Gli sviluppatori Canonical hanno annunciato che nei prossimi giorni Systemd arriverà di default in Ubuntu 15.04 Vivid.

Ubuntu 15.04 Vivid
Mancano ormai poche settimane al rilascio della versione stabile di Ubuntu 15.04 Vivid Vervet, release che porterà con se diversi aggiornamenti ed importanti novità a partire dal gestore degli avvii di default che sarà Systemd. Dopo mesi di sviluppo e varie correzioni di bug, i developer Canonical hanno annunciato la migrazione da Upstart a Systemd attesa per lunedi prossimo, importante passaggio che non dovrebbe portare alcun problema (per gli utenti sarà comunque possibile riutilizzare in un secondo momento il precedente gestore degli avvii).

Durante i miei test nella versione in fase di sviluppo di Ubuntu 15.04 Vivid non ho notato grosse differenze nei tempi d’avvio del sistema operativo che rimangono bene o male gli stessi ottenuti con Upstart. La migrazione da Upstart a Systemd arriva dopo la tanto discussa decisione da parte dei developer Debian di portare il nuovo gestore degli avvii nella futura versione stabile 8.0 Jessie, la quale ha portato alcuni sviluppatori a creare un fork denominato Devuan (per maggiori informazioni) che consentirà all’utente quale sistema init utilizzare.

Ricordo che possiamo testare lo sviluppo di Ubuntu 15.04 Vivid e delle derivate ufficiali tramite le daily build (per maggiori informazioni e download).

Ringrazio EnricoD per la segnalazione

  • Giorgio

    Per chi ama un prodotto pronto all’uso, l’importante è che funzioni:) se in tempi remoti Ubuntu si era posto come obiettivo quello di creare un ecosistema che potesse sostituire windows, ritengo che systemd, upstart o i pedali vadano comunque bene se l’utente finale si ritrova con qualcosa di funzionante e funzionale:) Per chi come me prova un po’ tutto…ora uso arch, prima slackware le scelte son divertente da analizzare sotto un punto di vista diverso;)

    • Ansem The Seeker Of Darkness

      per chi vuole una cosa pronta all’uso linux non fa proprio al caso suo 😉
      scherzi a parte ubuntu credo sia una ottia distro, anche se preferisco linux mint

      • JackPulde

        “scherzi a parte ubuntu credo sia una ottima distro, anche se preferisco linux mint”… (A mio parere) Non ci trovo molto senso nella tua affermazione, dato che Linux Mint si basa su Ubuntu… :/

        • Ansem The Seeker Of Darkness

          sì, ma il DE di linux mint lo trovo tra i migliori in assoluto.

          • be oddio non è che cambi molti rispetto a gnome shell… l’aspetto può diventare identico… ma le funzionalità secondo me sono maggiori in gnome shell

          • Marco

            Oddio identico mica tanto… per il mio uso trovo molto piu’ comodo Cinnamon con l’elenco delle finestre aperte sul pannello (singolo, su gnome per abilitarlo devi usare i 2 pannelli) e una systray per skype e simili (so che c’e’ l’extension ma fa pietà, crasha spesso) il tutto mantenendo gli effetti Expose e Spaces che trovo particolarmente comodi.
            Cinnamon lo trovo un giusto mix tra KDE e Gnome.
            Lo stesso vale per Nemo che mantiene la possibilità di visualizzare come elenco i file rimossa da Files

          • SalvaJu29ro

            Curioso, anch’io ho sempre considerato Cinnamon un mix tra Kde e Gnome 😀

          • ti sbagli…. con le estensioni gnome shell diventa proprio come dici tu, quasi identico a cinnamon, non sei obbligato ad avere 2 pannelli.. puoi mettere la tasklist anche nel pannello superiore

        • infatti quella distro non l’ho mai tenuta in considerazione… ha avuto successo immeritato secondo me…
          ha creato una ubuntu con DE diverso e tra l’altro il DE non era nemmeno una cosa del tutto nuova, ma era semplicemente un fork di gnome shell… insomma non è che si sono ammazzati di lavoro…hanno avuto successo grazie al lavoro di altri, semplicemente hanno saputo sfruttare bene il fatto che unity e gnome shell erano completamente diversi dal vecchio gnome 2 e quindi si sono presi moltu utenti in fuga dalla nuova ubuntu

      • dipende… se prendi un PC con linux preinstallato anche linux è pronto all’uso, ad esempio le steam machine che arriveranno a novembre.. saranno sistemi linux pronti all’uso, ma anche i vari PC fatti con gli accordi con canonical, quelli sicuramente sono ben funzionanti

        • Ansem The Seeker Of Darkness

          da quel che avevo capito le steam machine dovrebbero essere più delle consolle che dei pc, quindi steam os non dovrebbe essere pensato per essere utilizzato tipo per produttività da quel che avevo capito.

          • steamOS ha sia la sesione bigpicture che una sessione normale per usarlo come vero e proprio PC

        • fly66

          Sì certo… poi ti viene in mente di attaccarci una comune webcam, ad esempio una Logitech ed entri in un tunnel pazzesco!!!

          • sei sicuro di cio che dici?? io con le webcam ho avuto più problemi con windows che con linux.

          • matteo81

            Io ne sono certo…. ma non serve un caso personale per capirlo basta un semplice ragionamento logico: i driver/moduli su linux spesso e volentieri sono generici, alcuni incompleti, altri malfunzionanti… questo non accade perchè sia meglio o peggio rispetto ad altri os ma semplicemente perchè non esiste in molti casi un reale supporto ufficiale dei produttori…. il risultato è semplice: se tutto funziona bene… altrimenti non c’è modo di sopperire al problema…

            Il reverse engineering è encomiabile ma i risultati non potranno mai essere di pari livello… la parte migliore del kernel linux è che comprende già gran parte dei moduli presenti e quindi con hardware supportato non ti obbliga a passare quell’oretta in rete a scaricare come si deve fare su win… il rovescio della medaglia è che in caso di hardware non supportato sei in braghe di tela….

            Il problema non è il sistema operativo ma il supporto di cui dispone in questo caso… nulla di complicato…

          • Andrea

            diciamo che su win il 90% dei driver o vengono installati da win stesso o scaricando il driver dal sito del produttore tutto si risolve, mentre su linux il 60% va al primo colpo il resto sono tanti, tanti auguri!

          • matteo81

            Magari anche più del 60% e comunque non è solo un discorso di riconoscimento…. faccio l’esempio delle schede nvidia: gnu-linux riconosce qualunque scheda grazie ai driver open ma le performance sono ovviamente scadenti… allora si installano quelli proprietari che funzionano molto bene ma ad esempio non hanno a corredo tutto il supporto software che hai in windows…. stessa cosa per molte schede wireless che funzionano ma hanno diversi problemi con connessioni che cadono e portata ballerina… quando poi ci si sposta su hardware non comuni e più specifici i problemi aumentano……

          • concordo su cio che hai detto per linux ma non per cio che hai detto su windows… a me sinceramente è capitato rarissime volte che windows stesso o windows update siano riusciti da soli ad installarmi i driver… per lo meno windows 7, però in compenso se non te li riconosce subito trovi facilmente il driver..

            mentre su linux… molte volte riconosce gia tutto da solo, a volte ti basta installare uno specifico pacchetto da repository, ma se non rientri in questi 2 casi… auguri….
            a volte sbattendoci un po la testa e cercando a fondo su google trovi la soluzione, ma altre volte, sei proprio fregato… io ho dovuto lottare con una vecchia lexmark per farla riconoscere da xubuntu, e alla fine fortunatamente sono riuscito a sfruttarla appieno sia come scanner che come stampante

          • Andrea

            si, infatti dicevo il 90% o vengono visti da win o devi scaricarteli (che poi questo 90 sia composto da un 30/60 o 10/80) dipende. a me personalmente siamo a un 70/20% (GPU e touchpad da fare manualmente il resto ci pensa win)

          • Marco

            Io purtroppo su windows 7 mi trovo spesso senza driver wifi (di solito intel) appena installato, il che rende inutile il poter scaricare da WU i driver 😀

          • fly66

            Sono passato a Linux da un mesetto circa per cui la mia ignoranza sul sistema è elevata. Ubuntu standard 14.04: far funzionare perfettamente la scheda sonora ci ho rinunciato (è una 5.1 mi tocca usarla solo in stereo). Con la stampante multifunzione ci ho messo un paio di giorni. La webcam ci ho rinunciato perché dopo un paio di ore di tentativi mi è passata la voglia. Non è colpa di Linux, ma dei produttori hw che non lo supportano per cui non mi lamento. Solo che a volte mi sembra veramente un incubo.

          • gedeone

            strano per le webcam logitech : mai avuto un problema, nè con le c270 nè con la C525 .
            Entrambe funzionano al volo

          • fly66

            Logitech Quickcam Fusion: Cheese dice “Si è verificato un errore nel riprodurre il video della webcam”, GucView la vede ma registra una schermata nera…

          • prova anceh altri software oltre a chesse, ad esempio webcamtoy da web, oppure altri software linux per la ebcam, io ad esempio ho problemi con chesse, mi fa video, ma le foto me le scatta tutte grige, mentre altri software funzionano alla perfezione

          • fly66

            Webcamtoy: “internal error”…

          • matteo81

            non è strano perchè la marca non significa nulla ma dipende dal chipset utilizzato…. a quel punto con lo stesso modulo si rendono compatibili più schede della stessa serie…. se il suo chipset è diverso cambia tutto….

          • matteo81

            prova a dare un lsusb e vedere cosa ti dice…. magari cerca linux + il nome della webcam e vedi se riesci a trovare il problema in qualche forum…. lo so è frustrante…:(

          • fly66

            Già fatto a suo tempo… avevo trovato un forum francese ma non ci avevo capito molto. Poi si tratta di una webcam di qualche anno fa per cui trovi soluzioni per Ubuntu 9 così viene il dubbio che non abbia senso “provare” senza sapere esattamente cosa si sta facendo… Comunque grazie per la comprensione: hai espresso esattamente il mio stato d’animo.

          • pensate invece io con la stampante multifunzione hp, con windows devo installarmi un driver che pesa un sacco di spazio e richiede svariati minuti per installarsi, mentre su linux installo hplip che è 40mb circa (contro i circa 150-200 di windows) e in pochi secondi si installa

            rispetto a tutti i minuti che ci impiega in windows.

            certamente è vero che windows supporta più hardware… ma se un hardware è riconosciuto da linux, stai sicuro che avrai molti meno problemi qui che ne su windows

          • matteo81

            Un hardware riconosciuto non da problemi ne su linux ne su windows… per favore non iniziamo con i soliti paragoni del menga per far vedere che siamo i più fighi del bigoncio.. please!!! sai quante volte ho letto di aggiornamenti che rompevano software e di periferiche misteriosamente sparite sotto linux? dai non iniziamo con la solita garetta da bar sport…

            Io ci scommetto che i driver per windows saranno provvisti anche di una utility specifica…. o sbaglio? mentre quelli per linux sono i soliti generici buoni per una 20ina di stampanti… forse è dovuto a quello il differente peso del pacchetto…. i driver nvidia per linux sono circa 80 mb mentre per win 300 ma il corredo software lo giustifica: shadow play, sdr, gf experience ecc ecc…. mentre su linux un pannellino di controllo e null’altro… il problema non è certo il peso del download ma la qualità del supporto in questo caso…. su win una scheda la sfrutti al 100% mentre in linux ti rimane un ottimo driver e poco altro…

            Il problema non è il sistema ma il supporto e le differenze purtroppo ci sono….. un conto è il riconoscimento uno è il funzionamento completo del prodotto…. io potrei farti almeno 5 esempi personali di come i moduli spesso e volentieri siano limitativi e meno prestazionali rispetto al supporto ufficiale ma non servirebbe a nulla nel contesto del problema esposto da fly….

          • non dico che su windows danno problemi, ma spesso capita che devi installarti tutto a mano mentre su linux spesso capita che molti driver sono gia inclusi e quindi attacchi ed è gia tutto riconosciuto, mentre su windows devi prima scaricare i driver.
            il fatto è che su linux la mentalità è diversa… ci sono molti software ad esempio per lo scanner, quindi che senso ha che l’HP mi fa il suo ennesimo software e me lo include nel pacchetto driver quand opoi uso comunque xsane o simple sca che tra l’altro sono open?
            su windows la mentalità è diversa… ogni software ti mette a disposizione tutto quanto cosa è meglio e cosa è peggio?? nessuno dei 2.. dipende dai gusti.. io preferisco avere un pacchetto con solo il driver e i singoli software li scelgo io..

            e comunque non credere che per windows i driver non siano generici… poi a me se hp per linux ha un driver generico e basta poco mi importa visto che tanto la mia stampante multifunzione la sfrutto al 100% anche su linux, anzi prefersco… così se cambio stampante non c’è bisogno che installo un altro driver, ma ho gia hplip che riconosce tutto.

            mentre per quello che riguarda i driver video, be… hai ragione… nvidia per linux non ti da nulla se non un pannello quasi inutile, mentre su windows è tutta un’altra cosa…

          • matteo81

            Vedi, io non ne faccio una questione di comodità ma di performance… hai ragione quando dici che linux è più comodo perchè più plug’n’play…. nessun dubbio su questo… è che non mi fido di driver fatti da uno sviluppatore semi sconosciuto dall’altra parte del mondo magari creati a tempo perso senza avere le reali specifiche del prodotto…. ovviamente non parlo di sicurezza ma di funzionamento….

            Un driver compatibile ma non ufficiale potrebbe comportare tante altre insidie…. nel tuo esempio potrebbe consumare più inchiostro oppure stampare più lentamente e con un’immagine meno nitida (mi è capitato sempre su linux con una vecchia stampante epson…)… magari uno non lo nota neppure ma sono piccole differenze che alla lunga possono fare la differenza e dare fastidio… non dico che sia il tuo caso (le hp non le ho mai usate quindi non mi pronuncio)….

            Esempio banale: la mia webcam funziona perfettamente sotto linux (logitech c510) ma usando il pacchetto ufficiale per win oltre ad alcune funzioni trascurabili ho incluso anche un software particolare che consente di zoomare a piacimento e gestire molto in profondità il setup della webcam… quella possibilità non l’ho trovata in nessun altro programma di terzi ne su win e nemmeno su linux perchè tutti i software terzi non sono creati nello specifico per quella webcam ma includono funzioni generiche per adattarsi un pò a tutto…. questo volevo intendere……. ovvio che per una webcam si può chiudere un occhio… i problemi peggiori sono quando il modulo funziona male oppure non esiste proprio….

          • matteo81

            Aggiungo una cosa: il problema non è la mentalità ma la necessità… con un eccellente supporto ufficiale nessuno si metterebbe a scrivere driver “artigianali” a parte chi lo fa per motivi di filosofia open/closed ma è un altro discorso….. ma anche su windows vengono scritti una marea di driver unofficial se l’hardware non è supportato nativamente…. il dual shok 3 di playstation ad esempio gode di un eccellente supporto non ufficiale (motionjoy) migliore e meglio integrato a parer mio di quello che avviene in ambiente linux…. non è un problema di sistema ma di esigenze….

          • motionjoy su windows 7 mi ha dato parecchie schermate blu a random collegando il DS3, mentre su linux riesco ad usarlo bene pure col bluetooth, mentre il motionjoy su windows non vorrei dire una cavolata ma mi sa che funziona solo col cavo (ma ripeto è da un po che non lo uso potrei sbagliarmi).
            poi ad esempio ho una pennetta bluetooth della trust con tanto di CD d’installazione per windows, ma su windows non mi funziona sta benedetta pennetta (che diavolo di driver c’hanno messo dentro al cd non lo so), mentre su linux funziona benissimo.

            oppure in passato mi è capitata una vecchia webcam, per windows non si trovavano più i driver, su linux sono riusito a farla andare

          • matteo81

            Cosa vuoi che ti dica allora… sei l’utente windows più sfigato del pianeta terra…. io non ho mai avuto un singolo problema con mj (funziona anche col bluetooth da parecchio ormai)…. il mondo è bello perchè è vario… si dice così in questi casi…

          • a quanto ho capito non sono il solo ad aver avuto schermate blu con mj (questa volta non critico microsoft, perchè dubito sia un problema di windows, più che altro è il driver a dar problemi).

          • matteo81

            Io ho sentito qualche utente che non riusciva a installare il driver perchè essendo di terzi non è certificato… ma schermi blu ti giuro mai sentiti… personalmente lo uso da 3 anni e non mi ha mai dato nessun problema… su linux ho avuto problemi su diversi giochi/emulatori che vanno in tilt per il sensore di movimento del ds3… poi dipende dai casi…

            Comunque se installi prima il software e dopo colleghi il ds3 può dare problemi… c’è una procedura da seguire..

          • SGAB

            No, è l’utente GNU/Linux più fortunato al mondo! 🙂
            Comunque, Io non sono un gamer, ma il nio Hard Ware è completamente supportato da GNU/Linux, mentre Winzozz mi dà qualche problemino con ualche tasto.
            PC che mi è stato regalato, e che CASUALMENTE (non ho capito come sia possibile) era supportato dai Driver Open.

          • MoMy

            Il driver in se non pesa tantissimo. Son tutte le funzioni e accessori vari che ”pesano un sacco di spazio”. ^^

          • matteo81

            è quello che cercavo di spiegare… a quel punto preferisco scaricare un driver ciccione che però mi permette di sfruttare al 100% il prodotto che ho pagato piuttosto che godermela per un download breve ma ritrovarmi a non poter sfruttare appieno l’hardware….

          • be da linux posso usare al pieno la mia stampante multifunzione, lo scanner lo faccio da simple scan, la stampante con qualsiasi sf, il fax lo faccio direttamente dalla stampante e le fotocopie pure…
            invece la gestione e la manutenzione/controlli ecc.. della stampanti li faccio direttamente da firefox andando sull’indirizzo IP della stampante.
            infatti con il software di windows non faccio nulla di più di cio che faccio con linux

          • si lo so.. infatti in windows ti danno anche il software di gestione scanner, vedere il livello di inchiostro ecc… ma comunque in linux c’è l’ottimo simple scan che pesa nulla ma è ottimo, mentre per il livello d’inchiostro ormai molte stampanti si collegano alla rete e controlli direttamente dalla webapp della stampante… lo fa la mia hp che ormai ha parecchi annetti alle spalle

          • Simone

            vieni a fare un giro su Linuxmind.org, è un forum di bravi pinguini dove si trova spesso un buon supporto, e l’atmosfera è molto friendly!

          • Kraig

            Strano, la Logitech come poche altre marche sono supportate decentemente dal Kernel Linux. Tale marca probabilmente è la migliore scelta per non avere problemi in questo ambiente. Tu sarai uno di quei casi in cui si ha hardware troppo nuovo o particolare, chiamasi SFIGA.

          • Fabio

            La mia Logitech è riconosciuta al volo da Debian. 🙂

          • TopoRuggente

            Curioso io ne ho due integrate nei due notebook più una della “Microsoft” funzionano tutte e tre.

  • michele casari

    Giorgio, se un utente vuole “solo” che funzioni tutto si compra un mac.
    Se vuole qualcosa di più, va oltre al funziona tutto.

    • MoMy

      …e non usa una out of the box. :p

      • loki

        e perchè no? parti da qualcosa che già funziona e ci costruisci sopra il tuo “di più”

        • MoMy

          Sì, può essere un’ alternativa, anche se – in entrambi i casi – costruire assomiglia più a un assemblare. 😛
          Poi credo anche che alla lunga uno il proprio sistema se lo assembli e sia preferibile farlo usando una base pulita. :p

  • Andrea

    A parte le prestazioni, che molto probabilmente se non si guardano i centesimi di secondo, risulteranno pressochè inalterate cosa offre seriamente in più SystemD del vecchio Upstart?

    • dentaku65

      Risposta su due piedi

      Pro: analisi dettagliata del boot
      Contro: devi rifare il sysctl, non funzionerà più il forcefsck

    • MoMy

      http : // 0pointer . de/blog/projects/why . html

      http : // 0pointer . de/blog/projects/systemd . html

    • matteo81

      Per chi usa il pc a casa nulla salvo strani inconvenienti… per chi lavora con server, IT e lavora più a basso livello col sistema diverse cose…. il problema di fondo è più filosofico che altro… systemd è molto più del classico init base e controlla una gran quantità di altre operazioni…. la filosofia unix sarebbe “un solo software per ogni singolo bisogno” quindi systemd tradirebbe questa filosofia essendo più tuttofare rispetto ai predecessori….

    • Luca

      dal punto di vista di Ubuntu significa che non devono piu mantenere Upstart e quindi le ore uomo vengono redirette ad altro.
      Comunque per i piccoli server ci si puo convivere tranquillamente, io lascio il sistema base e poi aggiungo runit per gestire direttamente i miei servizi che mi compilo e re prefixo da qualche parte (i.e. /opt)
      Alla fine della fiera systemd mi serve per il respwaen di runit ed a valle c’è tutot il resto…

    • SystemD sfrutta meglio le caratteristiche di parallelizzazione che le moderne CPU offrono, con minori tempi di avvio.

  • TheKernel

    Chi ha provato Ubuntu daily:
    Monta gia il kernel 3.19?

    • Proxima8

      Si.
      3.19.0-7

No more articles