I developer di ReactOS hanno presentato alcune novità riguardanti il nuovo file manager (Explorer) che troveremo nei prossimi aggiornamenti.

ReactOS new File Manager
A pochi giorni dal rilascio della nuova versione 0.3.17 continua lo sviluppo di ReactOS, progetto open source che punta di fornire una versione libera di Microsoft Windows.
Grazie anche ad alcuni fondi raccolti nei mesi scorsi, gli sviluppatori ReactOS stanno lavorando ad alcune importanti novità (che troveremo nella futura versione 0.4) a partire dal supporto hardware e un’interfaccia grafica che ricorda in parte quella di default in Microsoft Windows 8 / 8.1 (per maggiori informazioni). Nei prossimi aggiornamenti di ReactOS troveremo anche il nuovo Explorer, il file manager di default sarà rivisitato e notevolmente migliorato.

Il nuovo ReactOS Explorer consentirà una migliore integrazione del file manager con i vari software nativi per Windows, con nuove funzionalità e soprattutto una maggiore stabilità e reattività.
ReactOS Explorer lo troveremo molto probabilmente di default nella prossima versione 0.4, potremo comunque già testarlo nei prossimi aggiornamenti installando il software explorer-new.

ReactOS new File Manager

Per maggiori informazioni sul nuovo ReactOS Explorer consiglio di consultare il post dedicato dal blog ufficiale del progetto.

  • Drumsal

    No…… Ruby no, pure quì xD

    • si è un linguaggio di programmazione open source sviluppato dalla nipote di Mubarak

      • roberto duccio

        ahahah
        segnaliamolo a Berlusconi magari fa una bella macia agli sviluppatori del progetto

        • Drumsal

          Ovviamente se sostituiranno la “f” del logo con una farfallina

      • Pino O’Pittore

        Ma Ruby 2(buchi).0(liberi) non doveva essere ritirata da Minetti 113?

        • è stata aggiornata invece e corretti diversi bug tramite la nuova patch denominata lift1ng sviluppa dal team F3de

          • Pino O’Pittore

            Ahahahahah grandioso!

  • silver

    Non faranno in tempo a mettere il kernel 3.10 stabile per il 2 luglio…

  • jag

    Robbè, visto l’influsso positivo del topic su lubit linux, distro italiana…. non sarebbe il caso di fare qualche recensione e magari intervista al team, a qualche altra distro made in italy? da sabayon, openmamba (oltretutto quest’ultima una vera distro, coi controcxxxx, ma poco seguita purtroppo) alle varie derivate.?

    ciao J.

  • Qfwfq

    Due domande: Si può installare in multiboot con Linux? E’ possibile creare una live USB permanete?

    • su pendrive non saprei
      su linux in dual boot è possibile
      esistono anche le macchine virtuali per virtuabox e qemu

    • ReactOS Italy

      è possibile creare una live usb adesso i stiamo dedicando anche all’interfaccia utente

      • Qfwfq

        Sono riuscito a creare una live USB con Rufus, al boot si avvia, sullo schermo vedo che carica (credo) i driver e poi si blocca con uno schermo nero: qualche suggerimento?

  • ZaccariaF

    React Os,epic win(dows)! :facepalm
    Potrebbero spingersi oltre al creare una copia perfetta di explorer;potevano mettere le tab e/o permettere l’ estensione attraverso plug-in.

  • cosmon560

    Seguo questo progetto da quando ho 17 anni…ora ne ho quasi 24… Speriamo. Magari ho fatto bene a non perdere mai la fiducia.

    • matteo81

      il problema non è aver fiducia e nemmeno la bravura degli sviluppatori…. è una guerra che non può essere vinta…. quando avrai 31 anni se tutto andrà bene avremo qualcosa di simile a xp…
      Questi sono progetti interessanti per scopi didattici e per chi vuole imparare qualcosa in più ma sperare in qualcosa di usabile per il comune mortale è utopia… non è pessimismo ma realismo… senza nulla togliere agli sviluppatori che sono liberissimi di fare quello che vogliono….

      • TopoRuggente

        Nel 1991 a 21 anni mi sono interessato ad un assurdo progetto un sistema operativo gratuito che non supportava buona parte dell’hardware del mio computer.

        Dopo 4 mesi di lotta ho visto il primo Linux !!!

        A priori è difficile dire se un progetto avrà o meno fortuna.

        • matteo81

          lascia perdere… te ne prego…. qui non si sta parlando di un sistema a parte e nemmeno di soddisfare un bisogno in particolare… Linux è nato per uno scopo e ha ottenuto fin dagli esordi tanta attenzione, sviluppo e supporto…..
          Reactos mira a replicare un os già esistente e proprietario… basta solo questo per far capire quanto sia utopica la situazione…. e basta vedere i risultati per rendersene conto…. nel 2014 a malapena assomiglia a win 2000…. dai non facciamo paragoni illogici…
          GNU-Linux è nato in un altra epoca, per altri scopi e ha beneficiato fin da subito di una community enorme e aziende che tutt’ora lo supportano e lo mantengono al passo coi tempi….
          Il 1991 era una cosa.. il 2014 un altra… lasciamo stare i classici pistolotti del tipo ” ai miei tempi…”…..

          • TopoRuggente

            “Reactos mira a replicare un os già esistente e proprietario.”
            Invece la somiglianza fra Linux e Unix è puramente casuale.

            Sono le funzionalità del sistema, non l’estetica che è interessante.
            Nel 1998 i WM di Linux erano tristi copie di Windows 3.1

            Magari non avrà un grande successo, ma potrà ritagliarsi la sua nicchia, anche Linux e i BSD non è che possano vantare orde di utenti.

          • matteo81

            Certo che deriva da unix ma a preso presto la sua strada in modo deciso…. l’acronimo gnu mi pare l’esempio più lampante….

            I wm sono una cosa ma l’intero sistema gnu-linux è totalmente diverso rispetto a windows e lo è sempre stato….

            Se parliamo di bsd hai ragione…. se parliamo di gnu-linux secondo me ti confondi,,,,
            Linux viene utilizzato in una marea di ambiti…. è lo standard de facto in tante frangie di mercato…server, embedded e ormai anche nel mobile con android anche se più per il kernel che altro….. e resto dell’idea che le stime sul desktop siano comunque poco veritiere….. se contiamo solo il dektop è una cosa ma se prendiamo il vero totale si potrebbe quasi affermare che sia linux l’os più usato al mondo…. il problema è che un’infinità di persone lo usano senza nemmeno saperlo… ma quello è un altro paio di maniche……

          • TopoRuggente

            Al massimo potresti dire che Linux è il kernel più usato al mondo, grazie ad Android, ma GNU/Linux come SObatte solo BSD.

            Nel mondo supercomputer Linux regna incontrastato, ma nel mondo Server Microsoft è ancora lider.
            Nei Desktop non c’è confronto proprio.

            Il significato di GNU ha poco a che vedere con la sostanza, il 90% degli applicativi base sono riscritture (anche se migliorati, sempre cloni sono) degli applicativi Unix.

            Vi è stato scritto nel 1976 quando Torvalds aveva 7 anni !!!

          • matteo81

            Io da quando seguo l’informatica ho sempre saputo e sentito che linux ha proprio nella parte server il suo punto forte e da lì è partito il suo successo….. sia aziendale che web…..

            Adesso mi vuoi raccontare che ms è leader a livello server? e da quando?

            Ultimamente ti sento sempre meno open e sempre più redmond… sbaglio?

          • TopoRuggente

            Vorresti dirmi che secondo te attualmente Linux è il sistema operativo Server più diffuso?
            Segui l’informatica da ieri?

            Non sono affatto “redmond”, ma sono cosciente di quanto sia diffuso MS Exchange e gli RDBMS in ambiente MS WIndows.

          • Sim One

            Anche in ambito enterprise, purtroppo, se va bene su 10 macchine hai 5 win e 5 Linux. Oppure una macchina Linux che virtualizza 10 macchine win. È comunque un 10 a 1. Almeno nel mio caso.

        • ZaccariaF

          A 8 anni c’era un prosciuttino che era solo alla versione 2.0 ,che mio padre, per due soldi ,il CD da un’ amico compro. Si chiamava Debian GNU/Linux e non sono più riuscito a staccarmene.
          XD

  • Chi va pian va san e va lontan

    Chi vuole può andare su Proprietà del desktop > Appearance > Visual Style = c’è un secondo tema che lo fa assomigliare più a linux. In alternativa si può scaricare da DeviantArt un msstyles per renderlo simile non so a Windows 7 o kde 😉

  • ekerazha

    Tra tutti questi sistemi operativi “minori” l’unico che mi attira è Haiku, sarà che alla fine degli anni ’90 ero molto affascinato da BeOS, di cui Haiku è l’erede.

    • matteo81

      Haiku dovrebbe interessare molto più di react os per il semplice motivo che è davvero un os diverso e unico rispetto al resto…. non cerca di reinventare oppure emulare altro che già esiste ma è strutturato e funziona in modo proprio e indipendente….
      Certo, possiede tutti i contro di ogni prodotto di nicchia (molto di nicchia) come tempi di sviluppo lunghi anni luce e tutta una serie di mancanze ovvie rispetto ai 3 big….. ma resta cmq il più interessante..

      La nostalgia mi costringe a seguire anche le sorti di icaros…. ma ammetto che haiku è davvero qualcosa di diverso e per questo più stimolante da seguire e provare… certo che è partito nel 2001 e nel 2014 siamo all’ alpha 4…… altro che bradipo….

      • TopoRuggente

        Eh già
        “Haiku, conosciuto in passato come OpenBeOS, è un progetto open source che mira a ricreare ed estendere il sistema operativo BeOS.”
        “BeOS/Zeta è un sistema operativo per personal computer prodotto da Be Incorporated negli anni novanta”

        • matteo81

          non hai capito… oppure mi sono espresso male…..
          React os punta a emulare un os che esiste tutt’ora, oltretutto chiuso…. è improbabile che riescano a replicare win…. haiku è a sua volta la riproposizione di un sistema che esisteva…. ma che appunto esisteva… oggi alcune caratteristiche di haiku le trovi solo su haiku…. mentre se voglio avere windows…. uso windows direttamente… se ne facciamo un discorso di open/closed oppure didattico va bene…. ma dal lato pratico react os è disgraziato in partenza…..

          La mia non è una critica a react os sia ben chiaro… dico solo che è meno interessante rispetto ad haiku… tutto quì……

          • TopoRuggente

            Haiku é la riproposizione di un sistema ottimo, ma con pochissimi applicativi, che non ha attirato sviluppatori e che è sopravvissuto solo in alcuni ambienti embedded con la sua ultima derivazione ZETA morta per problemi legali.

            Haiku ora sta avendo parecchi port di applicativi linux (allora tanto vale usare linux).

            La situazione è identica, reactos avrà problemi per il concorrente in vita, ma Haiku è il refrain di un progetto fallito per ben 4 volte.

          • matteo81

            a me non frega una ceppa di quanti applicativi oppure utenti avesse beos… ho solo detto che haiku è più interessante come progetto e possiede alcune caratteristiche uniche a differenza di reactos che punta a emulare features che possiamo avere native e meglio funzionanti anche adesso con windows… se devo fare qualcosa di serio non uso certamente nessuno dei due… uno è una brutta copia di qualcosa che già esiste mentre l’altro ha preso le macerie di un vecchio progetto e lo stà cercando di riproporre in chiave moderna…
            La pappaerdella storica la conosco bene visto che è da 5 anni che seguo il progetto…. se per te non è così non so cosa dirti… interessati a quello che preferisci…. de gustibus…

  • popgo

    che spreco di tempo

  • Complimenti

    OT parziale. Ho notato che l’ultima versione di internet explorer aggiornata su wine, è aggiornata all’html5 + css3. Veramente ottimo. Mica si basa su Gecko? ho qualche sospetto (l’user agent mi dice Trident ma la vedo dura che sia un dato reale).

    • Complimenti

      Se fosse vero, qualcuno potrebbe forkarlo per estenderlo e creare finalmente una valida alternativa open agli attuali engine che si contano manco su mezza mano.

No more articles