Chiediamo ai nostri lettori il loro parere riguardante il nuovo Ubuntu 15.04 Vivid.

Soddisfatti di Ubuntu 15.04 Vivid?
A pochi giorni dal rilascio della versione stabile di Ubuntu 15.04 Vivid Vervet, sono molti gli utenti che hanno deciso di installarla o testarla sul proprio pc. Oltre a numerosi aggiornamenti, Ubuntu 15.04 Vivid è la prima release targata Canonical ad includere di default il nuovo gestore degli avvii Systemd (migrazione che ha portato numerose discussioni e polemiche riguardanti soprattutto l’abbandono di Upstart), l’arrivo inoltre del nuovo Kernel Linux 3.19 e alcune ottimizzazioni riguardanti l’ambiente desktop Unity. Da notare inoltre la migrazione in GTK+3.14 e l’arrivo in Kubuntu del nuovo Plasma 5 e KDE Frameworks 5.x e l’arrivo della nuova derivata ufficiale Ubuntu MATE.

Quello che chiediamo ai nostri lettori è il loro parere riguardante la versione stabile 15.04 Vivid di Ubuntu.

Siete soddisfatti di Ubuntu 15.04 Vivid? Secondo voi cosa manca ancora in Ubuntu per essere più completa? Meglio la nuova release stabile o le versioni precedenti?

A voi il vostro parere a riguardo…

  • Gabriele

    che figata!

  • Guest

    gia mi vedo i tizi di Hamas a smanettarci :DDD

    • Alessandro Giannini

      Hamas, Al Qaida e le sue filiali, la Corea del Nord…. ma è meglio non scherzarci troppo sopra, non vorrei mai che lo facessero davvero e ci toccasse dare delle spiegazioni al Mossad e alla CIA :-pp

    • Guest

      ferramroberto, cancellaci i commenti di questa tree, così meno veniamo indicizzati su queste cosette e meglio è

  • polo
  • Federico Biasiolo

    Per chi è interessato sappia che c’è anche per Arch su AUR 🙂

  • Matteo Beggiato

    Mi piace perché finalmente riesco a switchare facilmente le schede grafiche sul mio notebook con due schede grafiche! 🙂

    • intel + nvidia? perchè sinceramente io è da quasi 5 anni che ho un notebook con nvidia optimus quindi cpu intel e gpu nvidia, e non ho mai avuto problemi con lo switch usando bumblebee

      • Matteo Beggiato

        Purtroppo sulle schede ATI è tutta un’altra cosa… moooolto più indietro..

      • JackPulde

        Ma per switchare devi per forza utilizzare un comando da terminale per indicare quale scheda video utilizzare :/?

        • con bumblebee si, devo aggiungere optirun o optirun -b primus per far si che il software specificato usi la gpu nvidia

          • JackPulde

            Grazie, posso chiederti che vantaggi ci sono nello switchare continuamente la scheda video? Nel consumo del portatile forse :)?

          • si esatto perchè la gpu nvidia consuma tantissimo, e se la tieni sempre attaccata, la batteria del portatile non dura niente (ma questo anche in windows, non solo in linux), per questo motivo si fa lo switch, solo che in windows è automatico, il driver capisce (non sempre a dir la verità) quando un software richiede più potenza che non basta l’integrata, mentre in linux lo devi specificare te con il comando che ho detto prima

          • JackPulde

            Perfetto :)… Grazie mille per la spiegazione :D.

    • Dario Chemello

      Ma Intenti usando Bumblebee o… come?

      • Matteo Beggiato

        Utilizzando amdccle come amministratore! Utilizzo driver proprietari radeon

        • Dario Chemello

          Uhm… e per Nvidia?

          • per nvidia c’è da anni bumblebee

          • Dario Chemello

            Ehm… infatti lo uso da secoli ma intendevo un “qualcosa di nuovo”.

          • c’è nvidia prime di nvidia, ma non so se funziona, io su arch non sono riuscito a cavarci le gambe e comunque quello di nvidia non effettua lo switch, ma usi sempre la gpu nvidia, hai più performance, però fa pena dal lato risparmio energetico

          • Dario Chemello

            Infatti… Quindi metto un bel “niente di nuovo” sotto il sole. 😉

          • esatto, sotto questo punto di vista, amd ha fatto meglio di nvidia in linux, almeno da CCC è possibile gestire lo switch se non sbaglio

          • tomberry

            Bello vedere che ci sono un sacco di utenti ultracentenari..

    • Marco Missere

      Cioè? Spiegati meglio per favore perché il discorso è interessante 😀

      • Matteo Beggiato

        Utilizzo driver proprietari ATI e ho una intel 4400 integrata. Finalmente riesco a farle funzionare entrambe alternandole in base all’utilizzo! E tutto senza andare a fare passaggi particolarmente complessi!

  • Orecchino

    Io lo installerò tra qualche ora abbandonando windows per linux 😀

    • MoMy

      Sarebbe il caso di installarlo in dual-boot, visto i tuoi commenti nell’ articolo precedente. Saltare il fosso alla cieca, non è mai una buona soluzione o scelta. 😛

      • Orecchino

        @Momy si in effetti ho valutato bene la cosa prima di procedere e ho concluso che siccome questo notebook lo terrò ancora per pochi mesi installerò ubuntu per rendermi veramente conto di cosa voglia dire usarlo tutti i giorni. Inoltre nel caso mi dovesse servire Windows posso sempre utilizzare momentaneamente quello di mio fratello.

    • Io ho fatto come te agli inizi ed oggi sono molto soddisfatto quindi salta stando attento e vedrai che sarà tutto ok, benvenuto.

  • Angelo Meneghini

    A me non parte più plex media server in automatico. Devo avviarlo a mano.

    • Kim Allamandola

      Spiegati meglio: mettere un’applicazione in avvio automatico, tanto dentro il desktop quanto come demone di sistema è una cosa iper-semplice, se non funziona si può indagare sul motivo 🙂

      • Angelo Meneghini

        Credo che sia dovuto a systemd. Con la versione precedente quando aprivo i client plex vedevo il mio computer come server, mentre adesso devo far partire plex con /usr/sbin/start_pms (credo stia per Start Plex Media Server) per poterlo vedere. Stamattina ho provato ad aggiungere un plex.service ma non ho avuto modo di provare. Vedo stasera come va, ma ogni aiuto è molto bene accetto!!! Grazie 🙂

        • Kim Allamandola

          Versione facile&veloce (anche se non proprio da manuale) metti
          /usr/sbin/start_pms &
          in /etc/rc.local, prima dell’exit finale ovviamente! L’ampersend (&) davanti serve solo se il comando non forka in background ovvero se quando lo dai a mano tiene il terminale occupato, altrimenti puoi ometterla.

          La versione da manuale è scrivere un servizio tipo forking (se forka in bg) o simple (se tiene il terminale occupato) sono poche righe di testo, se vuoi provare da solo googla a tema altrimenti posto un esempio su paste2&c 🙂

          • Angelo Meneghini

            Grazie mille! Ho optato per la seconda, stasera a casa ci guardo meglio e faccio un po’ di prove, mi pare di aver messo il servizio di tipo single. 🙂 Di nuovo grazie per le dritte.

          • Kim Allamandola

            Figurati, se scegli simple start_pms non deve forkare in bg, se vuoi lanciare il servizio in una dir specifica, con utente/gruppo specifico ecc dentro [service] puoi specificarlo al volo con ad es.
            User=utente
            Group=gruppo

            ecc

            Systemd non è semplice e lineare come Upstart ma cmq è abbastanza semplice fargli fare qualcosa 🙂

  • Roberto64

    Ho pulito il mio pc da liberandomi dall’inutile partizione linux, basta solo una versione live per alcune operazioni di passaggio dati.

  • Clover

    Il mio parere in generale è positivo, Kubuntu 15.04 mi è parsa molto più reattiva anche se dolphin va in crash un po’ troppo spesso e c’è qualche bug da sistemare. Il problema più grosso al momento sono la mancanza di alcuni pacchetti nei repository e PPA che prima c’erano, quindi l’installazione completa manca di qualche comodità che avevo con la 14.10 ma pazienza.

  • EnricoD

    io sono molto soddisfatto di debian8

    • Marco Missere

      Anche io. Peccato però che il post parli di Ubuntu 15.04.

      • EnricoD

        lo so, infatti scherzavo

  • Andrea

    Provenendo da LinuxMint 17.1 sono passato ad Ubuntu 15.04, promuovo quest’ultima che ha meno bug

    • Drumsal

      Scusa, che bug hai trovato su Mint?

      • Andrea

        Problemi di stampa: da LibreOffice o da Evince accadeva che una pagina venisse stampata a metà. Problema ora completamente risolto su Ubuntu 15.04

    • machesischerzaperdavvero

      ahahahah

      questa è bella perdavvero O_o

  • Sleeping88

    Qualcuno mi puoi spiegare (sinteticamente e per un non esperto) i motivi delle discussioni su systemd? Grazie 🙂

    • Semplicemente scontri tra religiosi di diversa cultura e formazione.

      • massimo

        Riforma e Controriforma.

    • Andrea

      sinteticamente e per un non esperto: caxxate!
      epopee linuxiane da nerd, a chi ce l’ha più lungo per intenderci.

    • Sleeping88

      Grazie a tutti 🙂
      Ma quindi nell’uso normale non cambia nulla? Ci sono vantaggi o svantaggi nell’uso di systemd? 🙂

    • loki

      proprio in sintesi, approccio generale più simile ai sistemi proprietari che a quelli free

      • Sleeping88

        Quali libertà vengono limitate e a che prezzo?

  • lolloruns

    chrome stable mi lagga per qualsiasi video fullscreen.
    se metto l’accelerazione hardware lagga anche senza fullscreen

    problema non riscontrato in firefox

  • JackPulde

    Risulta un pochino più veloce di Ubuntu 14.04 ma, per ora, ho 2 bug che rompono un po’…

    1) Per svuotare il cestino mi apre una finestra di nautilus.
    2) Dopo un po’ scompaiono le icone nel desktop e devo riavviare nautilus per rivederle.

    D:

    • Riccardo Magrini

      stessi tipi di bug presenti anche sul mio PC

      • JackPulde

        Per fortuna hanno già segnalato il bug 😀

        https://bugs.launchpad net/ubuntu/+source/unity/+bug/1448229

        (inserire il “.” per vedere il link).

  • cippalippa

    Ubuntu dovrebbe agevolare molto l’usabilita’, non mi dispiacerebbe venisse inserito oltre all’ Ubuntu Sofware Center (USC) anche un’applicazione per gestire meglio i tutti i drivers, per gestire pero’ le periferiche disponibili (monitorare/caricare e ricercare in rete tutti i drivers) sia direttamente supportati da Canonical che di tutti i produttori terzi componentistica hardware compatibile con Ubuntu.

    • ehm…

      cioè Windows Update…

  • uomoselvatico70 uomoselvatico7

    Io l’ho installata al posto della mia precedente ubuntu 14.04 per via
    del miglior supporto alla mia scheda grafica GeForce GTX 970 DirectCU Mini….

    Ironia della sorte, appena il giorno dopo l’installazione, la mia scheda madre ( che già stava dando segni di cedimento da un po’….) è schiattata….
    ( R.I.P..)

    Comunque per quel poco che l’ho potuta usare, direi che questa 15.04 è riuscita piuttosto bene.
    Sopratutto ho apprezzato alcune “finezze” tipo l’anteprima dei file video abilitata di default senza dover installare da terminale sushi o simili, e una buona reattività di unity e del sistema in generale.
    Per quanto riguarda l’avvio più rapido dovuto a SYSTEMD, non mi sono accorto di nulla anche perchè da quando sono passato ai dischi ssd il boot dei vari S.O è sempre rapidissimo a prescindere dalla distribuzione usata.
    Mi riservo comunque di reinstallarla e analizzarla approfonditamente non appena mi arriverà la scheda madre nuova.

    • Orecchino

      come fai ad accorgerti che la scheda madre sta per danneggiarsi?

      • aldo

        fumo?

        • Andrea

          è già andata!

      • Andrea

        pc che si accende ma non porta a termine l’avvio completo, magari a volte si altre no, pc che in sessione improvvisamente si spegne, bip strani, moduli che non funzionano o funzionano male – internamente resistenze, condensatori e transistor che gonfiano, anneriscono odore amaro di parti elettroniche dopo qualche minuto di funzionamento ecc…

        • uomoselvatico70 uomoselvatico7

          A me dava saltuarie schermate blu di errore con windows e improvvisi reset con ubuntu già da un pezzo.
          Oltre a vari errori di memtest a volte si, e a volte no….
          Ho testato i vari componenti singolarmente su un’altro pc, e funzionano tutti a dovere.

          E’ proprio la scheda madre.
          Andava già male da un po’ e l’installazione di una scheda video potente ed affamata di energia come la
          GTX 970 gli ha dato il colpo di grazia.

          Ora sto usando un pc di “emergenza”

          • Andrea

            giusto le schermate blu di errore, quello le ho dimenticate…bhe con una GTX 970 in effetti (non so che scheda avevi) gli hai dato il colpo di grazia!

          • Andrea

            puoi dare un occhio visivo ai componenti che ho gitato sopra per un ultimo controllo, essendo probabilmente la temperatura ad aver causato la sua morte…

  • Andrea

    per quanto mi riguarda ottima! al di la di unity ubuntu è un buon progetto, poi il DE se unity, gnome, kde, lxde, mate ecc…quello è soggettivo. purtroppo da quando si è iniziato a parlare di convergenza, di unity 8 e mir ad ogni nuovo rilascio rimane sempre l’amaro in bocca perchè ormai si è psicolocicamente portarti ad apettarsi luscita di default e questo indirettamente crea quell’alone di insoddisfazione…attesa.

  • degrado

    no

  • statusquo

    no

  • EnricoD

    comunque, scherzi a parte
    non posso lamentarmi di quei due giorni che l’ho tenuta sul netbook
    tutto ha funzionato bene, da subito, tasti fn per la luminosità, nessun crash e nessun ritocco oltre l’audio che non andava (poi sistemato) etc etc e il tutto era anche molto reattivo considerando che ho comunque un netbook co 2gb di ram
    poi chiaramente unity non è il de per me , ma quello è un altro discorso

    • Andrea

      magari ci fai un pensierino….di la verità :->

      • EnricoD

        no no, per carità, infatti l’ho già sostituita con debian8+lxde e il mio bel compton:P

        • Andrea

          ma per debian come sintassi comandi da terminale sono gli stessi per ubuntu?

          • EnricoD

            si si

          • Andrea

            allora appena riesco la provo sta jessie!

          • EnricoD

            l’unica cosa di cui devo avvertirti è che dei pacchetti sono a versioni non recenti nella stable… ad es ti ritrovi di fronte libreoffice 4.3 che oggi sono andato ad aprire perché dovevo tenere una presentazione e mi sono ritrovato le slide che avevo preparato con una versione più recente tutte sfanculate (mettite a sistemarle 5 minuti prima dell’inizio… whuuu) xd
            di debian mi ha fatto piacere l’installer, molto migliorato, non ho dovuto fare niente praticamente, con le precendenti avevo dei problemi anche solo a fargli riconoscere la chiavetta (fatta con dd) che me dovevo mette a smontà e rimontà su cdrom…

            poi ad un certo punto ti chiede anche quale de vuoi mette, questo sulla netinstall…
            sono soddisfatto, è una scheggia il mio netbook adesso

          • Andrea

            bhe ma una smanettata post installazione ci sta per mettere in quadro il sistema, quello non mi preoccupa (infatti lo faccio appena ho un pò di tempo), l’importante è che il terminale lo possa usare come su ubuntu e poi mi arrangio, sperando che non ci siano bug rognosi! ti chiedo ancora una cosa, magari è una domanda del cavolo, ma esiste un elenco dei ppa aggiornato per debian?

          • EnricoD

            il terminale lo usi allo stesso modo
            no no, post installazione non ho fatto niente, quella cosa era solo durante l’insstallzione di versioni precedenti in cui mi dava quel problemino…
            questa mi funziona perfettamente appena installata e l’installer stavolta ha funzionato senza intoppi
            giusto quella cosa di libreoffice che tra una versione e l’altra mi sfancula i documenti, ma vabbé xd

            se vuoi i pacchetti più aggiornati devi andare di sid o testing
            qui trovi informazioni a riguardo di sid
            https : // wiki . debian . org/it/DebianUnstable

            io invece vado di stable tanto non me frega di tenere i pacchetti aggiornati, a me basta che funge ora che non mi va tanto di smanettare col netbook e me lo tengo cosi per un po di tempo

          • alkmist

            volendo potresti rimuovere libreoffice, e installare direttamente l’ultima versione dal sito, pacchetto deb, sempre andato alla grande, anche firefox, non c’è nemmeno bisogno di installarlo.

          • EnricoD

            era troppo tardi quando c’ho pensato XD

          • degrado

            Ti consiglio di usare testing e non sid, per fare le versioni LTS di ubuntu prendono i pacchetti dalla testing di debian 😉
            è comunque avere una debian in testing non vuoldire solo avere la stabilita di una Ubuntu LTS ma vuol anche dire avere un sistema quasi sempre aggirnato “HALF-ROLLING”

          • Fabio

            Debian non ha ppa. Puoi aggiungere il repo Mozilla Debian Team x avere Iceweasel aggiornato e quelli deb-multimedia. Libreoffice usa quello vanilla scaricato dal sito della TDF. Per il resto va bene così, a meno di incasinarsi la vita col pinning.

          • Brado

            Una smanettata non ti preoccupa e ti chiedi se su Debian di possa usare il terminale come su Ubuntu e se la sintassi comandi sia la stessa? Ti sei mai chiesto da dove arrivi Ubuntu? Penso ti dovresti preoccuparti invece.

          • Andrea

            Con tutte le derivate che ci sono, la mia era una semplice domanda a cui è cortesia rispondere, non obbligo…grazie, mi preoccuperò come da tuo consiglio.

        • mateo

          qualche idea come risolvere problema del microfono su skype e disattivare risparimo energetico della scheda wifi’

          • EnricoD

            se stai usando pulseaudio puoi provare a usare pulse audio volume control (pavu credo si chiami) e a cercare di impostare correttamente l’input del microfono
            domani provo a metterlo e cerco di riprodurre il problema perché non uso skype (quasi per niente)
            sul WiFi non saprei mi informerò

          • mateo

            provato ma non funziona strano perche sulla schermata vedo che il microfono e rilevato e reagisce quando ce rumore,ma centra qualcosa che ho driver audio intel e non realtek hd come da scheda?neanche io lo uso pero a volte lo usa la mia fid:)ho comprato un portatile con intel apposta per non avere problemi con linux

          • EnricoD

            anche io ho intel .. domani provo e vedo come si può risolvere:)

          • Silvio Arnone

            Di solito smanettando con i settaggi di “pavucontrol” si risolve; questione di trovare quelli giusti (ultima scheda, se non ricordo male)

          • matteo

            ce lo fatta non so neanche io come:)ma giocando con i settaggi pavucontrol come suggerito da silvio ho messo duplex stereo analogic,poi intgresso input microfono po output altoparlanti e ora funziona

        • vasco

          devi per forza provare trisquel con lxde allora:)

    • Dario · 753 a.C. .

      Tra le varie derivate di ubuntu, secondo te qual è quella con meno bug?

      • EnricoD

        non lo so, ho provato solo ubuntu:)

      • io non ho provato chissà quante ubuntu, a parte un po ubuntu ma poco e xubuntu 14.04, xubuntu è molto stabile anche se in quel PC ho diversi PPA

        • vasco

          Lo provato per un weekend direi che mi piace lo consiglio,anche se lts e sempre garanzia.Io uso xubuntu dalla versione 7 su tutti PC che installo linux,a parte 14.04 del bug sospensione schermo nero e tearing risolto con Compton e la distro perfetta insieme a trsiquel lxde

      • mapkino

        Per me Lubit.

  • Alessandro Giaquinto

    Tanto da abbandonare Arch! Dopo 5 anni di fossilizzazione su Arch con accanimento, non mantenendo pacchetti, non scrivendo patch ne script, ammetto che su ubuntu si sta comodi, oltre che essere un po più produttivi (zenity + bash per le operazioni comuni o per automatizzare alcuni compiti, android ben settato anche se l’installazione su Arch la trovavo più facile e personalizzabile, l’ubuntu sdk è un software acerbo ma buono quanto il suo genitore qtdev). L’unica mancanza, non forte a dire il vero, è per Kde, checchè se ne dica, per me il migliore ed il più performante

    • Marco Missere

      C’è Kubuntu volendo 😀

      • anonimo

        E anche Mint e SolydK!
        😀

  • ernesto

    io sono dovuto ritornare al debian 8 a parte qualche bug le temperature del processore erano 10 gradi in piu su ubuntu,anche se tutto il resto era perfetto out of box subito pronto,ovviamente perfetto per uno alle prime armi con linux

    • giuseppe

      anche io sono ritornato alla 14.04.02 LTS che è una bomba , con il mio notebook asus n56v i7 ssd samsung pro , 2 schede intel + nvidia gt 650 che non uso mai , cosi configurato si accende i 5,7 secondi la 14 , la 15 in 4,8 secondi , si spengono entrampi entro 1 solo secondo , ma anche a me la temperatura era di dieci gradi in piu .Suggerimenti ?

      • ernesto

        sinceramente non saprei ho notato che debian e impostato su powersave e ondemand cioe il processore cambia frequenza a richiesta prova questa guida io su xubuntu usavo un applet,con ubuntu e piu facile e funziona meglio

        http ://www. lffl.org / 2013/11/ i-migliori-tools-per-cpufreq-per .html

      • ernesto

        da quel che ho capito debian usa imposta il processore in powersave o ondemand cioe a richiesta,ho messo un commento prima ma forse e in moderazione,io usavo xubuntu ma con ubuntu e meglio e piu facile questo applet funziona bene

        http :/ /www. lffl .org/2013/11/i- migliori -tools- per- cpufreq-per .html

      • ilcampione

        Come gestisci la scheda nvidia? come la “spegni” per cosi dire?

  • rico

    Bello, elegante, colorato ma… lagga un pò, specie quel mattone dell’ ubuntu software center (almeno su ASUS con intel i5 e 4 giga di ram).
    Peccato, perchè unity non mi dispiace.
    Alternativa? beh, Ubuntu MATE 15.04 è già molto più reattivo, e non scalda 🙂

    • .

      Oppure Debian 🙂

      • Ermy_sti

        ehm ma una volta che ti sei abituato alla comodità dei ppa e dei pacchetti precompilati difficilmente passi a debian

        • statusquo

          guarda che anche in debian ci sono i “pacchetti precompilati” e si chiamano *.deb

          • ange98

            I .deb di Ubuntu non sempre vanno su Debian e spesso sei costretto alla ripacchettizzazione.

          • Ermy_sti

            Si appunto oppure da sorgenti…più comodo ubuntu

          • Ermy_sti

            parlavo di quantità di pacchetti precompilati..non c’è paragone tra le due distro

    • Andrea

      Ti lagga con un intel i5 e 4gb di ram?? Usc è un bidone a prescindere dall’hardware ma il resto dovrebbe essere super fluido…

      • SalvaJu29ro

        Usc è da evitare come la peste
        Se uso Ubuntu è la prima cosa che tolgo dal launcher di Unity

  • Ottimo… come sempre… mi piace un macello… un vero macello!!!!:D
    Per quanto consiglierei sempre una LTS per partire!

  • debian

    ciao a tutti, so che non c’entra molto, ma chiedo ugualmente sperando di avere una risposta. domani proverò ad installare debian, e installerò i driver 304 nvidia. secondo la wiki, dopo l’installazione del driver, dovrei creare il file /etc/X11/xorg.conf.d/20-nvidia.conf. ma è necessario tutto ciò?
    perché qua su lubuntu installo il driver e riavvio, su debian invece va fatta anche la configurazione o altro?
    grazie

    • Silvio Arnone

      Posso dirti che se funziona come su Slackware, e’ lo stesso installer Nvidia che ti chiede se vuoi lasciare a lui il compito 🙂

    • roro

      certo che il file lo devi creare https://wiki.debian.org/it/NvidiaGraphicsDrivers#configure e se guardi qui bastano due semplici comandi dal terminale anche se ti consiglio di assicurarti di averlo creato perchè se no la tua debian al riavvio non si riaccende e comunque tornando in tema personalmente preferisco sempre le lts anche se devo ammettere che con vivid sono cambiate diverse cose.l’ho provata la 15.04di mate per poi tornare alla 14.04.2

  • Il Mugnaio

    Ottimo lavoro! sto provando pure ubuntu mate e devo dire di essere contento .. ma non è stato risolto il problema dei riavvii, anche a basse temperature, non so perchè, il mio laptop si riavvia, me lo fa anche con prime, mah..

  • MoMy

    Sarà anche per l’ ora tarda, ma sbirciando nel wiki di ubuntu-it non ho trovato molto su systemd.

  • biosniper

    faccio un commento che non ha nulla a che fare con l’articolo. per il mio compleanno ho ricevuto un ipad mini retina… direte voi: …e a noi che ce frega! giusto! ma ho una domanda da fare ai seguaci (come me, del resto) di linux: ho tradito il pinguino? cioe’ chi segue l’open source dovrebbe evitare la apple come il diavolo l’acqua santa? ma che facevo? avrei dovuto dire : no io sono linuxiano e apple non entrera’ mai a casa mia! avete esperienze al riguardo?
    ps: sto cominciando a smanettare ( per quel che si puo’) con iOs 8 del tablet e lo trovo molto diverso da come si utilizza un SO per pc. migliore, peggiore? non saprei per ora mi limito a definirlo diverso.
    grazie a chiunque mi rispondera’.
    🙂

    • Marco Moraschi

      beh di base è strano che chi ti abbia fatto un regalo abbastanza importante non abbia tenuto conto delle tue inclinazioni. Detto questo non hai tradito proprio nulla se ti piace lo usi come meglio credi.
      Io per esempio quando ho rinnovato il contratto telefonico mi sono preso un iphone. E onestamente me ne pento amaramente, ottimo hardware sistema operativo del diciottesimo secolo.

      • biosniper

        a dir la verita’ volevo un tablet, quello con ubuntu touch non lo vendono nei negozi e non so nemmeno se e’ disponibile online, comunque mia moglie (poco avvezza alle mie inclinazioni informatiche…) ha pensato di farmi un buono in un negozio di elettronica e tra android (molto incasinato e pieno di crash sul mio cell) e iOs ho preferito puntare su quest’ultimo. diciamo che e’ stata quasi una scelta obbligata.

        • EnricoD

          mio fratello ha un nexus 7 2012 nvidia tegra molto figo per i giochi, ma non lo definirei un buon prodotto
          forse i note, ma in genere i tablet android non mi ispirano più di tanto, secondo me android spinge tanto sugli smartphone ma i tablet sono dei veri aborti, sia per la qualità costruttiva il più delle volte non eccelsa sia per l’interfaccia tablet che su android da kitkat praticamente non c’é più (non ti dico lollipop su n7 2012.. a ‘n’altro pò lo gettavo il n7, sia per la ui che per la lentezza del sistema) e non ce ne sono di qualità, e quei pochi sono samsung con la touchshiz quindi…
          io non lo comprerei mai un tablet android, secondo me tua moglie ha fatto bene
          io l’ho visto uno di questi ipad mini e mi piace, il design è molto bello e l’interfaccia anche mi è piaciuta
          per navigare, leggere e visualizzare contenuti multimediali va bene

          • alex

            Ormai mi sembra invece che come android ci sia l’imbarazzo della scelta sui tablet, visto che ora anche la gamma bassa ha un hw decente. Ottima la versione note della samsung se ti interessa prendere appunti ed usare la penna (comoda per me), ma ho visto anche andar molto bene gli asus da 100€…

          • alex

            ah, naturalmente dipende da cosa cerchi… io lo uso solo per leggere (libri o fumetti), vedere qualche video, web per le cose veloci, chat al volo e poco altro… non è che serva chissà che per questo

          • EnricoD

            so gusti, rimango dell’idea che android su un tablet sia un fallimento dato che manca una interfaccia per tablet

          • fedefigo92

            In effetti era meglio l’interfaccia di android 4.0 per teblet..io ho un gpad 8.3 e l’interfaccia telefono ingrandita ci può stare ma su un 10 non avrebbe senso

          • biosniper

            grazie EnricoD i tuoi commenti mi son sempre graditi
            🙂

          • ange98

            “e quei pochi sono samsung con la touchshiz”
            Mi emoziono :’)
            Anche se hai storpiato il nome, la hai pur sempre elogiata

    • Jacopo Ben Quatrini

      TRADITORE ! Ora ti fustigheremo e ti metteremo alla gogna 😛

    • EnricoD

      ma cche tte frega , non farti tutte ste p***e mentali 😛

    • Kim Allamandola

      Per me un tablet ha senso solo sino ai 7-8″ per uso smartphone, vale a dire al seguito con borsello e di dimensioni ancora abbastanza piccole da poterlo tenere all’orecchio…

      Un 10+” avrebbe assolutamente senso con OS tipo Ubuntu ed una Unity8+tutte le app del caso adatte al doppio uso (input touch, input classico) altrimenti è inutile, tutti gli OS attuali, Android ed iOS in primis o son troppo limitati o sono troppo inadatti all’uso touch.

      Che avrei fatto io? Avrei cercato di riciclare il regalo!

      • biosniper

        una scelta forte… riciclare piu’ di 400 euro di tablet… e con cosa? infondo a me il tablet piace … pero’ premetto ; il tablet (secondo me) e’ piu’ uno strumento per cazzeggiare che per produttivita’. belle le app dei giochi, bello per leggere, vedere video, ma certo non sostituisce un computer .. almeno questo e’ il mio parere. forse per certe cose e’ piu’ sbrigativo, ma il supporto del pc per certe operazioni resta insostituibile.

        • Kim Allamandola

          Se cerchi un tablet “economico” un Nexus 7 2013 usato, uno caro un Nexus 9. Oramai finita Cyanogenmod ed evoluta (involuta) Samsung la linea Nexus è l’unica spiaggia passabile IMVHO…

          • vasco

            visto come usava la mia fidanzata iphone ho dovuto comprarli un nesux 2013 vendendo mio del n7 2012,la batteria del iphone ringrazia,ora in giro grazie a here maps e piu facile andare al estero senza carte,finalmente hayday facebook e navigazione in full hd,grazie a cyanogenmod e un bel device sperando non soffra della memoria difettosa come dicono in giro,per il resto un tablet non lo mai sopportato il mio lo usavo solo per provare diversi rom e pdf

          • Marco Missere

            Finita CyanogenMod? Questa mi è nuova.

          • Kim Allamandola

            Bé certo, formalmente esiste ma tra l’assunzione di mr. Cyanogen e la nuova decisione di integrare apps Microsoft che ne dici…

          • Marco Missere

            Non confondere Cyanogen OS e CyanogenMod.

    • pavelinux

      Marcirai all’inferno per l’eternità, circondato da gente che riderà ad ogni tua domanda.

      • biosniper

        ragazzi non prendetemi in giro! infondo e’ un po’ come chi per una vita vota sinistra (faccio per dire) e per qualche evento (…non raro in Italia…) si trova a dover votare destra.
        Forse sono solo uno dei pochi idealisti rimasti in circolazione o forse sono solo uno che si fa troppe paranoie…
        ;-P

    • Drumsal

      Tre Pater e tre Ave Maria, però pentiti con convinzione, se no diventi cieco (a causa del display piccolo, che avevi capito?)

      • biosniper

        bo forse avete ragione, mi faccio troppe paranoie…
        scopriamo questo tanto decantato mondo apple….
        😛
        ps comunque il display non e’ affatto piccolo, forse la cecita’ allude a questa mia mastur… mentale

    • Pablo_Cron

      Stanotte riceverai la visita dello spirito di Stallman!!

      • Mago Gabriel

        Lo riconoscerai anche al buio dal tanfo di piedi sudici che emana dai sacri sandali!!!

    • Sim One

      Hai tradito il pinguino! Non sai che non si tratta di un semplice OS ma di religione pura? C’è una vera Bibbia da seguire e i nemici da evitare e non nominare per non subire il degrado dei dati sull’HDD.
      Dopo questo acquisto, sbalzi di corrente si verificheranno, cali di tensione difficilmente compensabili da UPS! E non ultima cosa il tarlo: di notte sognerai pinguini, mele morsicate e finestre tutte quante mescolate in una unica mostruosa creatura che ti farà venire il panico da click!

      • biosniper

        e alla fine sulla prima pagina dei quotidiani uscira’ un titolo a lettere cubitali:
        SUICIDATO BUTTANDOSI DA UNA … FINESTRA… CON IN MANO UNA FOTO DI UN PINGUINO E UNA MELA MORSICATA IL SUO ULTIMO PASTO
        ANCORA A TAVOLA…

    • lucapas

      >> ma che facevo? avrei dovuto dire : no io sono linuxiano e apple non entrera’ mai a casa mia!

      ESATTO!!
      Mia figlia vuole comprare l’iphone. Gli ho detto che se lo vuole usa i suoi soldini e se lo vedo in giro glielo butto! 😀

      • biosniper

        sei ancora piu’ estremo di me… ma non saremo un po’ esagerati…?
        suvvia caccia fuori il portafoglio e fa contenta tua figlia
        🙂

        • lucapas

          Col cavolo! Anzi, mi rompe anche che ci spenda i suoi 😯

  • mauerosolart

    Per me unity rimane il miglio DE per notebook. Bello, semplice, con un sacco di funzionalità e lo puoi usare comodamente sempre da tastiera. Il touchpad non lo uso mai, sul treno è una manna. Poi ubuntu ha un sacco di guide, è vero che non è il massimo delle performance e stabilità, ma va considerato un altro aspetto importante : la produttività. In 30 minuti mi installo il sistema base + driver, funziona subito tutto out of the box. Se dovessi settare una workstation sicuramente punterei a debian Jessie, ma per il quotidiano, per pasticciare un po’ senza sensi di colpa ubuntu va benissimo. Io sono molto soddisfatto del lavoro di canonical degli ultimi 2/3 anni

    • Angelo

      soffre ancora di eccessivo consuma della batteria?

      • mauerosolart

        no, disabilitando wifi, bluetooth e usando power top l’uso di batteria è decente

        • Samael

          Cioè, smettendo di usare un portatile diventa decente? xD

          No, perché da come l’hai scritto traspare questa situazione.

          • ilcampione

            a me la batteria dura più con ubuntu che con win7, te pensa che se devo usare per molto il pc in treno avvio Ubuntu; mi sento un miracolato. Ad onor del vero non ho installato nessun driver “particolare” per la mia scheda Nvidia e penso che limiti molto il suo utilizzo (ho una m8400 con tecnologia optimus). Sono l’unico cosi fortunato?

          • Samael

            Stavo chiaramente trollando.
            Comunque non so Ubuntu però anche a me la batteria dura più con Linux che con Windows, anche perché Linux sul mio hardware scala decisamente meglio.

            Per dire, le ventole si accendono con molta meno frequenza di quanto avviene su Windows.

  • EnricoD

    Io invece ho questa domanda?
    come si fa ad aumentare la finestra attiva di impress, cioè quella in cui scrivo la presentazione?
    perché me sto a ciecà
    anche togliendo i pannelli laterali rimane piccola, io la voglio più larga…:/

    • Kim Allamandola

      Premi Alt (si apre l’HUD) e scrivi quel che cerchi, vale a dire zoom.
      L’HUD è estremamente comodo al posto di perdersi in grandi menù…

      • ange98

        Cosa centra HUD su LXDE?

        • Kim Allamandola

          Dove ha scritto di essere su LXDE? Cmq è nel menù Visualizza…

          • ange98

            Bastava guardare lo screen e conoscere Enrico 😉

    • fiovit

      Dal menu in alto “Formato>Pagina” puoi impostare la larghezza, altezza e margini. Oppure col tasto destro “Diapositiva – imposta pagina.

      • EnricoD

        Grazie, proprio ciò che cercavo.)

    • Maudit

      forse non ho capito bene io, ma in basso a destra, a fianco a Diapositiva 6/6 | Default, hai il widget che ti permette di impostare lo zoom di pagina: (+)—|———(-)

      • EnricoD

        intendevo lo spazio riservato alla modifica della slide che a me risulta piccola piccola

        • Sim One

          Se non riesci a ridimensionare le barre oggetti (guadagnando un po’), rimane l’ultima soluzione radicale. Monitor più grande. XD

          • EnricoD

            netbook 4ever 😛

          • heron

            ovviamente puoi:
            – eliminare qualche barra degli strumenti
            – c’era in giro una vecchia macro per nascondere la barra dei menu con un pulsante
            – impostare l’autohide nel pannello inferiore
            – impostare una scorciatoia in openbox per nascondere le decorazioni della finestra (e magari assegnarla ad un pulsante da inserire nel panello), oppure:
            — passare a xfce per avere xfwm-tileless e l’applet window-ctl
            — passare a gnome e impostare la dimensione della barra del titolo a zero per le finestre massimizzate
            — passare a KDE ed attivare plasma-netbook
            – selezionare un set di icone più piccolo per le barra degli strumenti di libreoffice
            – con xrandr selezionare (con scale o qualcosa che ti dirà duckduckgo) una risoluzione maggiore rispetto a quella del tuo monitor al costo di:
            — con l’opzione panning vedere solo una porzione dello schermo (che però segue il mouse). Io ho abilitato questa opzione sul netbook della mia ragazza per farle vedere per intero le tavole di un’enciclopedia medica.
            — vedere tutto più piccolo ma più sgranato. Io uso questa opzione con il gioco FTL che vuole la risoluzione 720p, ma io arrivo solo a 600p)

    • giuseppe
  • pavelinux

    Provo a fare qua una domanda: ho un dual boot con ubuntu gnome e manjaro su due hard disk diversi, manjaro adesso ha dei problemi e non si avvia ma volevo in ogni caso installare la nuova ubuntu al suo posto. Manjaro è su una partizione unica ma adesso vorrei crearmi una partizione separata per la /home.
    La mia idea è di creare una partizione da 20gb su cui installare poi il sistema ,mantenere nell’altra partizione da 480gb solo la cartella home e poi installarci ubuntu sena formattare la home.
    Dite che può funzionare ?

    • Drumsal

      E’ quello che faccio io normalmente: una partizione da montare root previa formattazione, una swap per tutte le distro installate (che peraltro i vari installer mediamente riconoscono in automatico) ed una home condivisa tra le varie distro. IMPORTANTE: configurando gli utenti nelle varie distro, metti nomi diversi, altrimenti incasini le impostazioni se usi lo stesso programma.
      Io poi, avendo anche wzz ancora installato (nessuno è perfetto, confesso), ho una home piuttosto piccola ed il grosso dei dati ce l’ho su una partizione ntfs che può essere letta anche da questo e che viene montata in automatico configurando fstab.
      Spero di esserti stato utile. Ciao

      • pavelinux

        Ma mi basta lasciare nella partizione dedicata alla /home la cartella home ? Adesso ho una partizione unica quindi pensavo di cancellare tutto tranne la home .

        • Drumsal

          Se imposti il punto di mount della /home nella partizione prescelta (/dev/sdaX, per esempio), ti troverai una cartella col nome del tuo utente. Nel mio caso, ad esempio, ho una cartella “drum-mint”, una “drum-chakra” ed una “drum-bridge”, all’interno di ciascuna della quale avrai le usuali cartelle /Documenti, /Scaricati, etc…., insieme alle cartelle nascoste con le impostazioni dei vari programmi

          • pavelinux

            Ecco il mio dubbio era giusto questo, mi trovo prima la cartella home con dentro quella del mio nome utente o direttamente quella del nome utente ?

          • Cima

            La struttura delle directory non cambia.
            Nell’uso quotidiano è del tutto trasparente quello che cambia è che /home invece di essere una directory “punta” ad una partizione del disco.
            In altre parole la tua home directory sarà /home/pavelinux che sarà però su un’altra partizione

          • Drumsal

            Infatti. Nel file manager troverai la situazione che hai descritto

    • Kim Allamandola

      20Gb di root è un pelo esagerato, ad ogni modo si può condividere la foto tra distro diverse ma i problemi sono frequenti, IMVHO ti conviene fare una “home” che contiene solo i tuoi dati e le 4 configurazioni personali che vuoi ovunque (Chrome, zsh, vlc, quel che ti pare) e montare via script con –bind le dir del caso nella “home” della distro. Per capirci:
      lascia pure la /home dentro la partizione dove c’è la root.

      nella partizione grande avrai Documenti, Download, le conf che vuoi ecc

      In ogni distro avrai uno script in avvio che monta ad es
      mount –bind /dati/Documenti /home/$iome/Documenti
      mount –bind /dati/Downloads /home/$iome/Downloads

      così hai tutto quel che vuoi ma le impostazioni sono diverse da distro a distro.

  • Kayuz6

    Mia opinione: Ottimo rilascio, tutto funziona bene e scalda poco sul mio acer v561g 🙂 unico neo: quando libero il cestino mi apre sempre la schermata home in files : D ma perchè dico io 😀

    • Andrea

      Dovresti provare a reinstallare, a volte anche con versioni precedenti, mi capitava di avere vari problemini/bug difficilmente spiegabili, è bastato reinstallare il tutto e come per magia spariva anche il guaio.

      • Kayuz6

        intendi da pennetta usb reinstallare il sistema? guarda sta cosa del cestino mi fa ridere ma allo stesso tempo perdere la pazienza 😀

    • Tomoms

      Anche a me succede. Ma non ci do troppo peso, e sicuramente non reinstallerò solo per questo.

  • Rehdon Lofgeornost

    Domanda: è un bel pezzo che non uso Ubuntu, sostanzialmente da quando hanno introdotto Unity, volendo dargli un’altra chance ci sono dei menu “vecchio stile” da utilizzare in aggiunta a “non mi ricordo come si chiama”? (Dash? Mastro Lindo? 🙂

    • Kim Allamandola

      classicmenu-indicator mi pare, cmq appena impari ad usare la Dash (e l’HUD) non vorrai più vedere un menù 😛

      • Rehdon Lofgeornost

        Been there, done that, e tra Gnome Shell e Unity non saprei quale buttare per prima giù dalla rupe Tarpea 😉

        • Giuseppe Savo

          io, pur di non vedere quella roba, sono tornato a kde…

          • Rehdon Lofgeornost

            Utente felice di Cinnamon e Linux Mint 🙂 ma sono comunque curioso di vedere che combinano gli altri desktop.

          • alex

            kranner, o come si chiama, implementava già, almeno in parte, queste funzioni di ricerca “avanzate”

        • Kim Allamandola

          Provala per due mesi, sul serio. Poi vedrai che cambi idea.

          I menù sono la soluzione grafica trovata molti anni fa per il lancio delle applicazioni da GUI, se però ci pensi tra dock, lanciatori stile “premi un tasto, scrivi qualcosa e batti invio” ecc da eoni si preferisce evitarli. L’utente domestico quando si svezza un po’ mette(va) una dock, quello più “avanzato” un lanciatore a caso, oggi Unity propone la “dock di default” e la dash che è un lanciatore iperaccessoriato.

          Vuoi far partire un’app? Se la usi spesso la hai nel launcher, se la usi di rado: toccatina a Meta (tasto col logo di Windows sulle tastiere Ms.), scrivi e batti invio. Non ricordi dov’è un file/dir? Scrivi il nome come fosse un’app. Questo equivale a quello che chi è pratico ha sempre fatto da terminale solo reso accessibile a tutti gli utenti, senza peggiorare le cose. Idem l’HUD. Non ricordi dove cavolo han messo una data funzione negli sterminati menù di LO o GiMP? No problem, basta che ricordi il nome: Alt, scrivi e batti invio.

          Ad oggi non c’è nulla di così comodo, efficiente e non invasivo sul piano grafico.

          • Rehdon Lofgeornost

            Sono d’accordo per le applicazioni che uso più di frequente, infatti quelle sono a portata di click su una dock (Plank), ma assolutamente no per tutto il resto: un menu serve anche a farti vedere cosa hai installato, offre una gerarchia e una categorizzazione per trovare quello che ti serve e di cui magari non ti ricordi il nome (cosa digiti allora nel campo ricerca???). Quindi niente da fare per Gnome Shell, posso dare una seconda possibilità a Unity se c’è un menu tradizionale.

          • alex

            sulla dash basta che scrivi cosa ti serve e non per forza il nome esatto, ad esempio web, video, ecc.. per avere tra i risultati le applicazioni relative.

          • TopoRuggente

            Il problema era proprio la classificazione.
            Il terminale alcuni lo mettono fra i tools di sistema, altri fra gli “accessori”.
            Non esiste nessuna regola e spesso te li devi cercare nel menu.

            Sistemi come la dash ti permettono di cercare non per nome, categoria (o altro), ma per cosa devi fare.
            Nautilus lo trovo iniziando a digitare anche arquivos (file in pt).

            Per questo in Gnome-Shell le utility principali sono state rinominate in Arquivos (Nautilus), Videos (Totem), Musicas, Notas (nel mio caso pt).

          • Maudit

            Guardate che state parlando del nulla: sta paccottiglia di ricerca semantica esiste da anni ed anni… ed anni.
            In windows, come in KDE, per non parlare dell’implementazione made in google di un decennio fa, e chissà cos’altro.

            Non aggiunge e non toglie nulla al discorso menu VS dockbar.

            E per inciso: io la uso ogni giorno con KDE. E’ integrata nel menu (click->scrivi) e se uno vuol proprio premere più di un tasto, con 2 tasti (alt+f2) in Krunner.

          • alex

            aggiunge che ricerca anche un comando all’interno del menu dell’applicazione in uso, ad esempio su LO inizi a scrivere tabella e ti compaiono voci come inserisci tabella ecc… immagino che faccia una ricerca nel global menu…

          • Maudit

            e poi, ogni volta che devi inserire una tabella, apri la casella di ricerca e scrivi “tabella”? Ma non fai meglio ad imparare ad usare libre office?

            Ad ogni modo: che c’entra questo con dockbar VS menu e la ricerca di programmi?

          • alex

            dipende, potenzialmente potresti trovare subito un comando che non sai più dove sta, pensa magari ad un sw più complicato con tanti menu e sottomenu non ben organizzati. E naturalmente nessuno ti toglie il mouse 😉
            comunque il discorso era partito dall’HUD di ubuntu…

          • alex

            Comunque su Gnome ho aggiunto il menu delle applicazione tramite l’estensione, ma vedo che la maggior parte delle volte uso la ricerca sulla dash… quindi almeno per me il sistema è comodo.

          • TopoRuggente

            Io già usavo sinapse prima, e anche con dmenu in I3 mi trovo benissimo.

          • Maudit

          • Maudit

            Un software complicato quale? Se un software è complicato e lo usi per quello a cui serve (blender, autocad, altro…) e non per cazzeggiare, a maggior ragione devi imparare ad usarlo.
            E comunque il discorso era partito dall’organizzazione ad albero dei menu VS le dockbar con i pannelli a comparsa ed i programmi disposti a caso.
            “Ma c’è Dash che…” non vuol dire nulla, perché la funzione corrispondente c’è anche nei menu.
            Da qui la mia osservazione sul fatto che portare avanti la discussione rispetto al poter scrivere il nome di un programma per trovarlo, non vale una moneta da 3 centesimi.

          • Kim Allamandola

            Mi spiace deluderti: sono n ad avere queste caratteristiche, ma solo Unity ad oggi le ha messe in primo piano e ben sviluppate, qui stà la differenza.

            Il discorso dei menù delle applicazioni è lo stesso di quelli del DE: il concetto dei menù è una soluzione ad un problema antico, oggi abbiamo trovato una soluzione migliore (la ricerca) e questa è ottimamente implementata da Unity (e altrove ad es. dall’app telefono e dalle impostazioni di Android 5, gli unici ad oggi).

          • Maudit

            Unity le ha messe in primo piano semplicemente perché ha sfasciato tutto il resto. Anche questa è una differenza.

            Il fatto che la ricerca sia universalmente una soluzione migliore, è un tuo dire. Io ritengo che oltre un certo tanto sia un accessorio avente l’utilità del cubo dei desktop.
            I menu ci sono anche su unity, come potresti altrimenti cercare le funzionalità dei programmi e farti un’idea di quali siano?

            Quindi dove sarebbe la soluzione?

            Che i menu li hanno nascosti richiedendo il focus sull’oggetto in cui li hanno infilati? Col risultato che anche l’esecuzione dei comandi più semplici diventa complicata? Bella soluzione davvero!

            Sui telefonini non hai un monitor da 23 pollici, un mouse ed una grande tastiera fisica con dei grossi tasti. Tutt’altro contesto.

          • Kim Allamandola

            Non vado certo a cercare che funzioni ha un programma sfogliando il menù… Se voglio con l’HUD scrivo il nome di una funzione che mi aspetto di trovare e scorro i risultati, cosa decisamente più razionale IMO…

            Personalmente non uso più il menù delle finestre da pochi mesi dopo che ho preso la mano con l’HUD, non so manco più dove sono le voci e sono ben contento. È anche contento lo sviluppatore che non ha più da preoccuparsi di costruire gerarchie razionali di menù, acceleratori opportuni senza sovrapposizioni ecc ecc ecc

            Unity ha fatto sparire il desktop trasformandolo da applicazione “centrale” ed invasiva a servo defilato che appare solo quando serve e non rompe le scatole altrimenti, nel contempo mantenendo una bella eleganza visiva…

            Sui telefonini la ricerca, ovvero la necessità di scrivere non è un vantaggio, è una scomodità eppure nonostante ciò con la complessità di oggi si rivela vincente quando fatta bene (come il caso citato di Android 5)

          • Maudit

            Se il programma non lo conosci, voglio vedere cosa cerchi con hud.

            Buona quella dello sviluppatore, che secondo il tuo criterio dovrebbe sviluppare solo per ubuntu, perché tanto li c’è l’hud che gli risolve tutti i problemi. 😀

            Unity non ha eliminato il desktop, l’ha solo reso meno usabile mettendosi in mezzo.
            L’ho usato per 1 anno, sul PC in cui lavoro ogni giorno, Unity. Ammetto che quella che ho adoperato io era una delle prime versioni, magari ora è migliorato.
            Ma la cosa migliore che ho fatto con Unity è stata quella di toglierlo ed installare KDE. Ed ho smesso di imprecare ogni 30 minuti. In particolar modo per la posizione demente in cui l’hanno inchiodato: a sinistra. Sempre in mezzo alle @@. Chiocciole.

          • Kim Allamandola

            La funzione che cerchi! Non conosci chessò GiMP, ma sai che un programma di grafica ha funzioni tipo sfuocature varie, filtri, regolazione luminosità&c, curve ecc. Apri l’immagine che vuoi modificare e scrivi la funzione che vuoi.

            O forse mi vuoi dire che la tua strategia di apprendimento è al posto di capire il principio e leggere un manuale quella di scorazzare per dei menù clicchettando in giro? Saprai bene che questa strategia è quella di Windows ed è da sempre un fallimento per tutto ciò che non sia tanto di base da esser entrato in testa persino ai ferri da stiro…

            Unity ha vincolato alcune cose per costringere utenti talmente reazionari da esser divenuti incapaci di ogni cambiamento naturale (del resto dopo decenni che usi un paradigma cambiarlo non è facile) ottenendo come risultato un generale successo (e pochi scontenti che urlano tanto), se non l’avesse fatto avremmo subito trovato guide su come “barr-izzare il launcher”, menu-izzare la dash ecc. facendo si di ottenere eguali lamentele e nessun miglioramento.

            Un precedente storico: quando i francesi importarono le patate in Europa nessuno voleva manco *provare* a coltivarle o assaggiarle, erano sicuramente il male, veleno, disastro. Le fecero distribuire dall’esercito nei letamai e poi mangiare la patata in pubblico. Il successo lo sappiamo tutti. I doppi sensi a tema sono il miglior sintomo.

          • alex

            La miopia si vede da affermazioni come questa “Un software complicato quale? Se un software è complicato e lo usi per quello a cui serve (blender, autocad, altro…) e non per cazzeggiare, a maggior ragione devi imparare ad usarlo.”… Gimp è un ottimo esempio, qualche volta nel corso dell’anno mi capita di dover ritoccare un immagine e apro il primo software che trovo installato nel sistema che mi trovo ad usare: gimp, photoshop, krita, paint o quello che vi pare. So cosa voglio fare, so che quel software può farlo ma ogni volta devo scorrazzare per i menu alla ricerca del comando che mi serve (e non sempre il menu in cui vengono messi è quello in cui tutti se lo aspetterebbero). In casi come questo l’idea dell’HUD diventa ottima, come immagino possa diventarlo anche nell’uso di schermi piccoli in cui anche eliminare la barra dei menu per lavorare a schermo intero può essere utile. Non per niente anche MS ha cercato di semplificare l’uso dei menu attraverso ribbon, e l’HUD mi sembra ancora migliore.
            Anche io non uso Ubuntu e non mi piacciono alcune sue scelte, ma questo non vuol dire che non possano anche avere delle buone idee… anzi 😉

          • Maudit

            Ok, ferma restando la mia posizione sull’argomento, e cioé che una funzione di ricerca nei menù dei programmi abbia un’utilità marginale, ma de gustibus…

            Vi comunico la novella secondo cui tale innovativa e rivoluzionaria funzione è disponibile per krunner dai tempi di KDE 4.8 (2012) e come plugin “appmenu” dalla versione 4.9.

            Se n’è parlato anche in questo blog:
            http: // www . lffl . org/2012/02/appmenu-runner-hud-approda-anche-su-kde . html

          • Kim Allamandola

            Batti Alt e scrivi ta, poi batti invio, più rapido del mouse…

            Si chiama HUD, è la dash delle applicazioni, un modo comodo per eliminare i menù del tutto (e anche semplificare la vita dei designer della GUI.

          • Maudit

            Batti Alt e scrivi ta, poi batti invio, più rapido del mouse…

            Ho windows 7 davanti. Premo start, scrivo th, premo invio e si avvia thunderbird.
            In KDE devo premere alt+f1, il resto è uguale, ma lo shortcut lo posso cambiare come voglio.

            A proposito… in unity posso cambiare le combinazioni dei tasti? O sono inchiodate anche quelle, come la dock ferma a sinistra?

          • Kim Allamandola

            Si, sono bindings di Compiz, le cambi da Compiz config setting manager (ccsm) è ovvio che le usano tutti, solo Unity le ha razionalizzate di default (per es HUD e Dash con meta e alt che sulla tastiera sono attaccati, in basso così non copri con le mani la tastiera ecc). Dettagli che han fatto la differenza.

            Unity di nuovo ha fatto poco, solo ha integrato bene e il risultato al di la delle critiche si vede: è il primo DE ben distante come uso da tutti gli altri. Un tempo Gnome2 e Kde3 se la davano quasi alla pari.

          • Maudit

            Ma compiz-config è un accessorio o una feature?
            Guarda, l’unica cosa su cui siamo d’accordo è la questione della distanza d’uso, anche se con una considerazione molto diversa del concetto di usabilità e quindi del valore e significato di quella distanza.

          • Kim Allamandola

            ccsm? È un’applicazione, non installata di default e disponibile nei ropo ufficiali, mantenuta al pari di compiz (bugfix in attesa del passaggio a Unity 8).

            Compiz ad oggi è la soluzione graficamente più sugosa in assoluto (tant’è che fu adottato da tutte le distro nei suoi vari fork) solo che sviluppare un’alternativa migliore non è cosa da sei mesi. Ubuntu lo sa e con calma si prende il suo tempo, altri se ne infischiano e non provano proprio. Wayland ha cominciato a tornare alla ribalta nel momento in cui Canonical ha deciso di andare avanti lo stesso.

            Ad oggi Unity è l’unico DE con un percorso evolutivo di medio-lungo termine.

          • Kim Allamandola

            Vero, peccato però che Kde la offra come “accessorio” mentre Unity la presenta come opzione principale.

            Non parliamo poi dell’assurdità che è diventato il KMenù!

          • Maudit

            Accessorio? Ma che dici? Nepomuk, akonadi, baloo…
            Il menu di KDE, Kickoff ha la ricerca integrata, Krunner non è un accessorio ed hai 3 o 4 modalità di uso del desktop, una di queste ti mette krunner proprio al centro del monitor con le icone dei programmi ed i risultati della ricerca appena sotto.

          • Kim Allamandola

            Lo è per come è disegnato il desktop, dico sul piano dell’utente: la dash è una vera e propria “finestra”, non ha menù. Kde mantiene un assurdo KMenu che poi di fatto non usa nessuno proprio per la sua assurdità finendo per usare la ricerca ma messa come se fosse un accessorio del menù non il metodo principale di lavoro… Non so se ho reso l’idea

          • Maudit

            KDE, e giustamente, dato che uno che usa KDE sta cercando quello, offre un sistema desktop. Moderno.

            Ma poiché a KDE piace strafare ti offre anche un’interfaccia per segarti sulle ricerche. E’ puramente un’interfaccia di ricerca, senza alcun compromesso.
            Non fa solo toast, pizzette… ma cerca anche fra email, contatti, documenti, playlist, sessioni di terminale… e si spegne da sola (cit.).
            Vedi allegato.

          • Kim Allamandola

            La Dash fa lo stesso, forse anche qualcosa in più per quanto riguarda la gestione dei risultati, solo che ha capito che questa è la via per i tempi attuali e l’ha resa centrale. Kde è dalla prima 4.x che non sa più dove andare…

            Credo stiano ancora litigando per qualla “virgola” in altro sullo schermo, messa e tolta n volte che non ricordo manco a che servisse…

          • Maudit

            KDE sa benissimo dove andare, si chiama K(ool) DESKTOP Environment, quindi sta sul desktop.
            Eppure può fornire anche altri tipi di esperienze, non ti obbliga a nulla.

            E’ vero, la virgola non serve ad un razzo, ma vedi… poiché la ritenevo inutile, l’ho rimossa. Oltre che spostare liberamente gli elementi dell’interfaccia, con KDE li posso pure rimuovere. Non mi farà male tutta questa libertà?

          • Kim Allamandola

            Infatti Kde 3, il secondo de GNU/Linux che prometteva faville oggi battaglia per esser usato quasi quanto Xfce (e forse perde pure)… Molto kool…

            La libertà non fa mai male, anzi. Solo non si gestisce da sola, per fare un paragone sociale l’anarchia non funziona. Kde non promuove la libertà, semplicemente non sa dove andare, butta “novità” sperando di ottenere risultati senza un vero design evolutivo.

          • Maudit

            La libertà la gestisce chi ce l’ha, non qualcuno per lui.
            Nel tuo paragone sociale, unity è un sistema dispotico, non un sistema libero.
            Indubbiamente ai burattini piacciono i sistemi dispotici con il loro bel burattinaio, ma la libertà è tutt’altra cosa.

          • TopoRuggente

            Krunner come la maggior parte dei sistemi, io usavo synapse prima, rende o gli applicativi o i file.
            GS li rende entrambi e con la possibilità di aprire con un click nautilus già con la ricerca eseguita nei file.

            Sicuramente nulla di nuovo, ma sicuramente hanno aggiunto qualche piccola funzionalità comoda.

            Ovviamente la ricerca semantica è qualcosa di “non nuovo”, ma fino ad ora era una funzionalità molto secondaria.

          • Maudit

            Topo, Krunner quasi quasi ti rende anche il numero di peti che hai fatto nelle ore seduto davanti al PC se non lo fermi. Cerca nei contatti, nella mail, nei documenti, nelle play lists, esegue comandi, fa anche troppo.
            L’unico posto in cui sicuramente non cerca, è il catalogo di Amazon. Ma li ci arrivo passando dal sito, quando lo decido io.

            P.S.Oltretutto non ho mai capito perché cavolo le lens, nel breve periodo che rimasero attive, mi suggerivano riviste tedesche.

          • TopoRuggente

            Non sapevo, ho effettivamente usato poco krunner e ho visto solo ora che puoi attivare altre funzionalità estendendo i campi di ricerca.

            Infatti io vedrei funzionalità come la ricerca in siti specifici come una possibile estensione che potrebbe essere fornita dal sito e installata ad hoc.
            Activities di GS al massimo cerca in internet, ma avevo letto di qualcuno che stava creando un estensione per aggiungere la ricerca in wikipedia, non essendo interessatissimo non ho prestato molta attenzione.

            La questione non è dal mio punto di vista se sia meglio il menu o la dash, anticamente i DE erano menu centrici con la ricerca semantica come opzione, ora ne sono nati alcuni che hanno la ricerca semantica come base e il menu come opzione.
            Chi si trova meglio con uno chi con l’altro, io già ero utente di synapse per me Activitie o dmenu sono “naturali”, non per questo passo le giornate a dichiarare che i DE col menu fanno pena.

          • Selenia Rizzo

            Maudit, puoi dirmi che tema e’ quello usato nella foto?
            Grazie.

          • Maudit

            non so, è uno screenshot che ho preso da google, non uso quel tema nel mio pc.

          • Kim Allamandola

            Avevo le tue stesse obiezioni prima di stare con Unity qualche tempo, oggi mi son reso conto che queste obiezioni sono prive di importanza: io so cosa ho installato, l’utente utonto non lo capirebbe comunque girando per i menù. Per la ricerca Unity non fa solo matching esatto, è un motore semantico rudimentale quindi anche se scrivi la funzione che cerchi in genere hai un match corretto.

            Per il menù c’è il classicmenù-indicator, se proprio lo vuoi ma seriamente prova a forzarti con Unity per un po’ e vedrai che cambi opinione 🙂

          • Rehdon Lofgeornost

            Io sono per il vecchio adagio “if it ain’t broken, don’t fix it”, quindi non sento proprio il bisogno di sforzarmi di cambiare qualcosa che per me funzionava e funziona benissimo. Quando ci saranno evidenti vantaggi in termini di velocità di esecuzione del task (per me, e non solo per me, il menu è sempre la soluzione più veloce) ed ergonomia (Dash? il cellulare ce l’ho già, grazie) allora ne riparleremo 🙂

          • Kim Allamandola

            È un adagio pericoloso, in altro contesto pensa alle banche con ancora i gestionali scritti in Cobol “perché tanto funzionano”…

            I vantaggi in termini di velocità ci sono, solo non subito, li puoi misurare quando ci hai fatto pratica quanto basta per andare d’istinto.

            Un esempio banale, documenti recenti nella dash, apri oppure apri la directory dove sono, applicazioni recenti in ordine di uso, a volte non scrivi batti meta e 1/2 frecciate a sx seguite da invio, l’HUD idem anziché cercare dovè “inverti colore” “desatura” e “sfuocatura gaussiana” tra i vari menù di GiMP dai un colpo di HUD e voilà, il gioco è fatto. Il mouse lo riduci al minimo, su un portatile non lo usi proprio più… Non è che guadagni secoli, pochi millisecondi e meno movimenti delle mani, ma fan piacere una volta che ti abitui 🙂

          • Kayuz6

            infatti a me Unity è sempre piaciuta tanto 🙂

          • patrik meneguot

            fa solo pena la grafica, per il resto è ben strutturato, ma meglio gnome che unity

  • giuseppe

    canonical ( ubuntu ) cerca ingegneri informatici ed altro ….. qui dovrebbero esserci persone valide ed all’ altezza chi fosse interessato : http://www.canonical.com/careers/all-vacancies

  • DavX

    con l’aggiornamento kubuntu freeza dopo 10minuti dal logon …plasma 5 rimane proprio piantato…..le applicazione aperte continuano a funzionare ma non c’è verso di far ripartire plasma…non è neanche possibile accedere ad un terminale ….dopo qualche minuto si pianta tutto definitivamente…..il reset hw rimane l’unica soluzione….ho provato anche ad aggiungere i backport così da avere un software più aggiornato, o a cambiare i driver della scheda video (che in genere son la fonte dei vari problemi) ….ma niente….secondo me non è andato a buon fine qualche cosa durante l’aggiornamento, proverò a rifare un’installazione pulita !! 🙁 però girano parecchio i maroni a passare da un ambiente stabile e ben configurato (tra l’altro rifatto a dicembre dopo passaggio ad SSD) e ritrovarsi una roba del genere che continua a farti tribulare ! 🙁 …peccato perchè il nuovo ambiente mi piace…. se dopo aver fatto l’installazione pulita crea ancora casini torno alla versione precedente.

    • Raffaele Trocciola

      Come è andata? Con me succedeva qualcosa di simile con Xubuntu… ho dovuto reinstallare la 14.04, e a te?

  • Daniele Perdon

    L’avvio di sistema è molto ma molto più veloce, direi quasi dimezzato, considerando che prima ci metteva dai 40 ai 50 secondi, forse anche per via del fatto che avevo molte applet e applicazioni da caricare all’accensione…per il resto sembra laggare meno, poi boh, sarà solo un impressione per la novità forse

  • Andrea-Fontana Anĉjo-PacHorano

    Scusate,
    qui ho letto un po’ tutti che dicevano che l’avvio è più rapido.
    Io ho sperimentato, invece, un rallentamento del boot, che è passato da 38 secondi sotto Ubu 14.10 a più di 50 sotto Ubu 15.04
    Non sono per nulla un esperto (tutt’altro). MI viene comunque il dubbio che possa c’entrare qualcosa il fatto, che per la prima volta ho fatto un “avanzamento di versione” piuttosto che una reinstallazione da zero del SO. Francamente, trovavo molto comodo non dover ripristinare il mio enorme backup (ci vogliono 7 ore con un usb 3.0!…) e tutti i programmi non preinstallati.
    Inoltre mi pare che questo 15.04 sia comunuqe in generale meno reattivo (vedo delle lentezze qui e là, in tutte le operazioni che faccio…).
    Qualche suggerimento?

    • Gino83

      Prova a dare ”journalctl -b” e vedi che errori ti da!

      • Andrea-Fontana Anĉjo-PacHorano

        Ho provato a inviare a risposta, ma evidentemente non è concesso fare copia-incolla di risultati da terminale così lunghi.
        Come posso fare per inviare il risultato?….

        • EnricoD

          pastebin

          • Andrea-Fontana Anĉjo-PacHorano

            Ciao Enrico. Cioè scrivo pastebin e poi faccio seguire il copia incolla?…

          • TopoRuggente

            No Andrea è un sito che ti permette di postare codice o testi molto lunghi.
            Poi solo linkare quì l’indirizzo al tuo post la.

          • EnricoD

            non l’ho mai usato, ma penso che devi registrarti, fare il login, incollare codice e poi premere submit, penso che genera un link che puoi poi condividere qui:)

          • non c’è bisogno di registrarsi su pastebin

        • MoMy

          Io non uso e conosco Ubuntu (almeno questa versione), ma visto che è stato implementato systemd, io darei:
          $ systemd-analyze && systemd-analyze blame # per vedere i tempi di carico init;
          $ systemd-analyze critical-chain # per vedere in userspace che succede;
          $ journalctl -b –no-pager # per dare una controllatina.
          In caso aprirei un topic in Ubuntu it. 😛

  • VincenzOS

    Finalmente funziona il salvataggio automatico della luminosità. Non devo più più editare il file /etc/rc.local
    Plymouth sparito, ho schermo nero fino alla schermata desktop! -_-

    • EnricoD

      reinstallalo

      • VincenzOS

        Il problema rimane comunque. Avevo lo stesso identico problema con ubuntu 14.10.

        • EnricoD

          prova questa

          http : // www . lffl . org/2014/04/ubuntu-1404-risolvere-i-problemi-con . html

          da AGGIORNAMENTO in poi

          (ricordati di aggiornare il grub dopo i cambiamenti: sudo update-grub2)

          oppure questa

          http : // www . lffl . org/2013/04/ubuntu-e-plymouth-che-non-funziona-piu . html

  • ho messo ubuntu gnome 15.04 nel notebook di mia sorella e funziona bene, lo trovo reattivo e stabile anche se non l’ho testato tantissimo

    • manu

      Autonomia batteria e temperature?Dettagli hardware?perché non mate?dove hai scaricato GNOME?

      • “Dettagli hardware?”

        hardware del PC un i3 2310m se non ricordo male, e comunque come integrata ha un intel HD3000

        “perché non mate?”

        perchè proveniva da win 8.1 e da ubuntu 14.04 e allora ho pensato di mettergli un DE simile, ma ho oprato per gnome piuttosto che unity perchè secondo me è migliore e meno confusionario

        “dove hai scaricato GNOME?”

        ho installato direttamente ubuntu gnome

        “Autonomia batteria e temperature”
        non saprei, visto che l’ho usato collegato alla corrente, per le temperature invece non saprei perchè non ho controllato, ma comunque non scalda

  • Paul

    ho aggiornato il sistema dalla versione 14.10 alla 15.04. Il processo di installazione non ha segnalato nessun problema, ma quando ho riavviato il pc… mi è comparsa la schermata iniziale, ho inserito la password e dopo qualche istante è ritornato alla schermata iniziale a richiedermi la password

  • Andrea-Fontana Anĉjo-PacHorano

    Molto buono

No more articles