe bello lungo!

          • Gerry

            Per la disponibilità di software per Freedos, puoi sempre chiedere a Gianfilippo Vattelapesca. Ormai ci farà anche il caffè…:D

        • EnricoD

          c’è anche chromium direttamente dal software center , ma è alla versione 41 non 42

        • Vincenzo

          Oppure puoi usare wine o, meglio ancora, Virtualbox! Comunque io ho sempre trovato l’alternativa per Linux di tutti i sw che usavo su Windows!

    • EnricoD

      lo scarichi e poi col terminale vai in Scaricati e dai sudo dpkg -i *.deb
      se ti da errori, molto probabile , a me è accaduto, dai sudo apt-get -f install
      … et voilà

      • Gerry

        Lo scarichi e lo installi usando Ubuntu Software Center, che ti risolve anche le eventuali dipendenze. Così non hai i fastidiosi errori. 😉

        • EnricoD

          col terminale è più pratico 😛

    • kernele

      usa opera. non te ne pentirai.
      ti serve pepperflash e ffmpeg.

      • EnricoD

        opera è chromium

        • kernele

          meglio curato nella GUI e con alcune utili funzioni in più.

          • Daniele

            Chromium?

          • opera è morto, punto.
            non ha più tanto senso di esistere ora che è l’ennesimo fork di chromium.
            diamine abbiamo 1000 browser, di cui 997 con motore webkit, 2 con motore gecko e 1 con motore trident.
            bastaa

          • jboss

            su winzozz ha ragione di esistere perché è il browser meno insidiato da virus e toolbar

      • jboss

        quoto, usa opera è un validissimo browser,poi per pepperflash basta dare “sudo apt-get install pepperflashplugin-nonfree e 6 apposto

      • Marco Missere

        Ha chiesto Chrome, non Opera.

        • è come dire….
          “posso installare chrome in ubuntu?”

          “la quattro stagioni è meglio della margherita”

          xD

          cioè questo poveretto chiede se gira un softare per linux e la gente gli risponde con delle alternative non specificando nemmeno che chrome per linux c’è.

          è come se vai in un forum linux per chiedere aiuto per un problema, e ti viene risposto usa windows.. non ha senso.. io voglio la soluzione non una via di fuga

          • EnricoD

            infatti

          • Marco Missere

            Una cosa simile ho l’ho vista oggi nei commenti sotto un post su OMG! Ubuntu!, dove un utente ha risposto alla domanda di un altro utente con “Install Arch Linux” 😀

    • Kim Allamandola

      Certo che si, microguida veloce su paste2:
      http: //paste2. org/pvcwKs1b

    • Marco Missere

      Certo.

  • Franco

    Non ho mai capito cosa c’entra il “duro” lavoro con ubuntu. Lavoro e basta.

    • Technoboy

      Beh, se lavorano “a ca22o” capisci che la parola “duro” c’entra eccome….

      • GreenRabbit

        ahahahahhahahahahhahahah

  • peppe

    Adoro Ubuntu Gnome. Ma per il mio notebook Lenoci s405 non riesco a regolare la luminosità. Qualcuno sa perché?

    • Kim Allamandola

      prova in /etc/default/grub a impostare
      GRUB_CMDLINE_LINUX=””
      a
      GRUB_CMDLINE_LINUX=”acpi_osi=Linux acpi_backlight=vendor”
      e una volta salvato dare
      update-grub2

      Detto questo, vabbé che qui sono commenti ad un articolo, non un forum di aiuto ma dare un minimo di dettagli, magari anche solo un dmesg, lspci, lsmod ecc postati su paste2&c non guasta. Non prendiamo l’abitudine degli windowsiani che dicono “non va” e basta assumendo che chi legge sia un telepata!

    • EnricoD

      prima prova la soluzione di Kim, in caso non funge dai una occhiata qui

      https : // github . com/ enricocid / Fix-Intel-backlight-on-Gnu-Linux-Asus-eeepc

      ma conta che il mio è un chipset intel, quindi seguilo proprio come spunto in riferimento al tuo hardware ovviamente

    • io su notebook acer aspire 5742g intel + nvidia (con nvidia optimus) ho risolto i problemi di regolazione luminosità impostnado nel file

      “/etc/default/grub”
      ….
      GRUB_CMDLINE_LINUX_DEFAULT=”video.use_native_backlight=1″
      ….

      e poi ho aggiornato il grub
      (in ubuntu con “update-grub” se non ricordo male, mentre in archlinux con “sudo grub-mkconfig -o /boot/grub/grub.cfg”)

      qui ho fatto una guida per risolvere questo problema

      deasproject. altervista. org/blog/gestire-correttamente-retroilluminazione-notebook/

    • Marco Missere

      Con Ubuntu GNOME anche tu hai il problema che in Attività mezze voci sono in inglese?

  • Massimiliano

    Ieri alla fine l’ho installata e devo dire che mi sembra più reattiva e solo poche cose una volta aggiornata non mi hanno funzionato… l’ unica che non riesco a “risolvere” è VLC anche se lo installo non mi funziona…

    • Kim Allamandola

      Lancialo da terminale e posta l’errore, cmq tieni presente che anche se in teoria non dovrebbe essere così nei primi 15gg dalla release vengono resi disponibili pacchetti che non sono stati fatti per tempo…

      • Massimiliano

        no ma infatti non mi preoccupo anzi rispetto ad altre versioni questa mi sembra quella dove funziona meglio un pò tutto

        • Kim Allamandola

          Se non hai fatto una fresh-install cmq sospetto che non sia una questione di attesa bensì di librerie installate da qualche PPA: ad es. alcuni mesi fa se aggiungevi il PPA di OpenShot vlc non andava più perché una dipendenza di openshot era stata compilata in maniera incompatibile, VLC crashava all’avvio…

          Per questo dicevo di postare l’output 🙂

          • Massimiliano

            ok dopo lo metto tanto per curiosità… cmq erano delle dipendenze…

  • Marco

    Vi dico la mia, uso ubuntu gnome e ho aggiornato tramite dvd usando la prima opzione di installazione quella che installa senza cancellare le impostazioni. All’avvio tutto ok, ma quando ho inizioato a scaricare qualcosa in pratica mi da che non riconosce la directory di download impostata, malgrado che il filemanager riconosca tutti i dischi. Ho anche guardato con l’applicazione DISCHI e ho notato che il punto di mount è diverso dalla schermata iniziale e qulla che appare attivando l’opzione per i settaggi di montaggio. C’è una soluzione o devo installare exnovo la 15.04?

    • Kim Allamandola

      Ovviamente non serve re-installare, i mount point sono gestiti da /etc/fstab, se parli di nautilus però quel che cerchi non sono i mount point bensì i segnalibri di FreeDesktop che trovi ad es. in .config/user-dirs.dirs e in .config/gtk-3.0/bookmarks

      • Marco

        infatti nel file fstab non è riportato nulla per il mount in automatico all’avvio del pc, ma quando ho messo il fstab che usavo prima il pc non partiva nemmeno. quello che vorrei è che jdownloader che il plugin di firefox downthenall trovino la dir dove copiare il file che intendo scaricare, ora come ora nessuno dei due fanno partire il download

        • Kim Allamandola

          Tutti i fs in fstab con defaults, auto sono montati in automatico all’avvio, almeno la root devi avercela per forza altrimenti hai un kernel panic al boot…

          Insisto che al 99.99999% quel che hai da impostare sono le dir di default di freedesktop, anche perché non credo tu abbia un volume per Scaricati, Documenti ecc…

          • fuser

            grazie, proverò e ti saprò dire

          • marco

            Kim non sono questi quelli che mi servono. Provo a spiegarmi meglio, il mio problema non è in nautilus, ma quando provo a scaricare un file, per esempio un film da un sito sia che utilizzi jdownloader che downtellall questi non partono col dowloader in quanto ritengono la cartella impostata per il download non valida

          • Kim Allamandola

            Ho detto Nautilus come esempio ma i gtk-bookmark li usano tutte le app Freedesktop, quindi anche loro.

            In alternativa posso pensare a una configurazione corrotta di Firefox (DownThemAll) e di Jdownloader, nel caso zappare .mozilla (dopo aver esportato i segnalibri) e la dir. di conf di JDownloader (guarda se hai .j* nella home o in .config/) dopodiché riprovare a farli partire “vergini”

          • fuser

            ho risolto, la nuova installazione riscrivendo fstab mi ha anche cambiato il punto di mount dei dischi rigidi da mnt a media per cui i dischi all’avvio non venivano montati e il vecchio fstab non funzionava

    • Marco Missere

      Tu che usi Ubuntu GNOME hai il problema che in Attività mezze voci sono in inglese?

  • Danilo Foglia

    Ho da poco installato ubuntu 15.04 ed ho notato che se lo avvio normalmente si avvia in modalità testuale ed in sola lettura. per avviare l’interfaccia grafica devo avviarlo da grub con l’opzione upstart. saipete da cosa è dovuto e come si può risolvere? Grazie a tutti

    • SalvaJu29ro

      Non sono sicuro, ma credo sia Systemd
      Comunque una curiosità: Perchè cambia tanto come viene avviato il sistema?

      • Danilo Foglia

        Si avvia come la versione precedente, niente di nuovo.
        Come posso risolvere il problema?

      • Danilo Foglia

        Anzi adesso mi da questa schermata

        • SalvaJu29ro

          Sinceramente non ho mai avuto questo problema, non so come aiutarti

        • Tomoms

          Ho fatto una piccola ricerca su google, pare essere un problema slegato dal sistema di init. Cerca su google “device descriptor read/64 error” e troverai tanti risultati riguardo a periferiche USB, vedi se trovi qualcosa di utile.

        • Kim Allamandola

          Vedo un pallino rosso all’inizio ma non riesco a leggere cos’è…

    • jboss

      che scheda grafica hai?

      • Danilo Foglia

        una ati radeon.
        tutto il sistema non è nuovissimo, però fin’ora non ho mai avuto problemi
        Intel® Core™2 CPU 6600 @ 2.40GHz × 2
        Gallium 0.4 on ATI RV350
        64-bit

        • jboss

          dai systemctl –failed

          • Danilo Foglia

            da dove da terminale?
            mi da questo:

            “xxxxx@xxxxx-desktop:~$ systemctl –failed
            Failed to get D-Bus connection: Operazione non permessa”

          • mmmm

            Con operazione non permessa immagino basti un sudo, dai questo:
            sudo systemctl –failed

          • Danilo Foglia

            Mi era venuto in mente è il risultato è lo stesso

          • jboss

            fallo partire con systemd non con upstart gia che c6 nel edit di grub “tasto e” alla voce kernel giu a tutto alla fine della stringa togli $vt_handoff e metti 3 poi premi f10

  • Gerry

    Ho aggiornato Ubuntu Mate da 14.10 a 15.04 col comando “sudo do-release-upgrade -d”, qualche giorno fa (prima del rilascio ufficiale). E devo dire che non ho avuto assolutamente alcun problema. Inoltre ho pure aggiornato il kernel da 3.16.* a 3.19.*. Dopo circa una settimana confermo di non aver alcun problema o bug fastidioso. Tutto funziona esattamente come prima.

  • fedefigo92

    Scusate ho installato ubuntu 14.04 in parallelo a windows 7 in un pc fisso dual core e non si riesce a spegnere nel senso che si blocca lo spegnimento non riuscendo a chiudere un processo,aggiornato alla 14.10 basta schiacciare il tasto di spegnimento dopo che si é bloccato prima bisognava tenere schiacciato..secondo voi se aggiorno a questa versione riesco a risolvere?grazie mille

    • Ermy_sti

      se hai una sk video amd basta che aggiorni i driver proprietari, se invece hai i driver open aggiorna il kernel

      • fedefigo92

        Sono driver open é quello il problema..dai speriamo che aggiornando alla nuova versione col kernel nuovo vada a posto grazie mille

        • Kim Allamandola

          Nome del processo?

          A parte ciò, ricollegandomi al discorso fresh-install+automazione non rolling e update inter-release, tieni presente che nessun OS moderno si aggiorna senza reinstall a zero problemi…

  • NetPaolo

    Si è fatto un gran parlare del local menu attivi di default… non capisco l’ho installata oggi e di default mi sono ritrovato il global menù attivo, così come è sempre stato… ci hanno ripensato e non se n’è accorto nessuno?!

    • Kim Allamandola

      Forse hai riciclato la home quindi ti sei trovato le vecchie impostazioni?

      • Marco Missere

        Neanche io li ho trovati, e ho provato Vivid in Virtualbox.

  • Dany

    Trovo Ubuntu GNOME molto più “leggero”. Il mio è un effetto placebo? Non dovevano solo essere bug fixes?

    • Marco Missere

      Sarà GNOME 3.14 😀 Comunque tu in Ubuntu GNOME hai il problema che in Attività mezze voci sono in inglese?

      • Dany

        Sarà dai tempi di Windows XP che uso solo versione ENG tutti i sistemi operativi che uso, scusa…

      • NetPaolo

        sudo apt-get install language-pack-gnome-it

        • Marco Missere

          Non è sufficiente, ci ho già provato più di qualche volta ma mi sembrava già troppo banale.

          • TopoRuggente

            Hai provato a settare anche in
            /etc/locale.conf
            LANG=it.UTF-8

  • jo

    ubuntu release ufficiale con unity è lento da fare schifo

    • Franco

      è il potere della {anti-}programmazione super stratificata

    • Kim Allamandola

      Posta il ferro, detto così non ha molto senso visto che ha tantissimi va senza problemi

  • H0w The West Was W0n

    A leggere i commenti viene da chiedersi come faccia ad essere la distribuzione più diffusa. Pare che abbiano cominciato a fare come microsoft, a cui non frega nulla di fornire software testato ed affidabile dato che rimangono in una posizione di predominio indipendentemente da quello. Potenza del marketing.

    • NetPaolo

      Credo che sia indicativo il fatto che sul sito, se vai alla sezione download ti propongano per prima la 14.04.2… che in effetti è un sistema Mainstream….
      L’abbiamo detto già tante volte… devono cambiare modello di sviluppo. Queste release semestrali lasciano il tempo che trovano.

      • infatti dovrebbero fare una rolling release e una LTS ogni 2 anni, forse sarà più impegnativo, ma leva di mezzo queste semestrali e soddisferà molti più utenti

        • Kim Allamandola

          Il motivo per cui non si fanno rolling è che all’utente è vero piacciono, ma al tecnico, quello esperto, non piacciono proprio per sacrosante ragioni:
          * qualsiasi setup nel tempo si sporca, dopo anni non sai più cosa c’è sul tuo os e quasi sicuramente la documentazione non è accurata
          * qualsiasi setup deve essere replicabile in caso di disastro, se hai una rolling non sai manco più com’è fatto l’installer dopo un po’. È come il backup: avercelo ma non usarlo mai è molto vicino a non avercelo.
          * qualsiasi setup deve essere documentato, oggi con i sistemi di provisioning moderni (Ansible, ma anche Saltstack, Cacti, Puppet, Chef ecc) la conf. in codice è quasi una documentazione sia pur super-riassunta e perfettamente human-readable
          * qualsiasi setup deve poter passar di mano, se hai una rolling chi lo sa com’è fatta veramente, se hai fresh-install regolari e quindi ben automatizzate leggi i .yml/.xml della conf e sai cosa c’è
          ecc

          Spero che questo serva a far capire perché le rolling non van bene… Poi certo, sarebbe meglio avere pkg-man più confacenti ai bisogni attuali (e Ubuntu stà facendo qualcosa a tema) ma è un altro discorso

          • TopoRuggente

            Molto meglio installare da zero ogni 365 giorni.

            A dire il vero però se il setup si sporca l’amministratore di sistema è il colpevole.

          • Kim Allamandola

            È anche vero, però spesso non hai molta scelta… Non ne parliamo poi dei desktop, in particolare del desktop personale!

            Sui 365gg +1000 il modello di OpenSolaris IMVHO era il migliore come timing… Lo vorrei veramente anche se purtroppo con SUN (come prima con SGI, DEC ecc) se ne sono andate un mucchio di cose che sarebbero ancora oggi importantissime “novità” all’avanguardia…

          • TopoRuggente

            Io ho una Arch installata 5 anni fa, che ha superato in scioltezza il passaggio da init a systemd.

            Tenere pulito il sistema non è così difficile, quello che ho installato nel sistema lo so in un solo comando.
            ls /var/cache/pacman/pkg

            e col backup di questa dir (più home e etc) posso replicare il mio setup quando voglio.

          • Kim Allamandola

            Anche con apt/dpkg in teoria (dpkg –get-selections), prova a farlo in pratica però: nel 99.99999% dei casi non funziona, quel che hai installato non viene quasi mai solo dai repo ufficiali e quasi mai dopo anni ritrovi tutti i pkg senza problemi di pkg rinominati, pkg virtuali rimasti indietro ecc

    • Kim Allamandola

      Mai provato le release di Fedora?

      • H0w The West Was W0n

        A dire il vero ho provato la 21 di recente, dopo quasi 10 anni dall’ultima volta che ho avuto una distribuzione red hat/fedora, e devo dire che a parte il dovermi mettere in pari con tutte le novità, e la seccatura di dover aggiungere 700 repositories di terze parti, mi sono trovato molto bene.

        • Kim Allamandola

          Mi fa piacere ma se la usi per un po’ oltre agli n repo di terze parti troverai parecchi bachi, più ostici di quelli di Ubuntu…

          Diciamo che il fugone storico da RH a Debian e poi a Ubuntu non c’è stato per le famose lamentele sull’uso del cappello rosso…

          • H0w The West Was W0n

            Secondo me bisogna anche dire che ubuntu ha saputo “vendersi”.

        • aaaa

          ti basta RPMFusion come repo aggiuntivo. Ogni altro repo fa solo danni

          • H0w The West Was W0n

            Se non ricordo male flash è in quello adobe, e altra roba l’ho dovuta prendere da copr, aggiungendo per ognuno un repo.

    • BlueRazor

      Cominciato? Che io ricordi al rilascio di ogni versione di Ubuntu ci sono sempre state decine di segnalazioni di bug e articoli di workaround per sistemarli. Essendo basata su Debian testing “casualmente” quando l’uscita di Debian stable è vicina i bug sono minori o quasi assenti. Ubuntu è la distribuzione più usata solo perchè è stata la prima (o tra le prime) a capire che per far passare utenti a linux è necessario un sistema facile da installare e pronto all’uso. In fin dei conti ha molti bug ma è il trampolino di lancio verso Linux per molti utenti

    • Marco Missere

      Peccato che la maggior parte dei commenti siano di gente che parla per sentito dire.

    • 7 era testato, 8 era testato, non piaceva ma testato…

    • JackPulde

      Perchè si stanno concentrando su Unity 8 e Mir…

  • se ubuntu avesse pacman come gestore dei pacchetti, potrei pure prendere in seria considerazione l’idea di tornare a ubuntu, ma purtroppo apt e aptitude mi fanno schifo sia come sintassi che come output, pamcan lo trovo più semplice sia nella sintassi, per la ricerca, l’installazione, l’ugrade, ecc.. sia per la pulizia dell’output a video, inoltre mi sembra anche più veloce nell’installazione dei pacchetti, si nota specialmente quando si fanno grossi aggiornamenti

    • Maudit

      Sembra che dalla prossima versione Ubuntu abbandonerà apt in favore di snappy.

      • BlueRazor

        Non credo. Ubuntu è una derivata di Debian e i passaggi che fa sono quelli che fa lo sviluppo di Debian, tipo il passaggio a Systemd.

        • Maudit

          Ubuntu desktop next, che è la spin di Ubuntu dedicata a mir+unity8, dalla versione 15.10 sarà basata su snappy, non su apt. Questo è un dato ufficiale.
          Vien da sè che il futuro di ubuntu, con mir e unity 8, non prevede apt.
          Cerca su G ubuntu + snappy e troverai conferma.

    • Kim Allamandola

      4 alias per la tua shell favorita e sei a posto, ad es:
      pkg-search => apt-cache search
      pkg-files => dpkg -L
      pkg-info => apt-cache show

      ecc.

      • fosse solo quello il problema, alla fine non ci vuole tanto ad usare alias o a memorizzare il comando, ma il problema vero è l’output davvero confusionario.
        pacman è estremamente pulito e gradevole da vedere

        • SalvaJu29ro

          Si, apt-get è parecchio confusionario
          Pacman scarica il pacchetto e lo installa, tutto in due righe

          • Kim Allamandola

            apt-get install -y nomepkg
            è una riga…

          • SalvaJu29ro

            quell’ -y cosa significa? Sinceramente non l’ho mai usato

          • Kim Allamandola

            Hem, mi stai tirando fuori un RTFM (man apt-get enter /-ynnn, molte meno battute di questo post) 😛

            Cmq -y|–yes vuol dire che apt non chiede conferma prima di agire, se anche il pacchetto ha dipendenze tira giù tutto senza far domande.

          • SalvaJu29ro

            Ah una specie di –noconfirm

    • Marco

      Prova apt, il nuovo set che include i vari apt-get apt-cache ecc ed ha un nuovo output migliorato.

  • adalberto santarelli✰✰✰✰✰

    Buona sera, scusate, ma ubuntu 15.04 non doveva essere una l.t.s.?

  • Orecchino

    tra Ubuntu e la derivata Ubuntu Gnome che differenza c’è?

  • Danilo Foglia

    Volevo ringraziare chi ha provato ad aiutarmi con il mio problema, in quanto non riuscito a risolverlo. Praticamente tutto è derivato da non so quale problema del tool di avanzamento di versione di ubuntu. Dopo aver creato una live e una installazione pulita con tanto di formattazione dell’hard disk, tutto funziona perfettamente. Per cui NON USATE L’AVANZAMENTO AUTOMATICO DI VERSIONE.
    L’unica cosa che non va è il nuovo kernel 4.0, che non so se dipende dal mio (vecchio) PC, ma proprio non vuole funzionare. Pazienza continuerò ad usare quello di serie. GRAZIE A TUTTI

  • Hyrax1994

    Sto scaricando Ubuntu GNOME 15.04 per tornare a Ubuntu dopo aver abbandonato Linux da alcuni anni… è una buona scelta, oppure mi conviene puntare su Ubuntu con Unity?

    • BlueRazor

      Gnome negli ultimi anni è diventato molto reattivo e sempre più completo. Ubuntu Gnome 15.04 monta Gnome 3.14, che è una versione matura ed affidabile. Volendo puoi anche aggiornare alla 3.16, che però soffre ancora di qualche bug di giovinezza. Unity è praticamente fermo, nella perenne attesa che venga rilasciato MIR. Sono entrambi validi e se non hai problemi di prestazioni puoi scegliere quello che preferisci.

      • Hyrax1994

        Ubuntu era diventato lentissimo col tempo, provandolo in live sul mio vecchio portatile Vaio.

        Adesso ne ho uno nuovo molto prestante, quindi non dovrei avere alcune problema di prestazioni; sono fregato allora, sono proprio indeciso!

        Che tu sappia, anche aggiornando GNOME alla 3.16 rimane il problema della traduzione italiana incompleta?

        • BlueRazor

          Onestamente non saprei. Deve essere un problema di Ubuntu. Sono su Arch con Gnome 3.16 e non ho di questi problemi. Ho solo qualche arresto di Nautilus quando mi connetto a cartelle ftp o ssh

          • Hyrax1994

            Dai, ho deciso… avevo provato le due versioni con VMware e Ubuntu GNOME mi era piaciuto di più, quindi installerò questa. 🙂

            Già che ci sono, se posso chiedere qui… ho un SSD formattato in GPT su cui è installato Windows 8.1 (che voglio mantenere) e un hard disk in cui ci sono tutti i miei dati; dovrei avere qualche accortezza particolare durante l’installazione?

          • BlueRazor

            Puoi mettere il sistema in dual boot sia sull’hard disk che sull’SSD. In quest’ultimo caso se vuoi salvaguardare l’SSD puoi fare il partizionamento personalizzato e mettere la partizione di swap e la partizione /tmp (e magari anche /var) sull’hard disk, così risparmi un po’ di scritture/letture inutili all’SSD. Ubuntu supporta Trim di default dalla 14.04

          • Hyrax1994

            Quindi creo 4 ulteriori partizioni sull’SSD (sistema, swap, tmp e var)? Creo la partizione di swap anche se ho 16GB di RAM (magari potrebbe servire per l’ibernazione)?

            Il problema, però, sarebbe capire quanta dimensione allocare a ognuna di queste partizioni! Ho un SSD da 512GB.

          • BlueRazor

            Sull’SSD crea la partizione di sistema “/” e se vuoi la partizione utente separata “/home”. Sull’hard disk crea le partizioni swap, /tmp e /var. Sulle dimensioni non ti so dire. Sul portatile ho un disco solo quindi ho sempre fatto solo la partizione / e lo swap, ma se cerci su internet trovi di sicuro delle guide al partizionamento.
            Con un SSD e Linux fai prima ad avviare il sistema (il mio pc avvia la schermata di login in 4-5s) che a ripristinare dall’ibernazione, ma lo swap è sempre meglio crearlo (almeno per metà della RAM che hai).

          • Hyrax1994

            Grazie mille per la risposta, adesso vedo come procedere. Ho sbagliato a dire di creare 4 partizioni sull’SSD, volevo dire tra l’SSD e l’HDD. 🙂

            P.s.: sto dando un’occhiata ad Arch Linux…

          • BlueRazor

            Anche io preferisco gnome. Odio le animazioni ma con l’estensione Impatience si velocizza tutto.

        • Marco Missere

          Sì, rimane purtroppo il problema della traduzione italiana.

    • aaaa

      Installati Fedora KDE Spin, non te ne pentirai. Non dovrai mai più formattare ad ogni nuova distro release

      • Hyrax1994

        Ricordo di aver provato KDE in passato… anche continuando a vedere le nuove release, resto sempre sulla mia linea: non riesco a farmelo piacere!

        • aaaa

          Prova KDE 5, lo trovi in Fedora 22 beta

    • Marco Missere

      Secondo me la versione con Unity è più curata, te ne accorgi già dal fatto che in Ubuntu GNOME mezze voci in Attività sono in inglese. Ma se vuoi fare la cosa migliore scaricati Ubuntu 14.04 LTS (con Unity) 😀 Per GNOME sono migliori le altre distro, ma chiaramente non sono basate su Ubuntu e potrebbero essere più ostiche.

      • Hyrax1994

        Adesso provo Ubuntu con Unity… poi decido cosa installare.

    • voit9

      prova fedora se vuoi gnome.

  • BlueRazor

    Se non sbaglio sta per uscire Debian 8, quindi questa versione dovrebbe essere buona come la 13.04. Personalmente ho abbandonato Ubuntu per i repository ufficiali non aggiornati. Più passa il tempo più cresce il numero di repository da aggiungere ed ogni tanto scatta qualche incompatibilità di versione con qualche libreria di sistema. Poi dopo 6 mesi bisogna formattare (perchè l’upgrade di versione automatico dà sempre qualche problema) e reinstallare da capo le decine di repository…. Arch da questo punto di vista è un altro pianeta come semplicità.

    • Marco Missere

      E allora usa le LTS che sono aggiornate per 5 anni.

      • BlueRazor

        Infatti mi sono fermato alla 14.04. I 9 mesi di supporto per le altre release sono più che sufficienti, ma dovrebbero migliorare l’upgrade di versione. Spesso se non si formatta si hanno problemi con l’audio o col wifi…

  • jboss

    Oggi ho notato a parte i soliti microscatti di unity, che son di meno ma ci sono sempre, ho notato che la cachedb di apt mi succhia tutto lo spazio del disco.

    • jboss

      uso fetora o opensuse per lunghi periodi e mai un problema, uso ubbundu per 2 – 3 giorni consecutivi e incominciano a sorgere i primi problemi.

    • Kim Allamandola

      cos’è la “cachedb”? intendi i pkg scaricati e salvati in /var/cache/apt/archives?

      Nel caso cancellali, tanto a mano (es rm -r /var/cache/apt/archives/*) quanto con apt (apt-get clean)

  • EnricoD

    se può essere utile a qualcuno ho risolto audio non funzionante sul mio netbook aggiungendo

    options snd-hda-intel model=auto

    in

    /etc/modprobe.d/alsa-base.conf

    ho fatto partire manualmente

    sudo modprobe snd-pcm-oss

    e aggiunto quindi

    snd_hda_intel

    snd_pcm_oss

    in /etc/modules

    • EnricoD

      su un altro pc dove l’ho installato invece bisogna aprire alsamixer, togliere il muto, alzare i livelli e salvare la config attuale dando
      sudo alsactl store

  • Simone Boldrin

    COSA STA SUCCEDENDO HELP HELP.
    Uso ubuntu da diversi anni ora mai , non vedevo l’ora di installare questa versione , ma appena installata vado ad aggiornarla, l’aggiornamento va avanti all’infinito a un certo punto mi si blocca il pc e mi trovo hd pieno.
    Qualcuno sa dirmi come mai?

    • Marco Missere

      Riavvia e dai da capo sudo apt-get update. Ci sono già passato io provandola su Virtualbox, si risolve 😀

      • Simone Boldrin

        gia provato a nulla da fare, ora sto riformattatndo pc.
        Speriamo bene.
        PS. non ho capito il comando consigliato da jboss , esattamente lo devo dare da terminale cosi come lo ha scritto ?

        • jboss

          sudo rm * /var/lib/apt/lists poi reboot e sembra andare

          • Simone Boldrin

            nulla da fare mi dice
            impossibile rimmuovere ” sudo rm * /var/lib/apt/lists”: file o directory non esistente

            HELP HELP

          • Kim Allamandola

            se metti l’asterisco davanti a rm fai un disastro non da poco! Non sei stato mal indirizzato del tutto cmq:
            rm -fr /var/cache/apt/archives/*
            se hai troppi pkg scaricati, ovvero se hai la root troppo piccola, così riparti e puoi tentare un recovery manuale ma la vera soluzione è amplicare la root. Almeno 10Gb per star comodi!

            /var/lib/apt/lists/ non sono i pkg scaricati bensì le liste di pkg disponibili sui vari repo, ha senso rimuoverla insieme a dpkg –clear-avail se hai problemi di checksum non se hai il disco pieno!

    • jboss

      prima svuota /var/lib/apt/lists/partial e poi riavvia e ridai il comando update

  • A me continua a dirmi che non c’è rete nonostante ci sia.

    • Kim Allamandola

      Qualche dato in più fa sempre comodo eh! Tipo *che rete* non trova? Cablata? WiFi? Nel caso che ferro hai? Che tipo di rete usi (autenticazione ecc)?

      • Ma la rete c’è. Il problema è nello scaricamento dei pacchetti.

        • EnricoD

          prova ad impostare il server principale invece che quello italiano nelle impostazioni dei repository nel software center e più ridai sudo apt-get update etc

          • Grazie per l’aiuto. Ho risolto facendo quello che hai detto.

        • Kim Allamandola

          Cerca di spiegarti in maniera comprensibile, nessuno mi risulta abbia capacità telepatiche… Prima hai scritto che “non c’è rete nonostante ci sia” che fa supporre ad una totale assenza di connessione anche se le nic vengono riconosciute, adesso dici che “la rete c’è” (che vuol dire a ‘sto punto?) ma ci sono problemi di download con apt…

          So che sotto Windows va di moda far domande simile, ma anche tu sai come sono le risposte: formatta, prova $nomeapplicazione ecc ovvero al 99.9999999% risposte inutili a domande incomprensibili.

          • La vostra arroganza e boria non ha limiti. Il problema era nel server di scaricamento. Infatti dava assenza di rete, nonostante ci fosse. Ma il tuo obiettivo è che linux rimanga una cosa per pochi adepti, così puoi vantartene con gli altri. Complimenti.

          • Kim Allamandola

            Prova a rileggere quel che hai scritto immedesimandoti in qualcuno che non ha il tuo monitor davanti poi ne parliamo.

            Sapersi esprimere in italiano non è né arroganza né boria e non riguarda GNU/Linux ma qualsiasi cosa nella vita. Manco al meccanico vai a dire “la macchina non va, va in moto senza andare in moto”.

            I complimenti li faccio a te che pretendi di usare il lavoro di tanti e quando qualcosa non va non hai manco l’umiltà di impiegare 2′ del tuo tempo a formulare una domanda. Come suggerito ad altri vai con Apple: con quel che si fa pagare i loro “genius” sono pronti a rispondere a tutte le tue “domande”

          • E perché @enricodortenzio:disqus ha capito quale fosse il problema?

          • Kim Allamandola

            Ha tirato a indovinare, che è né più né meno quel che avviene nei forum a tema Windows, casualmente ha azzeccato.

            Il punto non è indovinare è che se vuoi una mano ti spieghi, non speri che qualcuno si scervelli per te riuscendo magari su n possibilità a trovare quella giusta.

            La community non è al tuo servizio e neppure lo è Canonical (anche col supporto pagato, che assiste non tiene il bavaglino). La community è mutuo supporto, collaborazione, assistenza non produttore&consumatore.

          • EnricoD

            cosa??!?! avrei tirato ad indovinare??!??!
            la verità è che è una delle prime cose da fare in ubuntu, lo sa pure mia madre

          • Kim Allamandola

            Cambiare mirror (più che il server principale) è usato quando qualche mirror non si è aggiornato bene e hai errori di checksum. Cmq se tu hai compreso, non tirando ad indovinare, da “non c’è rete nonostante ci sia” che aveva un problema di checksum su qualche pacchetto e quindi non riusciva ad installare qualcosa sei decisamente telepatico e mi levo tanto di cappello.

            Cmq mantengo e rafforzo la strigliata poiché non è così che si chiede supporto!

          • Ma qualcuno ti ha chiesto aiuto? Non era neanche una richiesta, più che altro un’osservazione.

          • XfceEvangelist

            Kim, queste sono le tipiche persone che meritano il supporto a pagamento e che non capiscono tutto il lavoro di esperienza di anni che cè dietro anche ad un singolo consiglio.

  • Tomoms

    Piccolo OT: tra poche ore dovrebbe arrivare Debian 8!

    • jboss

      io gia sto in download http ://gensho.acc.umu.se/cdimage/.jessie_release/debian-cd/amd64/iso-dvd/debian-8.0.0-amd64-DVD-1. iso

    • jboss

      gensho.acc.umu . se/cdimage/.jessie_release/debian-cd/amd64/iso-dvd/debian-8.0.0-amd64-DVD-1.iso io gia sto in download

  • xbukowskyx

    qualcuno sa come cambiare il colore di quando faccio clic su una cartella. quando evidenzio la cartella è di colore blu, vorrei cambiare quel blu. kubuntu 15.04. siccome le cartelle sono blu, quando le evidenzio faccio fatica a capire.

    • ange98

      Vai sulle opzioni dello stile dalle impostazioni di sistema e cerca la voce

      • xbukowskyx

        non trovo la voce per modificare

        • ange98

          Purtroppo non ho ancora smanettato con Breeze, perciò non ti so dire dove si trovi esattamente la voce. Però con Oxygen ricordo che era possibilissimo.
          Se vuoi un workaround, installati QtCurve e modifica l’aspetto dello stile.

  • EnricoD

    allora, finalmente ho risolto i problemi di audio.
    E’ un problema di alsa che all’avvio non mantiene i settaggi di alsamixer, per risolvere basta aggiungere questo commando all’avvio del sistema.
    Ho riavviato più volte e cosi va.

    • Kim Allamandola

      Mai provato rc.local?

      • EnricoD

        provato ad aggiungere alsactl restore prima di exit0 e poi ho dato chmod +x /etc/rc.local ma al riavvio niente… quella è l’unica soluzione che mi ha funzionato

        • Kim Allamandola

          Hum, forse perché rc.local gira come root, mentre i mixer sono per-utente, se hai voglia prova

          su -l -c “/usr/sbin/alsactl restore” TuoNomeUtente

          se anche così non va (mi pare strano) vuol dire che è legato alla sessione desktop e nel caso il problema potrebbe non essere lato alsa ma in qualche impostazione gconf/gsettings…

          • EnricoD

            ok, grazie, proverò, l’audio non funzionante non so mai come risolverlo xd

  • Hyrax1994

    Che schifo di versione ragazzi, una scelta sbagliata per tornare a Linux… problemi con la scheda nVidia (con tecnologia Optimus), boot lentissimo, animazioni a volte inesistenti, freeze allo spegnimento… ma dai!

    Adesso sto scaricando Debian 8… ma, sinceramente, non so quale distribuzione scegliere.

    • Kim Allamandola

      Ho un’idea, senza offesa, passa ad OSX la Apple si rivolge proprio agli utenti come te. Cambiare distro non ti serve, tutte le distro hanno obiettivi diversi dai tuoi.

      • xbukowskyx

        Kim docet

      • Hyrax1994

        Grazie mille, che risposta gentile da parte tua. Ho usato Ubuntu per anni dal 2006-2007, poi sono tornato a Windows… adesso ho un notebook prestante e, siccome la strada intrapresa da Microsoft mi piace poco, ho deciso di riprovare Linux in occasione dell’uscita di Ubuntu 15.04

        Purtroppo, e non capisco perché, mi sono capitati tutti questi problemi e adesso sto cercando di risolverli.

        • MoMy

          Allora con calma ti scarichi una distro e con calma la usi per qualche mese, senza pregiudizi e sistemando i vari problemini che potresti incontrare strada facendo. ^^
          Comunque, 2006-2007 son mesi e non anni. 😛
          (scusa la battutaccia). 😛

          • Hyrax1994

            Non hai capito, dal 2006-2007 in poi per alcuni anni… la frase può sembrare ambigua.

            Comunque provo a tenere Ubuntu, ma problemi su problemi non promettono bene… te ne indico un altro: ogni volta che avvio il computer, Ubuntu mi manda l’orario del BIOS indietro di 2 ore.

          • MoMy

            Se ubuntu è in dualboot con win, sta cosa è normale ma risolvibile con un minimo di ricerca. Lo stesso LFFL ha fatto un articolo proponendo una chiave di registro. Il fatto di possedere una macchina prestante significa poco, quello che conta è la compatibilità hardware e il giusto driver, specie per la scheda video.

          • Hyrax1994

            Sì hai ragione, tutto dipende dal software. Però, anni fa, Ubuntu funzionava molto bene sul mio vecchio portatile con configurazione simile (solo con componenti più vecchi, meno RAM e senza SSD)… tutte queste problematiche mi hanno stranito!

          • Kim Allamandola

            Il mondo cambia, ci sono miglioramenti e peggioramenti… La qualità del ferro è scesa enormemente negli anni, quella del sw è caduta un po’ negli ultimissimi anni, più che altro per raggiunti limiti tecnologici di parecchie cose… C’est la vie, anche per questo è bene restare aggiornati, l’impatto è minore 🙂

          • Kim Allamandola

            Questo perché in fase di install hai lasciato impostato il clock su UTC (tutti i sistemi *nix lasciano l’orologio su UTC e adattano l’ora visualizzata al fuso orario locale poiché si assume che un host possa spostarsi da un fuso all’altro) mentre su Windows l’impostazione di default è il localtime (con corollario di problemi se giri per il mondo col tuo laptop).

            Imposta UTC=no in /etc/default/rcS e dai un ntpdate pool ntp org, (metti i punti al posto degli spazi)

          • Kim Allamandola

            Questo perché in fase di install hai lasciato impostato il clock su UTC (tutti i sistemi *nix lasciano l’orologio su UTC e adattano l’ora visualizzata al fuso orario locale poiché si assume che un host possa spostarsi da un fuso all’altro) mentre su Windows l’impostazione di default è il localtime (con corollario di problemi se giri per il mondo col tuo laptop).

            Imposta UTC=no in /etc/default/rcS e dai un ntpdate pool ntp org, (metti i punti al posto degli spazi)

          • Hyrax1994

            Ok, sto reinstallando Ubuntu con Unity e vorrei chiarire alcuni punti:

            1. Il mio primo commento era dovuto alla foga e alla delusione derivante dall’installazione e l’utilizzo di Ubuntu… poiché mi aspettavo molto, soprattutto su questo nuovo notebook. 🙁

            2. I problemi mi sembrano strani, quindi con forza e coraggio cercherò di risolverli uno per uno. Adesso ho reinstallato Ubuntu in modo ultra-pulito: partizione efi e partizione / su SSD, l’HDD è rimasto intatto. Niente swap, tanto ho 16GB di RAM.

            3. Ho piallato tutto, quindi Windows non c’è più. Cosa dovrei fare per l’orario, avendo solo Ubuntu?

            Grazie e scusate per il commento “cattivo”, non era dovuto al voler tutto e subito e al non essere riuscito a trovarlo. Mi ricordo bene del mondo Linux (Ubuntu in particolare)… 🙂

          • Kim Allamandola

            Hum, una swap ti conviene cmq avercela anche se inusata, non è indispensabile ma è utile per varie ragioni che vanno dalla sospensione e ibernazione alle performance di vari sw…

            Se ora hai solo GNU/Linux non hai motivo IMVHO di tenere il clock hw su localtime, avendo solo Ubuntu ora dovresti avere l’ora giusta. Se così non è ci possono essere vari motivi, come banale prima prova dai un

            ntpdate pool ntp org (. al posto degli spazi)

            se l’ora torna a posto era solo il clock mal regolato, se resta sbagliata riconfigura la timezone del sistema

            dpkg-reconfigure tzdata

            Se anche così non va controlla di non avere lasciti in /etc/default/rcS (in part. se usi UTC devi avere UTC=yes, se usi localtime UTC=no) altrimenti servono maggiori dettagli… Ma se l’ora è sbagliata di due ore esatte dovrebbe essere risolto, se fosse sbagliata completamente potrei pensare ad una batteria CMOS scarica ma…

        • Kim Allamandola

          Ottimo, rimuovendo l’ironia, questo diventa un buon approccio: da “che schifo” a “ho dei problemi e cerco di risolverli”, ora se vuoi, descrivendo un po’ meglio i problemi, magari con qualche info (dmesg&c) extra visto che non sei proprio appena arrivato a GNU/Linux, possiamo anche contribuire ad accelerare la risoluzione.

    • EnricoD

      a me ste cose non accadono … anzi, sul mio netbook gira benissimo Oo

      • Hyrax1994

        Un netbook? Io ho un portatile pre-assemblato con componenti prestanti, quindi Ubuntu non dovrebbe dare problemi… poi ho anche un SSD Crucial M550, perciò la lentezza del boot non si spiega.

        • EnricoD

          un netbook asus non molto prestante, 1.66ghz e 2gb di ram
          l’avvio è buono considerando che è un netbook, la ram è a 350 ca all’avvio e il sistema è abbastanza reattivo, si usa senza problemi
          sul boot dovresti usare bootchart per analizzarlo e vedere quale è il problema, postare qui l’output

          http : // guide . debianizzati . org/index . php/Bootchart

        • Gerry

          Io ho un pc assemblato da me, con componenti economici. Ho installato Ubuntu Mate 14.10 qualche mese fa ed ho aggiornato il sistema poco prima del rilascio ufficiale. Non ho né lentezze al boot, né problemi di animazioni. Se installi Debian, parti da netinstall e poi, piano piano, installa il resto. Io faccio così anche con Ubuntu (non in questo caso) e Manjaro. Almeno ho la certezza di non portarmi dietro qualche “personalizzazione” che potrebbe darmi problemi di varia natura.

    • fiovit

      Scegli Unity, se non ce torna a Ubuntu, ho provato tante distro e mi ricordano tutti winzozz, l’unico, l’originale e il migliore in assoluto è Ubuntu, non ce trippa pe gatti…

      • ehmmm quali sarebbero questi DE che ricordano windows?

        • fiovit

          Cinnamon, mate, kde, xfce, lxde e compagnia bella, tutti seguaci di winzozz del medio evo…niente di nuovo, tutto vecchio, l’unico che si distingue è Ubbundu, piaccia o no…è avanti anni luce rispetto agli altri…

          • ok trovami le somiglianze tra xfce e windows o anche tra mate e windows.
            ma poi se vogliamo dirla tutta nemmeno cinnamon e lxde sono simili a windows ne tantomeno kde.

            se invece tu per somiglianza intendi un qualsiasi de che ha un pannello e un menu delle applicazioni, be caro mio, allora anche la tua macchina è una copia della mia cariola, perchè entrambe hanno almeno una ruota.

            che discorsi fai.
            e comunque se noti che questi de siano uguali a windows, allora dimmi dove gnome shell è uguale a windows.

            guarda se sei un troll dillo subito, perchè un ragionamento così lo può fare o un troll o un cieco o un cret*no (non mi importa se ti offendi), perchè non è vero che sono simili, ma nemmeno lontanamente, e se anche fossero simili che male c’è? tanto un DE bene o male deve essere fatto così non è che puoi inventarti robe storpie, perchè un DE deve essere prima di tutto usabile (e unity tra tutti quelli che hai citato forse è il meno usabile, piuttosto è meglio gnome shell, ma va be questa è una cosa soggettiva)

          • fiovit

            senti un pò, uso il computer da 28 anni, ho iniziato dal MsDos, ho visto tutti i windows e ti confermo che tutte queste distro sono simili a windows, anche windows stesso sta cercando di cambiare con l’avvento della versione 8.1, ha tolto o modificato il menu start per un cambiamento significativo verso il futuro e tutti a lamentarsi che non sono abituati, ecco, non è meno usabile, ma non si è abituati al cambiamento.

            Ubuntu ha avuto il coraggio di proporre un’interfaccia che si distingue dalle altre, Unity non è usabile, è usabilissima, è il futuro. Un computer si utilizza per eseguire le applicazioni e avere tutto sotto controllo, Unity ci riesce benissimo con la barra laterale sinistra, ridimensionabile e a scomparsa, e quella superiore che fra gli altri include anche la dash delle applicazioni, più usabile di questo. Troll non so cosa vuol dire, cret*no ci sarai. Saluti.

          • Gino83

            Alla fine tutti gli ambiante desktop hanno una barra con un menu e le icone sul desktop (a parte gnome), alcuni hanno i lanciatori direttamente sulla barra, altri hanno una dock dedicata…..cosa offrirebbe unity di così avveniristico? Onestamente credo che se non andiamo a considerare il touch screen, tutti i DE si rifanno a un desktop “classico”, stile windows, stile mac, a voler guardare l’unica esperienza davvero diversa si ha con i wm dinamici.

          • Kim Allamandola

            Unity offre dash e hud ovvero “pigia un tasto, scrivi e batti invio” al posto di “va a cercare tra i menù”, offre una comoda gestione dei “recenti”, sempre via dash+zeitgeist, una comoda gestione dei dispositivi rimovibili, un comodo accesso a conf. di rete, calentario, impostazioni ecc.

            In sintesi Unity ha preso ciò che già c’era (GNome) e l’ha modernizzato con successo, cosa che al momento nessun altro è riuscito a fare: kde4 ha tentato e fallito, Windows ha prima preso spunto da Kde4 poi ha provato le piastrelle ed ora ricomincia non trovando una soluzione adatta, OSX resta fermo suppongo non sapendo cosa fare, Gnome Shell assomiglia sempre più a Unity, i DE/WM minori continuano a mantenere lo stile Win9.x…

            ‘Somma si, tutti hanno similitudini come grossomodo tutte le auto han 4 ruote, volante, pedali ecc solo alcuni han integrato meglio gli elementi, altri meno bene…

          • XfceVeteran

            Ti posso dire che anche io ho iniziato con l’MSDOS, i tempi pure del ColecoVision e Atari 2600, e per quanto mi riguardo Unity è una porcheria pazzesca, è tutto nascosto, non posso personalizzare i pannelli come voglio io, non mi piacciono un sacco di cose. Non parliamo poi dei prodotti di Redmond, nel 2015 ancora con C: ed il registro su cui si basa l’ OS…

          • il fatto è che non puoi dire che tutti i DE assomigliano a windows perchè è una ca**ata enorme, sono profondamente diversi, e non solo esteticamente, certo alcune cose sono simili, tipo il pannello e il menu delle applicazioni, ma che ci vuoi fare fino a pochi anni fa erano tuttti così, ma non perchè tutti si copiavano, ma perchè era normale avere un’interfaccia del genere, ma questo non vuol dire che tutti copiavano windows, anche perchè allora neanche windows è stato il primo OS con interfaccia grafica, e allora anche windows ha copiato??
            e la tua macchina come me lo spieghi che ha 4 ruote?? che copioni… chissà come mai non fanno automobili con 1 ruota sola, possibile che tutti si copiano?

            unity è usabilissimo?? forse per te… per me no, preferisco il DE tradizionale come è xfce con whisker menu, o al limite preferisco gnome shell se devo scegliere qualcosa con l’aspetto “moderno”.

            kde è copiato da windows?? strano non mi pare, forse il pannello e il menu delle applicazioni lo ricorda, peccato che tutto il resto a partire dal file manager è completamente diverso.

            insomma tu mi stai dicendo che tutti i DE che hanno un pannello e un menu delle applicazioni sono copiati da windows e allora anche windows 8 con a sua modern UI è una copia di unity, tra l’altro una copia peggiore.

            userai pure il PC da 28 anni, ma questo non vuol dire nulla, perchè puoi usarlo anche da 50 anni, ma se mi dici che i vari de al di fuori di unity e gs, sono copiati dall’interfaccia di windows, allora mi sa che non ci vedi bene oppure vuol dire che in questi 28 anni, hai usato solo windows e ubuntu con unity.

          • Carlo

            Ha ragione flovit. Tutti i de ricordano winzozz di una volta. Concettualmente vecchi, esprimono un modo di ragionare antico. Che poi il motore sotto sia concepito per essere leggero è un’altra storia, che poi xfce non è neanche così leggero, se pensi che windows 8.1 consuma quasi meno ram… Unity è l’unico desk insieme a shell che offra un’idea nuova.

          • “se pensi che windows 8.1 consuma quasi meno ram”
            a sistema appena avviato arch con xfce occupa poco più di 200mb di ram (conta che ho pure conky in autoavvio e alcuni demoni per velocizzare l’avvio di alcune appliazioni e quindi una sessantina di MB sono occupati da conky e i demoni in autoavvio) sul mio PC che ha 4gb totali, windows 8.1 occupa di più, non ce l’ho sul mio pc, ma l’ho visto all’opera in pc che hanno sempre 4gb di ram e il consumo era maggiore a sistema appena avviato, per non parlare poi di windows 7 che si mangia circa 1gb di ram.
            se per xfce tieni conto quello di xubuntu allora ci credo che ti consuma di più, visto che in xubuntu, oltre a xfce, per renderlo più user friendly c’è anche parecchia roba presa da gnome con relativi servizi.
            piuttosto dovresti vedere xfce su un sistema puro e non in un sistema ibrido di servizi gnome su un de xfce.

            e poi ripetocio che ho detto anche all’altro utente, se dici che quei de sono uguali a windows solo perchè hanno un pannello e un menu delle applicazioni, t sbagli di grosso, non si ispirano affatto all’interfaccia di windows, semplicemente hanno l’interfaccia più semplice e pulita che fino a pochi anni fa era la più diffusa (e che personalmente io trovo ancora migliore per un PC), altrimenti con questo tuo ragionamento allora anche la tua macchina è una copia spudorata delle altre perchè ha 4 ruote… che fantasia ehhh, perchè non ti compri un’auto con una sola ruota? altrimenti sei un copione….
            ma per favoreee, che diiscorsi sono… un’interfaccia non è che la si fa in base a come la fa windows, un’interfaccia si fa in modo che sia semplice per l’utente.

            ora siccome sono così tanto simili, mostratemi 2 foto della configurazione di default, di mate, xfce e windows 7 perchè sono proprio curioso di vedere la somiglianza, perchè sinceramente io non la noto

          • SalvaJu29ro

            Idea nuova non significa meglio
            Non c’è scritto da nessuna parte

          • d4n1x

            Perchè Unity non è uno scopiazzamento di OSX? che poi non mi pare così nuovo a livello concettuale o di utilizzo anzi. Ad oggi tra i sistemi desktop, l’unico SO che ha portato qualcosa di nuovo è Microsoft con Windows 10 (che poi è la versione fatta bene di 8). Io in anni e anni ne ho visti di DE e personalizzazioni, è inutile stare a tergiversare nel mondo desktop/laptop vanno tutte a diminuire l’usabilità. Come hanno detto altri non è che si può fare in tanti altri modi, ne esistono 2/3 ottimali gli altri sono il caos.

          • SalvaJu29ro

            Quindi Gnome e Unity sarebbero meglio perchè è diverso da Windows? LOL

          • fiovit

            Non ho parlato di Gnome che per me è un UFO, un oggetto non identificato, compare e scompare, quando lo vedrò fermo gli faccio una foto e ti dico di cosa si tratta.

        • Marco Missere

          Mmmm, direi… tutti. A parte GNOME, Unity e Pantheon, gli altri hanno il solito stesso layout di sempre. Non è una critica, è solamente una constatazione dei fatti.

          • hanno un aspetto più classico, ma questo non vuol dire che sia uguale a windows 7 e precedenti, perchè mate a 2 pannelli uno sopra e uno sotto, sopra ci sono menu delle applicazioni, orologio, area di notifica ecc… sotto c’è la tasklist, e la gestione dei desktop virtuali, dove è simile a windows non lo so.
            xfce ha un pannello superiore con menu delle applicazioni tasklist orologio, area di notifica ecc… e un pannello inferiore dalle dimensioni di una dock con le applicazioni “preferite”.
            KDE forse è quello che lo ricorda di più, ma solo esteticamente a primo occhio, perchè funzionalmente è completamente diverso

          • Marco Missere

            Faccio autocritica, dimenticavo che MATE e XFCE hanno un layout di default un po’ differente (Mint mi confonde un po’ le idee ahahah), di fatto rimangono “solo” KDE, Cinnamon e LXDE 😀

    • Daniele

      Vai di Ubuntu 14.04 e non avrai problemi con l’optimus, stabile ed affidabile.

    • JackPulde

      Non so come lo hai installato ma a me va tutto perfettamente fin da subito o.o… Ed è più veloce di ubuntu 14.04.

  • rico

    Provata la vivid vervet, bella ma dannatamente lenta, specie l’ubuntu software center (che non conclude le installazioni anche se ha finito).
    Molto meglio Ubuntu MATE 15.04, una scheggia come Mint, ma più personalizzabile, specie coi pannelli.

    • ubuntu software center di bello ha solo l’idea, è molto user friendly, perchè ha le icone, le immagini di anteprima, i commenti di chi ha scaricato un determinato software, una bella descrizione, il problema è che è lentissimo all’avvio e che alcuni software, non ci sono, quindi ti costringe ad usare un software center alternativo come synaptic.

      • Kim Allamandola

        Premesso che non uso front-end in che senso non ci sono sw che vedi in Synaptic? Sono entrambi fe di apt.

        • no in synaptic si vede tutto, è in ubuntu software center che alcune cose non si trovano.
          comunque nemmeno io uso questi software grafici, anche perchè normalmente uso archlinux, ogni tanto mi capita di usare xubuntu, e siccome con apt mi trovo molto male per via dell’output confusionario a volte mi trovo ad usare synaptic.

          comunque ora non ricordo i singoli pacchetti che non si trovavano in ubuntu software center, però mi è capitato più di una volta di non trovarli li, ma trovarli invece installandoli da apt-get o da synaptic

          • Kim Allamandola

            Hum, non è che dopo la ricerca non cliccavi in basso su “mostra elementi tecnici” che sono appunto librerie&c nascoste per non confondere l’utente novizio?

          • ahhh ecco allora può essere come dici tu.
            sinceramente non c’ho fatto caso a quella voce, anche perchè come detto ubuntu non lo uso mai.
            allora probabilmente come dici te poteva bastare premere su mostra elementi tecnici.

    • Kim Allamandola

      Che vuol dire che non conclude le installazioni?

No more articles