Nella famosa suite per l’ufficio libera sono stati riscontrati meno bug confronti altri progetti open come il Kernel, Firefox, Apache OpenOffice ecc.

LibreOffice
Negli ultimi anni gli sviluppatori LibreOffice hanno lavorato molto per rendere la suite per l’ufficio open più stabile e funzionale. Grazie alla rimozione di numeroso codice obsoleto e soprattutto la correzione di numerosi bug, LibreOffice risulta uno dei software tra i più affidabili. A confermarlo è Coverity Scan che ha recentemente rilasciato i risultati riguardanti la qualità del codice sorgente in LibreOffice. Coverity Scan ha analizzato il codice sorgente di alcuni tra i più importanti progetti open source come ad esempio LibreOffice, Apache OpenOffice, Mozilla Firefox e Thunderbird ecc individuando eventuali “difetti” nel codice come bug o altri problemi vari. (nel test sono stati eseguite anche scansioni di software proprietari)

Stando a Coverity Scan in LibreOffice sono stati riscontrati solo 0,08 difetti ogni 1000 righe di codice, risultato alquanto positivo visto che nel 2013 si riscontravano 0.8 problemi ogni 1000 righe.
Da notare che le medie tra i software proprietari sono di circa 0.79 difetti ogni 1000 righe di codice mentre nei software open sono di ben 0.59.

Coveriry Scan - difetti in 1000 righe di codice

Marina Latini, Vicepresidente e Chief Technical Officer dell’Associazione LibreItalia ha commentato il risultati di Coverity Scan indicando che:

La qualità di LibreOffice è cresciuta in modo significativo release dopo release. Attualmente LibreOffice è la migliore applicazione di produttività per la qualità del codice sorgente, e questo si traduce – ovviamente – anche nella qualità del programma, che è superiore di un ordine di grandezza rispetto a quella delle altre applicazioni di produttività open source

Complimenti quindi a LibreOffice e a tutti gli sviluppatori che ogni giorno lavorano per rendere la suite per l’ufficio open source sempre più completa ed affidabile.

Ringrazio Italo Vignoli per la segnalazione

  • Ottimo. Però lo sviluppo di Cinnamon è rallentato parecchio..

  • Ermy_sti

    si dovrà vedere se e in che modo gestirà gli aggiornamenti se tramite inserimento di ppa o altro

  • GioGio

    Mint reinventa per l’ennesima volta la ruota, ora mi aspetto un tool fantastico tipo “cambia sfondo scrivania” e un programma rivoluzionario per la gestione del desktop tipo “ordina icone per nome” e “mantieni allineate”.
    Esiste un programma creato interamente dal team di Clem che non sia un fork di un programma già esistente?

    • lo testato installando i sorgenti e funziona molto meglio che non ubuntu a mio avviso dato che oltre ad essere più veloce lo poi anche installare nelle derivate ecc
      attualmente mint ha sviluppato un’intero ambiente desktop con tanto di window manager ecc e sopratutto mdm con il supporto html5
      valutando la 13.04 e mint 15 chi ha sviluppato dipiù in questi anni è mint dato che bene o male unity attualmente è solo un plugin di compiz

      • telperone

        “solo”
        mapperpiacere

      • GioGio

        Non mi hai dato una risposta, ho chiesto quale programma nuovo è stato concepito dal team di Mint che non sia un fork di programmi esistenti. MDM? maperfavore.

    • KK125-R

      embè? che problema ti crea? quante distro ci sono così?………. è propibito per caso? fagli qualche proposta.

      • GioGio

        Ma che significa se è proibito o quante distribuzioni fanno la stessa cosa, una distro quotata come mint oltre che forkare sempre progetti di altri team dovrebbe dare qualcosa alla comunità oltre che prendere e seguire il brutto esempio di ubuntu non è la strada giusta per essere un os serio.

  • Oc3lot

    Wtf. Qua si paragonano fave con aerei

    • mikoi

      Infatti. Ciò non toglie che Libreoffice stia diventando sempre più stabile. Ma cosa c’entra con thinderbird… boh?!?
      Detto questo, il valore assoluto, al di fuori del paragone, premia chiaramente le scelte fatte dagli sviluppatori di LO: ripulire il codice e stabilizzare il programma senza introdurre nuove caratteristiche rivoluzionarie (?) ad ogni minor release. Io lo sto usando proprio adesso per lavoro e davvero, va benissimo. Speriamo che si diffonda sempre di più!

      • TopoRuggente

        Il numero di bug per righe di codice ha poco a che fare con il tipo di software che stai analizzando.

        Come tale si direbbe che o i programmatori di LO stanno più attenti alla qualità che alla quantità o hanno dei buoni beta tester in grado di rivelare i bug.

        Un caso a parte il Kernel, dove spesso scoprire un bug non è cosa semplice.

        • abral

          Non è proprio così. Se la tipologia di software è molto diversa non si può fare un vero confronto. Magari una tipologia di software necessita di continui aggiornamenti e continue aggiunte di feature (ad esempio un kernel, un browser), un’altra non cambia così tanto velocemente (ad esempio LibreOffice)

          • TopoRuggente

            Infatti per il kernel ho espressamente detto che era una cosa differente, ma un browser non inserisce nuove tecnologie tanto rapidamente.

          • abral

            Scherzi? I browser sono tra i software che evolvono più velocemente. Vengono implementate nuove API continuamente. Considera che un browser contiene in pratica anche un compilatore (per JavaScript), che è un altro dei software più complessi che esista. Poi WebRTC e tutti i codec video/audio. Insomma, è un bel po’ di codice.
            Il numero di linee di codice di Firefox è 12 milioni, di Linux 17 milioni, di LibreOffice 7 milioni. Però se guardi al tasso di crescita dal 2011 ad oggi, Firefox è creciuto molto velocemente (5,6 -> 12,5), Linux è cresciuto con una media velocità (14,2 -> 17), LibreOffice non è praticamente cresciuto (7,3 -> 7,2).

    • sabayonino

      si riferisce alla qualità del codice nei prodotti “open source” . non è un confronto in prestazioni.

      • Ocelot

        Ma non ha senso lo stesso. Per quanto possa essere complicato mantenere il codice di libreoffice è molto più complicato quello del kernel linux da mantenere.

        • Nx

          Beh, anche scrivere un client di posta dovrebbe essere più facile di scrivere un kernel, eppure Thunderbird fa molto peggio di Linux.

          • abral

            Il client di posta è in realtà molto complesso, ha bisogno di un parser HTML, un interprete/compilatore JS, e tante altre cose.

  • JC

    il titolo fa pensare esattamente il contrario di quanto dica l’articolo, cioè che LibreOffice abbia molti PIÙ bug degli altri programmi. Poi sarebbe più logico confrontare prodotti simili.

    • ivano scala

      anch’io appena letto il titolo mi aspettavo di leggere l’opposto di quanto scritto nell’articolo XD

  • jancu

    Cambia il titolo dal quale si evince che libreoffice è il più buggato.

    “LibreOffice batte Firefox, Thunderbird, Kernel Linux ecc in QUALITÀ DEL codice sorgente”

    Inoltre nel paragone fra closed e open source hai scritto 0,79 difetti per closed contro BEN 0,59 del software open. Il BEN spostalo davanti allo 0,79 essendo questo il numero maggiore.

  • kayashan silverleaf

    Gente capisco che il titolo sembra dire altro ma forse roberto ha tante cose da fare e spesso fa errori di battitura ma li facciamo tutti.

  • Ferik

    c’è un bug nel titolo lol

  • isvald

    coverity scan conta tutti i bug e difetti nei codici… e quanti ne riporta e segnala per il bugfix?
    un paio di ‘passate’ con questi geni miracolosi e salta fuori il codice perfetto ?

    • sabayonino

      non fa tutto. ma fa qunto indicato nelle FAQ

      (una sorta di correttore automatico).
      ci sono delle regole sintattiche da rispettare nela stesura del codice.
      regole che possono venir furi male vuoi per un errore di battitura o una funzione formulata male…

      https://scan.coverity.com/faq#what-types-of-issues-tool-find

    • TopoRuggente

      Credo che analizzi solo i bug sintattici, non quelli logici.

    • Nx

      “coverity scan conta tutti i bug”

      Dove sta scritto che conti i bug? 🙂
      E’ un analyzer statico del sorgente, rileva memory leak, resource leak, puntamenti di memoria sbagliati, codice morto, variabili caricate in memoria e poi non utilizzate, crash, etc…

  • Non avevo dubbi a riguardo.

  • ekerazha

    Personalmente ho trovato più bug in LibreOffice che in OpenOffice, in modo particolare in Calc.

No more articles