Chiediamo ai nostri lettori il loro parere riguardante l’autonomia dei device mobili, le nuove tecnologie stanno facendo progressi a riguardo?

Presa Elettrica
La tecnologia negli ultimi anni ha fatto passi da gigante soprattutto nel settore mobile. Ormai bene o male tutti quanti noi utilizziamo uno smartphone, dispositivo che ci consente non solo di chiamare ma anche accedere ad internet, operare nei social network, giocare e molto altro ancora. Le aziende produttrici hanno lavorato molto in questi ultimi anni per offrire smartphone sempre più potenti e dotati di molte funzionalità come ad esempio lettore d’impronte digitali e sensori vari oltre a display con risoluzioni simili se non superiori a quelli di un normale personal computer. La tecnologia però sembra non aver portato tante migliorie per aumentare l’autonomia dei nostri device mobili, facendo diventare gli utenti sempre più schiavi della presa elettrica.

In molti casi basta navigare in internet qualche ora, effettuare qualche chiamata e inviare qualche messaggio per avere già il device scarico. Ma è possibile tutto questo? I produttori stanno lavorando  principalmente nel ridurre il tempo di ricarica della batteria al posto di aumentarne ad esempio la capienza in maniera tale da garantirci un’autonomia per diversi giorni.

Quello che chiediamo ai lettori è il loro parere a riguardo dell’autonomia dei device mobili sempre limitata in grado di coprire bene o male un’intera giornata (se non meno).
E’ possibile che nel 2015 non ci siano produttori in grado di migliorare l’autonomia al posto di lavorare sulle performance o su nuove (e a volete inutili) funzionalità?

A voi il vostro parere a riguardo.

  • Jackladen

    ma può essere utilizzato per telefonare come un cellulare???sapete consigliarmi un phablet da 7 pollici con buon rapporto qualità/prezzo???? grazie

    • per chiamare utilizzandolo il modulo 3g non saperei
      per chiamare in internet via skype ecc con ci son problemi
      phablet da 7 pollici che io sappia non ci dovrebbero esser
      da 5.7 / 6 pollici ne trovi nella nostra sezione smartphone http://www.lffl.org/search/label/smartphone

    • rinco

      asus fonepad

      • diciamo che asus fonepad è un tablet che non un phablet

        • rinco

          diciamocelo pure che un phablet buono samsung note 2 costa il doppio, diciamocelo

  • ekkekkk

    la gggente vuole i quadcore con turboGhz, schermi con 4000x5000px, 3000 stiquatsy, connessione sempre on per ascoltare i brani Unz-Unz-Unz, 30000 messaggi di stacipp4, poi la batt dura 2 ore… MAVAAAA??!

    • EnricoD

      xd

  • Leonardo Rava

    I progressi dei dispositivi mobili hanno portato più potenza e più innovazione ma ora bisogna iniziare a produrli con batterie con amperaggio più alto, al posto di mettere batterie da 4000 mAh basterebbe raddoppiare a 8000 mah
    E sui tablet da 10″ o superiore si dovrebbe fare da più di 10000 mah, i produttori molto probabilmente non hanno ancora pensato a questo problema per via del costo di fabbricazione e perché pensano solo alla potenza del processore e a fare schermi sempre più grandi e più definiti.
    La stessa cosa vale anche per notebook, ultrabook ecc…
    Che hanno una autonomia scarsissima!!!

    • ZaccariaF

      batterie da 4000 mAh basterebbe raddoppiare a 8000 mah
      E sui tablet da 10″ o superiore si dovrebbe fare da più di 10000 mah,

      Più è alto l’ amperaggio più sono pericolose, se poi qualcuno si fa male?(cosa che già adesso succede) Cosa facciamo? Accertiamo le responsabilità? Qualche testa rotolerà per questo? Telefoni e portatili di nuovo con batteria staccata su un’ aereo?
      Me lo chiedo seriamente.

      • Leonardo Rava

        L’ iPad air è già 8820 mAh

        • ZaccariaF

          Non ho detto che non si possono usare ma devono essere fatte con standard di sicurezza migliori che solo i maggiori attori si possono permettere mantenendo bei margini di profitto.

      • Dario · 753 a.C. .

        beh però le power bank esistono e te le porti in giro

        • ZaccariaF

          Non è che siano così comode, sai? Mica posso uscire sempre con lo zaino, qualche volta vorrei poterlo fare con solo il borsello.

      • scusami, che intendi con meno sicure??
        è più facile che esplodano o altro??
        che problemi di sicurezza hanno batterie più capienti

        grazie

        • ZaccariaF

          Mettiamola così, io spacco la batteria(con un gesto inconsulto) a meta rompendo il polimero a pieno carico e per effetto Joule, la batteria fa un piccolo scoppio, aiutato dal fusibile di sicurezza che non si apre e dalla bassissima resistenza interna, scagliando schegge di plastica al mio indirizzo.
          Quante possibilità ci sono? Una su un miliardo?

          Beh allora a qualcuno è già successo; e più gli dai amperaggio, più la possibiltà ,sempre per Joule, si alza.

          • Agostino

            Basta un caricatore non omologato preso dai cinesi per far esplodere la ibatteria in un iphogne o una temperatura leggermente più alta del normale_ e il fuoco d’artificio è assicurato (ospedale a parte). I fatti avvenuti in giro per il pianeta parlano chiaro.

          • EnricoD

            basta che lo attacchi alla corrente ed esplode direttamente il caricatore… XD classico utente con iPhone da 400€ per di piu iphone 4 usato acquistato nel 2014 (stralol) che fa il tirchio per un caricatore xd se lo compra ai cinesi… ajhaha
            non so cosa è successo, qualcosa che sti cinesi hanno usato deve essere evaporato dentro il caricatore con formazione di un tappo di pressione.. fatto sta che s’é sentito bene il botto XD pim!

          • Agostino

            Giusto

          • ZaccariaF

            Non è colpa loro se gli insegnano che la resistenza è futile, poi ti trovi i caricabatterie che esplodono! xD

    • TopoRuggente

      Per raddoppiare una batteria esiste solo un modo (attualmente conosciuto e scientificamente riconosciuto) usarne due collegate in parallelo.

      Con conseguente aumento di peso e volume.

    • EnricoD

      8000mah dove la ficchi ? XD

      • Leonardo Rava

        Come ho già detto, l’ iPad air nonostante sia ultrasottile ha 8820 mah
        E se non mi sbaglio anche il Microsoft surface 3 ha una batteria intorno agli 8000

  • ZaccariaF

    Il problema sono i costi di batterie davvero capienti, con amperaggio più alto(oltre a essere più pericolose) e facilmente ricaricabili che, dato il massiccio uso di terre rare che richiedono, stentano a calare di prezzo, rendendo più conveniente fabbricare collegamenti elettrici più efficenti.

    • alex

      Aggiungi anche l’ingombro delle batterie che contrasta la ricerca di un dispositivo piccolo, leggero e sottile.
      Gli ultimi dispositivi invece di integrare batterie più grandi utilizzano sistemi di ricarica veloce, in modo da fare velocemente il “rabbocco” e avere l’autonomia richiesta. Un approccio diverso alla soluzione del problema quindi, forse più economico per i produttori e in linea con la necessità di avere dispositivi più piccoli.

  • Marco Baroncini

    Non sono molto pratico della tecnologia riguardante le batterie, però questo è un problema che esiste in numerosi settori. Non penso che i produttori di hardware siano completamente disinteressati alla faccenda, anche perché, dal punto di vista anche solo del marketing, l’autonomia potrebbe essere un punto di forza molto interessante. Tutto dovrebbe comunque essere messo in relazione con l’ingombro ed il costo delle eventuali batterie più capienti, questioni non di poco conto. Comunque, eventuali limiti fisici a parte, sicuramente lato software è possibile migliorare, partendo da chi sviluppa i sistemi operativi ed arrivando fino ai “produttori terzi” di app e programmi. Sarebbe interessante se Apple, Google e Microsoft, oltre ad imporre limiti estetici alle proprie app, si curassero anche di verificarne la stabilità ed i consumi prima di distribuirle al grande pubblico. Sicuramente vi sarebbe poi il problema di bilanciare il controllo con la libertà degli sviluppatori, ma volendo dare un servizio completo ai propri utenti l’ostacolo dovrebbe essere aggirabile. La questione però potrebbe essere anche un’altra: passati eventuali grafici statistici ed annunci pubblicitari, quanto interessa l’autonomia agli utenti? Chi usa tablet, smartphone e computer per lavoro probabilmente è molto interessato. Ma gli altri? Non è una domanda retorica, la mia. Forse, al momento, è più conveniente pensare a sistemi di ricarica più rapida, in grado di accontentare le masse offrendo una pezza anche ai più esigenti.

    • TopoRuggente

      La batteria è un sistema per accumulare energia elettrica in una reazione chimica.
      Se la reazione non è reversibile abbiamo una pila, fornisce quantità maggiori di energia, ma è mono uso.
      Se la reazione è reversibile abbiamo l’accumulatore (o pila ricaricabile) che fornisce quantità minori di energia.

      Ora aumentare la dimensione della batteria renderebbe l’oggetto pesante e meno “mobile”, tecnologie nuove per produrre accumulatore con capienze maggiori (a parità di volume) ancora non ci sono.

      Esistono studi su batterie basate sui nanotubi, ma i voltaggi raggiunti attualmente non sono utilizzabili in elettronica.

  • Ettore Cauchi

    Penso che in realtà non ci sia nessun interesse nel fornire valide soluzioni al problema della batteria, e non penso che montare batterie più capienti sia, da parte dei produttori, un problema così oneroso (non che sia l’unica “soluzione”), basti pensare ai dispositivi Lenovo e al loro prezzo. La scelta è puramente di mercato, prima compri lo smartphone e poi anche il carica batterie portatile da 2000/5000/ 10000mah. Non molto distante da questa direzione la scelta di rendere non removibile alcune batterie. In pochi anni i componenti di processing (cpu e gpu) fanno passi avanti significativi perchè comunque riflettono il loro effetto in dispositivi più prestanti e quindi appetibili. Non si hanno risultati simili nei componenti come le batterie, ram o memoria interna, anche perchè renderebbero il dispositivo più durevole, palesemente in contrasto con gli interessi di vendita. Prima o poi ci si sta stretti, per usura o incremento di richiesta di risorse da parte del software.

    • ale

      Ma come ci monti una batteria più grossa mantenendo uno spessore di pochi mm ? Che poi arrivi sempre fino a sera, a meno che non vai a accendere lo schermo ogni 5 minuti e ti metti a usare giochi e robe varie…

      • Davide Neri

        Io preferisco di gran lunga uno smartphone con uno schermo da 4,5″ più grosso che uno da 5,5″ spesso come un braccialetto.

  • Dario · 753 a.C. .

    io ho una xiaomi miband e ora sto a ben 26 giorni dall’ultima carica con ancora il 40% di autonomia… che spettacolo!!

  • loki

    non sta migliorando affatto. rido quando vedo gli umanoidi imbottiti di batterie da attaccare allo smartphone che puntualmente non arriva a una giornata intera

  • Martinix

    per mia fortuna ancora non son entrato nel tunnel dello smartphone..
    poi è dura uscirne.
    tempo fa si derideva chei aveva i telefononi enomri, ora son tornati enormi e devi sempre avere il caricabatterie apresso, è progresso?
    certo ce la potenza di calcolo di questi oggetti fosse d’avvero sfruttata,ma da quanto vedo è solo un ritorno indietro, certo più colorato 🙂

    • cosaaa vorresti dire che ancora non hai un televisore in tasca???? ma non ti vergogni di andare in giro??
      rimedia subito e prendi un bello smartphone con uno schermo da 32″ in regalo ti danno una 24 ore per portarlo in giro.

      ovviamente scherzo.

      davvero non capisco la gente che prende smartphone enormi, quando poi stanno a stento in tasca.

      • Martinix

        hahhaha immaginati se poto uno di quie cosi quando giro allegramente con la motosega nei boschi!!
        Qunto durrebbe? e se mi faccio male sul serio ci sarà la abtteria carica per chiamare soccorso??

        • guarda… sei proprio del medioevo…. mio dioo ma dove vivi…. il generatore non te lo porti dietro??? altrimenti come faiiii metti che c’è un blackout, oppure non ci sono prese libere perchè stai gia caricando lo smartwatch, l’ipad e il cesso smart…. come fai a mettere mi piace su facebook e a rispondere agli amici su whatsapp….

          devi evolverti… ormai si trovano anche generatori della apple usati a poco, però vanno bene solo per iphone, se invece hai android forse risparmi anche qualcosa sul generatore, visto che questo ha attacchi standard xD…

          ok ora smetto di trollare…. promesso ahahahahahah

          anziii ora che ci penso, c’è chi va in giro con una spece di generatore per smartphone 😀 un aggeggino con batteria che se ci colleghi lo smartphone te lo ricarica come se fossi attaccato alla presa della corrente, poi quando questo carica batterie portatile (o generatore :D) si scarica lo metti sotto carica, quindi praticamente hanno gia inventato i generatori per gli smartphone e c’è la gente che ci va in giro altrimenti rimane senza smartphone a metà giornata

          • Martinix

            ahahahahaahh 🙂 ne ho piene le scatole di pc ed elettronica durante la settimana, quando son nei boschi senza corrente con la mia fedele motosegna, non sai che bene stò ahahaha 🙂
            facebook? whatapp? che lè? :p

        • michele casari

          motosega elattrica?

          • Martinix

            ahahah si scusate scrivo male (tastiera difettosa e un pò di dislessia…mix micidiale) no no motosega a benzina…dove mi “imbosco” non ci son prese 🙂 (per rimanere in tema)

  • EnricoD

    Jacking on!

  • è inutile fare smartphone da mille mila core a tredici quadrilioni di ghz, quando poi le batterie sono sempre le stesse.

    non è possibile che gli smartphone e ora anche gli orologi smart non arrivano a fine giornata.

    quando ci si deciderà a creare batterie migliori?? evidentemente gli ioni di litio non vanno più bene per questi prodotti e servono batterie più evolute e più efficenti.

    sarebbe bello se i notebook arrivassero a durare anche una giornata intera, gli smartphone anche una settimana i tablet qualche giorno e gli orologi smart qualche settimana.

    ormai non ha più senso spingere oltre la potenza degli smartphone, tanto le cose che ci si può fare sono sempre le stesse, non serve andare oltre con la potenza, serve solo migliorare le batterie e il consumo dei vari sistemi operativi.

    l’aumento di potenza serve solo nei server e nei PC, gli smartphone non devono dimenticare che la loro funzione principale dovrebbe essere chiamare, mandare sms navigare in internet e controllare email.

    • EnricoD

      Mah, la tecnologia c’è pure ma non c’è l’interesse a svilupparla seriamente, tanto che poi queste rimangono ricerche fini a se stesse.. Le aziende non puntano a darti materiali longevi e con prestazioni al top.. È quello che te fanno crede .. (Tipo… Ehhhh.. Ho dimostrato che il litio diffonde bene attraverso sto ossido e qua e la.. Ma applicazioni? Sai quante ne ho lette di veramente interessanti su batterie e storage in generale..? Uno stonfo!)

  • michele casari

    più che creare batterie più potenti dovrebbero pensare a dispositivi meno esosi, oltre al fatto che un octacore per uno smartphone mi sembra decisamente una presa per il [beeep] e un 5 pollicci è un’altra presa per il [beeep]. Manco fossi un borg (vedi star treck).
    Un amico ha comprato un 5 pollici, no, non è grande… ma se faccio fatica ad usarlo con una mano, lo si può sempre chiamare smart?

  • Leej

    non solo siamo schiavi della presa elettrica ma soprattutto dell’informatica e di tutto ciò che ci sta dietro. dobbiamo solo sperare che il campo magnetico terrestre sia sempre efficiente e ci protegga dai vari venti solari e, soprattutto dai lampi gamma, perchè se un giorno dovesse collassare non oso pensare in che guaio ci troveremmo.

    • mother

      Mi sa che stai confondendo informatica con elettronica…

    • TopoRuggente

      In caso di collasso del campo magnetico, la prima cosa che perderemmo sarebbe l’atmosfera terrestre, soffiata via dal vento solare.

      Onestamente in quel caso mi preoccuperei poco dei prolemi dei mie gadget elettronici.

      I gamma burst si fanno un baffo del campo magnetico terrestre, i raggi gamma sono compost da fotoni altamente energizzati, come tale non sono molto soggetti al magnetismo e hanno anche una bassa interazione (ma non nulla) con la materia.

  • FG

    Ragazzi, mio padre, comprando il suo primo smartphone, mi ha sfidato dimostrandomi che con un normale cellulare da 2000 mah si possono fare cinque giorni. Telefona, controlla le e-mail ogni tanto e usa anche un po’ whatsapp. Ricarica la Domenica e arriva a Giovedì.
    Forse ci stiamo troppo su questi telefoni?

    • loki

      o forse la gente compra un telefono per usarlo? prova a dire a tuo padre di stare 10 ore al giorno al telefono (io ne ho necessità): il mio nokia fa i 5 giorni di cui sopra, il telefono di tuo padre a che ora si scarica?

      • Valter Ghiloni

        uso il telefono 1-2ore di conversazione al giorno, quasi sempre in bluethoot, wifi acceso sempre, gps pure, sms 15/20 giorno, un po’ di mail quando non ho il pc…. internet all’occorrenza, app per le banche, pec, whats app, altre app attive regolarmente… con uno smart da 95€ copro la settimana… non 5 giorni fg, ti sei sbagliato…. (sarei il padre)

        • loki

          la mia domanda era diversa, ma ne approfitto per riformularla visto che senza controllare l’ho sparata troppo alta: basandomi sulla giornata di oggi ho fatto 5h 34m di conversazione, mandato più di una decina di sms e ho perso appena “una tacca” (non ho un modo più preciso di valutare) di batteria.
          visto che dubito di essermi sbagliato, quanto dura in una situazione del genere quello smartphone?

          • Valter Ghiloni

            Un utilizzo 20% circa di batteria. In realtà telefonare e mandare sms non fa consumare molto, sono le applicazioni a schermo acceso che abbattono la batteria brutalmente. Certo, le giornate che uso il telefono come un pad per prendere appunti, modificare file, scattare foto è chiaro che la durata scende disgustosamente, ma il consumo con un utilizzo per telefonia è più che tranquillo

    • TopoRuggente

      Infatti io ho un vecchio LG Optimus G, WhatsApp, email telefonate, wi-fi sempre accesa, mp3 e ci faccio tranquillamente due giorni.

  • Il problema batteria ormai è il più grande problema …

  • Fabio

    Bah, in casa mia solo smartphone cinesi, spesa max 140 euro l’uno, batterie da 3000 e 4000 con cui facciamo anche 2 giorni. Il problema della batteria scarica lo lascio a chi vuole lo smartphone di marca x fare il figo…

    • Falegnamino

      Idem,
      tutti rigorosamente cinesi,il mio è un Doogee dg550 e la batteria dura 2 giorni.
      Ovviamente non sono un fanatico di facebook e simili.
      Uso il telefono in modo normale,qualche telefonata,qualche messaggio su Telegram,email e cose del genere.

      • Fabio

        Io invece ho un Jiayu G4c. Un’ora di chiamate al giorno con skype o mtalk sempre attivi, quasi altrettanto di navigazione, bluetooth, whatsapp, mail, telegram, dropbox e spideroak anche loro sempre attivi in background, circa un’ora di musica in treno. Così ci faccio quasi 2 giorni. E il thl4000 dei miei figli è ancora meglio…

  • Andrea De Gradi

    È una questione di marketing, la gente generalmente, nella scelta di un prodotto, da già per scontato che questo abbia una batteria che duri per un po’, i consumatori notano di più le caratteristiche che rendono il prodotto “figo” (che non coincide sempre con “utile”): schermo full HD super AMOLED 2 ultra, fotocamera da 16 milioni di megapixel, processore hexacore, RAM da 1 TB, scocca in alluminio, tastino per la rilevazione delle impronte digitali, GPS GLONASS.

    La durata della batteria non è una caratteristica che si nota subito e fa dire “Figo sto smartphone! Lo prendo anch’io!”. Solo dopo che l’hai comperato e lo usi da una settimana ti accorgi che forse se il tuo prodotto avesse avuto un po’ di autonomia in più non sarebbe stato male, inoltre quando mostrerai il tuo apparecchio agli amici, anch’essi non noteranno che la batteria si scarica alla svelta, saranno più attratti magari dalla funzione che riconosce le impronte digitali oppure si divertiranno a parlare con il riconoscimento vocale.

    È per questo secondo me che la batteria è l’ultima cosa a cui pensano le case produttrici.

  • Daniele

    Con un uso parsimonioso del telefono chiunque riesce a coprire un’intera giornata lavorativa (7:00am-9:00pm) senza contare eventuali uscite con amici , li si può dare un colpo di carica, se viviamo perennemente su Whatsapp/Facebook/GooglePlus/ChiPerLoro allora la batteria inizia a risentirne un pò, senza aggiungere la questione ottimizzazione delle risorse da parte delle app, se uso perennemente l’app X creata su due piedi e funzionale solo a pochi e per nulla ottimizzata anche lì la mia batteria può risentirne e non poco, sono un mix di fattori che fanno si che noi siamo dipendenti dalla presa elettrica che sia Android/iOS/Wp/Linux/Windows/Osx

  • Davide Neri

    La moda degli smartwatch e dei “wearables” non la capisco per niente, io ho comprato un Citizen solare qualche anno fa per eliminare del tutto il problema delle batterie degli orologi.
    Per gli smartphone, purtroppo, sono convinto che buona parte del problema siano i sistemi operativi e tutta la struttura su cui girano le applicazioni.

    • Luca Sasselli

      Io ho un LG G WATCH R e come batteria non mi lamento. 36 ore senza compromessi le riesco a fare!

  • EnricoD

    Il mio nexus 5 fa 3 ore a schermo acceso… Una bip… Vabbé, lo so, gli smartphone non hanno grandi durate, ma caspita, c’ho quei maledetti play services che si ciucciano il 52% della batteria da soli! >< ma dai! Lo schermo fa tipo il 12-19%…
    L'acquisto più sbagliato che abbia mai fatto, se ai tempi fossi rimasto con l'xperia neo (ottimo riproduttore di musics, per me che rappresenta un aspetto fondamentale ..)invece di iniziare sta saga dei nexus col nexus i9250…
    Tempo 1 mese che me lo tolgo, lo rivendo, e mi faccio un telefono con batteria un pochetto piu decente, a trovarlo però (ah, me ne sbatto di lollipop, accetto anche telefoni con KK, anzi lo preferisco)…

    • giacomo

      mi sono buttato sul Meizu, dopo aver avuto il i9250, piacevolmente colpito da tutto compresa la batteria!

    • loki

      scusa eh, ma se il tuo problema è software perchè non installi un’altra rom e non lasci fuori le gapps?

      • EnricoD

        Non posso tenere le gapps fuori, perché ad es hangouts , che uso molto sia per hangouts che per SMS, non funziona senza play services… Ho già cambiato varie ROM, adesso sono su slimkat final con gapps limitate allo store, playservices e poche altre, ma penso sia qualche bug delle ultime gapps, prima non accadeva … Spero che si risolva con i prox update :/

        • loki

          secondo me il problema è più semplice di quanto credi, se un programma funziona male smetti di usarlo. l’abbiamo fatto con msn messenger, non vedo perchè debba essere diverso con hangout

          altra domanda: non puoi tornare ad una versione precedente delle gapps se funzionavano meglio? se la risposta è no, io comincerei a preoccuparmi su quanto potere puoi realmente esercitare sul tuo dispositivo

          • EnricoD

            si…mo vedo se riesco a trovare pacchetto più vecchio…
            su hangouts oramai ho molti contatti.. poi il problema non è hangout, ma i play services 🙂

    • luca020400

      Io con moto g 2014 ho fatto sei ore di schermo acceso con la cm12

      Poi tutti dicono che lollipop non va d’accordo con la batteria

      • EnricoD

        in effetti sto asp l’ultima cm11, la m13, perché cm gestiva meglio la batteria … ci deve essere qualche errore nella rom derivate da slimkat e aokp … in fondo, si può dire di tutto su cm tranne che non lavorino professionalmente.. probabilmente questo accade quando si installano ROM homemade come slimkat, paranood ed altre… mi affiderò a cyanogen in futuro

        • luca020400

          Modestamente io sono sempre andato di aospa ( su Y300 )
          Ma appena ho provato/fatto la cm12 ( moto g 2014 ) me ne sono innamorato

        • XfceEvangelist

          Enrico, io sono passato felicemente da AOSB (piena di un sacco di opzioni che non mi servono e con fastidiosi randomici riavvi) alla Carbon Rom, veramente semplice ma con un sacco di chicche. Se vuoi risparmiare batteria non puoi evitare le GApps? Per Hangouts magari esiste una patch per LuckyPatcher, il lettore di YouTube l’ho patchato e ora funziona senza GApps che non ho intenzione di installare.

          • EnricoD

            hmmm , interessante 🙂 grazie per la info:)

          • EnricoD

            Ho ripristinato factory image kitkat per pulire (l’avevo fatto anche prima ma …), ho messo la Carbon, flashato il baseband di lollipop che va meglio per la batteria, ultime gapps, e gplay services al 4% come dovrebbe essere… la carbon è basata su Cyanogenmod, le altre su Slim o Omni, secondo me, siccome le ho provate più o meno tutte e tutte hanno problemi con gplay services, c’é qualche errore nei loro repo che ovviamente si portano dietro tutte, se no non si spiega perché con una cm based invece funzioni regolarmente… questa carbon è stabile, tutto funziona bene, fatta veramente bene (piu che altro saggia la scelta di basarla sulla cm11, fatta da veri dev e non homemade come le altre…) 🙂 sono contento perché lollipop, che ho riprovato l’altro ieri, proprio non mi va giu! xD
            (sulla sicurezza, dato che dicono che aggiornare è importante per la webview separata e blabla, ho letto che usando Firefox, parole di un esperto sicurezza Google su g+, non ci sono problemi perché firefox usa la sua quindi basta tenere ff aggiornato 🙂 )

    • rico

      Il mio nexus 5 fa otto ore a schermo acceso, 24 ore di uso normale.
      Ho disattivato la sicronizzazione automatica (non le notifiche Gmail) e le animazioni, e con nova termino velocemente le app che ho smesso di usare. Luminosità schermo in manuale.

      • EnricoD

        ho disattivato di tutto di più 🙁

        • Sim One

          e greenify?

          • EnricoD

            non lo so, non è che mi fido tanto di ste app 🙂

  • Danilo Il Padrino

    Sul mio JOLLA SAILFISH OS ho disattivato il supporto per applicazioni ANDROID… Risolto il problema della durata della batteria… Ora dura di più…

    • EnricoD

      E ad applicazioni come sta messo?

      • Danilo Il Padrino

        Ad applicazioni è messo bene, sufficientemente…
        Perchè oltre a quelle presenti sul Jolla Store, se voglio più applicazioni, posso (volendo ma non è obbligatorio), installare Google Play (per le applicazioni Android), e in aggiunta Werehouse (per ulteriori applicazioni per smartphone Jolla). Ma il problema è che installando Google Play insieme a Google Service, e girando su macchina virtuale, consuma troppa batteria.. E siccome ne ho avuto le scatole piene, sia di ANDROID che del consumo eccessivo della batteria, ho deciso di eliminare DEFINITIVAMENTE il gestore di applicazioni ANDROID, e lasciare solo quelle originali, che girano sul sistema operativo SAILFISH OS…..Ora la BATTERIA dura molto più di due giorni (usando anche INTERNET)

  • Leonardo Rava

    Bo, il mio sony xperia z1 non soffriva molto di scarsa batteria grazie allo stamina mod, ma ora sto testando da qualche mese un google nexus 6 e non mi sta soddisfando molto, mi sa che tornerò su xperia!!!
    Magari lo z3.

  • LelixSuper

    Ultimamente gli LG sono i migliori, ma un Nokia 130 dura ancora di più.

  • bomdias

    allora le innovazioni sulla batteria ci sono state il problema invece risiede sul fatto che gli smartphone consumano molta piu energia dei telefoni di una volta che ricordo che avevano una 500 600 mah al massimo (anche il nokia 3310) invece ora sono forniti di una 3k mah ora dire che non ci sono stati progressi notevoli è sbagliato il problema è che se prima consumava 100 ora consuma 10000 di fatto rendendo vani i progressi nel campo energetico

    • EnricoD

      colpa degli schermi! .. LCD vs. OLED… lcd consumano di piu per il solo fatto che hanno bisogno di retroilluminazione…
      gli OLED sono pochi, Samsung ed LG soprattutto… ma sono ancora pochi …
      quelli di prima avevano TFT a matrice passiva, pochi segmenti, meno pixel da pilotare, tonalità di grigio o pochi colori, comunque non paragonabile nemmeno lontanamente alla gamme di colori raggiunte da quelli di oggi… minor consumo
      metti pure led indicatori e caxxi vari…
      schermi con res troppo alte? anche… certe volte esagerano per far comprare fanboy con la presunta vista da cecchino che credono sia meglio ..alla fine se è full HD basta..

      • Brau

        Pheega, vuoi mettere a guardare un film in 4K su uno schermo da 5″? Non lo sai che i “nativi digitali” (porcaccia la miseria quanto odio ‘sta definizione) sono nati con una vista a 128538125/10 che riesce a distinguere i singoli pixel e i microvilli di un batterio senza aiuti vari? Altro che il telescopio Hubble 😉 (“-_-)
        Io non so se la gente, quando va a comprare uno smartcoso, ha la capacità mentale per farsi certe domande :-/

        • EnricoD

          hahaha 🙂
          una volta ho provato a far capire che al di sopra di un certo numero di ppi l’occhio umano non distingue una ceppa di differenza… addirittura uno m’ha detto che la distingue la differenza tra due smartcosi con ppi diversi…
          la risposta più semplice a cui ho pensato è stata:
          “grazie al cacio,ma come caxxo fai a confrontare due smartphone con due schermi che sono stati costruiti da produttori diversi, quindi in maniera differente, che usano materiali emettitori diversi, che hanno geometria della matrice diversa, disposizione pixel e filtri diversi e che per giunta hanno diagramma cie (spettro cromatico, quindi gamma di colori) inevitabilmente differenti… ”
          insomma, la qualità costruttiva diversa e magari uno era ips l’altro oled xD… se non arrivano a tanto e arrivano a confrontare mele e patate , anzi, m’hanno pure dato contro, peccato che certe cose le ho studiate in corsi di optoelettronica e altri, e le so (pensavo di fare divulgazione invece 🙁 … xD)… la c’é poco da fare…… fanboyz baby! per non parlare dei vari forum che ci mettono del loro pur di far aumentare il click sui banner… 🙂

          • Brau

            Qua non è questione di fanboyismo, ma di marketing: l’importante, a quanto pare, è dare alla gente una ragione, seppur sbagliata, per acquistare il tuo prodotto e fargli intendere che sono volponi
            sopra tutti gli altri, tanto loro non si chiederanno mai se hanno fatto
            un acquisto intelligente o no… Nessuno si chiede se è giusto avere
            una risoluzione fullhd in 5/6″ di schermo, o se hanno bisogno di un
            octa-core con 4GB di RAM per far girare i soliti 4 programmini che usano tutti, o avere una fotocamera da 40MPx per farsi i selfie p0rn0, perché siamo abituati a pretendere il massimo senza sortirne
            alcun beneficio, ma ormai va bene così, l’importante è avere dei numeroni
            in mano e fingere di capirli per fare i fighi con la cumpa per una settimana o 2, finché qualcuno non se ne uscirà col modello più nuovo, e la ruota gira -_-

  • DigiDavidex

    @”tutti quanti noi” utilizziamo uno smartphone, dispositivo che ci consente
    non solo di chiamare ma anche accedere ad internet, operare nei social
    network, giocare e molto altro ancora.
    Ma parla per te! LOL Possessore di un Nokia 3310 e 5610d. Per il momento non sento il bisogno di uno smartcoso, ehm, di fakebukke sempre con me

    • DigiDavidex

      Dimenticavo: per quanto lo/li uso per chiamare e messaggiare, entrambe le batterie durano all’incirca un’intera settimana(ho portato il 3310 oggi in fabbrica/pelletteria perchè non credevano che l’avessi ancora e che funzionava perfettamente 😀 )

      • alex

        per me il 3310 ora è anche trandy 😀
        (devo provare a riaccendere il 3330, se la batteria regge ancra… )

        • DigiDavidex

          Il mio con la batteria morta non dava segni di vita l’altro ieri perchè era arrivata proprio a zero di carica e ho dovuto aspettare un pò prima che il telefono segnasse solo le classiche barrettine di destra della messa in carica

    • Lorenzo Fiocco

      fortunato te il motorola C-115 dura “solo” 5 giorni

No more articles