Ubuntu viene utilizzato anche nella Formula 1 dai tecnici della FIA per le previsioni meteo, ecco un video che lo conferma.

Ubuntu in un pc Lenovo della FIA
In questi anni abbiamo indicato come Ubuntu sia un sistema operativo utilizzato non solo da molti utenti ma anche diverse aziende. Ad esempio Ubuntu viene utilizzato nei sistemi della NASA oppure per la produzione di Film oppure dalla Polizia Postale per trovare truffe via web ecc.
A quanto pare il sistema operativo di Canonical viene utilizzato anche nella Formula 1 dai tecnici della FIA per le previsioni meteo. A  confermarlo è un recente video della BBC durante il gran premio di Suzuka nel quale troviamo un tecnico della FIA a mostrare le previsioni meteo in un notebook con Ubuntu.

Il personal computer utilizzato da Andy Swan, tecnico della FIa, è un Lenovo Thinkpad con Ubuntu 12.04 Precise LTS distribuzione che come possiamo vedere dal video non include alcuna personalizzazione, lo possiamo anche notare dal Launcher con ancora le icone di default.
Come possiamo notare, il pc si connette ad un sito web (probabilmente della FIA) dedicato alle condizioni meteo del circuito, soluzione azzeccata visto che proprio Linux fornisce una maggiore sicurezza confronto i sistemi operativi proprietari di Apple e Microsoft.

Da notare inoltre che Lenovo Thinkpad è un personal computer portatile in grado di offrire un completo supporto per Linux, da anni Lenovo lavora nello sviluppo del Kernel Linux integrando nuovo codice per garantire il miglior supporto possibile per o propri sistemi della gamma Thinkpad.

Speriamo di vedere presto Linux anche nei sistemi della Ferrari e altre squadre della Formula 1.

  • Dea1993

    bene, anche se questa nuova release non ha molti aggiornamenti sostanziali, ma vabbè ormai siamo abituati a rilasci così ravvicinati anche senza sostanziali cambiamenti

    • Jack O’Malley

      Sinceramente gradisco molto più gli aggiornamenti come questo che rafforzano sicurezza ed anonimato che non quelli che portano futili novità.

      • Dea1993

        si anche io sicuramente anche perchè per me ormai i browser sono completissimi e ricchi di funzionalità, firefox in primis con tutti i suoi plugin.
        è solo per dire che sarebbe più una 20.1 che una 21 secondo me però va bene ormai è questa la scelta di mozilla e a me va bene lo stesso, visto che con tutti questi rilasci ogni 6 settimane, dalla versione 4 ad ora, il browser è migliorato tantissimo

        • Jack O’Malley

          Ok, scusa ma avevo frainteso, pensavo tu criticassi il fatto che rilasciano aggiornamenti miseri.
          Appena uscito dal lavoro sono un po’ offuscato.

          • Dea1993

            nessun problema, in effetti non mi ero espresso benissimo.

  • Andrea Jörmungandr

    E via con un’altra versione… una al mese! Allucinante

    • Giuseppe Antonio Nanna

      e dove sta il problema?
      prima incrementavano i numeri dopo il punto tipo 3.4, 3.5, etc…
      ora dato che sanno che agli utenti piacciono le novità incrementano il numero principale.. un po’ di marketing non guasta anche se ci sono stati costretti

      • Dea1993

        si esatto, è vero per chi sapeva leggere e interpretare quei numerini che seguivano il nome del programma era molto meglio prima (m compreso) ma quando ti ritrovi di fronte un concorrente come google che grazie a tutti quei soldi si può permettera tutta quella pubblicità (te lo sbattono ovunque chrome, ci credo che la gente lo installa), mozilla si è ritrovata quasi costretta a fare questa mossa visto che alla gente interessano le novità

      • Andrea Jörmungandr

        Nessun problema, se non che ogni mese devo aggiornare il parco macchine (120 pc..) dell’azienda.. a volte passano 4-5 release prima che mi ricordi di farlo a tutte! 😀 Comunque sarebbe bello se anche Mozilla introducesse un sistema di aggiornamento automatico come service di sistema

        • Dea1993

          ma l’aggiornamento automatico gia c’è in firefox, per lo meno a me su windows si aggiorna automaticamente e su linux si aggiorna da repository.

          e poi se ti lamenti dei continui aggiornamenti puoi sempre passare alle versioni supportate a lungo termine (ESR) che l’ultima versione è la 17.0.6

          • Andrea Jörmungandr

            C’è già sì, ma tutti i computer sono client user con privilegi limitati… e da qui nasce il problema, che poi “problema” non è, era solo un piccolo sbuffo relativo poi al lavoro che dovrò fare sui client 😀

  • Alessandro

    “Tra le novità di Firefox 21 troviamo la nuova funzionalità FHR (Firefox
    Health Report) la quale raccoglierà informazioni tecniche circa il
    browser Firefox e il sistema in cui è in esecuzione, dal modello di
    processore al numero di core, alla ram ecc, e li invierà in forma anonima a Mozilla.
    I dati serviranno per migliorare il browser nelle future versioni,
    fornendo ottimizzazioni per le tipologie di hardware più utilizzate
    dagli utenti”…. ergo… privacy a puttane e caselle degli utenti invase di spam.

    • medeotl

      Scusa ma non capisco questo tuo commento, usi free software e ancora non hai capito qual è il suo principale vantaggio? Puoi star ben sicuro che i tuoi dati saranno trattati col massimo rispetto, semplicemente perchè il codice è disponibile a tutti, e se facessero magagne sarebbero subito sgamati da qualche smanettone, perdendoci in credibilità. Io diffido del sw closed, non di quello open

      • Sandro

        E
        io non capisco il tuo, cosa c’entra se il codice è aperto o chiuso? Se
        un’applicazione ti frega i dati personali e li manda a un server amen, i
        tuoi dati personali non sono più tuoi. “Fidati di noi” è il motto di
        Apple&co. Qui non c’è nulla da sgamare, te lo dicono chiaro e tondo
        che profilano le tue macchine. Per fortuna leggendo le note di rilascio
        sembra che l’opzione sia disattivabile. “At any time users can disable the feature or delete data associated with their browser.” (punto 12)

      • Sandro

        E
        io non capisco il tuo, cosa c’entra se il codice è aperto o chiuso? Se
        un’applicazione ti frega i dati personali e li manda a un server amen, i
        tuoi dati personali non sono più tuoi. “Fidati di noi” è il motto di
        Apple&co. Qui non c’è nulla da sgamare, te lo dicono chiaro e tondo
        che profilano le tue macchine. Per fortuna leggendo le note di rilascio
        sembra che l’opzione sia disattivabile. “At any time users can disable the feature or delete data associated with their browser.” (punto 12)

        Ps. non sarebbe possible avere una pagina web con un po’ meno script?

    • Dea1993

      a parte che vengono spediti in forma anonima e poi mi fido di mozilla, non hanno mai fatto nulla per violare la nostra provacy, e poi firefox è opensource, eventuali “spyware” nel codice sorgente verrebbero scovati come nulla.
      se voglion ottenere informazioni sull’hardware per ottimizzare firefox e renderlo più performante ben venga

    • Dea1993

      tra l’altro quella funzione ho appena controllato è tranquillamente disattivabile quindi dove sta il problema?

  • Fabio

    Che differenza c’è tra l’opzione “Attiva l’opzione antitracciamento dei dati personali” già presente nella 20 e “Richiedi ai siti di non effettuare alcun tracciamento” della nuova 21?

    • Giovanni

      Da quello che so io non tutti i server web sanno interpretare il comando di antitracciamento…quindi secondo me, hanno semplicemente cambiato l’espressione precedente con una più pertinente con quello che avviene realmente, e cioè che viene effettuata una richiesta che potrebbe benissimo essere ignorata a insaputa dell’utente.

    • Dea1993

      è la stessa cosa

    • bimbi

      È la stessa cosa, ho letto che hanno aggiunto quelle opzioni semplicemente perchè dire “non voglio essere tracciato” o “non ho selezionato nessuna preferenza” sono due cose diverse.

  • Magari gliel’ha installato il figlio “smanettone” del sig. Andy che non capendo nulla di PC se lo fa andare bene..! Tanto per aprire una pagina web…

    • Alessandro

      Anche sui terminali che indicano i nastri per ol ritiro bagagli di Fiumicino ci gira ubuntu. Sono 20 gg che c’è l’update manager in primo piano ma nessuno aggiorna!!!!! Ho fatto anche la foto 🙂

  • rschirin

    articolo pretenzioso e fazioso! sono dalla parte dell’open source ma dire che la fia usa ubuntu o qualunque altra distro solo perchè appare in un video…. per quello che vediamo in questo video, il tizio fa un utilizzo nè più nè meno uguale a quello dei miei (meteo, news e nulla più).

  • Simone

    NASA Polizia Postale e per produrre film , ma non solo, non so se lo sapete ma i terminali di gioco della LOTTOMATICA sono gestiti da un sistema operativo LINUX , lo posso confermare perche gestisco appunto una ricevitoria LOTTO e quando avvio il terminale di gioco si vede dalle scritte che compaiono che e gestito da sistema operativo LINUX.
    Non so se utililizza UBUNTU o altro , ma di sicuro e un sistema LINUX.

    • 1000 grazie x la segnalazione

    • xbukowskyx

      Confermo. Ho visto una ricevitoria avviare i terminali per un blackout ed ho notato l’avvio di linux

    • ele

      anche negozi aqua e sapone hanno ubunto installato sulle casse e magazini

  • xbukowskyx

    Cmq se serve per andare solo su una pagina web possono farlo anche da smartphone…..non mi sembra una vittoria per ubuntu. Invece se calcolassero le previsioni sarebbe un succcesso

  • mr_marketing

    Questi articoli sono molto utili per comprendere, oltre alla diffusione di Linux e nello specifico Ubuntu a livello industriale (ma d’altra parte lo stesso UNIX era un sistema operativo a scopo industriale) anche le mosse di Canonical.
    Il DE Unity è stata un’abile mossa di marketing per differenziare la distro e renderla riconoscibile sui media. Anche prima di Unity Ubuntu aveva un tema suo, ma facilmente modificabile. L’obiettivo è che chiunque veda una schermata possa riconoscere l’OS che viene utilizzato, esattamente come succede con Windows e OSX.

  • kernele

    figherrimo! visto la barra di unity? poi avviano gogol eart e si pianta il pc.
    confermo per i lenovo. ho un ideapad s300, e kubuntu ci gira che una meraviglia. brava intel

    al contrario del mio desktop quad core con 6 GB di ram e vga AMD .
    esperienza d’uso a dir poco penosa, sia con gli open che con i catalyst.

  • thebcone

    Tecnico FIA per me equivale ad incompetente. Visto come ogni anno riescono a peggiorare il regolamento per rendere le corse noiose che vince chi ha il legale più bravo. e che comunque i regolamenti non li sanno nemmeno scrivere in modo decente visto che si trovano sempre a rettificare e cambiare durante lo svolgimento del campionato e non a boccie ferme.
    COMUNQUE
    Dalla foto mi sembra che che st tratti di un browser web… E per quanto sgranata mi pare che l’indirizzo non cominci con 192.168.0.x | 127.0.0.1 | localhost.
    Quindi direi che qualcuno sta navigando in internet con su un portatile con ubuntu.
    Probabilmente le previsioni che richiedono grossa capacità di calcolo vengono elaborate su server in cluster dove immagino che avranno un kernel linux. Però sinceramente trovo molto più interessanti i PC collegati alle vetture, o quelli per l’acquisizione dati della telemetria. Nella maggioranza dei casi sono inquadrate con applicazioni aperte che coprono interamente il desktop. Ma la grafica dei widget sembra linux. E in qualche caso mi è capitato di vedere sotto KDE.

  • Leonardo

    Fa strano vedere Linux ovunque, ma come la mettiamo con quell’1% di market share? 😀 C’è evidentemente qualcosa che non va in quelle statistiche…

    • Jacopo Ben Quatrini

      l’1% riguarda i desktop…

      • Leonardo

        appunto, quello visibile in questo video e in tanti altri video, foto, sparsi in ogni angolo del globo cosa sono? server? per me hanno tutta l’aria di un desktop. perché non spiegano da quale cilindro tirano fuori quell’1%, cosa riguarda quel numero, gli OEM o cos’altro, solo a me sta un pò stretto quel numero?

        • Jacopo Ben Quatrini

          che io sappia quando si parla di desktop s’intende solo il mercato commerciale dei PC.
          Poi boh , a me sinceramente non interessa molto se linux sta al 1% o al 99% , per me l’importante è che sia un OS affidabile e che sia utile per l’uso che ne faccio io.

          • Kim Allamandola

            Mh, credo che quelle percentuali siano statistiche fatte basandosi sull’user-agent dei browser che visitano un certo numero di siti…

          • d4n1x

            Credo anche io, comunque io vedo che molti sono passati a mac da un paio di anni. A mio avviso su mondo gnu/linux c’è un certo delirio ultimamente, causato da mille progetti mal realizzati o incompleti.

    • jboss

      ma poi perchè usare quel piombo di ubuntu mahhhhh

      • Kim Allamandola

        Perché è la distro più comoda di quelle sulla piazza.

        • gorchim

          @Kim Allamandola
          insieme a Kubuntu, Xubuntu, Lubuntu, eccetera.

    • Kim Allamandola

      Sono d’accordo. Purtroppo ci sono tanti che se leggono “un dato” presentato ad un certo modo lo scambiano per verità assoluta in stile pre-galileiano… È una delle malattie del nostro tempo…

  • Ermy_sti

    anche molti ospedali come quello di verona b.trento usano debian

  • achille

    fatemi capire usano un portatile con installato ubuntu per collegarsi ad un sito che da le previsioni meteo?

  • Fabio Da Ronta

    se fosse usato da più FIE e meno FIA, tutti ‘sti nerdoni starebbero meno a litigare su MIR e WAYLAND xD

No more articles